Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 6 su 6

Discussione: Riconoscimento nuovo impianto idroelettrico

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Riconoscimento nuovo impianto idroelettrico



    1. Buongiorno, sono socia in un impianto idroelettrico sorto in un sito dove l'ultima concessione risultava scaduta da più di 40 anni.
      Il Gse non ci riconosce gli incentivi in quanto secondo loro sono state sfruttate le precedenti opere idrauliche: nella fattispecie il luogo ove sorgeva la diga è il medesimo, ma la stessa è stata ricostruita quasi totalmente e cambia anche il salto idraulico.
      Qualcuno si è trovato nelle stesse condizioni e sa darmi qualche consiglio in merito, visto che il d.m. del 2012, nelle disposizioni generali cita che per integrale ricostruzione è previsto il riutilizzo di un numero limitato di infrastrutture, mentre nell'allegato 2 del medesimo decreto sembra voler intendere che TUTTO debba essere TOTALMENTE ricostruito.
      Leggevo in un altra discussione del vs. forum che appunto qualcuno si è trovato in una medesima situazione e il GSE ha praticamente negato l'integrale ricostruzione in quanto non erano state completamente demolite le opere idrauliche preesistenti. Altri invece con l'intervento di un legale sono riusciti ad ottenere il riconoscimento dell'integrale ricostruzione.
      Quale strada consigliate di intraprendere?

      Grazie





      Inoltra

    Risposta veloce


    Font






  2. #2
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Per me per "integrale ricostruzione" s'intende la ricostruzione totale delle opere... poi dipende da che documenti hai fornito al GSE....
    In ogni caso il mio consiglio e' quello di trovare un legale , magari che abbia gia' trattato problematiche del settore , e poi verificare se effettivamente vi sono gli estremi per un ricorso...
    Ciao,


    -Illo41100-

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche a me è capitata la stessa cosa, molto prima che fosse pubblicato il nuovo decreto e quindi ancora con il testo del D.M. 2012 che apparentemente era più "morbido" sull'argomento.GSE ha rigettato sia la categoria di intervento "nuova costruzione" perché preesisteva sullo stesso sito un impianto, anche se dismesso (nel mio caso, da almeno 40 anni) sia la categoria "integrale ricostruzione" perché non ho potuto fornire evidenza che tutte le opere fossero state interamente demolite e ricostruite.Resta percorribile solo la categoria della "riattivazione" all'80% del contributo.Ovvio che, quando di fatto hai realizzato tutto da nuovo e l'unico vincolo è solo la presenza di un minimo residuo di opere del vecchio impianto, è una cosa difficile da mandare giù.

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sono trovato anche io nella stessa situazione, la mission del GSE è quella di riconoscere il minor incentivo possibile (o ancor meglio diniegarlo).
    Nel mio caso non ho riutilizzato alcuna opera idraulica ma nello stesso sito 50 anni fa c'era un vecchio mulino, tanto è bastato al GSE per volermi attribuire l'incentivo per "riattivazione", solo un intervento di un avvocato (specializzato nel settore) è riuscito a strappare la tariffa per "integrale ricostruzione".
    Comunque è palesemente una presa per i fondelli...

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi immagino che men che meno accetteranno una mia richiesta di "nuovo impianto", laddove dismetto una centrale e ne costruisco un'altra più a valle, ricostruendo totalmente l'opera di presa e riutilizzando solo per un modestissimo tratto la condotta esistente (è un tratto parzialmente in frana, dove sarebbe molto difficoltoso provvedere alla sostituzione della condotta).

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Faccio però anche notare che a pagina 18 dell'Allegato 1 alle Procedure Applicative DM 23/06/2016, l'ultimo paragrafo cita "...si precisa che gli impianti per i quali siano state riutilizzate, anche parzialmente, le opere idrauliche di un precedente impianto e riferibili allo stesso salto idraulico non potranno essere ammessi agli incentivi per la categoria del nuovo impianto".
    Nel tuo caso mi pare di capire che il salto idraulico sia cambiato, pertanto ritengo sia questo il punto fondamentale su cui insistere per cercare di ottenere l'incentivo

  7. RAD

Discussioni simili

  1. Calcolo nuovo idroelettrico
    Da errogt nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 24
    Ultimo messaggio: 28-03-2013, 20:41
  2. problema Riconoscimento Tariffa per impianto da circa 180 kwp allacciato il 31 agosto 2011
    Da ROSSANO1974 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 04-11-2011, 22:42
  3. Commenti nuovo Decreto su fonti rinnovabili: Idroelettrico
    Da remtechnology nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 29-03-2011, 10:48
  4. Nuovo decreto in fase di attuazione, rischiano quelli che sottoscriveranno un nuovo impianto su tetto privato?
    Da fotovoltaici2000 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 01-03-2011, 09:48
  5. NUOVO GENERATORE IDROELETTRICO
    Da Furio57 nel forum Maremotrice e Moto Ondoso
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 18-02-2008, 20:04

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •