Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 103

Discussione: Nuova circolare VVF

  1. #61
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    Centro Italia
    Messaggi
    500

    Predefinito



    Mi sorgono alcune osservazioni sulla base di quanto detto e quanto normalmente si fa:

    1 - Realizzaione di coperture con lana di roccia ( e non poliuretano).
    Normalmente (non tutti i casi ma molti), quando si fa una copertura industriale con lana di roccia come isolante, e nel caso di un solaio in c.a. o laterocemento sottostante esistente, si utilizza uno strato (magari grecato), di copertura in metallo, che va posato sopra lo strato di lana di roccia isolante. Essendo la lana di roccia molto comprimibile spesso si usa ancorare la copertura metallica su travetti o altri elementi in legno che fungono da orditura e sono posati allo stesso livello della lana di roccia.
    in questi casi (come dicevo abbastanza comuni), visto che consideriamo la struttura per intero, all'interno abbiamo questi travetti in legno che sono tutt'altro che ignifughi.
    Quindi la soluzione non sarebbe idonea, fatto salvo trattare i travetti !!
    che ne pensate ????

    2 - altra osservazione:
    Spesso si usa ubicare i quadri e gli inverter all'esterno dell'edificio in modo che non ci sia bisogno di sezionare le varie stringhe con il comando di emergenza prima del loro in gresso in edificio, come citato nella circolare attuale e precedente.
    I dispositivi però (ripeto spesso), vengono ubicati in aderenza alla parete esterna dell'edificio (magari in box), pareti esterne che non sempre hanno uno specifico grado REI dichiarato.
    In questo caso quindi i dispositivi dell'impianto non sono compartimentati rispetto l'interno dell'edificio, anche se di fatto nessun cavo (nel caso di impianti ad esempio in vendita totale), entra nell'edificio stesso.
    Come la vedete questa questione ??? secondo voi deve e si può prendere qualche accorgimento in merito???

  2. #62
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Sep 2009
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Ringrazio Marsell per la risposta, ma mi pongo ancora una domanda:
    secondo voi un impianto di potenza <20kW installato sopra un tetto di un capannone rispettando la circolare, viene inteso come "modifica che comporta un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza antincendio"?
    Se la risposta è SI, allora devo avviare nuovamente la procedura di integrazione del CPI esistente, nulla osta di fattibilità o valutazione progetto
    Se la risposta è NO allora devo inviare ai VVF soltanto la Dichiarazione di Conformità dell'impianto fotovoltaico senza fare altro?
    Grazie ancora.

  3. #63
    Moderatore
    Registrato dal
    Dec 2008
    residenza
    Parma
    Messaggi
    2,941

    Predefinito

    La risposta è DIPENDE: è necessario che il tecnico che segue la pratica CPI faccia la sua valutazione e che poi provveda di conseguenza.

    Questo comporta che con situazioni oggettivamente identiche la sensibilità soggettiva del tecnico comporterà soluzioni diverse.

  4. #64
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2008
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Buongiorno a tutti.. leggendo la circolare mi sorge una domanda.. impianto installato a 0 su un binario fissato ad un tetto in laterocemento da 20 + 3 con sopra una guaina impermeabilizzante. In definitiva il binario è fissato sulla guaina ed il generatore è sopraelevato di circa 10 cm. La domanda è... visto che nei requisiti tecnici si parla di impianti installati su "elementi di copertura"incombustibili (classe 0 o classe A1 ecc.)... la copertura in questione si può considerare incombustibile? o serve lo strato di materiale EI30?
    Se tale condizione è richiesta per evitare che l'incendio si propaghi all'interno del fabbricato credo che l'elemento di copertura sia idoneo..se si considera tale condizione per evitare che l'incedio si propaghi SUL fabbricato...allora non so!!!

    Se dovesse essere necessaria lo strato EI30... (non sarebbe possibile installarlo ora...per motivi tecnici)... il tecnico prvenzione incendi potrebbe fare una specifica valutazione del rischio di propagazione dell'incendio (come riportato nella circolare) ed integrare al cpi esistente??.. in quel caso se si rispetta il comma 6 dell'art 4 del 151/2011 dicendo che l'impianto non aumenta il rischio d'incedio si può ovviare alla presentazione di un nuovo CPI?????????..

    grazie mille a tutti

  5. #65
    Novizio/a
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Rob74, tu dici bene e sono d'accordo con te però la circolare 1324 dice esattamente, nella premessa "L'installazione di un impianto fv a servizio di una attività soggetta ai controlli prevenzione incendi richiede gli adempimenti previsti dal comma 6 art. 4 del DPR 151".

    Ora, se riuscite a trovare un Comando che, conoscendo detta circolare, non vi chieda di procedere nuovamente alle "procedure" (come esplicitato sul DPR 151) fatemelo sapere e come siete riusciti a convincerli; io purtroppo ho fallito.

    Mingoz,
    a mio avviso se tu fai una installazione non complanare non devi fare nulla; al max potrebbero chiederti di evitare il contatto diretto dei cavi sulla copertura, a meno che non siano raccolti su delle delle condotte a prova di incendio oppure antideflagrazione (ebbene si, questo è quello che mi è stato richiesto da un Comando).

    Come vedete il mondo è bello perchè è vario

  6. #66
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2008
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marsell Visualizza il messaggio
    Rob74, tu dici bene......Mingoz,
    a mio avviso se tu fai una installazione non complanare non devi fare nulla
    Ciao Marsell... innanzi tutto grazie della risposta... secondo me sul fatto di rispettare art. 4 comma 6 del 151/2011...questo vale per qualsiasi impianto Fv realizzato sia prima che dopo l'entrata in vigore della circolare 1324. Infatti per alcuni impianti che abbiamo realizzato (premetto che negli impianti da me progettati non sono mai entrato nella zona compartimentata le parti d'impianto) allegato al CPI è presente una asseverazione del tecnico CPI che dichiara che non c'è un aggravio delle preesistenti condizioni di sicurezza d'incendio. A mio avviso... l'impianto fotovoltaico a parte situazioni particolari non modifica gran che le condizioni di sicurezza antincendio (esempio impianto installato su tetto con solaio in laterocemento, guaina e coppi...calata esterna in acciao...nicchia esterna...linea interrata fino nicchia contatori).
    Con la nuova circolare cambia...cmq l'impianto che stiamo costruendo è complanare (si tratta di un tetto piano)...anche se è alzato dalla copertura di circa 10 cm, non è incorporato come dice la circolare ma risulta installato sugli elementi di copertura (copertura).. le possibilità per rispettare la circolare secondo me sono una delle tre:

    - installato su elementi incombustibili
    - posizionare strato EI 30 se l'elemento non è classificato incombustibile
    - specifica valutazione del rischio di propagazione dell'incendio.

    credo che sia come al solito difficile dire o prendersi la responsabilità nel dire che le condizioni non sono aggravate ma credo che nel ns lavoro ognuno di noi debba valutare...applicare le norme e verificare gli effettivi e reali accorgimenti da effettuare...dico questo perchè dalle ns parti alcune interpretazioni di acuni VVFF sono state "c'è la guaina?? ci vuole sempre lo starto EI30 anche se sopra la guaina ci sono coppi e tegole ... motivo perchè la staffa è fissata sulla guaina..mah... io credo che procederemo con una valutazione accurata del rischio per verificare l'effettiva presenza o non presenza di aggravio delle condizioni.

    grazie a tutti

  7. #67
    Novizio/a
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    12

    Predefinito

    Prova a chiedere al comando cosa può fungere come strato EI30 con un peso contenuto...ad oggi non lo sa nessuno

    Qualcuno dice pannelli in cartongesso (che pesano una cosa vergognosa), altri lana minerale (che però va coperta naturalmente quindi + 7kg/mq di lamiera)...se il Mistero dell'Interno avesse messo una guida sui modi di intervento, con materiali tipo, sarebbe stato tutto più semplice.
    Anche Tuttonormel ha trattato l'argomento, senza entrare nel merito dei prodotti certificati; dunque l'utilità è pari allo zero

  8. #68
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2008
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Marsell Visualizza il messaggio
    Prova a chiedere al comando cosa può fungere come strato EI30 con un peso contenuto..pannelli in cartongesso...
    ...concordo assolutamente....visto che per superare il 10% dei pesi propi e permanenti si fa presto..... pannelli in cartongesso l'ho sentito pure io.... ma mi viene un attimo un dubbio.... questi pannelli sui quali dobbiamo installare i moduli...bene...ma come reagiscono all'esterno?? umidità.. acqua...neve... cos'è poi l'architetto ci chiede la guaina sopra allo strato????

    ciao a tutti

  9. #69
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    Centro Italia
    Messaggi
    500

    Predefinito

    ho già citato il caso,
    ma secondo voi, un solaio industriale con travi in laterocemento e tavelle in laterizio (no gett strutturale), con sopra isolante in lana di roccia e copertura in lamiera, e in particolare, la copertura ancorata al solaio con travetti di legno (4 cm), che intervallano la lana di roccia (quì sta il punto della situazione),
    anche con la presenza di tali travetti sotto la copertura metallica, può essere considerato idoneo o meglio Classe 0 ??

  10. #70
    Novizio/a
    Registrato dal
    Mar 2012
    Messaggi
    12

    Predefinito

    La maggior parte delle coperture che ho in valutazione dai Vigili del Fuoco ha i listelli in legno.
    I tecnici incaricati di seguirmi le pratiche di prevenzione incendi non mi hanno fatto problemi a dichiarare che comunque la copertura risponde ai requisiti della circolare 1324.

    Se vogliamo essere pignoli comunque è corretta la tua domanda e non escludo che qualche Comando possa fare storie.
    La nostra "difesa" già preparata a priori è comunque quella che essendo legno lamellare, il suo comportamento al fuoco è eccellente e comunque sempre superiore al REI30 richiesto da suddetta normativa.

    Attento piuttosto che la lana minerale sia in A1; ho visto lane in classe A2 a causa di una maggiore quantità di resina e lì si che mi hanno fatto delle storie i consulenti.

  11. #71
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2008
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Stagno Visualizza il messaggio
    ho già citato il caso,
    ma secondo voi............ meglio Classe 0 ??
    Ciao Stagno... io non sono un esperto di CPI...e credo che dovresti chiedere un parere ad un tecnico prevenzione incendi... comunque se hai dei problemi su una copertura di quel tipo non oso immaginare altre tipologie...se ho ben capito il tuo problema sono i travetti di legno fissati al solaio su cui è posata la copertura metallica; sulla copertura metallica fissi l'impianto; a mio avviso è considerato sicuramente idoneo e secondo me è di classe 0 come da DM 14/01/1985.

    ciao

  12. #72
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    Centro Italia
    Messaggi
    500

    Predefinito

    la mia titubanza nasce dal fatto che la circolare definisce l'intera copertura con classe A1 o 0.
    quindi se vado a vedere in sezione, causa il travetto non lo è.
    - Facendo un'analisi di massima, è vero che la copertura in metallo già protegge bene (anche se non isola dal calore), i travetti sottostanti 4cm, (non proprio 30 minuti....), che inoltre non essendo esposti da subito direttamente al fuoco, e essendo inglobati in lana di roccia A1, difficilmente potranno infiammars in 30 minuti (anche perchè l'incendio dei pannelli FV......)
    - facendo invece un'analisi da sottoporre ai VVF, la copertura ha elementi non A1, ne protetti ne isolati, e quindi in linea di principio non so se si può considerare A1, e ne se si un tecnico lo certificherebbe come tale.

    da quì i miei dubbi

  13. #73
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2008
    Messaggi
    24

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Stagno Visualizza il messaggio
    la mia titubanza nasce dal fatto che la circolare definisce l'intera copertura con classe A1 o 0.
    quindi se vado a vedere in sezione, causa il travetto non lo è.
    Cia Stagno.. io sono abituato a lavorare spesso con gli enti anche perchè ho lavorato per tanto tempo in uno di essi.. quindi decreti e regolamenti a gogo... ma mi limito a leggere attentamente la circolare.. "evitare la propagazione di un incendio del generatore fotovoltaico AL FABBRICATO NEL QUALE è INCORPORATO. tale condizione si ritiene rispettata quando....venga installato su strutture ed elementi di copertura e/o facciata incombustibili....
    bene..a mia interpretazione.. incorporato lo è nel momento in cui lo fissi alla copertura....e lo è!!!!!!
    bene..a mia interpretazione.. su strutture ed elementi di copertura.... la copertura metallica è un elemento di copertura e non tutta la copertura (la copertura è l'insieme del solaio travetti isolamento e copertura finale....stessa cosa la guaina applicata su un solaio di copertura in laterocemento..in quel caso la guaina è un elemento di copertura e questo è il problema più grosso)
    bene... a mia interpretazione la copertura metallica rispetta il DM 14/01/1985

    Ok...adesso che nessuno tecnico te lo certifichi può essere .. e che i VVFF ti dicano che non va bene può essere... ti posso dire questo...da noi i VVFF si stanno orientando a chiedere un elemento di copertura metallica dove c'è sotto la guaina...

    ciao

  14. #74
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    Centro Italia
    Messaggi
    500

    Predefinito

    Sportivo, il tuo mi sembra proprio il caso "non ammesso" dalla circolare, ossia con notevole strato (o componente) di classe non A1 (tutt'altro).
    lo strato superficiale in lamiera inoltre non si può ritenere una protezione (secondo la mia interpretazione), allo strato sottostante perchè in caso di incendio (con elevato calore come nella curva d'incendio tipica, ossia quella considerata nella prevenzione incendi), la lamiera dura poco e inoltre anche prima del suo cedimento il calore passa e "scioglie" il polistirene.


    la soluzione però può essere adottata in edifici non soggetti a controllo dei vigili del fuoco.

  15. #75
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Sep 2009
    Messaggi
    34

    Predefinito

    Ciao a tutti
    quindi riassumendo, la normativa è soddisfatta con un tetto in lamiera senza coibentazione (tipo poliuretano o simili) anche se sotto ci sono i travetti in legno su copertura in laterizio o c.a. in quanto in 30min non c'è sicuramente pericolo che i travetti si incendino.
    Non è soddisfatta con lamiere coibentate, anche se non ne sono del tutto convinto o con struttura portante in legno.
    Se non fosse così si dovrebbero ricoprire tutti i tetti con materiali isolanti EI30!!

  16. #76
    Appassionato/a
    Registrato dal
    May 2008
    Messaggi
    218

    Predefinito pannelli ossido di magnesio

    per Stagno
    pannello ossido di magnesio da 1 cm soddisfa le richieste?
    se metto: foglio di ossido di magnesio da 1 cm in modo da costituire un tavolato di copertura a vista; polistirolo 1o cm,
    lamiera da 08/10 e pannello fv?

    capisco che meglio sarebbe polistirolo, pannello di ossido di magnesio e lamierato poi pannello fv, ma mi mancano gli appoggi
    laterali per le alette del tegolone che dovrei fare sempre di polistirolo o legno.-
    grazie

  17. #77
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    residenza
    Centro Italia
    Messaggi
    500

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da sportivo Visualizza il messaggio
    per Stagno
    pannello ossido di magnesio da 1 cm soddisfa le richieste?
    se metto: foglio di ossido di magnesio da 1 cm in modo da costituire un tavolato di copertura a vista; polistirolo 1o cm,
    lamiera da 08/10 e pannello fv?
    grazie
    non conosco bene le caratteristiche dell'ossido di magneso,
    ma "a mio giudizio e parere", con il polistirolo non ci siamo proprio. La circolare in pratica, ha tagliato fuori tutte quelle soluzioni con materiali cellulari tipo polistirolo.

  18. #78
    Novizio/a
    Registrato dal
    Feb 2012
    residenza
    Staranzano (GO)
    Messaggi
    16

    Predefinito

    In caso di incendio, un isolatore può fare la differenza in materia di sicurezza.

  19. #79
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Feb 2012
    Messaggi
    44

    Predefinito

    Alcune domande: il proprietario di un fienile che dovrebbe avere CPI, ed invece non l'ha mai avuto, cosa rischia? E se vi realizza sopra un impianto fotovoltaico? Cosa rischia invece il tecnico che firma il progetto? Grazie

  20. #80
    Paladino del Forum
    Registrato dal
    Jun 2009
    residenza
    Italy-Russia
    Messaggi
    3,236

    Predefinito

    Io al posto suo mi metterei in regola.


 
Pagina 4 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Accatastamento impianto come D1 e circolare 46/E
    Da sirluke nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 09-01-2014, 17:55
  2. Chiarimento circolare n.46
    Da niofar nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 12-07-2010, 00:40
  3. Circolare N.46/e
    Da YARI nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 02-07-2008, 09:19
  4. Agenzia Entrate: circolare 66/E
    Da PaoloZ nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-12-2007, 22:58
  5. Circolare AdE 19/07/07
    Da Terminus2 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 25-10-2007, 00:24

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •