Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 26 su 26

Discussione: De magnegas e de profitti

  1. #21
    Ospite

    Predefinito



    Dunque, questo impianto utilizza idrogeno e ossigeno per fondere o scindere i composti chimici. Non credo sia semplice combustione, senno' avremmo un inceneritore, quindi ci deve essere qualche processo fisico ben piu' efficace in ballo. E' una torcia al plasma? Non ho idea di come funzionino le torce al plasma, quindi non ridere se ho preso una cantonata.

    In ogni caso, questo sistema ha un nome? Un sito dove poter vedere come e' fatto? Una scheda tecnica? Tanto e' brevettato, non dovrebbero esserci problemi a dare illustrazioni di massima (ma non generiche) sul funzionamento fisico del sistema.

    Grazie wink.gif

    Saluti

  2. #22
    Ospite

    Predefinito

    Ciao!
    Secondo me e' un po' uno e un po' l'altro, o uno e' l'altro e viceversa? wacko.gif blink.gif

    Saluti!

    Edited by Nove^3 - 9/11/2005, 13:02

  3. #23
    Ospite

    Predefinito

    anch'io sono di Genova. Il problema della mia delegazione Sestri P. è quello che vogliono rifilarci un termovalorizzatore per smaltimento dei rifiuti di grosse capacità. La delegazione ha già sfilato per protesta molte volte. Se fosse possibile mettere insieme uno o più progetti alternativi mi impegno a propangandarli presso il comune. Se esistono impianti già funzionanti sarebbe il massimo. kingeagle.

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (Armando de Para @ 9/11/2005, 00:02)

    Saluti!

    1) Consuma il 20/30% di quello che produce (dipende dai rifiuti)
    2) Dal tubo di scappamento, da dove se no...hehehe tongue.gif
    3) Spiegazzato a forza di farlo vedere!!!!

    Ciao
    Armando



    ciao armando purtroppo ho poco tempo per spiegarti...
    hai del materiale informativo da mandarmi in merito al tuo gassificatore..
    mercoledi 25/01/06 viene a farci visita un grosso capoccione
    di un aditta importante e volevo mostragli il sistema...
    se hai del materiale potresti mandamelo?anke in pvt ti ringrazio...
    magari è un buco nell'acqua o magari no...
    poi naturalmente lo indirizzo a te..in pvt ti do volentieri+notizie..
    cosi magari mi dici se li avete gia contattati...buon lavoro

  5. #25
    Ospite

    Predefinito

    Scrivimi in privato a armando.depara@email.it
    I tuoi dati e di cosa discuterete e per quali problemi, un po di specifiche se puoi.

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che Santilli per il momento voglia semplicemente tutelarsi. Ne ha passate tante, e credo che al momento faccia anche bene a comportarsi così. Del resto lui tiene molto anche alla parte teorica della faccenda e probabilmente teme dei sabotaggi che inficerebbero i risultati finora raggiunti.
    Il discorso profitti si fa necessario da quando Santilli è dovuto passare direttamente alla fase industriale e quindi entrare giocoforza in una visione commerciale (senza lilleri non si lallera, hai voglia a discorsi).
    Altra considerazione chi sa qualcosa di chimica adronica? Io sto provando a studiare un bel pò di cose compresa la sua genomatematica, ma sarò pronto credo per il 2140..a questo punto che succede? Chi bilancia i reattori? E' comunque una macchina delicata che se usata male può come tutto credo, essere pericolosa al pari di un forno o di un tornio.. Si bloccano macchine da 5 miliardi di euro (vedi l'LHC del CERN) non può avere un problema una macchina da 1 milione di euro?
    La tecnologia di Santilli richiede una preparazione molto particolare, ed in questo credo possa attualmente (e dico solo attualmente) un pò problematica la reperibilità di esperti in reattori adronici.
    Non credo che si potrà mai nemmeno lontanamente pensare al Magnegas come situazione di monopolio.. troppa acqua dovrebbe passare sotto a Ponte Milvio prima..
    Il futuro dell'energia è la cogenerazione, la generazione distribuita ed il giusto utilizzo, con lo sfruttamento delle risorse ove presenti.
    Una domanda.. con quali soldi sono stati costruite le autrostrade? Chi sfrutta oggi i pedaggi delle medesime? Chi le utilizza pagando i pedaggi?
    Ciao!

  7. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •