i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 14 su 14

Discussione: Termosifoni: meglio accesi 24h/24h oppure le 8h che siamo in casa?

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Termosifoni: meglio accesi 24h/24h oppure le 8h che siamo in casa?



    Pongo un dubbio che ho da tempo.
    - Termosifoni in ghisa,
    - caldaia stagna tiraggio forzato *** stelle a metano
    - muri esterni con intercapedine d'aria
    - infissi in alluminio con cristallo
    - altezza stanze 3,10 m
    - sopra di me c'è la soffitta senza riscaldamento e pavimentazione (disabitata)
    - 180m2 con porte finestre e zona giorno con finestra+portafinestra per stanza.

    Cosa conviene dal punto di vista dispendio energetico/spesa metano?
    a) impianto sempre accesso
    b) impianto acceso dalle 12,00 alle 22,00 (ore che stiamo in casa), quindi con lo "spunto" giornaliero?
    c) altri consigli....

    Da anni uso l'opzione a), scelta "a naso".


    Grazie,
    Andrea

  2. #2
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Se la casa ha un buon isolamento (e non credo) sempre acceso 24/24...
    Per legge però non puoi tenerlo acceso così tanto, perchè non è a bassa temepratura, quindi a te la soluzione

    Comunque basta fare delle prove, leggi il contatore tutti i giorni, fai una settimana in un modo e una settimana nell'altro, solo il tuo contatore può darti la risposta che cerchi in modo preciso..

    PS le condizioni esterne delle prove devono essere simili...
    Manca la zona climatica, non si capisce quanto freddo devi tenere fuori.
    Pannelli 56 tubi U-pipe Apertura 8,84 m2 Orient./Inclin.:SUD-SUD/EST /60°
    Caldaia Condensazione 24 kW Termostufa Legna: 13,8 kW (3 kW ambiente 10,8 kW Acqua)
    Puffer 750 L 3 serpentine
    Riscaldamento: pannelli radianti 130 m2 + Scalda-salviette
    Località: Cannobio - Prov. VB - Gradi Giorno 2.583 - Zona Climatica E

  3. #3
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    con il tuo impianto, a sentimento direi b,dato che non sfrutti la condensazione potresti operare a T maggiori per recuperare comfort rapidamente e poi abbassare una volta ottenuto
    ma come dice Fringui, comincia a fare delle prove, annotando anche le T esterne

  4. #4
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie1000!

    Mi trovo sul mare, in provincia di Teramo. In questi ultimi anni vediamo la neve 2 giorni l'anno (come oggi), ogni 2 anni!

    Mi piacerebbe sostituire i termosifoni con serpentine a battiscopa: chissà mai che un bel giorno le realizzerò!!

  5. #5
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti.
    Normalmente non intervengo nelle discussioni, ma questa volta la domanda "sorge spontanea":
    Quote Originariamente inviata da acaselli Visualizza il messaggio
    b) impianto acceso dalle 12,00 alle 22,00 (ore che stiamo in casa)
    Dalle 22:00 alle 12:00 spegnete l'impianto perché... di notte non siete in casa?
    Sono le ore in cui le temperature esterne son più basse, ripristinare una T decente alla casa il mattino seguente deve essere un bel lavoraccio per la caldaia.
    Tantopiù se come pare non hai un isolamento ottimale.

    Quoto Fringui, 24/7.
    Tuttalpiù mettiti su un bel cronotermostato ed impostalo con una T minima accettabile per non far scendere troppo la temperatura notturna.

    Pace!
    Gym
    Ultima modifica di gymania; 04-02-2012 a 14:35

  6. #6
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    E' la scelta migliore, 24/24 con attenuazione notturna della temperatura (2/3 gradi)

  7. #7
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    io farei delle prove, solo tu conosci davvero casa tua,come risponde ai disturbi e quale livello di comfort prediligi

  8. #8
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Non capisco... o forse i lavoretti fatti da me in casa sono miracolosi...

    Io abito a Milano, in una casa del 1992 con intercapedine (da me recentemente riempita) e parte dell' appartamento su portico aperto e negozio disabitato (quindi freddo)

    Se spengo l'impianto di notte mica la temperatura mi va giù di 2-3 gradi, massimo di 0,5-1 grado! Solo in queste notti con -10 fuori ho visto al mattino temperature interne (con impianto partito da poco) intorno ai 19 gradi!

    Paolo, secondo te una casa a Teramo può andar giù di 2-3 gradi in una notte? Boh, devo decidermi a 'certificare' casa mia per vedere in che classe si trova dopo le migliorie!

    Finito il clamoroso OT anche io ho dei dubbi, nel senso che a Teramo la T interna non dovrebbe scendere molto spegnendo del tutto almeno nelle ore centrali della notte; non si risparmierebbe molto sulle dissipazioni, ma servirebbero dati sulla caldaia perchè non è detto abbia un rendimento a P30% così esaltante...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  9. #9
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Riccardo, io abito in una villetta in provincia di Milano e ti assicuro che se spegnessi il riscaldamento di notte andrei a 15 gradi come ridere....certo se sei in un appartamento (per una serie di fattori ) la situazione cambia..
    Pero' fate attenzione a capire bene...se la caldaia e' comandata da termostato e la temperatura non scende sotto i 2 gradi mica parte ne ))
    Mentre se scende sotto i 2 gradi evita di dover recuperare il delta perso andando a manetta

  10. #10
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    tranne che in questi giorni di freddo straordinario ho smepre spento la caldaia prima di andare a dormire per riaccenderla 2-3h prima del risveglio, ora la tengo accesa, riducendo di 4-5°C la mandata (funzione compresa nella caldaia)

    Per ridurre i tempi di recupero Beretta include una funzione dal nome S.A.R.A. che aumenta la mandata finché il cronotermostato non arriva alla T impostata, ma dipende sempre da dove si posiziona questo benedetto cronotermostato

    Casa mia ad esempio, l'impianto è tutto fuorché bilanciato, scaldare alcune stanze quanto le altre è quasi impossibile

  11. #11
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok Paolo, quindi sono proprio in un gioiello di casa! Infatti per me 'spegnere' vuol dire che di notte ho impostato 18,5°C e la caldaia così non parte mai!

    Mauro, ma non hai neanche qualche termostatica? Io le ho messo solo nelle 3 stanze più calde e ora la T nei vari locali è abbastanza uniforme (abbastanza vuol dire per me differenze massime di circa 1°C tra i vari locali)
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  12. #12
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da paolo.s Visualizza il messaggio
    Riccardo, io abito in una villetta in provincia di Milano e ti assicuro che se spegnessi il riscaldamento di notte andrei a 15 gradi come ridere....certo se sei in un appartamento (per una serie di fattori ) la situazione cambia..
    Condivido con Riccardo, essere stranissimo che la casa perde 5°C in 8 ore, in una normale notte d'inverno, o ha pessimo isolamento e/o bassissima capacità termica, ma è stranissimo
    riccardo urciuoli *** Citazione integrale eliminata. Violaz. art.3 del regolamento. nll ***
    Ho messo le termostatiche ovunque tranne ai bagni (2) e ad altre due radiatori posti in stanze dove si fatica molto a raggiungere certe temperature
    Purtroppo una di queste stanze ha un radiatore molto grande, che necessita di portate elevate al fine di funzionare bene, con un tubo del 12 invece è dura, forse in futuro metto una pompa su questo ramo
    Ultima modifica di nll; 13-02-2012 a 23:43

  13. #13
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Per Riccardo
    Io di notte ho impostato 18 gradi e solitamente non parte mai...settimana scorsa con -17 ti assicuro che partiva.... Non ho una casa in classe A

  14. #14
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    riccardo urciuoli
    scusa puoi dire con cosa ai riempito l'intercapedine , i ponti termici non vengono ,e da quanto ai migliorato il risparmio energetico.

  15. RAD

Discussioni simili

  1. Meglio un impianto da 3Kw oppure da 4Kw
    Da luky33 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 27-10-2010, 21:59
  2. meglio 1 fv da 6kw oppure 2 da 3kw?
    Da leolucc nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 17
    Ultimo messaggio: 27-09-2010, 14:14
  3. Meglio 1 impianto da 10 Kw oppure 2 da 5 Kw?
    Da il_vate nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 14-09-2010, 23:03
  4. meglio est-ovest oppure sud
    Da lukdamb nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 06-02-2010, 14:34
  5. Riscaldamento: meglio GPL oppure ELETTRICITA' ?
    Da silgiolo nel forum In Casa
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 24-09-2009, 14:13

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •