Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  3
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 36 su 36

Discussione: Condizionatore con PDC e detrazioni 2019. Dubbi.

  1. #21
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Anche da me il regolamento sotto i 12kW dice le stesse cose.Perciò non ho intenzione di comunicare nulla di inutile.Qui non si tratta di Melius abundare quam deficere ma di non sbagliare qualcosa che poi in effetti è inutile.Non capisco cosa volesse dire AE in quella risposta.Probabilmente il quesito trattavisi di installazione su condominio,mi pare di aver letto cosi.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  2. #22
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho acquisto PDC Panasonic 15.000 BTU da distribuzione, regolarmente fatturata, ma pagata con carta di credito.
    Ho poi REGOLARE fattura di installazione con IVA 10% pagata con bonifico parlante.
    Trattasi di integrazione e non di sostituzione.
    Secondo voi posso detrarre il 50% di tali spese?
    Grazie.

  3. #23
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Uhm... Mi sembra si avere capito che la carta si possa usare per i mobili o elettrodomestici quando hai aperto una DIA per ristrutturazione. Non sono invece sicuro per interventi senza DIA come i condizionatori...
    Ti conviene chiedere al tuo CAF (o più si uno... Per mia esperienza a volte si trovano persone che ne sanno poco...)
    Impianto Fotovoltaico: 4,4 KWp.
    Moduli fotovoltaici: 16 pannelli QCells Q.Plus-G4 275 Wp - Inverter – SOLAREDGE SE 5000 - Ottimizzatori di Potenza - SOLAREDGE P300
    Azimuth 157° (-23° verso EST) - Tilt 25° - Latitudine: 45°47.5' Longitudine: 8°53.4' - Attivo dal 12/10/2016 - Produzione primo anno: 6.143 KWh

  4. #24
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sicuramente il pagamento con carta di credito impedisce l'accesso ai benefici fiscali per ristrutturazione. Sulla parte di istallazione pagata con bonifico parlante secondo me dovresti ricuperare però visto che non c'è il bonifico parlante per il macchinario non vorrei ci fosse qualche inghippo.Ricordati che devi presentare anche la pratica ENEA.
    150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Sicuramente il pagamento con carta di credito impedisce l'accesso ai benefici fiscali per ristrutturazione. Sulla parte di istallazione pagata con bonifico parlante secondo me dovresti ricuperare però visto che non c'è il bonifico parlante per il macchinario non vorrei ci fosse qualche inghippo.Ricordati che devi presentare anche la pratica ENEA.
    Tante versioni una diversa dall'altra....
    Inoltro il quesito alla AE e sentiamo il loro parere!
    Non appena avrò un risposta la posto sicuramente, potrà tornare utile anche ad altre persone.
    Grazie.

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa forse tu stai intendendo il bonus mobili. Qui quando si parla di pdc si parla di efficientamento energetico ove il fisco per agevolare l'uso di tali pdc permette anche senza avere aperto una SCIA di effettuare questo singolo intervento, non necessariamente di sostituzione e devi obbligatoriamente pagare tramite bonifico speciale per ristrutturazione oltre a segnalare il montaggio all'ENEA. Nel caso di bonus mobili tu invece devi avere aperto un intervento di ristrutturazione che pagherai all'impresa edile con bonifici parlanti, poi in via accessoria e nel limite di 10.000 euro puoi comprare mobili ed elettrodomestici di classe superiore ad A+ tra cui i condizionatori ed i quel caso si può anche dare prova di pagamento con le carte elettroniche. Non saprei se in questo caso devi fare pratica ENEA ma non penso visto la diversa ratio del provvedimento.
    150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

  7. #27
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Scusa forse tu stai intendendo il bonus mobili. Qui quando si parla di pdc si parla di efficientamento energetico ove il fisco per agevolare l'uso di tali pdc permette anche senza avere aperto una SCIA di effettuare questo singolo intervento, non necessariamente di sostituzione e devi obbligatoriamente pagare tramite bonifico speciale per ristrutturazione oltre a segnalare il montaggio all'ENEA. Nel caso di bonus mobili tu invece devi avere aperto un intervento di ristrutturazione che pagherai all'impresa edile con bonifici parlanti, poi in via accessoria e nel limite di 10.000 euro puoi comprare mobili ed elettrodomestici di classe superiore ad A+ tra cui i condizionatori ed i quel caso si può anche dare prova di pagamento con le carte elettroniche. Non saprei se in questo caso devi fare pratica ENEA ma non penso visto la diversa ratio del provvedimento.
    E' tutto molto chiaro, ma l'unica cosa che non concepisco è che non sia possibile pagare con carta di credito!
    Come se il pagamento e la relativa fattura non siano tracciabili.....

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Pagamento condizionatore con carta di credito: si può portare in detrazione?

    Acquisto condizionatore e pagamento con carta di credito: si può portare in detrazione? Cosa sapere sul bonus condizionatore e applicazione IVA.

    di Alessandra De Angelis , pubblicato il 04 Aprile 2018 alle ore 12:12

    Ci ha scritto Emanuela Z. per sapere se è possibile scaricare dal 730 le spese per l’acquisto di un condizionatore se il pagamento è stato fatto con carta di credito. Abbiamo riportato tale quesito in un articolo perché il dubbio è comune a molti contribuenti e perché quello pre-estivo è il momento dell’anno in cui le domande per l’acquisto di condizionatori aumentano.


    Detrazione condizionatore: modalità di pagamento

    Per poter usufruire del bonus condizionatori 2018 il pagamento deve essere fatto:
    • tramite bonifico postale o bancario ordinario;
    • con bonifico bancario parlante;
    • tramite carte di credito o carte di debito.
    E’ importante sempre in ogni caso conservare le ricevute dei pagamenti e le fatture di acquisto del condizionatore. Per tornare quindi al quesito della nostra lettrice con il quale abbiamo aperto l’articolo, confermiamo che è possibile portare in detrazione nel 730 il condizionatore pagato con carta di credito.
    Acquisto condizionatore e montaggio: IVA si paga al 22 o al 10%?

    Un altro dubbio piuttosto frequente in merito all’acquisto del condizionatore ai fini fiscali riguarda l’IVA. Si applica quella agevolata o si paga il 22%? L’errore è dovuto al fatto che acquisto e installazione/montaggio vengono trattati, ai fini dell’applicazione IVA, in modo diverso.
    E’ vero infatti che il condizionatore è considerato un bene significativo e quindi l’IVA è agevolata al 10% ma solamente sulla differenza tra la spesa complessiva e quella del condizionatore oltre che sul servizio di manodopera e installazione. Facciamo un esempio pratico: consideriamo che il condizionatore e la sua installazione vi siano costati in totale 3.000€. Di queste però, il costo del condizionatore è di 2.300€, mentre le restanti 700€ sono per il montaggio e l’installazione.
    Sul costo totale della manodopera sarà applicata l’IVA al 10%. Sul condizionatore, invece, solo una parte potrà usufruire di IVA al 10% mentre all’altra viene applicata l’aliquota al 22%.
    Occorre infatti sottrarre il prezzo del condizionatore dal costo totale dell’intervento (3000-2300) e applicare l’IVA del 10% alla differenza (700€). La parte restante (1600€) sarà invece tassata con un’aliquota del 22%.
    Per qualsiasi altra domanda relativa all’acquisto di condizionatori o alle regole per le detrazioni fiscali più in generale, non esitate a scrivere in redazione all’indirizzo alessandra.






  9. #29

  10. #30
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me ti conviene porre il quesito direttamente all'agenzia delle entrate. Quell'intervento sul sito investire oggi sembrerebbe fare riferimento al bonus mobili tant'è che non fa cenno di adempimenti ENEA. Capisco che entrambi i pagamenti sono "tracciabili" però il bonifico pre ristrutturazioni è proprio specifico in quanto all'anagrafe tributaria vengono forniti questi dati che con la carta non vengono segnalati(tipo agevolazione, c.f del beneficiario/i dell'agevolazione e p.iva del fornitore/emittente fattura) capisco che dal pagamento con carta tu dici che si può risalire ai dati fattura ma all'agenzia delle entrate vogliono la vita comoda con un bel database elettronico per poter fare gli incroci di verifica. Per il bonus mobili che ha un limite dei 10.000 euro probabilmente non stanno a fare verifiche gli basta che non sia pagato in nero ma con mezzo tracciabile come le carte elettroniche.
    150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Secondo me ti conviene porre il quesito direttamente all'agenzia delle entrate. Quell'intervento sul sito investire oggi sembrerebbe fare riferimento al bonus mobili tant'è che non fa cenno di adempimenti ENEA. Capisco che entrambi i pagamenti sono "tracciabili" però il bonifico pre ristrutturazioni è proprio specifico in quanto all'anagrafe tributaria vengono forniti questi dati che con la carta non vengono segnalati(tipo agevolazione, c.f del beneficiario/i dell'agevolazione e p.iva del fornitore/emittente fattura) capisco che dal pagamento con carta tu dici che si può risalire ai dati fattura ma all'agenzia delle entrate vogliono la vita comoda con un bel database elettronico per poter fare gli incroci di verifica. Per il bonus mobili che ha un limite dei 10.000 euro probabilmente non stanno a fare verifiche gli basta che non sia pagato in nero ma con mezzo tracciabile come le carte elettroniche.
    ho avuto una risposta ufficiosa dalla AE: il pagamento con carta credito/bancomat è ammesso solo per il bonus mobili!

  12. #32
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sei in questa situazione:

    Bonus mobili: come provare la data inizio lavori senza richiesta di autorizzazione? - InvestireOggi.it

    magari qualche lavoretto di ristrutturazione in casa ce l'hai.
    150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

  13. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Sei in questa situazione:

    Bonus mobili: come provare la data inizio lavori senza richiesta di autorizzazione? - InvestireOggi.it

    magari qualche lavoretto di ristrutturazione in casa ce l'hai.
    Devo adeguare il bagno e doccia per la mia (ahimè) sopraggiunta disabilità

  14. #34
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Sei in questa situazione:

    Bonus mobili: come provare la data inizio lavori senza richiesta di autorizzazione? - InvestireOggi.it

    magari qualche lavoretto di ristrutturazione in casa ce l'hai.
    in realtà i lavori di adeguamento del box doccia sono stati già eseguiti. quindi prima dell'acquisto della PDC. ma non ancora fatturati.
    La giusta sequenza sarebbe questa:

    1- autocertificazione con data inizio lavori di ristrutturazione bagno;
    2- acquisto PDC e pagamento con carta di credito (bonus mobili);
    3- installazione PDC con pagamento tramite bonifico bancario;(bonus mobili);
    4- Pagamento fattura ristrutturazione bagno con bonifico parlante;
    5_ detrazione decennale del 50% acquisto PDC e installazione;
    6- detrazione decennale del 65% ristrutturazione bagno;

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh direi che sei a cavallo
    150 mq un solo piano anno 2006 no classe, tetto con 10 cm di PU ISOTEC. pareti con cappotto in intercapedine da 7 cm, finestre PVC con doppi vetri. Zona climatica E 2694 gg. Risc. termosifoni in acciaio, caldaia metano no condensa da 28 kw, stufa a pellet 11 kw, pdc Daikin FTXM25, Panasonic VZ9 Heatcharge. Proox: FV 6KW Peimar MC inverter Fronius, Boiler pdc Ariston Nuos 110 lt, Daikin Ururu Sarara 9000 btu.

  16. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Vercingeto-rex Visualizza il messaggio
    Beh direi che sei a cavallo
    A me sembra tutto regolare, inoltrerò anche questo quesito alla AE!
    Vi terrò ovviamente informati
    Grazie a tutti per le risposte preziosissime

  17. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Deumidificatore: : QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da giuggiolo0107 nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 448
    Ultimo messaggio: 29-07-2019, 18:31
  2. PDC acqua aria con R32 e detrazioni 2019
    Da kathy nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 11-01-2019, 09:20
  3. Detrazioni 2017... dubbi sul 65%
    Da das873 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 13-11-2016, 13:07
  4. Acquisto nuovo condizionatore inverter. No ristrutturazione : detrazioni 50% si ?
    Da VecchioGhisa nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 04-07-2016, 18:28
  5. Detrazioni fiscali 55% per il risparmio energetico: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da ccaruso nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 119
    Ultimo messaggio: 05-08-2013, 21:54

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •