Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 116

Discussione: ruote sotto le briglie

  1. #61
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao Wil,
    Le due griglie intasate non c'entrano con la ruota, le ho messe per confronto e per verificare se il loro telaio, molto più leggero, avrebbe resistito ugualmente.
    Anch'io avrei detto che nel canale lo sgrigliatore era eccessivo, ma basta un grosso ramo per fare un disastro con una ruota di spalle.
    Col senno di poi e l'esperienza degli altri, anche in un canale ci metterei una ruota per di sopra con una griglia come la mia (ma più leggera): si perde un po' di salto ma si spende meno (spannometricamente: bisogna fare conti precisi e valutare la situazione)

    Però manca ancora il test con le foglie (avendo di scorta l'arma dei pettini).

    Aggiungo che sono rimasto sorpreso dall'intasamento della griglia centrale.
    Avevo fatto delle prove che sembravano positive (nel periodo delle foglie) nel canale di adduzione ad un vecchio mulino, non passavano i sassi ma il resto si.
    C'era stato intasamento da sabbia (nel periodo avevano immesso nel fiume quella di una diga a monte) e col ghiaccio la sabbia s'era fermata. Pensavo che diradando la griglia il problema si sarebbe superato, anche perchè i ferri sono trapezoidali con la base piu' larga in alto. Invece hai visto il disastro, ma questo accredita ancor più il risultato della griglia curva.
    Ultima modifica di gino33; 03-05-2015 a 06:23

  2. #62
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    E' prematuro, ma supponiamo che la ruota resista fino a Natale.
    In tal caso mi piacerebbe passare ad un test più impegnativo, diciamo un vero impiantino da 5-10 kW di pot max.
    Non è la spesa che mi spaventa, ma la gestione: i ricavi modesti non giustificano recinzioni, sorveglianza ecc.
    Avrebbe senso solo per chi abitasse nei pressi dell'impianto (e avesse qualche anno meno di me).
    Se ci fosse qualcuno in queste condizioni e fosse interessato a gestire una cosa del genere, io potrei finanziare la centralina, ripagare chi la gestisce con una quota della produzione e concedergli l'opzione di subentrare al costo una volta verificata la funzionalità dell'impianto.
    Costui non rischierebbe nulla: il rischio sarebbe mio a fronte però della possibiltà di un test difficoltoso da fare in prima persona.
    Se poi qualcuno pratico del settore volesse partecipare al test, sarebbe assai gradito.

    Dimenticavo, non troppo distante da Modena
    Ultima modifica di gino33; 05-05-2015 a 20:41

  3. #63
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Le mie condizioni e riserve rispetto alla gestione di un micro impianto di problematica sorveglianza sono analoghe alle tue.

    Nella installazione di ruota o vite a coronamento o a lato di una briglia, un vantaggio ulteriore, scarsamente evidenziato, di questo tipo di impianto a confronto con la briglia nuda, sta nel fatto che la briglia nuda dissipa tutta la energia posseduta dal salto nell'impatto dell'acqua sulla scogliera al suo piede. Nel tempo, la inevitabile erosione provoca lo scalzamento delle fondazioni della briglia e il suo progressivo cedimento. Eventi di questo tipo sono numerosissimi. La interposizione di un impianto/dispositivo di generazione idroelettrica, trasferisce la energia posseduta dall'acqua e ne rilascia al piede una quota modesta, insufficiente a provocare erosione e danni (salvo in caso di grandi piene eccedenti la portata delle ruote).
    Di questo vantaggio beneficerebbero principalmente la autorità di bacino e la comunità.

    PS
    So che le griglie minori delle foto non sono collocate sopra la ruota, ma le immagini sono egualmente impressionanti.
    Due metri di acqua sopra la ruota? Non capisco.

  4. #64
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Giustissimo, la ruota proteggerebbe la briglia.

    Credo che se anche ci fosse una ruota sotto le griglie intasate, si sarebbero intasate ugualmente. Sicuramente la forma curva consente allo sporco di scivolare giù molto meglio, ma credo anche che quando l'acqua è in eccesso, si formi una *corrente* d'acqua, fra ruota e grigla, che fa *galleggiare* lo sporco, cosa che non succederebbe con una griglia fatta con ferri diritti (vero che l'inclinazione data è troppo scarsa, contavo che il peso facesse flettere la griglia, invece non si è mosso niente).

    Quel signore di Capoponte mi ha detto che l'acqua tracimava parecchio anche sopra la briglia rialzata: se ben ricordo il rialzo dovrebbe essere sul metro e mezzo.

  5. #65
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse buone nuove per le rinnovabili.

    Mi è venuto a trovare un elettronico e installatore di fotovoltaico: mi ha raccontato che ci sono buone prospettive grazie allo sviluppo e alla riduzione dei costi delle batterie al litio (roba dovuta a quel tizio che costruisce le auto elettriche Tesla)
    Aveva fretta e non è entrato nei dettagli, costi soratutto, ma mi diceva che in una roba grande come una valigia ci stanno 10 kWh !!!!
    Che anche gli arabi stanno pensando di accumulare energia fotovoltaica e lasciare il petrolio sottoterra !!!
    Ne sapete niente?

    Chissà, forse presto chi abita vicino a un fiume di collina potrebbe mettersi a ricaricare batterie c/terzi


    In http://www.energeticambiente.it/idro...ibilita-2.html
    avevo scritto
    QUOTE=gino33;119626700]beh, quel tale in riva al Panaro non è rimasto troppo deluso
    lui pensava di utilizzarla prevalentemente per se questa energia, perchè alla fine dei suoi lavori avrà fatto due o tre appartamenti e un laboratorio; pensava al riscaldamento con pompe di calore oppure a certi pannelle elettrici a pavimento che non ho ben capito. Dice però di essere confuso tecnicamente e impegnato finanziariamente ...
    [/QUOTE]

    Bisogna che gli vada a raccontare la buona novella (soprattutto se anche voi me la confermate, non vorrei m'avessero raccontato una storia)

  6. #66
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il guaio è il costo, di diverse migliaia di €...

  7. #67
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    qui ci sono i soldi
    La batteria per il fotovoltaico di Tesla: uno sguardo da vicino al Powerwall | QualEnergia.it
    dicono anche che scendertanno
    nei commenti ci sarebbero batterie al gel più economiche

  8. #68
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Avevo pulito le griglie in attesa delle foglie.
    Oggi sono andato a vedere: la Parmossa è in secca, ma dev'esserci stata una piccola piena
    2015.09.23 parmossa 001x.jpg
    Le griglie normali sono già intasate, quella della ruota no.
    Sono naturalmente contento, ma la battaglia è appena cominciata

    Saluto tutti e Will in particolare

  9. #69
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Bene, constato che la tua idea è valida, al di la delle pessimistiche ma ragionevoli previsioni. Forse, non avrebbero retto alle piene sul Nure e sul Trebbia, definite le maggiori piene a memoria d'uomo (o forse più propriamente di cronaca).

  10. #70
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    In effetti su Parmossa quest'inverno c'è stata solo una piena media.
    Vero che dev'essere passato un qualche grosso sasso.
    Difatti, per guidare un pò l'acqua, avevo saldato dei piatti 40x4mm ai fianchi della lamiera : ne ho trovato un pezzo spiattelato (e che ho dovuto tirare su col martello grosso).
    Però credo bisognerebbe considerare anche la forma dell'oggetto: *di sopra* non vedo appigli per la forza dell'acqua, magari il *di sotto* il rigurgito potrebbe essere pericoloso e questo test non dice nulla al riguardo perchè la briglia è molto alta rispetto al diametro della ruota (confiderei in montanti annegati in un sottostante basamento di cemento)

    Anche il test sulle foglie è appena iniziato.
    Farò sapere, ciao.

    PS. Quel signore che gentilmente andava a vedere (ora si è ammalato) mi diceva che la piena *saltava* la ruota
    Ultima modifica di gino33; 24-09-2015 a 06:10

  11. #71
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Buone nuove dal Parmossa. Oggi 2 novembre sono andato a vedere
    La ruota a sinistra è libera, non così le due griglie di controllo a destra.
    Nella ruota poche foglioline, come un mese fa, nessuna a sinistra dove sono presenti due *pettini* (linguetta metallica fissata all ruota che s'infilza in mezzo alle sbarre)
    Ricordo che la lamiera chiara non ci vuole (è stata messa per evitare che la ruota parta all'indietro, ma si puo' mettere un dente d'arresto)
    2015.11.02 parmossa 001x).jpg

  12. #72
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Gino,
    secondo è un risultato davvero bono.
    e mi convince sempre più che la cosa funzioni.
    ciao ciao

  13. #73
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma secondo voi una installazione in alveo come questa ha sempre necessità di NON TURBINARE il DMV ?
    Deflusso Minimo Vitale ..... se guardo alla definizione mi viene da dire di no dato che il letto del fiume non resta mai in secca in nessun tratto .... al limite occorrerà una piccola pista di risalita dei pesci.
    avete un'opinione o conoscete qualche precedente valutazione/installazione alla quale fare riferimento ?
    grazie
    saluti

  14. #74
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    in Recupero DMV al post 4 leggo
    Beh mi sembra ovvio sakatoshi...te la puoi cavare solo se il tuo impianto nn ha obbligo di rilascio del dmv, il che in lombardia è possibile solo per impianti collocati nel corpo della traversa che restituiscano le acque turbinate al piede della stessa.
    Resta a parte il problema scala pesci al quale però già Enel dovrebbe aver pensato

    se sei in lombardia sei a posto
    ma ovunque se si applica il buon senso,
    non so se nei miei appunti hai letto che:

    L’ipotesi è stata sottoposta a www.cirf.org (un’organizzazione che si occupa della tutela dei fiumi): non vedono bene l’idea di moltiplicare le briglie, però scrivono anche: l'idea di base è buona, e sicuramente questa tipologia di soluzione annulla in partenza tutta una serie di impatti molto significativi legati alla presenza dell'opera di presa, del tratto derivato e dell'opera di restituzione … resta valida per tutte (e sono molte) le situazioni in cui a valle di uno studio geomorfologico si giunge alla conclusione che la traversa esistente è indispensabile e necessaria e che non è pensabile/sostenibile/utile prevederne una sua rimozione ai fini di una riqualificazione morfologica dei corpi idrici.

    La risposta l'ho avuta da
    Bruno Boz Presidente CIRF - Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale Viale Garibaldi, 44/a - 30173 Mestre (Venezia) - Italia
    il quale mi ha autorizzato a diffondere la sua opinione

    se t'interessa tutta la lettera (c'è qualche punto interessante per le scale dei pesci) chiedimela a ginoselmi chiocciolettina di libero italia
    (non mi pare il caso d'approfittare e metterla tutta qua) Boz disse che gradiva conoscere i risultati

  15. #75
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    io non li avevo mai visti

    http://www.sicei.it/upload/catalogo_sicei_ITA.pdf

    ci sarebbero anche col moltiplicatore di giri
    una bella semplificazione poter lasciare tutto in acqua, chissà cosa costano
    però non ho tovato i giri in ingresso, catalogo poco chiaro per me
    qualcuno li conosce?

  16. #76
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao, mi spiace non li conosco.

    ma sono concorde che occorra lasciare tutto in acqua e così abbiamo presentato l progetto in comune ..

    tutto in acqua escluso quadro elettrico con inverter.

    saluti

  17. #77
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    bene, mi sapeva che fosse possibile, ciao
    Ultima modifica di gino33; 30-11-2015 a 22:43

  18. #78
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    però non ho tovato i giri in ingresso, catalogo poco chiaro per me
    qualcuno li conosce?


    I giri in ingresso sono i giri del motore... "rated speed" anche altre aziende li fanno , ma c'e' da verificare la durata delle tenute , che sarebbero sollecitate a diverse migliaia di ore di funzionamento , ne deriva che si ha un guasto diventa problematica la manutenzione che di solito coincide con portate non di magra.....
    Ciao,


    -Illo41100-

  19. #79
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Giusto illo, ma intendevo i giri di ingresso al motiplicatore che è previsto in certe tipologie

    Certamente della tenuta bisogna essere sicuri, ma bisogna vedere anche quanto costano: li si potrebbe cambiare preventivamente d'estate (e magari rifare le tenute)
    I vantaggi sarebbero grandi: niente gabbiotto in riva al fiume e, se l'impianto prevedesse più ruote da accoppiare con un giunto (sicuramente un casino), si potrebbe mettere un generatore per ruota.

    Comunque il pensare di mettere della roba sotto le briglie comporta una manutenzione estiva, magari per qualche pulitina alla griglia bisognerà procurarsi gli stivaloni ... a proposito, devo fare un salto a Capoponte a vedere che succede con le foglie, speravo anche in una bella *bomba d'acqua* per un altro test di resistenza, ma bisogna aver pazienza.

    Dimenticavo, se hai più ruote ciascuna col suo generatore hai anche il vantaggio di poterle piazzare a livelli decrescenti in modo da fermare le ruote inutili e far lavorare con più acqua le rimanenti (migliorando ancora il rendimento). Infine se una ruota si guasta, le altre lavorano.
    Ultima modifica di gino33; 02-12-2015 a 18:05

  20. #80
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Se ti va e riusciamo a metterci d'accordo su di un giorno buono per entrambi, potremmo fare la visita assieme e stavolta i panini con il prosciutto parma ed un bicchiere di lambrusco, li pago io.

  21. RAD
Pagina 4 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Recupero energetico briglie
    Da Alberto84 nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 11-11-2013, 18:14
  2. ruote sotto una briglia
    Da gino33 nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 04-06-2011, 15:27
  3. disegni coclee idrauliche e briglie
    Da supermaya nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 28-06-2010, 11:21
  4. Ruote idrauliche per di sotto
    Da alexmac nel forum Idro Fai Da Te
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 25-05-2010, 11:57
  5. E le ruote ?
    Da leon73 nel forum Categoria M1 (es. auto trasformate eletriche)
    Risposte: 47
    Ultimo messaggio: 30-01-2009, 12:18

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •