i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 2 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 177

Discussione: inquinamento elettromagnetico

  1. #21
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    mmm paolomak, non è indicato il campo di frequenze cui è sensibile lo strumento di misura.
    veramente perchè un test sia attendibile si cita lo strumento di misura.
    il campo elettromagnetico dell'induzione, se induce correnti elettriche nel metallo .... come può essere trascurabile?
    inoltre mentre tutti gli elettrodomestici sono schermati, quello non lo è.
    i miei dubbi rimangono

    paolomak, mi spiace ma il test che riporti è una patacca.
    controlla qui le avvertenze che il ministero della salute svizzero ufficialemente pubblica.
    leggi bene sino alla fine è interessante.
    e tieni le padelle giuste ed al centro dei fornelli quando cucini.
    Ufficio federale della sanità pubblica - Cucine a induzione

    incredibile.
    non avevo mai fatto ricerce su questa cosa, ma mi pareva ovvio che una antenna a radiofrequenza, seppur ottimizzata per concentrare il campo elettromagnetico in pochi centimetri, non disperdesse in aria una buona parte della sua potenza.
    Ultima modifica di riccardo urciuoli; 01-10-2012 a 23:36

  2. #22
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    T-1000, il campo magnetico DISPERSO dall'induzione può essere trascurabile, in teoria, se ottimizzi l'accoppiamento tra circuito e pentola.

    Il materiale ferroso delle pentole tende ad attrarre al suo interno le linee di forza, esattamente come il nucleo dei trasformatori.

    Ovviamente le dispersioni possono diventare consistenti con pentole piccole rispetto alla piastra, e a questo proposito il tuo link è molto interessante.

    Detto questo purtroppo il modo va sempre più riempiendosi di aggeggi che irradiano alla grande, sta ai tecnici e agli utenti evitare di strafare, sia nella progettazione che nell'impiego di tali oggetti che sono, ricordiamolo, POTENZIALMENTE pericolosi...

    Ho in mente un'altra applicazione di cui si comincia a parlare e che a me fa paura, e non sembra neanche tanto indispensabile al genere umano: la ricarica senza fili di veicoli elettrici, roba da decine di kW...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #23
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da T-1000 Visualizza il messaggio
    mmm paolomak, non è indicato il campo di frequenze cui è sensibile lo strumento di misura.
    veramente perchè un test sia attendibile si cita lo strumento di misura.

    paolomak, mi spiace ma il test che riporti è una patacca.
    controlla qui le avvertenze che il ministero della salute svizzero ufficialemente pubblica.

    Se vai al link vedrai che ci sono scritti i criteri della prova e lo strumento usato: non so perchè dici che è una patacca. La relazione svizzera è del 2006 e conosciuta in questo forum (ne abbiamo discusso diverse volte). Non metto in dubbio la pericolosità delle onde elettromagnetiche (io ho modem a filo in casa), ma credo che le emissioni di un piano ad induzione dei nostri giorni siano veramente minime.
    Treviso - 21 moduli sanyo hip 210 inverter Fronius - installazione maggio 2007
    Casa priva di metano in classe B - Acs: aquarea 3kw + serbatoio Synergy
    Riscaldamento primario: aquarea 3,2kw abbinata a sistema a tutt'aria con UTA con controllo zone; secondario: stube tirolese - Cottura: induzione

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da T-1000 Visualizza il messaggio
    e tieni le padelle giuste ed al centro dei fornelli quando cucini.
    Possiedo un piano cottura che regola il campo in funzione della dimensione della pentola, per cui il rischio è ancora minore. La tecnologia va avanti e la relazione è da aggiornare. Ovvio che se uno utilizza pentole non adatte o forse anche quelle economiche, il rischio aumenta.
    Treviso - 21 moduli sanyo hip 210 inverter Fronius - installazione maggio 2007
    Casa priva di metano in classe B - Acs: aquarea 3kw + serbatoio Synergy
    Riscaldamento primario: aquarea 3,2kw abbinata a sistema a tutt'aria con UTA con controllo zone; secondario: stube tirolese - Cottura: induzione

  5. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    la tecnica per trasferire via etere non solo un segnale, ma potenza tale che "l'antenna" ricevente sia in grado riceverla e non solo "leggere" un segnale radio, è roba conosciuta. un certo Tesla ne sapeva qualcosa. e non si saprà mai se la sua vicinda abbia avuto quell'epilogo per proteggere l'umanità dai rischi connessi.... o solo proteggere gli interessi di chi stava iniziando il businnes del nostro secolo: la vendita di energia che gia c'è.
    sicuramente l'idea di trasferire potenza via etere, per quello che sappiamo ora, è un'idea balzana.
    ma, scusa l'OT, anche il motore a ciclo otto era nato a alcool poi lo stiamo usando da un secolo nel modo piu stupido e con il combustibile piu inquinante.

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    immagino che facendo uno studio con i piani ad induzione presenti attualmente nel 2013, la dispersione sia minore che quella degli anni passati...

  7. #27
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    mica detto, se sono fatti in Cina...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  8. #28
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Vorrei intervenire per rispondere a Laur e portare la mia esperienza.
    Scientificamente parlando il telefono cellulare utilizzato per ore senza auricolare è provato che può produrre problemi.
    Ho conosciuto una persona (rappresentante) che ha avuto problemi di salute per questo.
    Per quanto riguarda i nodi di Hartmann alla fiera klimahouse c'era qualche espositore che proponeva di mettere le guaine e i cavi elettrici (chiaramente in fase costruttiva dell'abitazione...) in un determinato modo, con dispositivi anche che scollegavano a monte i cavi della linea elettrica che non si utilizzava automaticamente. (ma si ripristinava sempre in maniera automatica in caso di bisogno)
    Da tecnico posso anche dire che, se verrà provata scientificamente che vivere in una casa cablata in modo normale possa portare problemi di salute, mi verrebbero a cadere alcune concetti di base di fisica studiati anni dietro...
    Concordo con altri interventi che gli elementi più inquinanti e che possano dare problemi prima siano altri, ma non escludo a priori che l'elettromagnetismo non ne dia.
    Non voglio essere prolisso, ma racconto solo questa, nel comune dove abito le aziende telefoniche cellulari hanno voluto aggiornare il segnale al sistema UMTS (questo alcuni anni or sono...), il comune ha chiesto una consulenza (e comunque aprendo una discussione con i cittadini) ad un'azienda esterna per fare alcune rilevazioni sui segnali irradiati normali e anche che cosa avrebbe comportato per i cittadini l'aggiornamento a segnali UMTS...in definitiva i ripetitori irradiano mantenendosi nei termini di legge e il ripetore UMTS irradia molto meno se si è in prossimità o addirittura sotto al ripetitore stesso, rispetto a distanze di 400, 500mt.
    Questo è un'altro esempio al contrario rispetto modem wi-fi etc...


    Ciao

    Fox
    16 moduli ST170M Conergy Inverter IPG3000 vision

    alla tv -calcio +rally

    http://www.evalbum.com/2123

  9. #29
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Esatto Tonini, è quello che avevo scritto un po' tra le righe qualche tempo fa.
    Il cellulare è una delle fonti più elevate, meglio limitarne l'uso senza fare allarmismi esagerati.

    Le antenne radio e di telefonia mobile altra fonte, ma appunto non bisogna pensare che più vicina è peggio è, perchè di solito (un po' tutte, anche i vecchi sistemi) hanno un 'lobo' di irradiazione, quindi emettono potenza massima con un certo angolo rispetto al terreno. Quindi in generale può essere molto meglio averne una sul tetto della propria casa che su quello del vicino!

    (quasi) nessuno esclude a priori qualsiasi problema dell'inquinamento elettromagnetico, io ho sempre detto e pensato che sono le stesse onde che ad alcune frequenze e potenze generano leucemie (linee ad alta tensione), effetto termico (forno a microonde e UMTS, quindi potenziali pericoli per cervello, sistema riproduttivo, circolo sanguigno), tumori (radiazioni ionizzanti)... e la natura non ha confini netti e assoluti.
    Però è evidente che si parla di rischi molto bassi, che sono valutabili solo esponendo milioni di persone...insomma niente di paragonabile a nucleare, sigarette, tossine alimentari e tante altre schifezze che ci circondano
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  10. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Exclamation Onde WIFI dannose: studio danese su onde router sembra confermarlo

    L'attenzione internazionale tra i biologi riconosciuti ed esperti di radiazioni è stata recentemente attirata da un "semplice" studio effettuato da 5 studentesse della scuola di Hjallerup (Danimarca): hanno voluto testare gli effetti delle onde elettromagnetiche Wifi sulla crescita di alcune piante.

    Gli effetti delle onde elettromagnetiche sul corpo umano si dividono in termici (aumento della temperatura dovuto all'emissione di microonde) e non termici. E' su questi effetti, spesso sottovalutati, che si è incentrato questo studio.

    Hanno disposto i loro semi (come pianta hanno usato il crescione) in 12 piatti, in due stanze separate, la prima esposta a onde di un router standard 802.11g WiFi IEEE, la seconda invece schermata. Illuminazione, temperatura e irrigazione sono state identiche per tutti, e i semi sono stati scelti a caso da vari sacchetti.

    Hanno condotto l'esperimento per 12 giorni, documentando con foto e pesando i campioni.

    Il risultato è sconcertante: i semi sottoposti a radiazioni elettromagnetiche wifi si sono sviluppati molto meno di quelli schermati. Ecco una delle foto del report:

    piante-radiazioni-wifi.jpg

    Olle Johansson, professore al Karolinska Institute di Stoccolma ha intenzione di ripetere l'esperimento con un collega di ricerca belga, il professor Marie-Claire Cammaert presso l'Université Libre de Bruxelles.

    Personalmente spero che su questa problematica termini il silenzio assordante della comunità scientifica, e che vengano presto alla luce molti altri studi scientifici in grado di fare luce sull'argomento.

    NB: per chi non lo sapesse, la Cassazione con una sentenza ha già riconosciuto un legame tra l'uso intensivo del cellulare e l'insorgenza di tumori.

    Fonte -> DR1 (primo canale tv di informazione in Danimarca)

    Paper PDF studio -> Link

    Mi raccomando, spegnete router, cellulare e pc quando non li usate
    Ultima modifica di LightPower; 03-07-2013 a 18:55 Motivo: corretto link

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito il wifi non è l'unico problema

    Salve a tutti,
    i risultati degli studi sugli ipotetici danni del wifi sono veramente preoccupanti; purtroppo, però, il pericolo più grosso è rappresentato dai cellulari che, con frequenze paragonabili, emettono segnali con intensità molto più elevata dei router domestici, senza considerare ovviamente la distanza media a cui teniamo i due apparati.
    ------------------------------------
    impianto semi-integrato: 18 schott Solar 217 (3,906 kwp), orientamento +15° SO inclinazione 7°, inverter PowerOne - Aurora PVI4.2OUTDSIT

  12. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Già.

    Infatti questo studio dimostra indirettamente anche la pericolosità delle radiazioni dei cellulari, che operano su frequenze simili a quelle dei router, e poi ce li teniamo belli appiccicati all'orecchio quando chiamiamo.

    Penso sia per esempio ben poco corretto far vedere nelle pubblicità "minuti illimitati ecc." la ragazza che sta col cellulare all'orecchio, basterebbe farle utilizzare un auricolare, così per imitazione la gente comincerebbe ad avere comportamenti meno a rischio.

  13. #33
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Condivido in toto tutte le osservazione e credo che ci debba essere una educazione anche scolastica fatta dagli insegnanti di fisica e matematica in tutte le scuole, le radiazioni sono facilmente diminuibili con piccoli accorgimenti del tipo staccare il cell dall'orecchio o usare l'auricolare.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  14. #34
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse dovremmo essere un po' meno allarmisti. Tanto per cominciare, non è un paper di ricerca ma un poster. Solamente questo già la dice lunga sull'attendibilità dei risultati presentati.

    La procedura sperimentale non mi sembra chissà quanto affidabile e non sono presenti molti dati. Insomma, si sfrutta il sensazionalismo più di ogni altra cosa.

    Inoltre si parla di WiFi e segnali telefonici nonostante le frequenze, oltre ad essere DIVERSE, vengano utilizzate a differenti potenze. Un router casalingo ha solitamente una potenza che va dai 20 ai 50mW (milliwatt) fino ad un massimo di 100mW. Per i ripetitori telefonici, o direttamente i terminali telefonici (telefonini), si parla di Watt.

    Va benissimo cambiare abitudini, utilizzare l'auricolare in luogo del telefonino vicino all'orecchio: ma niente esagerazioni da fine del mondo please

  15. #35
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La procedura sperimentale non mi sembra chissà quanto affidabile e non sono presenti molti dati. Insomma, si sfrutta il sensazionalismo più di ogni altra cosa.
    E' il frutto della ricerca scolastica di 5 studentesse danesi. E' questa la notizia paradossale. Quello che mi stupisce è che non ci siano paper scientifici in questo campo tali da dimostrare con ragionevole certezza la pericolosità (o la innoquità) delle onde elettromagnetiche... soprattutto sugli effetti non-termici.

    Ma è anche evidente come gli immensi interessi economici in campo incidano non poco su questo problema...

  16. #36
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il poster delle studentesse danesi ha poco o nulla di scientifico. E' una piccola ricerca in una scuola e niente altro.


    Lavori scientifici completi li potete trovare qui:
    http://www.pjoes.com/pdf/21.1/Pol.J....No.1.23-29.pdf
    Effects of radiofrequency electromagnetic fields on seed germination and root meristematic cells of Allium cepa L.

    Se poi digitate su google le parole "Seed" "germination" "electromagnetic radiation", troverete decine di articoli simili.

    Questo per rispondere a chi dice che lo preoccupa il silenzio della comunità scientifica.
    Gli studi sono numerosi, però di solito i ricercatori non fanno proclami altisonanti e non propongono i loro risultati come verità assolute.
    Di solito sono i giornalisti a trasformare tali ricerche in notizie sensazionali e verità assolute (a volte proponendo studi insignificanti come grandi rivelazioni).

  17. #37
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    I due paper che hai postato dicono poco o nulla sugli effetti sul corpo umano... che è quello che ci interessa.
    Per adesso sappiamo che hanno effetti sulla crescita, sullo sviluppo di piante o cellule ma poco altro.

    Il poster delle studentesse danesi ha poco o nulla di scientifico. E' una piccola ricerca in una scuola e niente altro.
    Tanto queste piccole studentesse danesi hanno ottenuto un risultato paragonabile a quello dei paper che hai mostrato, col vantaggio di essere molto più fruibile dal grande pubblico che non sta a leggere l'abstract di un oscuro paper ma ususfruisce dell'immediatezza visiva delle foto che mostrano differenze di crescita.

  18. #38
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusate se approfitto del thread, ma la domanda mi frulla in testa da tempo... E la suddivido per numero, per avere risposte chiare:
    1 - quando si consiglia di usare l'auricolare, ci si riferisce all'auricolare col filo?
    2 - Il Bluetooth, è considerato anch'esso "Wi-fi" potenzialmente dannoso?
    3 - Tempo fa (non c'era ancora il Bluetooth!) qualcuno diceva che usare l'auricolare col filo fosse ancora peggio, perchè le onde venivano convogliate direttamente dentro l'orecchio (poiché l'auricolare diventava di fatto l'antenna del cellulare)...

    Bufale o verità?

    Ciao e grazie!

  19. #39
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che qualuno abbia già dimostrato che allontanando di soli due cm il telefono dall'orecchio si abbia una emissione di onde assolutamente tollerabile, per il bluetooth credo che il problema rimanga uguale.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  20. #40
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Vabbe' faccio un po' il professore.

    Premetto che io lavoro in un lab di microonde, e aggiungo che non sono certo uno che sminuisce la possibile pericolosità delle onde radio, leggetevi i miei post precedenti.
    Anzi dirò di più, io sono CERTO che fanno male, come ho già scritto non esiste una divisione netta, lo spettro di frequenze elettromagnetiche varia con continuità da 0Hz fino alle frequenze ionizzanti (raggi X, gamma ecc ecc, neanche ricordo tutti i nomi).

    Però bisogna valutare i rischi e i benefici.

    I rischi ad oggi sono poco definiti e comunque limitati, Lightpower non è vero che non ci sono studi, le riviste di settore ne sono piene anche e soprattutto nei primi anni di avvento dei cellulari.

    In breve, molto semplificando e per quanto ricordo:
    -intorno ai 50Hz (la frequenza della 220V e delle linee ad alta tensione) sono stati trovati rischi leucemici, per cui meglio evitare la vicinanza di tali linee a asili, scuole, camere da letto. Effetti simili ma credo meno dimostrati per frequenze intorno ai 100 Khz e dintorni (Radio Vaticana...).
    Queste frequenze diventano pericolose per intensità alte, la legge italiana prevede limiti abbastanza restrittivi (fino a qualche anno fa era una delle più severe)

    -frequenze intorno a 1800-2200 Mhz (cellulari di 2a generazione, forni a microonde) hanno sicuramente un effetto termico, più effetti su fenomeni biologici legati (mi sembra) alla produzione del sangue e altre funzioni cellulari.
    Possono essere pericolose perchè per fenomeni di propagazione anche con potenze moderate (es 0,1-1W emessi) si possono creare dei 'picchi' locali.
    Ecco a che serve l'auricolare, ad allontanare l'antenna dal cervello. Ma se hai pochi neuroni e invece sei in età riproduttiva magari preferisci friggerti il cervello piuttosto che gli ammennicoli o le ovaie
    Studi con risultati drammatici non ce ne sono, gli effetti sono modesti e quindi gli studi sono di tipo statistico. Insomma, sicuramente molto più serio e documentato il danno da sigaretta.
    Certo che alcuni casi (non so quanto dimostrati) hanno fatto rumore, ma si parla di tumori in zona orecchio di gente (1 o 2 casi, non so esattamente) che stava al cellulare 8-10 ore al giorno. Pochi casi su milioni di utenti.

    - le frequenze da 2Ghz fino a centinaia di GHz sono utilizzate dai ponti radio a potenze di solito basse e soprattutto focalizzate con antenne molto direttive. Le 'parabole' puntano il fascio in maniera miratissima all'altro terminale, il rischio è solo per gli uccelli che dovessero passare a pochi metri o cm davanti alla parabola. Un po' più pericolose le antenne per le stazioni radiomobile, non tanto per chi le ha sul tetto ma per i vicini.... ma anche qui ormai gli operatori cercano di evitare conflitti con gli abitanti del posto, e le mettono e dimensionano per stare abbondantemente sotto i limiti (sempre meglio vigilare comunque)

    - a frequenze più elevate iniziano i veri e propri effetti mutageni, ma ce le becchiamo solo con analisi particolari.
    Quindi è bene ricordarlo, insistere col medico per farsi prescrivere costose e pericolose radiografie, risonanze magnetiche, scintigrafie e simili non fa bene alle casse dello stato ma neanche a noi.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  21. RAD
Pagina 2 di 9 primaprima 123456789 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Inquinamento elettromagnetico
    Da Cesar nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 20-10-2009, 09:34
  2. Pannelli FV e campo ed inquinamento elettromagnetico
    Da robbynaish71 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 29-09-2009, 20:08
  3. Inquinamento elettromagnetico
    Da nel forum Aria
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 29-11-2007, 10:44
  4. Inquinamento elettromagnetico
    Da mariomaggi nel forum Acque e Suolo
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 11-04-2007, 12:22
  5. INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO
    Da mac-giver nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 47
    Ultimo messaggio: 08-09-2006, 18:34

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •