Delios Srl Inverter fotovoltaici e accumulo
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 54

Discussione: Cambio titolarità

  1. #21
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    non so se quarto CE significhi SSP o no..ma se in SSP, esso prevede che SSP sia intestato come il contatore..per cui ti troveresti con un contatore intestato a te a casa di tuo figlio..penso che distributore non potrebbe autorizzarlo.

    ma anche in assenza di SSP, esercire un FV in una abitazione NON propria, significa produrre kwh NON destinati al PRORIO personale uso domestico..ciò significa fare una attività commerciale...in pratica sei un rpoduttore di energia commerciale..che poi decidi di regararla senza farla pagare, ma questo non ti rende "non commerciale"...intestalo a lui..che vantaggio ti procura tenertelo?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  2. #22
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Marcober, si sono in SSP, vorrei evitare di fare la trafila del cambio titolarità perchè poi i soldi devono rientrare a me essendo in mobilità e lontano dalla pensione, quindi non potendoli lasciare a mio figlio, che li avrebbe sul conto e me li deve rigirare sul mio conto,volevo evitare questo passaggio.
    Se dono un'appartamento a mio figlio e uno a mia figlia e richiedessi l'uso frutto per entrambi? potrei evitare di fare il cambio di titolarità? grazie.
    Impianto 3 kwp; 41,57,31N 13,28,23E; 15 moduli Suntech policristallino 200wp unica stringa; inverter Power One 3600 IT; orientamento -45 sud-est incl.20°.
    dal 20 agosto 2012,potenziato impianto con altri 3kwp; stesso orientamento

  3. #23
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    se li doni e hai usufrutto , non hai problema..pero poi loro non devono risiederci come nuovo nucleo famigliare separato del tuo..insomma, devono starci come tuoi famigliari conviventi
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  4. #24
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao lupus6734,

    per mantenere la titolarità penso basta non cambiare l'intestatario del contatore, però in questo caso prendi SSP, ma dovrai pagargli le bollette dell'elettricità, e non penso ci siano altri problemi

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ok, giorni fà stavo leggendo il manuale utente per la richiesta di trasferimento titolarità e in un modulo parlava di esenzione della comunicazione al Gse per impianti di potenza minore o uguale a 6Kwp perchè considerato di pertinenza, è così? nel caso dovrei fare per forza il cambio di titolarità mi indicate passo passo cosa fare,grazie.

    P.S. ho visto che il mio essendo 3kwp poi potenziato con altri 3 kwp viene considerato 6kwp, ha altre difficoltà di comunicazione al Gse e gestore elettrico.

    Claudio
    Ultima modifica di lupus6734; 27-10-2016 a 16:13
    Impianto 3 kwp; 41,57,31N 13,28,23E; 15 moduli Suntech policristallino 200wp unica stringa; inverter Power One 3600 IT; orientamento -45 sud-est incl.20°.
    dal 20 agosto 2012,potenziato impianto con altri 3kwp; stesso orientamento

  6. #26
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Lore, in teoria non puoi intestarti un POD dove non sei proprietario o hai un contratto di diritto reale...

    Li ci sara un Sub catastale diverso da quello dove lui ha sua residenza..metti che per qualsiasi motivo GSE ti chieda una fotocopia CI..dove risulta che hai cambiato residenza..cosa gli dici?
    io con incentivi di mezzo, eviterei rischi.

    poi anche ADE avrebbe da ridire sul fatto che incentivi e SSP diventano reddito di impresa.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  7. #27
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao marcober,

    pensavo che essendo lui usufruttuario potesse mantenere l'intestazione del contatore, certo se sono 2 appartamenti che dona e un solo contatore le cose si complicano molto

  8. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io sono nel V conto, e mi ricordo che l'intestatario dell'impianto FTV doveva essere lo stesso dell'intestatario della bolletta.
    Piu che altro, non sarebbe più SEU.Per essere SEU, l'instestatario dell'impianto deve essere proprietario e avere un diritto reale sulla particella dove sta tale impiantoo
    La soluzione migliore sarebbe che fa la donazione, mantenedno per lui l'usufrutto.

  9. #29
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    si..se lui è usufruttuario, puo mantenere contatore e SSP a nome suo..e puo ospitare a casa sua i suoi famigliari (stato di famiglia)...non potresti ospitare altri..quind se obiettivo e dare la casa al figlio che si mette da solo come sato famiglia o si sposa..e ci prende residenza..come fa se lui è usufruttuario?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  10. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    si..se lui è usufruttuario, puo mantenere contatore e SSP a nome suo..e puo ospitare a casa sua i suoi famigliari (stato di famiglia)...non potresti ospitare altri..quind se obiettivo e dare la casa al figlio che si mette da solo come sato famiglia o si sposa..e ci prende residenza..come fa se lui è usufruttuario?
    Non puo, semplice.

  11. #31
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao marcober,

    secondo me il problema più grosso è avere 2 appartamenti che doni hai tuoi 2 figli e avere un solo contatore per entrambi

  12. #32
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    i contatori sono due, uno per appartamento,chiaro mio figlio adesso è solo ma quando si sposa diventerebbe un'altro problema,
    cerco in pratica una soluzione facile e lecita che mi permetta di non fare quel giro di soldi, se no opto per il cambio di titolarità,
    credo si faccia tutto tramite portale Gse o si deve comunicare anche al gestore di rete o altri
    Impianto 3 kwp; 41,57,31N 13,28,23E; 15 moduli Suntech policristallino 200wp unica stringa; inverter Power One 3600 IT; orientamento -45 sud-est incl.20°.
    dal 20 agosto 2012,potenziato impianto con altri 3kwp; stesso orientamento

  13. #33
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Se ci deve prendere lui residenza, non puoi tenere tu usufrutto...mentre se lui incassa e poi vuole farti un regalo, non vedo problema...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  14. #34
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok grazie,capito il concetto
    Impianto 3 kwp; 41,57,31N 13,28,23E; 15 moduli Suntech policristallino 200wp unica stringa; inverter Power One 3600 IT; orientamento -45 sud-est incl.20°.
    dal 20 agosto 2012,potenziato impianto con altri 3kwp; stesso orientamento

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito cambio titolarità

    Mi sono rivolto al GSE in merito al trasferimento di titolarità di impianto ftv, e precisamente al suo conferimento in una società agricola semplice.
    Questo ciò che riporta il manuale:

    - copia conforme dell’ atto notarile di cessione/conferimento da cui si evincano i timbri notarili e la registrazione presso il Pubblico Registro/Camera di Commercio, comprensivo di perizia di stima del ramo con esplicita inclusione dell’impianto e delle relative convenzioni ad esso associate. Tale atto deve contenere l’indicazione dei dati identificativi dell’impianto (pod, potenza, ubicazione, codici convenzioni GSE);

    questa la risposta al quesito:- La informiamo che per il cambio di titolarità è necessario attenersi al relativo manuale. Nel Manuale Utente per la Richiesta di Trasferimento di Titolarità non vengono richiesti esplicitamente requisiti particolari per il soggetto che deve asseverare la perizia, fermo restando la successiva valutazione della documentazione da parte del polo competente.

    Quindi supponendo di affidarmi ad un tecnico abilitato iscritto all'albo, la perizia deve essere giurata o no?....il valore da dare all'impianto deve essere quello attuale/reale o originario?....chi ha avuto esperienze può darmi informazioni? grazie.

  16. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da saba Visualizza il messaggio
    Mi sono rivolto al GSE in merito al trasferimento di titolarità di impianto ftv, e precisamente al suo conferimento in una società agricola semplice.
    Questo ciò che riporta il manuale:

    - copia conforme dell’ atto notarile di cessione/conferimento da cui si evincano i timbri notarili e la registrazione presso il Pubblico Registro/Camera di Commercio, comprensivo di perizia di stima del ramo con esplicita inclusione dell’impianto e delle relative convenzioni ad esso associate. Tale atto deve contenere l’indicazione dei dati identificativi dell’impianto (pod, potenza, ubicazione, codici convenzioni GSE);

    questa la risposta al quesito:- La informiamo che per il cambio di titolarità è necessario attenersi al relativo manuale. Nel Manuale Utente per la Richiesta di Trasferimento di Titolarità non vengono richiesti esplicitamente requisiti particolari per il soggetto che deve asseverare la perizia, fermo restando la successiva valutazione della documentazione da parte del polo competente.

    Quindi supponendo di affidarmi ad un tecnico abilitato iscritto all'albo, la perizia deve essere giurata o no?....il valore da dare all'impianto deve essere quello attuale/reale o originario?....chi ha avuto esperienze può darmi informazioni? grazie.
    non ho esperienza diretta, ma leggendo quanto riportato credo che il manuale faccia riferimento alla perizia del valore del ramo d'azienda conferito, includendo anche l'impianto fotovoltaico, ma senza necessità di scendere nel dettaglio né di perizie giurate.

    Non c'è nessuno che abbia esperienza completa di un cambio di titolarità?
    leggendo il manuale restano vari dubbi:
    - la richiesta di cambio SSP deve essere successiva o contestuale al cambio convenzione incentivo?
    - la variazione in Gaudì va fatta anche nel caso di locazione d'impianto?
    - si deve comunicare qualcosa al distributore di rete?
    - si devono redigere nuovi regolamenti d'esercizio?
    5,76 kWp, Aleo S18 240W, SMA SMC 5000, t.i., Sud, 18°, allacciato 07/2010
    14,4 kWp, Aleo S18 240W, 2 SMA SMC 6000 + SB 3300, bonifica amianto, t.i., Sud, 33°,
    allacciato 10/2010

  17. #37
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve!
    Riapro questa discussione per fare queste domande:
    - Nel caso il soggetto responsabile di un impianto di 5,94 Kwp in SSP, proprietario della casa dove è installato, decida di intestare (donare) il tutto al nipote minorenne supportato da un tutore, può evitare di fare il cambio di titolarità se il contatore di consumo viene volturato al tutore?
    - Eventualmente il tutore deve essere lo stesso soggetto responsabile inserito sullo stato di famiglia per evitare il cambio e mantenere l'utenza intestata del contatore di consumo?
    - L'atto notarile deve per forza riportare l'esistenza dell'impianto sul tetto dell'immobile?
    Spero di aver spiegato bene la situazione.
    Grazie a chi mi vorrà rispondere!|

  18. #38
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    non penso sia indispensabile citare il F nell'atto, ma questo cambia zero sulla necessita che SSP e Contatore siano intestati alla stessa persona, cioè ad una persona che ha residenza presso abitazione ove insiste impianto. Se poi tale persona è minorenne e ha un tutore, che si intesta in nome e per conto lui le cose, penso che il tutore NON debba per forza coabitare o essere del nucleo famigliare...ma si intesta il tutto su procura, come tutore.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  19. #39
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito cambio titolarità

    Buon giorno.
    Ho seguito con interesse questa discussione in quanto ho anch'io necessità di chiarimenti in merito.
    Mio figlio, per motivi di lavoro, si è trasferito in altra provincia e ha deciso di affittare l'immobile, di sua proprietà, dove abitava e sul quale ha installato un impianto fotovoltaico da 3 Kw.
    Non sapendo come comportarsi in merito al cambio di titolarità ha posto il quesito al GSE :
    "Sono proprietario di un'immobile con impianto fotovoltaico installato con attivate le convenzioni - CONTO ENERGIA e SCAMBIO SUL POSTO. Essendomi trasferito in altra provincia per motivi di lavoro ho l'esigenza di cambiare la mia residenza e affittare con contratto di locazione l'immobile di cui sopra. Quindi vorrei sapere: - posso affittare l'appartamento con l'impianto fotovoltaico e mantenere la titolarità dell'impianto stesso? - debbo trasferire la titolarità dell'impianto e delle convenzioni attivate oppure posso trasferire solo la convenzione di scambio sul posto e mantenere la titolarità del conto energia, in quanto proprietario dell'immobile e dell'impianto fotovoltaico, e dare mandato senza rappresentanza al locatario?"
    La risposta da parte del GSE è stata:
    "in merito alla Sua comunicazione, La informiamo che in base a quanto previsto dalla Delibera 578/2013/R/EEL, a partire dal 01/01/2014 il servizio di scambio sul posto può essere richiesto esclusivamente dal titolare del punto di connessione (POD) che deve altresì essere cliente finale, ovvero essere controparte del contratto di fornitura dell’energia elettrica, per l’utenza che insiste sul medesimo POD. Nel caso in cui l’utente dello scambio sul posto (USSP), non abbia la titolarità dell’impianto collegato al suddetto POD, deve obbligatoriamente avere mandato senza rappresentanza da parte del produttore ad immettere l’energia elettrica in rete.In relazione a quanto sopra, l’USSP può non coincidere con il titolare della convenzione di Conto Energia, quindi qualora sul medesimo impianto siano in essere una convenzione di Conto Energia ed una convenzione di Scambio sul Posto, è possibile richiedere il trasferimento di titolarità per una sola delle due convenzioni, con il rispetto dei seguenti vincoli:- il titolare della convenzione di Scambio Sul Posto dovrà essere necessariamente il titolare del punto di connessione (POD) e del contratto di fornitura dell’energia elettrica e dovrà avere mandato senza rappresentanza da parte del produttore ad immettere energia elettrica;- il titolare della convenzione di Conto Energia dovrà essere colui che ha la disponibilità/titolarità dell’impianto.Con riferimento alle richieste di variazione di titolarità di impianti fotovoltaici su cui è presente sia una convenzione di Scambio sul Posto che una convenzione di Conto Energia si precisa quanto segue:-gli impianti fotovoltaici di potenza inferiore o uguale a 6 kW installati su immobili sono considerati pertinenze e come tali vengono trasferiti contestualmente al passaggio di proprietà del medesimo immobile;
    - nel caso di variazione di titolarità della sola Convenzione di Scambio sul Posto non dovrà essere fornito un atto/scrittura privata attestante il passaggio dell’impianto (il quale rimarrà nella disponibilità/titolarità del soggetto che sarà intestatario della convenzione di Conto Energia).
    Il GSE si riserva in ogni caso di richiedere, ove necessario, integrazioni documentali in relazione alla tipologia di trasferimento di titolarità e alla potenza dell’impianto, nonché di effettuare controlli e verifiche al riguardo."

    Quindi:
    è sufficiente effettuare una voltura del contratto di fornitura, mantenendo il solito POD, e dare al subentrante mandato senza rappresentanza, mantenendo la titolarità dell'impianto in quanto proprietario dell'immobile e dell'impianto stesso (pertinenza dell'immobile) ?
    è corretta la mia interpretazione o mi sfugge qualcosa?
    Ringrazio chiunque vorra rispondermi.

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Pompe di calore
    Si Valter PT, anche io la interpreto così. E per quanto riguarda il Conto Energia può mantenere la titolarità e continuare a percepire l'incentivo


    Pongo anche io un dubbio su un cambio di titolarità:

    Un cliente ha un impianto fotovoltaico da 10 kWp incentivato con Quinto Conto Energia, installato su un capannone dove al momento è attiva un'attività agricola.
    giunto alla pensione, il titolare vorrebbe cessare l'attività e chiudere la p.iva.
    Secondo voi può farlo lasciando il capannone vuoto e intestarsi l'impianto come persona fisica?
    E nel caso decidesse di cedere il capannone in comodato d'uso gratuito a suo figlio può mantenere la titolarità dell'impianto e continuare a percepire l'incentivo?
    Lui in realtà non vorrebbe lasciare nemmeno l'autoconsumo, ma in questo caso dovrebbe richiedere un nuovo contatore e dubito che si possa

  21. RAD
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Fotovoltaico cambio titolarita
    Da Viktoriya nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 27
    Ultimo messaggio: 23-02-2017, 10:43
  2. Cambio titolarità impianto
    Da lisa nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-12-2014, 14:02
  3. Cambio Titolarità impianto
    Da andmaz nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 22-09-2013, 15:24
  4. GSE: cambio titolarità
    Da giuliano58 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 23-05-2013, 09:57
  5. Cambio di titolarità
    Da Ciminiera#11 nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 26-09-2011, 16:55

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •