ComproGreen.it
Mi Piace! Mi Piace!:  42
NON mi piace! NON mi piace!:  2
Grazie! Grazie!:  28
Pagina 274 di 281 primaprima ... 74174224254260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 5,461 a 5,480 su 5617

Discussione: Riscaldamento a Pavimento (pavimento radiante): QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI

  1. #5461
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    In ogni caso adesso funziona abbastanza bene, mi pare di capire ? Quanti ON/OFF riscontri in una giornata ?
    Altra cosa, più alzi la velocità del circolatore, più il ritorno si alza. Più l'abbassi e più il ritorno si abbassa.
    Tu devi trovare il bilanciamento ideale del circolatore. Se troppo lento raggiunge troppo velocemente il setpoint, se troppo veloce si alza troppo il ritorno. Nel tuo caso cmq lo lascierei sempre al 100 % di continuo e vedere col passare dei giorni cosa succede.
    Ripeto, ti serve la sonda esterna, il vero miglioramento l'avrai con quella. Se non la metti avrai sempre pendolamenti ed ON/OFF in eccesso e problemi vari.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  2. #5462
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    In ogni caso adesso funziona abbastanza bene, mi pare di capire ? Quanti ON/OFF riscontri in una giornata ?
    Altra cosa, più alzi la velocità del circolatore, più il ritorno si alza. Più l'abbassi e più il ritorno si abbassa.
    Tu devi trovare il bilanciamento ideale del circolatore. Se troppo lento raggiunge troppo velocemente il setpoint, se troppo veloce si alza troppo il ritorno. Nel tuo caso cmq lo lascierei sempre al 100 % di continuo e vedere col passare dei giorni cosa succede.
    Ripeto, ti serve la sonda esterna, il vero miglioramento l'avrai con quella. Se non la metti avrai sempre pendolamenti ed ON/OFF in eccesso e problemi vari.
    Per il ritorno si alza cosa intendi... Aumenta di gradi?
    O aumentare il delta?

    No perché qui sia a 40% che 100% il ritorno è sempre fresco

    Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk

  3. #5463
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da rkolino_ Visualizza il messaggio
    Per il ritorno si alza cosa intendi... Aumenta di gradi?
    O aumentare il delta?

    No perché qui sia a 40% che 100% il ritorno è sempre fresco

    Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk
    Aumenta di temperatura.
    Il ritorno meno caldo è , meglio è. Per cui vuol dire che va tutto bene.
    ABITAZIONE : consegnata nel 67, classe G circa 300 kWh/m^2 anno . RISCALDAMENTO : caldaia condensazione a gas metano su impianto a tubi a vista in rame con radiatori in ghisa classici. No raffrescamento. No VMC. No FV.

  4. #5464
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno ho un problema (che avevo precedentemente discusso qui sul forum) con il mio impianto di riscaldamento. Qualche informazione. Abito a Cremona, zona climatica S gradi giorno 2389. La casa è una villetta degli anni 70-80 a schiera di testa libera su 3 lati e sul terzo c’è una casa in ristrutturazione non abitata e quindi fredda. Si sviluppa su 3 piani di cui al piano terra di circa 70 mq cucina bagno e salone, primo piano 2 camere e bagno di circa 40 mq, e infine una mansarda abitabile di altri 45 mq. Per il momento il tetto non è coibentato ed è nei programmi rifarlo a breve. Tutti i serramenti che ho sono con doppi vetri ma avranno almeno 20 anni (se non di più) visivamente sono tenuti perfettamente con un buon legno, la resa energetica sarà sicuramente bassa. Il mio impianto è di tipo misto con caldaia a condensazione Baxi luna 3 comfort in ht 240+. Al piano terra ho il radiante con in più un termoarredo per il bagno, mentre di sopra ho caloriferi e un altro termoarredo per il bagno superiore. Entrambi i termoarredi sono collegati in alta temperatura. Il tutto è gestito dai termostati senza climatica. Arrivo finalmente al problema: mio malgrado sono costretto quindi ad intervenire direttamente io stesso sulla mandata per regolare l'impianto. Nel mese di dicembre avevo un consumo fisso di 12 mc al giorno per il riscaldamento e l acs. Avevo impostato la mandata a 52 gradi e i termostati a 20. Io tengo acceso solamente al piano inferiore mentre di sopra tengo spento in quanto non mi serve. Mi hanno già spiegato alcuni gentili utenti sul forum che sbaglio a tenere spento di sopra, ma non riesco a tenere acceso in quanto ho già 19 gradi e per dormire li ritengo più che sufficienti. Ora che fa meno freddo ho messo la mandata a 45 gradi e consumo 10 al giorno. Per sfizio ho provato a chiudere il termoarredo del bagno inferiore, e ho visto che solo lui in un giorno consuma circa 2 metri cubi. Il problema è che se non è acceso in bagno non si sta bene, probabilmente quel genio di idraulico non ha fatto tanti giri di serpentine nel bagno e quindi devo farlo andare per forza, il che mi da fastidio.

    Posso fare qualcosa per migliorare i consumi del mio impianto?

  5. #5465
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti.
    Di recente ho aperto una discussione nella quale sono stato comunque aiutato alla grande.
    Ora vorrei procedere con le finiture sulla taratura del mio riscaldamento a pavimento.
    Vi tralascio tutta la storia tra teleriscaldamento e struttura in cui vivo per far prima.
    Io ora vorrei tarare i flussimetri del mio impianto composto da 9 circuiti dai 60metri ai 105 ciascuno gestiti da termostati per ogni ambiente dell'appartamento. Fino a poco fa avendo la caldaietta (sottostazione personale dalla rete del teleriscaldamento) con un setpoint troppo alto e dopo aver provato con la sonda esterna ho scoperto che non funziona sotto i 30 gradi di mandata e quindi al momento sto impostando giorno per giorno circa il setpoint inferiore (manualmente escludendo la sonda mi permette di andare fino a 20 gradi di temperatura di mandata) visto che dove vivo al momento ci sono 10 gradi anche di sera (sono della provincia di padova e stranamente fa caldo ora ). Nelle varie verifiche che ho fatto grazie al forum mi sono accorto però che il flusso di tutti i circuiti era uguale a prescindere dalla lunghezza (tutti i flussimetri aperti al massimo). Ora vorrei capire come tarare approssimativamente i vari circuiti in base alla loro lunghezza (a parte 2 bagni con passo piu stretto il resto degli ambienti sono tutti uguali come passo). Se gentilmente mi aiutate ve ne sarei grato

  6. #5466
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lucas2 Visualizza il messaggio
    Aumenta di temperatura.
    Il ritorno meno caldo è , meglio è. Per cui vuol dire che va tutto bene.
    Allora, aggiornamenti dopo qualche giorno... Ho trovato anche il codice per vedere la T di ritorno in caldaia....

    Premessa va tutto molto meglio....

    Circolatore max 100
    Circolatore min 100
    Tempo ritardo 3
    T mandata 34
    T ritorno 30

    La domanda ora è, vanno bene come temperature?
    E soprattutto è normale che vedendo i flussometri la circolazione litri/minuto aumenti solo quando è attivo il bruciatore?
    Prendendo in considerazione un circuito, 2 l/m con bruciatore avviato, 1, 5 con solo circolazione e 0 ovviamente a T interna raggiunta

    Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk

  7. #5467
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve, sto per costruire un appartamento su uno stabile, piano 3° di circa 90 mq, vorrei installare come riscaldamento il radiante a pavimento con caldaia a condensazione e fare una predisposizione per solare termico. Secondo voi esperti mi conviene mettere il radiante a pavimento dove abito in provincia di Napoli, dove le temperature anche invernali non sono così rigide? Grazie

  8. #5468
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    markat anche io abito in provincia di Napoli e pure io voglio fare il riscaldamento a pavimento

    A parte per i consumi etc... ma anche per un confort migliore in tutta casa. Io poi avrei 200mq valli a scaldare col GPL (nn ho metano) faccio stanze calde e stanze fredde? Ma nn esiste proprio.....

  9. #5469
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Caldaia a condensazione e riscaldamento a pavimento. Mal funzionamento

    Ciao a tutti. Sono nuova del forum. Avrei bisogno di consigli su come far funzionare al meglio il mio riscaldamento.
    Ho da poco ristrutturato casa E installato una caldaia a condensazione Wiessmann Vitodens 111 W con riscaldamento a pavimento. La casa è su 2 piani e abbiamo messo 2 termostati (1 su e 1 giu) ma NESSUNA SONDA ESTERNA.
    Il termostato su è impostato a 20’ anche se in alcune stanze ci sono almeno 2’ in meno. Il pavimento nn è mai caldo in modo omogeneo.
    All’inizio avevo impostato sempre di sopra a 22’ per avere più confort ma ho dovuto abbassare visto I mq che stavo consumando (più di 10 al giorno). Di sotto invece è puntualmente freddo anche il pavimento.
    La caldaia l’ho impostata con temperatura acqua a 35, e nel simbolo del termosifone a 38. Volevo che la fiammella nel display della caldaia rimanesse accesa, invece noto che si accende e si spegne( così mi hanno detto che consuma tanto). Così anche intermostati, arrivati a temperature si spengono. Quello che chiedo è come devo fare per ridurre e consumi e avere un pavimento caldo in casa impostando a 20’??? Grazie ciaooo

  10. #5470
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da manup Visualizza il messaggio
    Ciao a tutti. Sono nuova del forum. Avrei bisogno di consigli su come far funzionare al meglio il mio riscaldamento.
    Ho da poco ristrutturato casa E installato una caldaia a condensazione Wiessmann Vitodens 111 W con riscaldamento a pavimento. La casa è su 2 piani e abbiamo messo 2 termostati (1 su e 1 giu) ma NESSUNA SONDA ESTERNA.
    Il termostato su è impostato a 20’ anche se in alcune stanze ci sono almeno 2’ in meno. Il pavimento nn è mai caldo in modo omogeneo.
    All’inizio avevo impostato sempre di sopra a 22’ per avere più confort ma ho dovuto abbassare visto I mq che stavo consumando (più di 10 al giorno). Di sotto invece è puntualmente freddo anche il pavimento.
    La caldaia l’ho impostata con temperatura acqua a 35, e nel simbolo del termosifone a 38. Volevo che la fiammella nel display della caldaia rimanesse accesa, invece noto che si accende e si spegne( così mi hanno detto che consuma tanto). Così anche intermostati, arrivati a temperature si spengono. Quello che chiedo è come devo fare per ridurre e consumi e avere un pavimento caldo in casa impostando a 20’??? Grazie ciaooo
    Ciao e benvenuto. Da quel poco che so visto che sono nel forum da poco più di te è che devi trovare una temperatura di mandata che a mala pena ti spenga i termostati dopo molte ore di lavoro. Ora non so che temperature ci sono nella tua zona ma 35 gradi di mandata è altina. (A meno che tu non sia costantemente attorno allo zero come temperatura esterna). Prova ad abbassare ancora e vedi se l'impianto inizia a stare più acceso. Per quanto riguarda la differenza di temperature nei vari ambienti li bisogna capire come sono regolati i vari circuiti cioè i vari flussi che girano. è un'operazione lunga da fare (la sto facendo anche io da circa 2 settimane). In genere le stanze più fredde richiedono maggiore flusso e questo lo puoi fare te regolando i flussimetri/flusso flussostati dei rispettivi circuiti (correggetemi se sbaglio ).
    Il fatto di non avere sonda esterna per abilitare la climatica è una tua scelta o te l'hanno sconsigliata? In genere gli impianti radianti danno il meglio di sé proprio con la sonda esterna e la climatica abilitata..

  11. #5471
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao! E grazie per la risposta Torty87. Io abito a Ravenna per cui la temperatura esterna in questo periodo è 7-8’.
    Quindi tu mi consigli di abbassare la temperatura dell’acqua ( che ti chiami temperatura di mandata) a meno di 35’? Invece quella di riscaldamento lasciarlo a 38’?
    per quanto riguarda la sonda esterna non me l’hanno proprio proposta....
    ricapitolando quindi io devo fare in modo che sia la caldaia che i termostati non si spengano mai...per fare in modo di ridurre i costi in bolletta, giusto?

  12. #5472
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si diciamo che in linea di massima la logica è di usare l'impianto a pavimento h24 alla temperatura minima possibile e questo si traduce in comfort massimo e consumi corretti (i consumi sono comunque inevitabilmente vincolati anche dalle dispersioni della tua abitazione). Io per dirti ora come temperatura del pavimento sto usando circa 28 gradi con temperature esterne simili alle tue ma ho un appartamento di 90 mq in classe b. Come temperature per l'acqua del sanitario invece li è soggettivo credo..io per esempio ho 42 gradi impostati.

  13. #5473
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Si diciamo che in linea di massima la logica è di usare l'impianto a pavimento h24 alla temperatura minima possibile e questo si traduce in comfort massimo e consumi corretti (i consumi sono comunque inevitabilmente vincolati anche dalle dispersioni della tua abitazione). Io per dirti ora come temperatura del pavimento sto usando circa 28 gradi con temperature esterne simili alle tue ma ho un appartamento di 90 mq in classe b. Come temperature per l'acqua del sanitario invece li è soggettivo credo..io per esempio ho 42 gradi impostati. La sonda esterna serve alla logica della caldaia a determinare appunto che temperatura farti girare nel pavimento. Prova ad informarti dal tuo idraulico di fiducia se 6 poco pratico o se no prova a leggere il manuale della tua caldaia se ha la possibilità di installarla e di gestire il tutto secondo una regolazione climatica.

  14. #5474
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie mille. Allora provo ad abbassare la temperatura di riscaldamento, lasciando quella del termostato sui 20’!!

  15. #5475
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok diciamo che ora sono riuscito ad avere i 5 gradi di delta di ritorno in caldaia, ora il ritorno è a 28, alta, bassa corretta???

    Un altra cosa che non capisco è se il circolatore a bruciato spento è normale che circoli al 20% piuttosto che ai 90%100 con bruciatore acceso...

    Ed inoltre non capisco perché molte parti di pavimento si raffreddi in maniera rapida rispetto ad altre tipo bagno

    Inviato dal mio SM-G925F utilizzando Tapatalk

  16. #5476
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Volevo un parere ho riscaldamento a pavimento con mandata a 30 gradi ho rilevato con termocamera un temperatura uniforme della superficie del pavimento che si attestava sui 21 gradi è corretta secondo voi

  17. #5477
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho un’altra domanda. Il mio risveglio a pav ha una temperatura di mandata sui 30’. Nel termostato ho impostato 20’ ma vedo che non va oltre i 19,7 19,9’. Come mai? Ho provato anche aumentare la temperatura del termostato a 22’ ma rimane sempre sui 19,9. Cosa devo fare?

  18. #5478
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se stai bene, niente.... vuol dire che la mandata che hai è sufficiente a MANTENERE la T in casa (mica deve salire se già stai bene no?).

    Se non stai bene, bisogna capire perché il pavimento non scalda un po’ di più.


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Segui il mio impianto solare termico ad integrazione riscaldamento con Rotex HPU Hybrid sul web:
    Solare termico di Sergio&Teresa
    Impianto Fotovoltaico: 12 Sanyo HIP 215, 2,58 kWp, Az 0°, Tilt 26°, Inverter SMA Sunny Boy 2500

  19. #5479
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Radiante con pdc e solare termico integrato

    Quote Originariamente inviata da Elisabetta Meli Visualizza il messaggio
    Regole generali per riscaldamento a pavimento e caldaie a condensazione:

    Bruciatore sempre acceso h24 7/7
    Circolatore sempre acceso alla velocità minima possibile. (tale parametro dipende molto dalla capacità di modulazione della caldaia)
    Temperatura di mandata minima possibile (al fine di raggiungere la temperatura di confort abitativo e dipende da isolamento, zona climatica etc. etc.) tipicamente 28~35°
    Differenza tra temperatura di mandata e temperatura di ritorno di circa 5° (troppo bassa = circolatore troppo veloce ; troppo alta = circolatore troppo lento)
    Sonda climatica per adattare la temperatura di mandata alla temperatura esterna (più freddo c'è fuori più alza la T di mandata)

    Assolutamente da evitare: On/Off della caldaia ; Temperature troppo elevate >40° ; Usare contemporaneamente impianto con elementi in alta ed in bassa temperatura
    Preferibile da evitare: Funzionamento intermittente < 24/24 7/7 ; disgiuntori idraulici; pompe di rilancio; accumuli. (se non per esigenze particolari)

    Da regolare con molta pazienza: apporto dei singoli collettori tramite i flussimetri

    Suggerito: non utilizzare cronotermostati, termostati di zona, elettrovalvole di zona. (agire solo sui flussimetri per bilanciare l'impianto)


    Ciao a tutti, vorrei chiedere qualche parere
    ho letto un bel pò di pagine della discussione, e ho visto che si parla sempre, se non mi è sfuggito nulla, dell'ipotesi di un radiante con caldaia a condensazione,
    io sto considerando per la mia abitazione di 140 mq su unico livello da ristrutturare totalmente, l'installazione di un radiante riscaldato da una pdc caldo/freddo con accumulo da 250/300 L supportato da un solare termico e se il portafoglio me lo consente, un fotovoltaico, quindi l'energia elettrica è il consumo da considerare.
    L'impianto è stato pensato con sonda interna ed esterna, con 6 ambienti controllati da altrettanti termostati e nei bagni dei termoarredi a temperatura di esercizio dell'impianto, piu due fancoil da 1000mc/h per il controllo dell'umidità,la pdc è una Giacomini da 35Kw con produzione di ACS e naturalmente integrazione solare.
    Ho letto in qualche pagina di questa discussione che l'accumulo non è consigliato, ma si parlava di caldaia, o che i termostati per ogni ambiente non sono consigliati, più leggo e più mi vengono
    dubbi, è vero che la casa sarà abitata nei week end e di solito si è a scuola e a lavoro durante la settimana , il funzionamento 24/7 h 24 è "obbligatorio" per questi impianti e c'è da fare i conti con i consumi, ma è anche vero che non uso gas e col fotovoltaico e il solare termico potrei avere un aiuto gratis e poi a mio parere l'accumulo dovrebbe aiutare ulteriormente sono in zona climatica C con 1274 gradi giorno e la casa ha un buon isolamento e infissi che farò nuovi.

    Cosa devo considerare ? è un buon progetto ? ci sono delle accortenze che posso attuare ? qualcuno di voi ha un impianto simile ? insomma ogni consiglio è ben accetto .... sto ballando con circa 17mila euro di spesa :-o

    Grazie a tutti
    Pasquale

  20. #5480
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    35 kw di pdc sono tantissimi
    Come sei arrivato a quel valore?
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  21. RAD
Pagina 274 di 281 primaprima ... 74174224254260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. LED per illuminazione: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da valerio.s85 nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 1396
    Ultimo messaggio: 29-03-2018, 19:10
  2. Condizionatore/deumidificatore: : QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da giuggiolo0107 nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 397
    Ultimo messaggio: 15-10-2017, 18:14
  3. Il gas di brown: Qui tutte le domande e dubbi
    Da ag_smith nel forum acqua-fuel, bingo-fuel, gas di Brown
    Risposte: 493
    Ultimo messaggio: 03-12-2015, 23:22
  4. Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 23-12-2012, 19:58
  5. Riscaldamento radiante a pavimento, elettrico
    Da Mollier nel forum In Casa
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 01-12-2008, 17:41

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •