Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 130

Discussione: Raccolta Links motore Stirling

  1. #21
    Ospite

    Predefinito



    ciao,
    cercando su internet il libro "Stirling Engine Design Manual" ho trovato questo sito dal quale poterlo scaricare insieme ad altri documenti interessanti.
    Stirling docs

  2. #22
    mariosm48
    Ospite

    Predefinito

    ciao a tutti

    passionato dalla tecnica nuove applicazioni

    sono curioso di sapere come funsiona realmente il motore a STIRLING

    cercando di capire, sono andato alla ricerca sur le web

    ringrazio tutti quelli che fanno le cose per L'UMANITA' e no per il solo scopo di proffittare

    del sapere nel commercio

    My Webpage


  3. #23
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    salve a tutti, io stò costruendo un campus per fare ricerca sullo stirling. 400 mq di capannone per macchine a controllo numerico, e 100 mq di alloggi e una super cucina(è chiaro cucino io).
    spero che prima di agosto sia pronto per ospitare gli appassionati(almeno per le vacanze).
    la mia idea è di produrre industrialmente non solo il motore ma il sistema completo, sia come recuperatore di calore che applicato ad una caldaia... non ho molti soldi a disposizione ma abbastanza per iniziare... vorrei da voi un aiuto intanto sul nome del campus... ho in mente un treno.... e vorrei iniziare a girare per raccogliere sù gente ed appassionati.... c'è posto solo per pochi....

  4. #24

  5. #25
    dadebo
    Ospite

    Predefinito

    ciao a tutti volevo segnalare che a milano è stato realizzato un dish-stirling da 10 kw ... all'interno de C.E.S.I. qui l'indirizzo : www.cesiricerca.it o www.ricercadisistema.it
    qui trovate sia rapporti che foto sul solare termico in generale ma anche sun altre fonti rinnovabili, biomasse o PV

  6. #26
    dadebo
    Ospite

    Predefinito

    come molti di voi ... sanno i motori stirling funziona sfruttando un differenza di temparatura tra due camere (i cilindri, ma ne pariamo dopo) fruttando l'espansione e la compressione di un fluido(meglio gas) per produrre energia meccanica, in realta sono prinpamente usati nelle aplicazioni criogeniche per """"produrre"""" freddo (estrarre calore, dando energia meccanica almotore)(+ quelli militari).
    ci sono due grandi famiglie a pistoni liberi o a motori alternativi, e vari sottogruppi...
    il motore è abbastastanza semplice .... ma a seconda del fluido che si una le cose si complicano un po' per via delle tenute .....
    Basti pensare che stirlin a buoni rendimenti inziano ad essere con fluido di lavoro intorno ai 300 g .....(quindi eliminiamo acqua e la maggiorparte dei liquidi) la maggiorparte degli stirling funzionano o ad aria o a elio, ultimamente anche ad idrogeno ....
    ovviamente meno viscoso è il liquido meglio va il motore.
    in sostanza c'è un ricevitore, nel quale viene riscaldato il fluido, poi questo fluido va in umìna camera in cui si espande (cilindro caldo) e puo far scorrere un pistone, lo stesso fluido va in altra camera, dove viene raffreddato e diminuisce di volume ...poi spinto in ciclo un altra volta ..... a seconda se sono a pistoni liberi o no ...le camere devono essere comunicanti o no ...... poi il trucco è riuscire a dare le """fasi""" giuste e governare la quntità di fluido a seconda del delta T ..... ciao

  7. #27
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Raga' ma oltre a postare link , vogliamo quantificare quanto "costa" un motore stirling di una o dell'altra azienda in maniera tale da poter fare due conti sulla sua convienienza e il pay-back ?

    Voglio dire siamo o non siamo un forum d'informazione tecnica !

    ciao


  8. #28
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (illo41100 @ 27/5/2007, 20:37)
    Raga' ma oltre a postare link , vogliamo quantificare quanto "costa" un motore stirling di una o dell'altra azienda in maniera tale da poter fare due conti sulla sua convienienza e il pay-back ?

    Voglio dire siamo o non siamo un forum d'informazione tecnica !

    ciao

    Hai sicuramente ragione , ma forse lo scopo di questo forum non è quello di verificare il costo di uno stirling venduto dalle varie aziende produttrici , della sua convenienza e del pay back , forse è un sistema diverso che accumuna gli interessati dandogli la possibilità di accedere a risorse che difficilmente riuscirebbero a raggiungere con scalate da 8000 in solitaria . Non è impossibile che uno qualsiasi di noi riesca a costruire uno stirling e a commercializzarlo a prezzi convenienti rispetto alle grandi aziende , niente è impossibile ma la cosa più importante è che chi ha la possibilità di sperimentare direttamente lo può fare anche se è il sig. nessuno e non solo la United Stirling o altri dello stesso calibro . D'accordo , l'informazione tecnica deve esserci , ma secondo me dovresti guardare il problema da diverse angolazioni . Credo anche che se abiti nel centro di Parigi non ti convenga assolutamente pensare ad uno stirling che produca elettricità perchè lì non costa niente dato che viene prodotta da centrali nucleari ( se ne pentiranno anche loro ) ma se abiti in bangladesh , ben venga l' ST-5 della Sunpower che riscaldato bruciando pula di riso spara sull'albero 4.5 KW ed è costruito con tecnologia " povera " . Quindi a Parigi non conviene ma nel Bangladesh sì . Mah , aggiorniamoci . Ciao . S.

  9. #29
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (spartano @ 28/5/2007, 01:00)
    CITAZIONE (illo41100 @ 27/5/2007, 20:37)
    Raga' ma oltre a postare link , vogliamo quantificare quanto "costa" un motore stirling di una o dell'altra azienda in maniera tale da poter fare due conti sulla sua convienienza e il pay-back ?

    Voglio dire siamo o non siamo un forum d'informazione tecnica !

    ciao

    Hai sicuramente ragione , ma forse lo scopo di questo forum non è quello di verificare il costo di uno stirling venduto dalle varie aziende produttrici , della sua convenienza e del pay back , forse è un sistema diverso che accumuna gli interessati dandogli la possibilità di accedere a risorse che difficilmente riuscirebbero a raggiungere con scalate da 8000 in solitaria . .

    Ma sono perfettamente d'accordo , e DEVE essere cosi' !
    Il fatto pero' che si pubblica questo e quell'altro link che sono prodotti commerciali , e che ben poco contano con la sperimentazione , ma se vuoi ,per poter conoscere un prodotto gia' bello e pronto , per poterlo usare nella maniera a te piu' consona.
    E su questi prodotti , poi al limite si puo' sviluppare anche sperimentazione.
    Il punto e che se si conoscono anche a grandi linee i prezzi dei singoli oggetti ,si hanno le idee certamente piu' chiare.

    Se devi sviluppare qualcosa , inevitabilmente ti devi scontrare col lato economico. magari non fosse cosi....

  10. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quelli che definisci < prodotti commerciali > sono motori/ sistemi che hanno decenni di sperimentazione e una marea di brevetti sulle spalle , oltre a questo è noto che lo sviluppo di questo tipo di motore è stato letteralmente boicottato da altri grandi interessi ( inuitile aggiungere altro , basta l'ammissione di Ford ) e lo è ancora oggi . A questo punto non mi stupisce che uno stirling da 400 W costi circa 4000 euro mentre secondo me ne dovrebbe costare la metà , ma al momento non è possibile quindi tornando alla domanda originale , credo che sia difficile quantificare quello che chiedi perchè dipende da dove lo devi utilizzare , Londra o Africa nera ? Roma centro o cima Gennargentu ? Tecnologia povera o NASA ? I valori cambiano , però quello che non cambia è che se non ci fossero i link io e tanti altri non avrei / avremmo costruito niente e non starei / staremmo sperimentando niente , l'informazione è alla base di tutto perchè più si è informati e meglio è . Concludendo , lo sviluppo di un'idea o di un progetto ha certamente un costo , ma se il singolo ha la possibilità di accedere ad informazioni a basso costo siamo già sulla buona via perchè l'impatto economico è trascurabile dal punto di vista teorico , ( qui c'è tutto basta cercare ) ma non è trascurabile dal punto di vista pratico - costruttivo . Quindi se vuoi costruire uno stirling da solo la vedo dura , ma se hai accesso ai link ti risparmi un sacco di soldi , io la vedo così .

  11. #31

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti ho trovato due testi nella biblioteca del Politecnico di Milano:

    [Monografia] - Farina, Marcello<1978- > - Il motore solare Dish Stirling : modellistica e controllo / Marcello Farina ; rel. Sergio Bittanti ; correl. Antonio De Marco, Silvano Spelta - Milano - 2002/2003 (IT\ICCU\MIL\0636070)

    [Monografia] - Rosa, Carlo <1970- > - Simulazione, progetto e realizzazione di un motore a ciclo stirling con cinematismo epicicloidale / Carlo Rosa ; rel. Mario Gaia - Milano - 1995 (IT\ICCU\MIL\0311132)

    C'è nessuno che possa darmi informazioni, se si tratta di tesi di laurea o di pubblicazioni e se sia possibile consultarli?
    Grazie.A.

  12. #32
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    http://www.geocities.com/therecentpast/

    QUI hai il sistema per costruire un giocattolino con le lattine...ci sono anche dei video..

    In quanto a FARINA si tratta effettivamente di una tesi di laurea...prova a scrivergli!

    http://home.dei.polimi.it//farina/pubblicazioni.html

    fra le pubblicazioni c'è la sottostante...purtroppo in inglese.. :(

    http://www.nt.ntnu.no/users/skoge/prost/pr...apers/03004.pdf

  13. #33

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Biomassoso di inglese ne mastico molto poco, quando poi è inglese tecnico meccanico sono out. Sto cercando di trovare tutto quello che posso in Italiano. Grazie per il contatto, scriverò a Farina e vedrò se riesco ad avere la sua tesi. Per il sito delle lattine è semplicemente una ****ta. Ho già comprato la colla epossidica per alte temperature domani mi metto al lavoro.
    Ciao.A.

  14. #34
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao AXI, mi ero dimenticaro il link con i filmati:

    http://www.physics.sfasu.edu/astro/courses...e/stirling.html

    qui hai un disegno dello stirling con applicazione come pompa di sollevamento idrica.

    http://img165.imageshack.us/my.php?image=p...stirlingzm7.gif

  15. #35
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (biomassoso @ 14/8/2007, 09:24)
    Ciao AXI, mi ero dimenticaro il link con i filmati:

    http://www.physics.sfasu.edu/astro/courses...e/stirling.html

    qui hai un disegno dello stirling con applicazione come pompa di sollevamento idrica.

    http://img165.imageshack.us/my.php?image=p...stirlingzm7.gif

    Interessanti quanto inutili . Nel primo ci sono le classiche e ben note lattine che cercando nella rete si possono trovare in varie esecuzioni , nel secondo non c'è niente , pura teoria . Non me ne volere e non odiarmi Biomassoso , ma qualcosa di concreto che aiuti seriamente ? Ciao . S.

  16. #36
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho visto questo: é nuovo?
    stirling.dk
    ciao

  17. #37
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    SPARTANO...posto link di giocattolini perchè è l'unica cosa che si trova in abbondanza...quel disegno "sperimentale"di pura teoria se non vado errato veniva usato in Africa per tirare su acqua..poi credo che chi sta costruendo un motore serio se lo tenga tutto per lui e non posti purtroppo qui...visti i prezzi spaventosi dei pochi che si trovano sul mercato la mia domanda è: POSSIBILE CHE SULL'ITALICO SUOLO di inventori, santi, navigatori e FURBACCHIONI (se dovessimo copiare almeno lo faremmo bene...garantisco che in 35 anni passati nella meccanica ne ho visti di scopiazzamenti con naturalmente il valore aggiunto dell'italica fantasia! ) nessuno stia facendo qualcosa come piccola serie artigianale da officina meccanica?
    I costi di produzione sarebbero alquanto contenuti e la richiesta almeno per piccola cogenerazione ci sarebbe! A spanne 1kw elettrico 10 kw termici con un consumo di nemmeno un 1,5 kg di pellet credo sia allettante...moltiplicato per 3 ancora di più...per questo dico..MOLTO STRANO!!
    image

    http://www.okopont.hu/?p=t&t=122
    http://www.green-trust.org/2000/enginetechnology/biowatt.htm


    ciao

  18. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok Biomassoso , gli ultimi due che hai postato sono molto meglio ( non li conoscevo , bravo , ma dove li hai trovati ? ) , ma è proprio questo il punto :
    Se andiamo avanti così a cosa serve questo forum ? A costruire giocattoli ? Ad informare il popolo che esiste un sistema che ha da sempre un rendimento migliore rispetto ad altri sistemi energetici ? Abbiamo a disposizione tutto quello che vogliamo , tutte le informazioni che servono e tu sai bene che l'informazione è tutto , e non puoi venirmi a dire che queste informazioni servono solo x costruire dei giocattoli da far vedere agli amici e agli increduli dimostrando loro che tu conosci la fisica e loro sono degli idioti . Lo so che la soddisfazione è enorme , ma è anche fine a sè stessa . Quando dici che nessuno posterà mai qui ( e quindi su questo forum ) i segreti della progettazione di uno stirling .......................bè , forse fai parte degli inventori , santi , navigatori e furbacchioni dell'Italico suolo , sei uno come loro e non lo sai , o forse lo sai ma non lo ammetti . 35 anni nella meccanica . Non sono pochi , no davvero e sono d'accordo sugli scopiazzamenti , se fossimo stati noi a copiare dagli altri l'avremmo fatto molto meglio , ma noi siamo un popolo di inventori e copiare migliorando è talmente noioso ............... Bè forse ci sono momenti in cui ci si deve annoiare x forza , e i tuoi 35 anni di informazioni tecniche potrebbero servire a qualcosa di più dei soliti modellini , non credi ? Hai perso la fiducia nelle istituzioni ? Non credi più alla politica energetica attuale ? Non è un problema , direi che sei nella media , ma allora perchè non credere che si possa fare qualcosa di più che dei modellini ? Conosco bene la provincia granda , ma mi pare che tu abbia rinunciato a tutto a favore dei modellini , se mi sbaglio non farti nessun tipo di problemi x correggermi . E poi non c'è niente di strano se lo stirling non decolla , non decollerà mai , ma lo hai capito o no che siamo dei dissidendi energetici ? Se aspetti che sia lo Stato ad occuparsi dell'energia logica perdi tempo x chè non è lo Stato che decide , non è la politica che decide , sono i fabbricanti di denaro che lo fanno , e lo fanno da sempre . Esiste un'alternativa , si chiama internet , si chiama forum e se avessero pensato alle conseguenze non l'avrebbero mai reso pubblico ( vedi Russia , Cina ecc . ) Però c'è e non è detto che sia sempre virtuale , ho conosciuto diverse persone tramite la rete , ma non sono virtuali , esistono e ci troviamo personalmente quindi di virtuale c'è poco e c'è tanto di reale , credo che non sarebbe male sfruttare queste risorse x concludere un progetto comune . Difficile ? No , io credo che sia difficile costruire uno stirling da solo , senza informazioni . Ciao Biomassoso . S.

  19. #39
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ma se uno volesse utilizzare lo stirling con gli scarichi e il liquidi di raffreddamento di un cogeneratore sarebbe possibile?
    ci sono ditte ke li producono?

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io credo di no , se consideri che in genere non vanno oltre i 70/ 80° sarebbe più conveniente utilizzare questi liquidi direttamente che ti costa meno , il problema è proprio nel riuscire a sfruttare al meglio il delta T del riscaldo e del raffreddamento del fluido , espansione e contrazione massime , ma se il fluido sfruttato è ipoteticamente a 80° già nello scambio acqua - aria perderà energia , poi devi raffreddarlo ammettiamo a 25° quindi hai una differenza di poche decine di gradi che si trasformano in una manciata di decimi di atmosfere di pressione che difficilmente danno dei risultati aprezzabili . Considera che si ottengono dei buoni risultati riscaldando il fluido a 750 / 800° e raffreddandolo a circa 80° , quindi una bella botta . Ci saranno sicuramente dei modelli sperimentali ma da quel poco che ne so non credo che siano appetibili , comunque dai un'occhiata a questo che ti fai un'idea : http://www.bekkoame.ne.jp/~khirata/academi...1/300strct.html , ciao . S.

  21. RAD
Pagina 2 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •