Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 27

Discussione: possibile utilizzo tubo da 1 pollice

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito possibile utilizzo tubo da 1 pollice



    ciao a tutti,è un po che non mi collego al sito,avrei un quesito da chiedervi,cosa posso ricavare in termini di mini idro da un tubo da un pollice con 70 metri di caduta e 180 \200 metri di lunghezza,pensavo ad una mini pelton ,motore asincrono 870 rpm 2,5 cv autoeccitata ad isola tramite condensatori,o avrei anche la possibilita di alimentarla con tensione di rete ,uso riscaldamento serpentina piccola serra si acettano consigli.

    saluti marco

  2. #2
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao
    da un tubo da 1" diciamo che puoi sfruttare al massimo 0.5 litri/secondo.
    comunque hai una perdita di carico di circa 8 metri.

    quindi:
    salto netto 70-8=62 metri
    potenza idraulica=0.5x62x9.81=304 watt

    con queste piccole potenze l'efficienza totale del sistema diciamo possa essere del 50%
    quindi elettrici otterrai circa 150 watt .
    sicuramente devi usare una pelton

    per il generatore mi sembra una piccola potenza per pensare di utilizzare un asincrono.
    comunque altri ti daranno dei consigli per il generatore. Io non ho molta esperienza per questa applicazione

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao marco
    sei sul forum giusto
    qui c'è gente ferrata
    vedrai che ti daranno i consigli giusti....
    dal poco che ho capito ti direi di abbandonare l'asincrono per queste potenze e pensare ad un alternatore-batteria-inverter

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Riformulo la domanda.DI UN MIO VECCHIO POST.

    ... Riformulola domanda dopo svariati anni di assenza ,avrei la possibilità diprelevare da una tubazione di scarico di un bacino il troppo pieno untubo da 2 pollici che utilizzo in estate per innaffiare 5000 mq difrutteto il mio salto è sui 75/80 mt per 240 mt di tratta ,su iltubo ora esistente da un pollice stessa tratta ho circa 6,6,5 bar dipressione secondo voi si riesce ad ottenere qualcosa e con qualegeneratore. Vale La pena provare a autocostruirselo o è megliocomprare gia assemblato ,premetto che non ho grandi pretese e usereii watt ricavati nel periodo invernale per usoriscaldamento,boiler,serpentine del solare termico. Ringrazioanticipatamente chi mi sarà di aiuto.


    Note di Moderazione: nll
    L'utilizzo del carattere tutto maiuscolo equivale, secondo la netiquette, a urlare. Questo forum vuole essere un luogo di discussione e di scambio d'esperienze tra pari, non serve urlare per farsi leggere, basta ragionare su cosa si vuole comunicare agli altri

    Ultima modifica di nll; 04-12-2014 a 01:37

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    *** Duplicato rimosso. nll ***

    Ciao il tubo da 2 pollici sarà un DN 63 PN 16 in polietilene..con 3 ls perdi 4 mt ogni 100 quindi ottieni una pressione netta di 6.5 bar che valgono circa 1900 w idraulici cioè 1200 w elettrici sicuri ...il generatore migliore per il tuo impianto è un normale asincrono 2.2kw 4 poi ad alta efficienza ie2 eccitato con il sistema c 2c la ruota idraulica una semplice turgo da 200 mm il getto unico ..fisso da 11 mm ...e hai fatto la turbina ..ti servirà poi un regolatore a carico costante (IGC)
    Ultima modifica di nll; 12-12-2014 a 18:14 Motivo: Unione messaggi e rimozione duplicato. Violazione art.3 de regolamento del forum.

  6. #6
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao grazie per le risposte ,per prima cosa acquisto il tubo da 63 pn 16 e tempo meteo permettendo lo stendo poi mi metto alla ricerca della ruota turgo e rispettivo ugello da 11 mm,per quanto riguarda la cassa ne ho gia una in casa di acciaio inox misura 45x45 30 di h,gradirei avere qualche consiglio sul regolatore di carico.girovagando sul veb ho trovato su subito it regione toscana in attrezzature da lavoro turbina pelton cosa ne pensate potrbbe fare al caso mio.saluti marco

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao Marco ,si puoi usare anche una pelton ...anche di plastica ,meglio in tecnipolimero caricato con fibra di vetro,guarda meglio in rete troverai prodotti italiani di ottima qualità ..anche per il regolatore . Io consiglio una turgo per i piccoli impianti a bassa pressione perche è una ruota semplice da usare ,accetta getti anche non proprio cilindrici ,fa poco rumore ,scarica bene l'acqua.

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito sostituzione tubo da 1 pollice con uno da 2

    Quote Originariamente inviata da sandroturbine2 Visualizza il messaggio
    ciao Marco ,si puoi usare anche una pelton ...anche di plastica ,meglio in tecnipolimero caricato con fibra di vetro,guarda meglio in rete troverai prodotti italiani di ottima qualità ..anche per il regolatore . Io consiglio una turgo per i piccoli impianti a bassa pressione perche è una ruota semplice da usare ,accetta getti anche non proprio cilindrici ,fa poco rumore ,scarica bene l'acqua.
    ciao,finalmente sono riuscito a portare il tubo da 2 pollici vicino a casa la lunghezza del tubo è di 178 ml senza curve la pressione 7,5 atm ora vorrei procedere con il resto la cassa in acciaio è gia in casa dove posso trovare la ruota turgo ?su internet non si trova nulla...

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Marco,
    per la ruota idraulica cerca nel web pelton in tecnopolimero
    la cassa da 45x45 avrà le pareti perpendicolari ,quindi è meglio usare una pelton , se hai la portata costante va bene perchè la ruota è 200mm di diametro , il getto conico fisso è lungo 10 cm circa ,ricorda che devi stare con il getto più vicino possibile al cucchiaio ...diciamo massimo 3 volte il diametro quindi se il getto è 11mm ..30 mm di distanza .
    Se invece la portata non è costante devi usare un iniettore variabile manuale tipo Doble . il generatore asincrono da 2.2 kW è perfetto ...

  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie per avermi risposto ho l'indirizzo di alessandro ,energia @libero.it per la pelton e il getto lo contatto subito..mi devi aiutare con il regolatore a carico costante

  11. #11
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    si ... non ho problemi

  12. #12
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao leggendo vari post sul mini idro mi sorge un dubbio avendo installato quasi 2 anni fa un impianto fotovoltaico da 2,2 kw off grid con batterie di accumulo per un tot di 1600 ha e un inverter da 60 a che quando c'e il sole stacca la linea 220 enel e alimenta i carichi della casa e mi carica le batterie ,quando il sole va giu e le batterie sono al 75% di carica stacca nuovamente e ritorna ad enel ,l inverter mi accetta sino a 145 v in ingresso ,leggevo che usando servo motori si può mandare direttamente il ricavato della turbina all inverter che a sua volta ricarica le batterie o alimenta casa ,chiedevo potrebbe essere fattibile nel mio caso....saluti marco.

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    qui si potrebbero scrivere pagine intere sulle caratteristiche degli inverter grid-stand alone
    considerato che la turbina avrà un potenza non costante devi usarla per caricare le batterie se serve ,mentre la sua enrgia surplus usarla per riscaldare acqua.
    per sicurezza l'ingresso "utility" del tuo ingresso va lasciato connesso alla rete
    è abbastanza semplice caricare le tue batterie a 48 V con un genratore asincrono con uscita monofase a230V.
    un semplice trasformatore 230-48 V di potenza uguale alla max potenza turbina ,un raddrizzatore adeguato e un induttanza per appianare il ripple Con la scheda di regolazione della turbina regoli il massimo di tensione intorno a 230V . Questo serve per limitare la tensione sulle batterie e mandare l'eccesso dell'enrgia nel boiler
    semplice no ?
    l'uso di generatori a magneti permanenti non è altrettanto semplice anche se potrebbe essere più efficiente perchè elimini il trasformatore (se trovi un brushless a 48 V trifase da2 kW a 1500 giri della ruota idraulica ) poi devi mettere nel boiler delle resistenze a 48 v (ci sono su e bay da 1.5 kW ,vanno bene ) devo poi farti il regolatore regolabile da 50 a 60 V completo di raddrizzatore trifase ...non ci sono problemi

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao sandro grazie per le tue risposte,rimaniamo sul asincrono mi dicevi di cercare un 2,2 kw ie2 4 poli qui in zona ho una fabbrica di motori so che fanno anche motori con richieste speciali il loro motore da 2,2 kw 1420 giri albero da 28m/m monofase o trifase pensi che puo andare,ora guardo sul sito di un'altra ditta se c'e qualcosa che puo andare bene,qua in val taro ce ne sono diverse che assemblano motori,ho ai marche preferite tipo abb o simili per il trasformatore 220 alternata /48 volt continua da quanti amper.dovrebbe essere,saluti marco

  15. #15
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao sandro grazie per le tue risposte,rimaniamo sul asincrono mi dicevi di cercare un 2,2 kw ie2 4 poli qui in zona ho una fabbrica di motori so che fanno anche motori con richieste speciali il loro motore da 2,2 kw 1420 giri albero da 28m/m monofase o trifase pensi che puo andare,ora guardo sul sito di un'altra ditta se c'e qualcosa che puo andare bene,qua in val taro ce ne sono diverse che assemblano motori,ho ai marche preferite tipo abb o simili per il trasformatore 220 alternata /48 volt continua da quanti amper.dovrebbe essere,saluti marco

  16. #16
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    73877513062889.jpgmotore elettrico turbina.jpgquesto potrebbe andare...asincrono 2,2 kw ie2 1430 giri gia flangiato ....

  17. #17
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    il motore della foto va bene 230-400 V trifase 4 poli per il trsformatore ti serve 230V 48 V da 1500W con secondario da 60A il raddrizzatore cerca MDQ 100-1600. se non lo trovi te lo do io .Avrai cosi realizzato un carica batteria a impulsi ..non stabilizzato ! attenzione serve almeno un sistema d'emergenza per limitare la tensione massima delle batterie se capita un guasto al regolatore principale o alle zavorre ...poi ti aiuto io
    La carica a impulsi fa molto bene alle batterie al piombo con elettrolita liquido . Come ti dicevo la stabilizzazione della tensione la farai sulla linea 230 V monofase della turbina . (il generatore andrà collegato con il sistema di eccitazione C-2C per ottenere 230V monofase e mantenere le correnti di fase del generatore equilibrate .
    In pratica va realizzato un quadro elettrico con tutti i componenti all'interno cablati in modo sicuro con morsettiera da guida din .

  18. #18
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Volendo fare un lavoro allo stato dell'arte in questo campo (home stand alone ) si dovrebbe aquistare un inverter studer serie xtm o xth ...davvero non è pubblicità ma è l'unico inverter al mondo con la funzione smart boost e power shering integrata . In pratica collegano in ingresso qualunque generatore di qualsisai tipo ,di qualsiasi potenza l'inverter fa da caricabatterie alla corrente impostata ( e questo è comune a tutti ) ma riconosce che il generatore si sta sovraccaricando è limita la corrente di carica fino a 0 .. fornendo all'uscita principale tutta l'energia ,non solo, quando l'uscita richiede più potenza di quella che può dare il generatore ,o turbina ,l'inverter si sincronizza ,passa da carica batteria a inverter senza commutazioni e fornisce al carico la potenza del generatore sommata a quella dell'inverter . In pratica con una turbina idroelettrica da 500W e un inverter da 2500W avremo in uscita sempre 3 kW (batterie permettendo ) inoltre questi inverter possono essere messi in parallelo alla rete .

  19. #19
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao sto cercando il trasformatore ma di quelle dimensioni non trovo nulla hai per caso da darmi qualche indicazione....il raddrizzatore si trova.saluti marco

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao
    metti 2 trasformatori con il primario in parallelo e i secondari in serie Trasformatore elettrico monofase 1000VA 230-400/24 V | eBay

    oppure se hai la potenza costante della turbina puoi prendere 4 alimentatori da server tipo DPS 600 costano 15 euro ..sono 12 V 47 A regolabili fino a 13 .5 V
    hanno un efficienza altissima e il PFC cioè hanno cosfi 1 e la ventilazione forzata .. li metti in serie ..l'unico problema è che hanno il negativo sul contenitore ...li devi montare isolati tra loro
    ricorda : li puoi usare soltanto a turbina con potenza costante mente il trasformatore si adatta in automatico pechè se diminuisce la potenza in ingresso cala anche leggermente la tensione sul primario ,quindi quella sul secondario e la continua raddrizzata e di conseguenza la corrente di carica delle batterie .

  21. RAD
Pagina 1 di 2 12 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 16-06-2012, 14:14
  2. Risposte: 44
    Ultimo messaggio: 08-12-2011, 18:29
  3. Cisterna da 500 LT-possibile utilizzo come puffer?
    Da bolton nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 25-11-2009, 19:43
  4. Possibile utilizzo dell'acqua per risparmio energetico
    Da lukapat nel forum Sistemi per auto a idrogeno/acqua
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-03-2009, 18:09
  5. possibile utilizzo del solare termico
    Da 'ntonio86 nel forum possibile utilizzo tubo da 1 polliceSolare TERMICO
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 20-03-2008, 21:58

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •