Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 12 primaprima 123456789101112 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 227

Discussione: Taratura triennale contatore statico di produzione e.e..

  1. #81
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Ho preferito mettere in chiaro la risposta dell'agenzia delle dogane per condividere con Voi lo status attuale della pratica. Da colloqui tenuti oggi presso gli uffici dell'Agenzia Dogane mi dicono che vi sono ancora molti dubbi sulle modalità di rilascio di tali regimi semplificati, a tal proposito anche la scadenza di 30 gg per inviare la lettera di richiesta regime semplificato secondo il modulo prestabilito dell'ufficio sembra non si terrà in considerazione in maniera ferrea (non so cosa significa in realtà) poiché loro stessi in attesa di maggiori chiarimenti a livello nazionale. Anche il GSE non ha risposto al nostro quesito in merito ai dubbi dell'ufficio dogane. Qualcuno diversamente è già rientrato tra noi in regime semplificato?

  2. #82
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Si, ma c'è il dubbio che appena la situazione si sblocchi, si sarà costretti a rientrare OBBLIGATORIAMENTE nel regime "standard"...

    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  3. #83
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito Eureka!

    Finalmente sono arrivati dei chiarimenti ufficiali della AdD !!!!! Era ora!!!

    Allego pdf con il doc :

  4. #84
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie! Figuriamoci se l'AdD riuscisse ad inviare una mail a tutte le officine fotovoltaiche aperte... si chiede troppo dalle amministrazioni!

  5. #85
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    @emanuele:

    Giusto emanuele, si potrebbero stancare il dito sul mouse del PC!!!

  6. #86
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Attendiamo quindi che GSE dia un seguito alla risoluzione di questa incongrenza, legata alla presentazione della dichiarazione annuale di consumo.

    Non mi è chiaro però il passaggio dove si dice: "in merito all’estensione delle semplificazioni di cui trattasi anche alle officine elettriche nelle quali la totalità dei consumi è in esenzione d’accisa, si ritiene che la previsione del novellato articolo 55 del TUA
    debba intendersi limitata alle modalità di accertamento e liquidazione dell’accisa dovuta."

    Cioè???


    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  7. #87
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Liga.... sai che rileggendo attentamente il documento delle dogane, a parte quello che evidenziavi tu.... c'è molto di peggio!!

    Andiamo per ordine:

    L' ing. capo delle dogane spiega che per legge si puo' attuare una procedura semplificativa per le officine elettriche che dovendo l' accisa allo stato possono utilizzare un calcolo forfettario, fregandosene di quanto letto sui contatori ......... e fin qui ci siamo! Lo sapevamo già, e non c'erano dubbi, se non per il discorso legato al GSE, e in questo caso invece che chiarire..... peggiorano, dato che chi ha richiesto la semplificazione alle AdD risulta buona solo per le accise, ma non serve a niente per il GSE. Cioè i kw per il GSE devono essere effettivi, mentre per le dogane possono essere "previsti".

    E peggiorano ancora la situazione dicendo che, comunque, la dichiarazione annuale non è una attestazione di produzione, da quanto capisco io, le AdD si lavano le mani sulla veridicità della dichiarazione!! (mi chiedo vale per tutti gli impianti, allora!!) Pazzesco i contatori, i registri e le varie verifiche fiscali potrebbero essere sballate???

    1- "Tenendo quindi presente il dettato normativo e la prassi sottesa, questa Direzione Centrale, pur condividendo la ratio di quanto argomentato dalla Direzione interregionale per la Puglia, il Molise e la Basilicata (nota prot.19812/2013) e dalla Direzione interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche (nota prot.24663/2012) in merito all’estensione delle semplificazioni di cui trattasi anche alle officine elettriche nelle quali la totalità dei consumi è in esenzione d’accisa, si ritiene che la previsione del novellato articolo 55 del TUA debba intendersi limitata alle modalità di accertamento e liquidazione dell’accisa dovuta. "




    Poi viene il finale:


    "Infine, per quanto riguarda i soggetti di cui all’articolo 53-bis del TUA produttori di energia elettrica, i quali, non verificandosi il presupposto dell’obbligazione tributaria (fornitura a consumatori finali ovvero consumo per uso proprio) non rientrano tra i soggetti obbligati e non sono tenuti ai medesimi adempimenti ai fini dell’accertamento delle accise,

    si rappresenta che gli stessi sono comunque tenuti a rispettare la normativa metrica (cioè dobbiamo comunque installare i contatori e collaudarli???)

    e le disposizioni che regolano il mercato dell’energia elettrica e sono soggetti ai controlli previsti dall’articolo 58, comma 2, del TUA

    anche in relazione alla dichiarazione riepilogativa dell’energia elettrica prodotta e immessa nella reti di trasmissione o distribuzione, (ancora!!! cioè dobbiamo comunque fare la dichiarazione annuale di produzione??)

    di cui al citato articolo 53-bis. "

    Non ho parole!!!

    Vi prego, ditemi che mi sbaglio e non ho capito niente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  8. #88
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Leggandola mi pare invece di cogliere una sorta di diatriba con il GSE ..

    Ma mi pare anche a me poco chiara ...

  9. #89
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao,
    dico la mia, con beneficio di errore.

    I soggetti che devono pagare le accise ( off. elettr. >20 kWp < 100kWh ) possono pagare le accise in maniera forfettaria. Questi soggetti possono fare a meno di mettere i contatori fiscali ecc.ecc.
    SE gli stessi soggetti hanno il contributo dal GSE si devono regolare con le indicazioni del GSE per farsi riconoscere la quantità di e.e. incentivabile ma, precisa AdD, il GSE non potrà richiedere la copia della dichiarazione xchè non dovrà essere fatta.

    Inoltre AdD precisa che l'aver inviato la dichiarazione e aver avuto la ricevuta dell'inoltro non significa che i dati inviati siano esatti, coerenti e accertati. A mio avviso nulla di nuovo ! infatti il S.R. può fare una dichiarazione farlocca e mettere dei dati sballati. Il GSE, a fronte della presentazione della dichiarazione e della ricevuta di inoltro viene a conoscenza che un ente di Stato ( l' AdDogane ) è a conoscenza che c'è una officina elettrica, che ha presentato una dichiarazione e che può essere controllata fiscalmente.

    Un pò come il titolo abilitativo del Comune sede dell'impianto. Con esso GSE ( lo Stato ) sà che il Comune ( lo Stato nel paese ) è a conoscenza che stai realizzando un impianto Fv che riceverà un contributo pubblico.

    Io interpreto cosi:
    i soggetti che pagano le accise in modo forfettario non hanno l'obbligo del misuratore fiscale dell'e.e. prodotta e non devono fare la dichiarazione.

    Per gli altri valgono le regole note.
    Bruno da Bergamo- kWp 2,46 -24° sud inclinazione 17° integrato Pann. Schuco inverter Schuco

  10. #90
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Bruno, ok l' impianto generale del documento, anche se quanto dici..... era già chiaro anche prima del "chiarimento!"

    ma per quanto ci riguarda:


    1-"si rappresenta che gli stessi sono comunque tenuti a rispettare la normativa metrica "


    2-"e le disposizioni che regolano il mercato dell’energia elettrica e sono soggetti ai controlli previsti dall’articolo 58, comma 2, del TUA anche in relazione alla dichiarazione riepilogativa dell’energia elettrica prodotta e immessa nella reti di trasmissione o distribuzione".

    Quello che no capisco, pero', è perché concludono con queste due affermazioni???

    1-Cosa vuol dire che devono rispettare la normativa metrica? Cioè comunque sono obbligati ad utilizzare dei contatori (ma solo certificati CE, riconosciuti da enel, o come credo comunque installati da enel per verificare la produzione..... ma che me ne frega se sono fuori dal CE??)

    2-I controlli dell' articolo 58 sono quelli che comunque possono fare sempre ... di giorno o di notte i pubblici ufficiali, ma se non ho i contatori cosa possono verificare sull' impianto fotovoltaico (forse intendono in generale, anche per vecchi impianti con il CE che richiedono l' officina elettrica in convenzione??), e comunque sia perché questa affermazione, dato che è chiaro che un' officina elettrica è soggetta a controlli....... poi proseguono "anche in relazione alla dichiarazione riepilogativa dell’energia elettrica prodotta e immessa nella reti di trasmissione o distribuzione", ma stiamo parlando di impianti esenti da tale dichiarazione, contatori etc.

  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me la nota delle Dogane chiarisce due cose:

    1) Il GSE non può richiedere la copia dell'avvenuto invio della dichiarazione annuale di consumo agli utenti che non devono inviare nulla perché usano la procedura "semplificata" con accise pagate a forfait senza contatori bollati, registri ecc. La nota è un invito al GSE ad organizzare le proprie procedure in tal senso

    2) I soggetti che non devono pagare accise sull'energia prodotta e autoconsumata (quindi il 99% dei fotovoltaici sopra i 20 kW, fanno eccezione solo gli impianti > 20kW al servizio di una abitazione) non possono utilizzare la procedura semplificata di cui sopra perchè non possono pagare a forfait le accise in quanto non dovrebbero proprio pagare accise ed addizionali. In conseguenza di ciò, tutti questi impianti sopra i 20kW devono continuare ad avere i registri, devono effettuare i controlli di taratura UTF ogni tre anni e relativi sigilli sui contatori, devono inviare la dichiarazione annuale di consumo.

  12. #92
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Anch'io alla fine l'ho interpretata così...
    In pratica il punto 1 è un'ottima notizia, che però è inutile data l'inc(ula)ta del punto 2...

    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  13. #93
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    ...... mi arrendo!!!!!, faccio quello che nel ns paese è meglio per non incorrere in nessun tipo di problema, complicazione burocratica, bruciori notturni di stomaco:


    NIENTE!!!

    Anzi in questo modo avro' il tempo anch'io per andare un po' in giro col forcone !!!!!!!!!!

  14. #94
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ligabue82 Visualizza il messaggio
    I 318€ sono per l'energia immessa (contatore di scambio).

    Il contatore di produzione (energia prodotta) ha un altro canone (circa 30€/anno in BT).



    saluti
    Scusate se mi intrometto in questa discussione poichè il mio argomento è attinente, ma non trovo altre discussioni al riguardo.

    Io ho un impianto in RID su un capannone allacciato nel 2011 di 12,4 KW, quindi con un solo contatore (quello di scambio).

    Per la misura enel mi chiede per il servizio di misura €318 + iva.

    Si capisce che questa è una cifra esorbitante per le dimensioni del mio impianto in particolare da quest'anno (2014) in poi col taglio dei prezzi minimi garantiti a 0,38 cent.

    Ho analizzato sul portale di enel distribuzione la delibera 88/07 di AEEG che stabilisce i costi del servizio di misura per l'energia prodotta (immagino riguardi solo il contatore di produzione) e differenzia tra impianti > 20 kw e impianti < 20 KW. in quest'ultimo caso con importi dell'ordine di poche decine di euro.

    Possibile che non esista una delibera dell'autorità analoga a questa che stabilisca corrispettivi "decenti" anche per la misura sul contatore di scambio?

    Per contro, ho sul tetto di casa un altro impianto in SSP di 20 KW.

    Perchè, in questo caso avendo due contatori (uno di scambio ed uno di produzione) enel mi fa pagare il servizio di misura solo sul contatore di produzione a tariffa stabilita dall'autorità (poche decine di euro) e non anche su quello di scambio?

  15. #95
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo è così e qui spiega tutto: Produttori - Servizio di misura - Rete Enel Distribuzione - Reti - Enel Distribuzione

    Il Produttore puro, che preleva solo la potenza assorbita dai servizi strettamente necessari al funzionamento degli apparati di produzione (servizi ausiliari), ha l'onere dell'installazione e della manutenzione del misuratore solo per impianti di produzione di potenza nominale > 20 kW con tensione di connessione alla rete diversa dalla bassa tensione. Negli altri casi la responsabilità dell’installazione e manutenzione è a carico del gestore di rete. Questo ultimo peraltro è tenuto a svolgere la rilevazione, la registrazione e la validazione dei dati di misura. Nel caso di produttore puro connesso su rete di distribuzione il gestore di rete è il Distributore.

    http://www.enel.it/it-IT/doc/reti/en..._1_immessa.pdf

    taglio dei prezzi minimi garantiti a 0,38 cent
    ??? Ma il taglio non prevede una diminuzione (di solito)?

    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  16. #96
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Anch'io Liga .... ho quel dubbio atroce!!!

    Per quale motivo chi ha sia il contatore di scambio che quello di produzione non paga i 318 (che poi come lamentato da piu' utenti sono 330 + iva all' anno!!) previsti per il contatore di scambio in BT con potenza fino ai 20 kw??????????????????????????

    Chiarito il costo del contatore di produzione (i 30 euro circa ) come si spiega l' esenzione dei costi per il contatore di scambio???????

    Non è che si sono dimenticati e fra qualche mese ci mandano (a tutti!!) il conto?

  17. #97
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per un impianto da 88 KWp, ho ricevuto un preventivo per la taratura periodica di un contatore Enel di 1.200 €, non vi sembra un po caro? possibile che in Puglia non ci sia una Società che esegue le tarature periodiche? (triennali)

  18. #98
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    preventivo per la taratura periodica di un contatore Enel di 1.200 €,
    E che diamine!!!
    Fai prima a comprarti un nuovo contatore già tarato!

    Cerca Tecnoel Lecce oppure GS Green Energy Cosenza. Prezzo meno della metà di quello da te postato...
    Ma ce ne sono tanti altri, basta cercare...
    A buon rendere...

    saluti
    Villetta 160 mq zona climatica D in ristrutturazione (casa elettrica - NO GAS)
    Pavimento radiante: passo 10 (5 nei bagni) tutto in BT
    Raffrescamento tramite fancoil - Pompa di Calore: Mitsubishi Zubadan 11,2 kWt
    ACS: accumulo da 350l Viessmann Solarmax (adatto a Pompe di calore) + ST
    Fotovoltaico da 5,4 kWp Aleo + Solaredge con ottimizzatori dal 12/10/2016

  19. #99
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao a tutti!
    mi ritrovo spesso su questo forum a cercare info che tramite canali ufficiali è pressoché impossibile ottenere. Da molti anni combatto, come voi, contro la mostruosa macchina burocratica italiana che ha, fin da subito, affondato i suoi artigli in profondità anche nel mondo del fotovoltaico.
    Quindi ringrazio tutti per il supporto che fornite e spero nel mio piccolo di poter aiutare qualcuno in futuro.

    vengo alla mi domanda:
    Ho un cliente nella provincia di Bari che deve eseguire la verifica di taratura del contatore di produzione. Volevo consigliargli Tecnoel, che essendo geograficamente più vicino, in teoria dovrebbe proporre dei prezzi più vantaggiosi non eccessivamente sovraccaricati dei costi di trasferta. Questo ente taratore però non sembra più esserci nella lista degli enti autorizzati dalle Dogane: http://www.agenziadogane.it/wps/wcm/...a9b21e79205466

    Possibile che il taratore autorizzato più sud sia a Napoli?
    Ultima modifica di nll; 09-08-2014 a 11:17 Motivo: Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum.

  20. #100
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da buatte Visualizza il messaggio
    Possibile che il taratore autorizzato più sud sia a Napoli?
    Si, è possibile: circa un anno fa sono cambiate le caratteristiche minime per poter mantenere la licenza di verificatore autorizzato (certificazioni dell'azienda ecc.) e probabilmente qualcuno non si è adeguato e alcune licenze sono state sospese o ritirate

  21. RAD
Pagina 5 di 12 primaprima 123456789101112 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Contatore trifase statico DH1113/3 in lettura
    Da Solarblog nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 19-01-2017, 17:44
  2. Eolico statico
    Da Franco52 nel forum EOLICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-03-2013, 17:29
  3. Taratura contatore UTF
    Da Paolo1981 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 14-09-2012, 14:56
  4. differenza tra dati produzione inverter e contatore produzione -50%!!!
    Da modenet nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 18-01-2012, 09:56
  5. Laurea triennale e progetti fotovoltaici
    Da nhio83 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 24-12-2007, 11:07

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •