Mi Piace! Mi Piace!:  15
NON mi piace! NON mi piace!:  6
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 1 di 17 123456789101112131415 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 337

Discussione: TAV OCCASIONE MANCATA?

  1. #1

    User Info Menu

    Predefinito



    Riporto qui un testo preso da TGCom, nel quale si evidenzia il quasi sorpassp della Svizzera nei confronti dell'Italia che come sempre si perde in chiacchiere.
    Buona lettura.

    MetS

    Tav, "La Svizzera ci vuole fregare"
    Bresso: "Hanno un percorso alternativo"
    E' allarme Tav in Piemonte, ma questa volta a lanciarlo sono i sostenitori della stessa alta velocità. "Non possiamo certo dire di aver assistito a un attivismo sfrenato per sbloccare lo stallo della Torino-Lione - ha detto il presidetne della Regione, Mercedes Bresso - I potenziali percorsi alternativi aumentano. Noi parliamo, i concorrenti si moltiplicano e si mobilitano. Adesso è scesa in campo la Svizzera".


    Il progetto alternativo è quello delle ferrovie elvetiche e adesso toccherà all'Italia convncere i francesi che il loro non è meglio del nostro. Il disegno svizzero prevede il collegamento ad alta velocità tra la galleria del Leutschberg, Ginevra e Lione. Dal tunnel si va a nord dove la linea intercetterebbe la Parigi-Strasburgo-Vienna-Budapest. La progettazione è in fase avanzata e per renderla operativa manca solo l'intesa con la Francia.

    "C'è il rischio concreto che il Piemonte venga tagliato fuori - ha ribadito le sue preoccupazioni Bresso - e che ci sia il blocco delle merci italiane visto che si dovrà per forza passare dal Sempione, un tunnel che i nostri carri merci non potrebbero percorrere".

    A questo punto tocca al governo scendere in campo. Al più presto. "Pur nelle evidenti difficoltà finanziarie, per questo governo la Torin o-Lione è la priorità delle priorità", ha rassicurato tutti il sossosegretario alla presidenza, Enrico Letta. Quanto ai tempi, entro la primavera 2007 dovrà essere effettuata la valutazione d'impatto ambientale.

    Parigi per ora resta alla finestra, anche se chiede che i tempi vengano accelerati.

    L'articolo nella sua completezza puo' anche esser letto QUI.

  2. #2
    maximum2
    Ospite

    Predefinito

    troppo tardi., l'italia ha davanti una 20ina di anni di crisi economica... mi spiace. per chi rimane

    per fare queste cose servono governi forti, cosa che evidentemente l'italia non ha e non puo' avere.

    max

  3. #3
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Tranquilli. Il mitico Burlando ha già candidato la Liguria come nuovo asse per il corridoio 5. Lo hanno appena intervistato a caterpillar.
    Io sarei pure d'accordo, ma già mi vedo le reazioni indignate della "base": "ma belin, u l'è nesciu stu Burlandu o cosse?". :lol:

  4. #4
    snapdozierxxxxxxxxxxxxxxxx
    Ospite

    Predefinito

    Sembrerebbe che una delle cause del futuro fallimento di Trenitalia sia l'alta velocità. Ma non l'aveva pagata il capitale privato?

  5. #5
    Ospite

    Predefinito

    Sono stupito: in questo forum solitamente così critico si dibatte sulla furbizia.

    Perchè non fare come sempre: prima qualche buon parere tecnico poi il resto. O no.

  6. #6
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    QUOTE (snapdozier @ 16/11/2006, 18:46)
    Sembrerebbe che una delle cause del futuro fallimento di Trenitalia sia l'alta velocità

    E chil'ha detta questa idiozia? Il Tg3? :rolleyes:
    Cioè non ho capito. Per decenni abbiamo foraggiato un carrozzone che serviva solo a dare "lavoro" a più votanti possibile ignorando qualsiasi regola di buona amministrazione (echeccefrega tanto qualcuno che paga ci sarà sempre... lo stato non può fallire.... dicevano :lol: ). Con la scusa del servizio pubblico si permetteva qualsiasi spreco. A un certo punto ci siamo accorti che in certi "rami secchi" sarebbe stato più conveniente regalare una panda a ogni potenziale utente che mantenere in servizio una ferrovia... Invece di investire in trasporto merci abbiamo investito in pensioni di anzianità. Invece di potenziare il servizio facendo pagare il giusto abbiamo pagato tangenti e inalienabili diritti acquisiti.
    E ora la colpa è dell'alta velocità? Unica branca potenzialmente in utile di un carrozzone utile ormai solo come servizio assistenziale ai forzati del pendolarismo.
    Eh vabbè, ma c'è un limite alla decenza. Tanto si sa che è tutta una bella manovra per ottenere nuovi fondi (pubblici quindi anche nostri), le FS sono sull'orlo del fallimento... evabbè ripianiamo. Alitalia è sull'orlo del fallimento... evabbè ripianiamo.
    Furto legalizzato e approvato che dura da decenni.. ma è ovvio, i ladri sono sempre quelli che osano lamentarsi. Finchè dura.

  7. #7
    snapdozierxxxxxxxxxxxxxxxx
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (BrightingEyes @ 16/11/2006, 22:08)
    CITAZIONE (snapdozier @ 16/11/2006, 18:46)
    Sembrerebbe che una delle cause del futuro fallimento di Trenitalia sia l'alta velocità

    E chil'ha detta questa idiozia? Il Tg3? :rolleyes:
    Cioè non ho capito. Per decenni abbiamo foraggiato un carrozzone che serviva solo a dare "lavoro" a più votanti possibile ignorando qualsiasi regola di buona amministrazione (echeccefrega tanto qualcuno che paga ci sarà sempre... lo stato non può fallire.... dicevano :lol: ). Con la scusa del servizio pubblico si permetteva qualsiasi spreco. A un certo punto ci siamo accorti che in certi "rami secchi" sarebbe stato più conveniente regalare una panda a ogni potenziale utente che mantenere in servizio una ferrovia... Invece di investire in trasporto merci abbiamo investito in pensioni di anzianità. Invece di potenziare il servizio facendo pagare il giusto abbiamo pagato tangenti e inalienabili diritti acquisiti.
    E ora la colpa è dell'alta velocità? Unica branca potenzialmente in utile di un carrozzone utile ormai solo come servizio assistenziale ai forzati del pendolarismo.
    Eh vabbè, ma c'è un limite alla decenza. Tanto si sa che è tutta una bella manovra per ottenere nuovi fondi (pubblici quindi anche nostri), le FS sono sull'orlo del fallimento... evabbè ripianiamo. Alitalia è sull'orlo del fallimento... evabbè ripianiamo.
    Furto legalizzato e approvato che dura da decenni.. ma è ovvio, i ladri sono sempre quelli che osano lamentarsi. Finchè dura.

    L'ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia.

  8. #8

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (Primus @ 16/11/2006, 19:23)
    Sono stupito: in questo forum solitamente così critico si dibatte sulla furbizia.

    Perchè non fare come sempre: prima qualche buon parere tecnico poi il resto. O no.

    Il guaio sono i politici, sopratutto durante le campagne elettorali

    Loro dei pareri tecnici se ne freg....... o, peggio, li interpretano

    Risultato, campagna elettrorale a suon di "no-tav", nimby etc etc, manifestazioni di piazza "contro" un generico "loro" (che poi erano loro stessi, infatti il progetto tav, risale alla presidenza prodiana in europa e governo sinistrorso in italia)

    Adesso è dura dire alla base: "mo daaai, mo coscia volete che scciiiia, due busi ne le montaaagne...."

    Capace che ti sfilano pure loro sotto casa

    Odisseo

  9. #9
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (snapdozier @ 17/11/2006, 08:31)
    L'ha detto l'amministratore delegato di Trenitalia.

    Ah beh... una garanzia allora! :P
    Le FS hanno un buco di 1.9 miliardi con circa 6.6 miliardi di entrate. Un'azienda privata con un bilancio di questo tipo prende l'amm del e lo delega alla portineria al primo bilancio. :D
    La verità è che sta chiedendo soldi, come mezza italia in periodo di finanziaria, ovvio. Qualche giorno fa un ministro (Bianchi o Ferrero non ricordo) aveva detto, parlando del "miracolo" Fiat, che occorrerebbe copiare la Fiat per molte situazioni problematiche italiane statali.

    Ecco, provate a cambiare l'amm del e il consiglio delle FS mettendoci gente Fiat, ovviamente con tutti i poteri e le libertà di cui godono in Fiat.
    E vediamo se a rischiare poi sarà la TAV. ;)

  10. #10
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Cominciano a vedersi volare rospi ad Alta Velocità. E c'è pure chi li ingoia cercando di sorridere. :lol: :lol: (http://www.pecoraroscanio.it/index.php?mod...comments&id=116)

  11. #11
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (BrightingEyes @ 17/11/2006, 10:08)
    Ecco, provate a cambiare l'amm del e il consiglio delle FS mettendoci gente Fiat, ovviamente con tutti i poteri e le libertà di cui godono in Fiat.
    E vediamo se a rischiare poi sarà la TAV. ;)

    :blink: Credo che saranno sempre i cittadini a perderci. Come avrete notato, in questi decenni la Fiat è stata una società che ha socializzato i debiti (cassa integrazione, mobilità, pre-pensioamenti, ecc...) e privatizzato gli utili... purtroppo sono sempre i politici che hanno permesso questo. :angry:

    Con questo non voglio dire che è meglio l'attuale CdA di Trenitalia, o quello di Fiat oppure quello di Pirelli... semplicemente dico che il businness (quello grosso da miliardi di euro come la TAV, il MOSE o il ponte sullo Stretto) trovano sempre il modo di farlo; che il CdA sia di proprietà pubblica o privata, tutto in barba e a spese del cittadino/contribuente. :(

    P.S. questo 3D non è recente ma sono un pendolare (e lavoro pure in Fiat :) ), quando si parla di treni e come parlare della propria "automobile" :) e quando i politici parlano del "miracolo Fiat" cerco di sorridere. ^_^

    ----
    P.P.S. sorry, mi sono accorto solo adesso che questo 3D è sotto "discussioni solari"... forse è OT. Vero?

  12. #12

    User Info Menu

    Predefinito

    Gli Svizzeri non sono più furbi, siamo noi più stupidi.......

    sorry,

    volevo dire " più distratti ".......... si, siamo distratti da notizie futili, apparentemente importanti.
    Ci distraiamo: sognando l'america, il superenalotto, il megapartito politico, la grande coppa, cosa faremmo se fossimo al governo, ecc,ecc.
    Ci distraiamo con tutto e preferiamo chiudere gli occhi invece di guardare una realtà che ci fà piangere.

    Non serve un'alta velocità, serve soltanto un servizio migliore.
    Qui a Sydney i treni non viaggiano in alta velocità, semplicemente ogni 30 minuti ne parte uno...........
    tutti vanno in treno perchè è facile prendere il treno:

    OGNI 15 MINUTI UNA METROPOLITANA OGNI 30 MINUTI UN TRENO OGNI DUE ORE UN VOLO LOW-COST,
    E IL CITTADINO E' SERVITO.

    In Italia vado alla stazione per andare a Genova partendo da Viareggio, e cosa vedo ?.........
    i treni disponibili pochi, io ho bisogno di un servizio più preciso, non di " facciamo vedere che il nostro lavoro lo stiamo facendo "............

    " chi siamo? trenitalia? ok scarroziamo una ventina di treni qua e là per la nazione aggiungiamoci una manciata di treni locali e il servizio è fatto. "

    L'alta velocità è un cosa utile, ma non è le cosa fondamentale per la sopravvivenza delle ferrovie Italiane.
    Perchè se qualcuno esprime la famosa frase: " PENALIZZIAMO IL TRASPORTO SU GOMMA E FACILITIAMO IL TRAPORTO SU ROTAIA "
    viene bruciato sulla pubblica piazza come eretico e il " RE SOLE " e la sua corte di petrolieri, lancia anatemi di ogni tipo?

    ..................... Spero che questi maledetti pozzi di m..da si esauriscano prima possibile...............

  13. #13
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE
    Tranquilli. Il mitico Burlando ha già candidato la Liguria come nuovo asse per il corridoio 5. Lo hanno appena intervistato a caterpillar.
    Io sarei pure d'accordo, ma già mi vedo le reazioni indignate della "base": "ma belin, u l'è nesciu stu Burlandu o cosse?".

    Ah! Ah! Ah! Ah! Ma stelin, tiè de Zena anche ti???

    Burlando... Burlando... :D !

    Quello che si è già riempito ABBONDANTEMENTE le tasche (ed è stato conseguentemente pizzicato) quando era sindaco, giusto?

    Quello che da Ministro dei Trasporti ha portato più rogna lui che un cane in chiesa? :huh: !

    No, tanto per contestualizzare un attimo il personaggio... (oddio, non che dall'altra parte... ma va beh... qui si finisce OT)...

    Ma scusa...
    Dopo l'attuale autostrada, quella (presunta e sognata) nuova a monte dell'attuale, bretelle, cinture dei pantaloni, giarrettiere per calzini e affini... dove l'abbiamo lo spazio pure per un nuovo asse TAV?

    A meno che tu non stia parlando di un ... asse da stiro... :woot: !

    Se ci stringiamo un po', lo spazio per quello possiamo anche trovarlo... :unsure: ...


  14. #14
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Credo che serva un servizio "veloce" e ne serva anche uno sufficientemente frequente e puntuale. L'uno non deve escludere l'altro.

    I grandi investimenti vanno visti con lo sguardo volto un po' oltre l'orizzonte, purtroppo le scelte fatte non denotano sempre una tale lungimiranza.

    Non sono di massima contrario alla TAV, ma mi sono sempre chiesto come mai la linea del corridoio 5, che arriva da ovest sino ai piedi delle alpi marittime, poi risalga a nord, per fare quindi il suo ingresso in Italia dalla valle di Susa, che non è proprio entusiasta, essendo stretta e già percorsa da due statali, una linea ferroviaria (perfettibile) e un'autostrada. Tutto questo quando la provincia di Cuneo è anni che chiede un collegamento veloce che l'attraversi e la metta in contatto col resto della regione e non solo, magari attraverso un nuovo tunnel che, guarda caso, sarebbe in linea col corridoio 5 prima della sua deviazione verso nord in territorio francese.
    Una linea che dalla Spagna attraversa il sud della Francia e si innesta nella Provincia Granda collegando Cuneo all'Europa e a Torino e di qui il percorso potrebbe riprendere come programmato.

    Certo, qualcuno potrebbe obiettare che i viaggiatori provenienti dal nord della Francia dovrebbero fare più strada per giungere al sud dell'Europa... ma non è questo il corridoio 5 e questa non sarebbe una deviazione più lunga di quella che avrebbero dovuto sostenere chi, arrivando dalla Spagna, avesse voluto arrivare in Italia passando per la Valsusa.

  15. #15
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (denew @ 5/5/2007, 18:06)
    Ah! Ah! Ah! Ah! Ma stelin, tiè de Zena anche ti???

    Na, de Sanna (Savona, la "città della ciolla libre" per chi non segue le lezioni di Balbontin). :P

    In effetti lo spazio in Liguria e a Genova in particolare è, come dire..., in tema con la famosa generosità del luogo. Invero assai scarso. :cry:
    Però qualche cosa dovremo inventarci! La mitica A10 in periodo di ferie diventa un serpente di metallo fumante e le prospettive per il futuro non sono buone.
    Il trasporto su rotaia sull'asse XXmiglia-La Spezia è un girone dantesco. Ho amici cinquantenni con dignitosa mansione di quadro bancario che hanno la sfortuna di abitare a Savona e lavorare a Genova e che preferiscono affrontare quotidianamente, col sole e con la pioggia, le abbondanti insidie stradali a cavalcioni di uno scooter e bardati come i tecnici di Chernobil pur di non utilizzare trenitalia.

    Concordo che forse ci sono tragitti migliori per la TAV che la Riviera. Non penso che a Cuneo l'accoglienza sarebbe stata più calda che in Val di Susa, ma un tragitto qual che sia andrebbe deciso e messo in atto.
    Purtroppo si paga il prezzo di cinquant'anni di demagogia. Le FS sono nello stato in cui sono per scelte di priorità ben precise. Ne sono stato assiduo utente (obbligato) per gli anni universitari e ora che sono meno obbligato non ho alcuna intenzione di farmi prendere in ostaggio dalla gang dei cobas di turno. I treni in Australia partono in orario perchè in Australia la ferrovia è considerata un servizio pubblico e come tale chi vi lavora è al servizio del pubblico e non viceversa. <_<

    Finchè la situazione non evolve in senso civile per quanto mi riguarda i petrolieri possono dormire sonni tranquilli. Spiace dirlo, ma è così per tutti quelli che conosco. Possiamo pure spegnere gli stand-by e girare in bici, ma se devo andare all'Ikea ci vado in auto. :D


  16. #16
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE
    Na, de Sanna (Savona, la "città della ciolla libre" per chi non segue le lezioni di Balbontin).

    :D :D :D !

    CITAZIONE
    In effetti lo spazio in Liguria e a Genova in particolare è, come dire..., in tema con la famosa generosità del luogo. Invero assai scarso.

    Diciamo che il giusto termine tecnico della nostra rete infrastrutturale è un TETRIS... sob!

    CITAZIONE
    Però qualche cosa dovremo inventarci! La mitica A10 in periodo di ferie diventa un serpente di metallo fumante e le prospettive per il futuro non sono buone.

    Prospettive? Futuro? Già la sopravvivenza è un obiettivo incredibilmente ambizioso...

    CITAZIONE
    Il trasporto su rotaia sull'asse XXmiglia-La Spezia è un girone dantesco. Ho amici cinquantenni con dignitosa mansione di quadro bancario che hanno la sfortuna di abitare a Savona e lavorare a Genova e che preferiscono affrontare quotidianamente, col sole e con la pioggia, le abbondanti insidie stradali a cavalcioni di uno scooter e bardati come i tecnici di Chernobil pur di non utilizzare trenitalia.

    Il servizio è tragicamente degenerato negli ultimi anni... come se prima fosse accettabile, il che è tutto da dimostrare...

    CITAZIONE
    Concordo che forse ci sono tragitti migliori per la TAV che la Riviera. Non penso che a Cuneo l'accoglienza sarebbe stata più calda che in Val di Susa, ma un tragitto qual che sia andrebbe deciso e messo in atto.

    Concordo, ma si è affermata la moda che basta far casino e il governo si strizza e se ti va bene forse strappi un referendum locale... che decide per l'intero paese.
    Io credo nella sostenibilità dell'ambiente antropico e non (altrimenti non scriverei qui) ma non nell'ostruzionismo ad ogni costo.
    Essere ambientalisti significa fare la migliore delle scelte tecnico/econimiche/infrastrutturali sulla base di principi di ecologicità e sostenibilità. Ma comunque scegliere e non rinunciare a ciò che serve. Ma scegliere di farlo al MEGLIO...
    Dire NO a prescindere sempre e comunque anche solo alla prospettiva di aprire un dibatito per cercare una soluzione, non è ambientalismo ma codardia.
    In quest'ottica tutti dicono di no a tutti, con buona pace del bene comune, che si sente come tale se riguarda il singolo campanile ma non il condominio italia...

    CITAZIONE
    Purtroppo si paga il prezzo di cinquant'anni di demagogia. Le FS sono nello stato in cui sono per scelte di priorità ben precise. Ne sono stato assiduo utente (obbligato) per gli anni universitari e ora che sono meno obbligato non ho alcuna intenzione di farmi prendere in ostaggio dalla gang dei cobas di turno. I treni in Australia partono in orario perchè in Australia la ferrovia è considerata un servizio pubblico e come tale chi vi lavora è al servizio del pubblico e non viceversa.

    Concordo dolorosamente. Anche io ne ho passate veramente troppe...

    CITAZIONE
    Finchè la situazione non evolve in senso civile per quanto mi riguarda i petrolieri possono dormire sonni tranquilli. Spiace dirlo, ma è così per tutti quelli che conosco. Possiamo pure spegnere gli stand-by e girare in bici, ma se devo andare all'Ikea ci vado in auto.

    Non abbiamo neppure la fortuna di poter girare agevolmente in bici... Se la vuoi usare giornalmente devi farti un assicurazione sulla vita e ti fai venire dei quadricipiti che neanche Indurain...
    So che sono stati fatti diversi studi per modelli di trasporto via mare stile laguna veneziana. Non sarebbe male (almeno su base stagionale e sottocosta), diversi moli ci sono già... bisognerebbe studiare la logistica su terra per l'interscambio dell'utenza, ma si potrebbe anche fa...
    Ma restano sempre nel cassetto...
    Perchè? Forse perchè ci si guadagnerebbe troppo poco?
    Mah...

    Ciao!

    PS: Oooops! Di nuovo OT? :cry: ... sniff! sob!
    Tanto vale chiudere in bellezza, prima che mi prendi per le orecchie e me le fai diventare da bassotto, con una frecciatina su SV...
    Cariiiiiino il box doccia che vi è piombato in porto... fa pan dan con le nostre lavatrici... :D .... rimaniamo in attesa di un water a La Spezia e il bagno-Liguria è fatto! :woot: !

  17. #17
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Forse sono stato frainteso: Quelli di Cuneo chiedevano che la linea passasse da loro e non solo quella, chiedevano anche un'autostrada, che a gran fatica ora si sta costruendo (la Asti-Cuneo), purtroppo senza quel collegamento con l'Europa che era implicito nella richiesta del govermo provinciale e dei cittadini della Granda.

  18. #18
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE
    Forse sono stato frainteso: Quelli di Cuneo chiedevano che la linea passasse da loro e non solo quella, chiedevano anche un'autostrada, che a gran fatica ora si sta costruendo (la Asti-Cuneo), purtroppo senza quel collegamento con l'Europa che era implicito nella richiesta del govermo provinciale e dei cittadini della Granda.

    Scusa nll... ci siamo persi un attimo in liguri faccende... ^_^ ...

    Tornando a quelle piemontesi, effettivamente quello che fai rilevare dà da pensare...e MALE...

    La risposta più semplicistica è che piove SEMPRE sul bagnato...

    Piuttosto che far passare un arteria infrastrutturale in un territorio dall'alto potenziale ma che adesso, economicamente e produttivamente parlando, ha il peso di un due di picche... si è preferito privilegiare una zona sponsorizzata da poteri sicuramente più forti... se poi la popolazione s'inc... può sempre scendere e andare a piedi, avrà pensato qualcuno...

    Così c'è chi si ritrova con una TAV agognata di meno e c'è chi se la trova in mezzo ai piedi, con l'avere tra i piedi già fin troppo!

    Non ha senso... o forse a ben vedere il senso è fin troppo chiaro!
    Ciao!

  19. #19
    Fede1975
    Ospite

    Predefinito

    Dubito che mai riusciremo a vedere la TAVtra Torino e Lione.
    Come sempre, quando c'è da realizzare un'opera pubblica tutti la vogliono, ma nessuno la vuole sotto casa. Tra un po' si arriverà all'assurdo che ci saranno discussioni anche per posizionare un cassonetto dei rifiuti: nessuno lo vorrà sotto casa, ma tutti lo vorranno a non più di 50 metri per non fare troppa strada per buttare il sudicio.
    Dalle mie parti (sono toscano) è da decenni che si consuma la diatriba sulla Variante di valico ed intanto ad ogni nevicata o incidente, l'Italia è spezzata in due ed il traffico paralizzato con gravi danni economici e disagi per le persone. Alla fine, per sbloccare la situazione, Autostrade ha elargito a titolo, se così si può dire, di "compensazione" svariati milioni di Euro ai comuni del Mugello (con cui sono stati realizzati parchi pubblici, fontane, cimiteri, abbellimenti del centro cittadino: insomma tutte cose che hanno a che vedere con un'autostrada) perché questi smettesero di mettere i bastoni tra le ruote. Chiaramente questi soldi li pagherà il contribuente (tanto per cambiare) e inoltre, cosa secondo me ancora più negativa, si è creato un precedente. Da domani, si può star sicuri, tutti faranno così. Personalmente avrei chiuso il tratto appenninico dell'A1 per una settimana. Così i cari comuni del Mugello quando si fossero ritrovati decine di migliaia di autoveicoli (con migliaia di TIR) al giorno sulla vecchia statale della Futa, sarebbero venuti strisciando a implorare la costruzione della Variante di Valico.
    Ritornando alla TAV, sono sorti i soliti comitati degli abitanti del luogo che non la vogliono e che ormai sono presenti ad ogni manifestazione (anche in quelle che con la TAV non c'entrano niente) e con sistematiche violazioni della legge hanno impedito i lavori per la realizzazione dell'opera.
    Ci sono stati dei partiti politici (che fanno parte della coalizione oggi al governo) che li hanno appoggiati. Il ragionamento è semplice: appoggio il comitato locale e guadagno i loro voti, ma non perdo quelli degli altri italiani, perché la stragrande maggioranza della gente non pensa al danno che si arreca al Paese con la mancata realizzione dell'opera e i soldi spesi inutilmente (la colpa in definitiva è nostra: siamo in democrazia). Così ora al governo ci sono due anime: una pragmatica che vuole che l'opera si realizzi ed una demagogica che ha cavalcato la protesta e non può certo cambiare posizione. Risultato: si procede per proclami ed alla fine si trovano accordi di compromesso che in pratica dicono tutto e niente in modo tale che la scelta venga sempre rimandata ed ognuna delle parti possa dire di aver vinto. Alla fine l'Europa si stancherà di questi giochini tutti italiani, altri Paesi si faranno avanti (vedi Svizzera) e noi perderemo i finanziamenti e rimarremo tagliati fuori dal famoso corridoio 5, con gravi ripercussioni sulla nostra economia dei prossimi decenni. L'unica cosa che mi lascia un briciolo di speranza (sono italiano e voglio bene al mio Paese nonostante lo critichi di continuo) è che i lavori della TAV sono già iniziati sul versante francese e quindi, per non dover cambiare il tracciato, mostreranno un po' di pazienda nei nostri confronti.
    Per concludere voglio precisare una cosa: anch'io sono ecologista e non mi piacciono le cattedrali nel deserto o opere realizzate senza rispetto per l'ambiente. Ascoltiamo e prendiamo in seria considerazione tutte le osservazioni e le critiche che vengono dagli enti locali. Ma dopo aver discusso e valutato tra varie opzioni alternative occorre scegliere l'opzione che permetta il miglior compromesso tra lo sviluppo e il rispetto dell'ambiente (che alle volte, non nel caso della TAV, può essere anche la rinuncia all'opera). Poi però, si deve andare avanti.
    Saluti.
    Federico

  20. #20
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Fede1975, non hai letto i miei precedenti interventi? Non è vero che nessuno voleva la TAV in Piemonte e se dai un'occhiata al tracciato del corridoio 5 vedrai quanto in territorio francese si sia risaliti a nord per far sì che la linea incrociasse quella proveniente da Parigi e attraversassero insieme le Alpi proprio in corrispondenza della Valsusa, ma il vantaggio di questa variante al corridoio 5 è tutto e solo francese, non rispondendo alle richieste da anni portate avanti da Cuneo e la sua provincia.
    La politica c'entra eccome, ma si tratta di predomini transnazionali che purtroppo ci vedono immancabilmente perdenti (non è questo l'unico caso, vedi per esempio le quote latte, o la difesa dei nostri prodotti agroalimentari tipici).

    Chi in Valsusa si oppone ha qualche ragione: la valle è stretta ed è già percorsa longitudinalmente dalla linea ferroviaria Torino-Modane, dall'autostrada Torino-Bardonecchia-Frejus, da due strade statali, la SP24 e SP25 (ex SS24 e SS25), un fiume, la Dora Riparia, oltre a un buon numero di collegamenti minori, mentre la valle del cuneese è una pianura molto ampia, con quasi nessun collegamento diretto: la Asti-Cuneo la stanno ancora costruendo, dopo decenni che se ne è parlato molto e fatto niente, i collegamenti ferroviari sono ancora scarsi e le strade di collegamento sono sovente interrotte dalla mancanza di circonvallazioni che evitino al traffico l'immissione nei centri abitati.

    Secondo te i cittadini non dovrebbero dire nulla? Io sono favorevole all'alta velocità ferroviaria, ma ci tengo che prima di muovere i treni si faccia muovere il cervello e si eviti di invocare imposizioni ai cattivoni che manifestano con le famiglie nei cantieri della TAV (che ricordo hanno anche subito una carica ingiustificata a colpi di manganello, quasi a emulare un'altra Genova del G8).

    I francesi si tengano pure la variante a nord, ma la usino per far calare a sud i parigini immettendosi là, a sud, nel corridoio 5, sua naturale sede di tracciato.

  21. RAD
Pagina 1 di 17 123456789101112131415 ... ultimoultimo

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •