Salve,
sono anni che non frequento e non scrivo, ma per qualche motivo ricordavo la password!

Vorrei incollare dei pannelli solari flessibili su un tendone agricolo e vorrei un chiarimento normativo.
Premetto che non faccio un impianto a terra perché mi scoccia perdere superficie coltivabile (la vasetteria rende di media 15€/mq*anno) e poi perché trovo immorale sprecare così del suolo in pianura.
Aggiungo poi, prima che mi diciate di mettere dei normali pannelli su un capannone, che non ci sono strutture idonee a ospitare pannelli normali nelle vicinanze.
Praticamente o vanno su una copertura plastica o non vanno da nessun'altra parte.

Come da legge, per le serre, la copertura del tendone è da considerarsi temporanea, ovvero i pannelli, solidali con essa, devono considerarsi amovibili.
La corrente non sarà fatta circolare in rete, ma solo ed esclusivamente indirizzata ad una pompa idraulica fotovoltaica, che provvederà al lago.
Nel caso la giornata non permetta di riempire il lago, la pompa sarà comunque in grado di operare utilizzando la corrente alternata di rete, l'elettronica di controllo è già predisposta. Un sistema di controllo la farà passare sulla rete qualora il galleggiante di pieno del lago non sia a livello passate le cinque del pomeriggio.

Essendo che i pannelli sono amovibili (così come il tetto) ed essendo la produzione di corrente elettrica è ad uso esclusivamente interno, ho bisogno di particolari permessi dal comune, progetti o altro?

Ho letto online che, alle condizioni che dico, non ho bisogno né di permesso a costruire, né di avvio lavori, né di firme di alcun tipo. Perché fondalmentalmente non costruisco nulla (la struttura già c'è), non posiziono niente di permanente (tutto è amovibile) e non interagisco con la rete.
Qualche parola da qualcuno che bazzica l'argomento da un po' di più però mi farebbe molto piacere.

Fatemi sapere se potete.