i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 39 su 39

Discussione: Feedback di spesa in case senza gas naturale - esperienze reali ed ipotesi

  1. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Marco ciao,

    da un msg precedente leggo FV da 11 kWp ... con le produzioni che hai riportato (650 kWh in 6 mesi) non ci siamo proprio, d aquant'e' l'impianto ?

    Per quanto riguarda la tariffa separata per PdC + FV la sconsiglio sempre, si perde l'autoconsumo, a meno che l'impianto fv sia piccolo e gia' non basti ai consumi della casa. Nel tuo caso se e' da 11 kWp devi mettere la PdC sotto il contatore del FV, se invece e' da 4 kWp ... pure... :-))

    Dop guardo meglio i dati che mi hai mandato ....

    ciao Marco.

  2. #22
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi diceva mia mamma che produce 8000€ all'anno, ho una tariffa che dovrebbe essere 0,45€/kW e da li ho ricavato i dati. Forse intendevo dire 17777kW/anno?

    La tariffa incentivante è su contratto 380V 10kW, dove ho collegata sia PDC per autoconsumo, che FV per vendita diretta e contributo GSE

    La 6kW 220V è casalinga, consuma 3000kW anno e quelli son tutti consumati!
    Ultima modifica di mArCo1928; 01-04-2014 a 10:16

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Marco scusami ma non ti seguo ....

    Devi avere dei dati certi, altrimenti e' un terno al lotto.
    Ci sono troppe incongruenze, se l'impianto rende 8000€ all'anno con una tariffa da 0,45€ vuol dire che produce 17.000 kWh e rotti.
    Direi che si tratta di un impianto da 13/15 kWp (dov'e' situato ? Nord/Centro/Sud?)
    Se l'impianto produce 17.000 kWh in 1 anno come fa a fare solo 650 in 6 mesi ? dati desunti dalla tua tabella... non capisco piu' nulla....

    Quanto pompe di calore hai ?
    Una sotto FV e una no ?

  4. #24
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Etabeta Visualizza il messaggio
    Marco scusami ma non ti seguo ....

    Devi avere dei dati certi, altrimenti e' un terno al lotto.
    Ci sono troppe incongruenze, se l'impianto rende 8000€ all'anno con una tariffa da 0,45€ vuol dire che produce 17.000 kWh e rotti.
    Direi che si tratta di un impianto da 13/15 kWp (dov'e' situato ? Nord/Centro/Sud?)
    Se l'impianto produce 17.000 kWh in 1 anno come fa a fare solo 650 in 6 mesi ? dati desunti dalla tua tabella... non capisco piu' nulla....

    Quanto pompe di calore hai ?
    Una sotto FV e una no ?
    Ciao, siamo un po' OT, comunque 650 in 6 mesi io non l'ho scritto, rende 8000€ all'anno con tariffa GSE 0,45€, sono 16000kW annui circa, la zona è Rimini.

    Occhio perché non ho postato nessuna tabella!

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    X Marco:

    Cavoli scusami !!!!!!

    Ho letto la tabella di Emiliano e credevo fosse la tua

    Rifacciamo... perdonami..... adesso finisco un lavoro e poi riprendo in mano il tutto.......

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Porto il mio contributo:
    Abitazione del 2007
    PDC geotermica riscaldamento+raffrescamento (con freecolling) e ACS
    FV da 3kWp
    Piano cottura induzione
    no gas metano
    Strutture isolate secondo D.Lgs 192/05 (anno 2010, oggi avrei isolato il doppio ;-))

    Contatore 6kW monofase dove è collegata tutta la casa pdc e induzione compresa

    CONSUMO ANNO 2013: 6.537 kWh
    Autoconsumo medio annuo FV 51%
    Ultima modifica di clash; 04-04-2014 a 11:13

  7. #27
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    La pompa di calore come l'hai regolata per sfruttare il fotovoltaico?

    Per l'ACS come fai? Sempre PDC?
    Ultima modifica di mArCo1928; 04-04-2014 a 11:39

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    In estate faccio andare la pdc ed i deumidificatori di giorno in modo da raffrescare la casa, e di notte spengo tutto.
    In inverno invece il FV è insufficiente (di più non potevo farne) quindi faccio andare l'impianto nelle ore centrali quando c'è un pò di sole, e poi nelle ore notturne quando il kWh costa meno. (in attesa di tariffa D1)
    Per l'acs, accumulo acqua tecnica a 46°C in un puffer da 500 litri, poi me la produco istantaneamente con uno scambiatore a piastre appeso allo stesso. Dal puffer da 500 litri spillo un pò di acqua ad "alta" temperatura per alimentare nelle ore mattutine e serali due termoarredi nei bagni (se tornassi indietro farei un'integrazione con radiante a parete).

    Per cercare di massimizzare autoconsumo, stò installando una resistenza elettrica azionata da un dispositivo che rileva quando la produzione di FV è maggiore dell'assorbimento elettrico!

  9. #29
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Tutto molto bello, per quanto riguarda la produzione di acqua nel pavimento nelle ore centrali come ti regoli? Forzi la pompa in spegnimento? Devi fare in modo che non si verifichi la necessità di accendere la PDC fuori dagli orari prestabiliti quindi o è ben calibrato il tutto oppure con dei conti approssimativi, e quindi anche se ti cala la temperatura in casa di 0,5° trascuri la cosa. Quale delle due?

    La PDC è geotermica? La casa su quanti piani è e quanti mq è? Termostati quanti ne hai di conseguenza?

    Scusami le domande ma mi sembrano molto utili al fine di completare il profilo!

  10. #30
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Tranquillo, mi fa piacere!
    Per le partenze forzo la PDC o meglio ho settato la centralina di regolazione a temperature maggiori (di circa 1,5°C) nelle ore centrali e notturne, riportandola a temp. di comfort negli altri orari, in questo modo se c'è bisogno la pdc lavora anche fuori da quegli orari (casi rari di freddo intenso e prolungato). la casa la tengo a 21°C, è sviluppata su due piani fuori terra più una taverna interrata che tengo costantemente a 18°C e la porto a regime il giorno prima che prevedo di utilizzarla, più una porzione di seminterrato dedicata a studio che tengo anch'essa a 21°C.
    La pdc è geotermica, la casa è divisa in 4 zone (giorno+notte+taverna+studio) gestite da delle sonde temperatura/umidità, azionate da delle valvole di zona in centrale termica, la regolazione è climatica per tutta la casa.

  11. #31
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    sonda temperatura umidità intendi cronotermostato? hai uno stesso apparecchio che gestisce deumidificazione e elettrovalvole dei collettori a pavimento?

    forse è la sonda che aziona, quindi apre o chiude, le valvole di zona, sbaglio? non hai collettori di zona con relative, eventuali, testine e termostati?

    I metri quadri sono in firma, scusa

    Ah se ci dici anche eventuale cappotto abitazione

  12. #32
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho una centralina programmabile che rileva temp./umidità dalle 4 sonde di zona e poi da il consenso all'apertura delle 4 valvole di zona in ct (niente testine), da il consenso alla partenza della pdc e dei deumidificatori in estate. Una volta programmati gli orari più di fare l'inversione estate/inverno non c'è da fare altro. I termoarredi invece sono comandati da cronotermostati che danno il consenso al circolatore che spilla dal puffer da 500 lt.

    Isolamenti da interno verso esterno:
    Muro: laterizio da 25 + isolamento esterno 8cm styrodur + rifodera esterna da 8 cm in poroton.
    Interrato rivestito in legno da 2 cm + 4 cm styrodur + 30 cm cls
    tetto: solaio in laterocemneto 20+4 + 8 cm styrodur sottotetto non riscaldato
    Infissi: legno con vetrocamera, trasmittanza circa 1,7 W/m2K

    Tra l'altro come si vede dalla mia firma, sulla carta la mia è un abitazione in classe A con un indice energetico riscaldamento+ACS pari a 48 kWh/m2, stando ai consumi da me rilevati e stimando che 3.000 kwh siano consumi imputabili a luce, forza motrice, cottura, raffrescamento otterrei 6537-3000=3537*2,18=7711/176mq=43,8 kWh/m2 che è un valore vicino a quello calcolato.
    Ultima modifica di nll; 07-04-2014 a 14:36 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  13. #33
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Be' non hai di che lamentarti

  14. #34
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    A parte il costo del kwh in italia, spero con la nuova tariffa D1, di riuscire a risparmiare un 300-400 euro annui!
    ora il kwh mi costa sui 31 centesimi!!!!

  15. #35
    Banned

    User Info Menu

    Predefinito

    Una domanda sulla tua firma: i consumi 2013 di 6.537 kWh rappresentano l'energia prelevata dalla rete (al netto dell'auto-consumo FV) o quelli consumati (al lordo dell'auto-consumo FV) ?
    Ultima modifica di nll; 07-04-2014 a 14:36 Motivo: Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum.

  16. #36
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Si effettivamente se fossero i consumati e i prelevati fossero lasciati fuori il suo consumo non sarebbe altro che il mio, ma diciamo che siamo abbastanza compatibili come impianto e tutto, io però non ho geotermia. Consideriamo però che io la 6kW casalinga ce l'ho a parte!

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Tengono conto già di un 50% di autoconsumo!
    Quelli però sono consumi di tutta la casa luce+fm+pdc+piano cottura+laghetto con pompa di ricircolo h24 x 365gg anno! Avendo un unico contatore faccio fatica a dire esattamente quanto porta via la sola pdc, ma sulla carta i conti tornano abbastanza come ho scritto qualche riga sopra!
    La casa è stata costruita nel 2006-2007, se l'avessi fatta oggi avrei isolato di più e curato meglio i ponti termici... purtroppo nel 2006 avevo appena finito università ed ero ancora acerbo!!!!

  18. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ragazzi, secondo voi, chiedo essendo un pò ignorante in materia, un appartamento utilizzato come "casa vacanze", è conveniente togliere completamente il gas e quindi lavorare tutto su energia elettrica (attenzione, non ho fotovoltaico, sarebbe tutta energia prelevata!!)

    Più che altro per una questioni di costi fissi (annullerei la bolletta del gas) e di manutenzione, quindi nessuna manutenzione obbligatoria su caldaia a gas ecc!!

    Attendo una vostra opinione!!

    Gentilissimi come sempre, grazie mille!!

    Matteo
    Impianto FTV: parzialmente integrato; 4.32 kWP, 18 moduli silicio multicristallino Ferrania Solis AP60 (240watt/cad.) ; Inverter Power One PVI 4.2 ; azimut -90° tilt 17° ; impianto attivato il 31/10/2011 sito a Montorso Vicentino.
    100% Energia rinnovabile grazie al contratto con Trenta Energia!!
    Meteo Montorso Vicentino: http://montorsometeo.altervista.org/

  19. #39
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    La manutenzione adesso ce l'hai anche sulla pompa di calore, e mandare in temperatura il massetto non è come mandate in temperatura i termosifoni, specialmente se è una casa delle vacanze invernale.

  20. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Riscaldamento IR - esperienze reali di utilizzo
    Da Spacefinder nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 301
    Ultimo messaggio: 11-12-2017, 14:10
  2. fotovoltaico + pdc esperienze reali
    Da contelao nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 19-10-2012, 17:07
  3. Per esperti: costruire frigorifero naturale senza corrente...
    Da texla nel forum AUTOPRODUZIONE, AUTOSUFFICIENZA, Fai Da Te
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 24-07-2012, 11:33
  4. Feedback esperienze comuni su fotovoltaico
    Da PESCE ROSSO nel forum [CHIUSA]DIALOGHI e NEWS sull'energia solare
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 16-10-2009, 14:26
  5. impianto nuovo senza limiti di spesa (o quasi)
    Da cutturu nel forum In Casa
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 25-10-2008, 07:24

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •