Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 3 di 3 primaprima 123
Visualizzazione dei risultati da 41 a 52 su 52

Discussione: Chi di voi ha costruito un motore Stirling?

  1. #41
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Caro Diego non finirai mai di Stupirmi, sei sempre stato un grande !!! Michele.

  2. #42
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito principiante motore stirling in kit

    Ciao a tutti,

    sono nuovo del forum, ma è da circa 1 mese che vi leggo. da qualche mese mi è venuta la passione dello stirling e per iniziare ho comprato un kit da montare: ho finito il lavoro ma non riesco a farlo girare.

    Avete qualche consiglio da darmi? per vostra conoscenza vi elenco le cose sulle quali sono dubbioso:

    • Spingendo i volani a mano, in un senso di rotazione fa anche 3 giri, ma al contrario le bielle si impuntano e si blocca
    • Il cilindro dislocatore (in paglia di acciaio) l'ho fatto che striscia sul cilindro: mica deve essere più piccolo in modo da far trafilare aria (verso il cil di lavoro).

    Grazie

  3. #43
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Complimenti quasar12358, che tipo di bronzine hai usato per la tenuta del dislocatore? io ho problemi ha realizzare tale tenuta tanto è che ho provato ha realizzare una configurazione alfa ( http://www.energeticambiente.it/moto...-stirling.html) mi dai qualche indicazione?
    saluti e complimenti.

  4. #44
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Bronzine e astina del dislocatore

    Scusami per il ritardo. Le bronzine del dislocatore sono delle comuni bronzine da motorino elettrico per giocattoli, che hanno un diametro da 5,5 mm e il foro con diametro 2 mm. L'astina del dislocatore è un punzone da stampisti da 100 mm, diametro 2 mm (tagliato a misura con minidisco da taglio, al corindone, dia. 30 mm per modellisti) e portato a lucido con pasta lucidante per inox (marca "Tremillimetri") Le bronzine sono 2, distanziate circa 15 mm (per tenere meglio in linea il dislocatore) e sono incollate con attack nel foro che le alloggia sul fondo della camera del dislocatore (una superiormente e l'altra inferiormente), che è in alluminio tornito (si vede nella foto). Ho fatto prima un foro passante da 3 mm, attraverso il centro della camera (somiglia a una "tazzina" in alluminio con diametro interno 22 mm, il cui fondo ha una spessore di 15 mm). Questa camera viene quindi forata in centro, da ambo i lati, per una profondità di 5 mm (altezza della bronzina), con una punta da 5,5 mm (diametro della bronzina), sempre tenendola montata sul tornio. L'operazione fin qui descritta serve a creare l'alloggiamento per le bronzine sul fondo della camera. Ho sgrassato poi il tutto, bronzine comprese, ho sistemato le bronzine nell'alloggiamento, ho infilato l'astina lucidata dia. 2 mm nelle stesse, ho fatto una prova di scorrimento e quando il tutto era perfettamente allineato (e senza attriti) ho messo una quantità minima di attak tutto intorno alle bronzine (guai se finisce all'interno del foro) già sitemate nella loro sede. E' più difficile spiegarlo che farlo..

    Saluti

  5. #45
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    a suo tempo ne ho costruito anche io uno che ho messo sul tubo : video stirling artigianale - YouTube non chiamate al cell perchè non è il mio numero
    Spartano .

  6. #46
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da quasar12358 Visualizza il messaggio
    Avendo solo 10 grammi di carbone le calorie a disposizione sono 80, corrispondenti a 92 Watt/H. Il rendimento complessivo del motore/generatore è stato valutato intorno al 1,3%.
    non è un po pochino come rendimento....? il tuo stirling pare di ottima fattura complimenti ! ma per un rendimento simile resto del parere che convenga adoperare celle di peltier per conversione termo-elettrica (anche se solo di un 4% superiori) dubito di chi dice di rendimenti del 20-40 % di uno stirling...

    Quote Originariamente inviata da andry-ilmitico Visualizza il messaggio
    dove hai trovato quel pistoncino e soprattutto di che cos'è?...grazie mille per l'informazione.....
    è identico al pistone che ho adoperato nel mio,io ho usato la stessa canna nativa
    Ultima modifica di pino81; 13-09-2011 a 19:42

  7. #47
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Non riuscirei a costruire una cella di Peltier

    Il rendimento del mio motore è basso, ma è reale, certo è inferiore a quello di una comune cella di Peltier, che non riuscirei mai a costruire (e che è noiosa mentre funziona, perchè non gira :-), mentre un motore Stirling sì.
    Uno Stirling può avere quei rendimenti (20-40 %), non dubitarne, ma deve essere convenientemente costruito e pressurizzato (il mio non lo è), inoltre deve possedere un recuperatore (che il mio non ha). Queste sono solo alcune delle ragioni per cui il mio motore è così scarso in potenza ed ha un basso rendimento. La mia sfida è nata inizialmente dal fatto che mi piacerebbe recuperare dalla fiamma di una candela (sono circa 80-100 watt termici) quanta più energia possibile. Quando ho cominciato, questa potenza riusciva a malapena a far girare il motore, ora invece accende due piccole lampade a incandescenza. Trovo questo mooolto interessante e voglio continuare su questa strada (mannaggia al tempo che manca) per scoprire il limite di tale idea. Chissà... forse alla fine scopro che il mio motore pesa 5 chili e fa schifo, ma forse anche che in una maniera intelligente riesco a renderlo più piccolo, affidabile e "potente" (farei i salti di gioia per un 15 % di rendimento). L'importante è provarci, non ti sembra?




    Quote Originariamente inviata da pino81 Visualizza il messaggio
    non è un po pochino come rendimento....? il tuo stirling pare di ottima fattura complimenti ! ma per un rendimento simile resto del parere che convenga adoperare celle di peltier per conversione termo-elettrica (anche se solo di un 4% superiori) dubito di chi dice di rendimenti del 20-40 % di uno stirling...

    è identico al pistone che ho adoperato nel mio,io ho usato la stessa canna nativa

  8. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    bhè ambire ad un 15 % mi sembra ugualmente pochetto.. si eloggia cosi tanto lo stirling sia perchè quanto più vicino al ciclo ideale di carnot sia per la sua semplicità (tecnica), ma chissà perchè non conosco alcun veicolo o generatore propulso da stirling in commercio, sarà la mancanza di una vera e propria lubrificazione a rendere poco duraturo il motore (in configurazione λ , β o γ che sia) comunque buona sperimentazione..

  9. #49
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Se veramente dovessimo fare i conti con le tecnologie esistenti noi di questa sezione del forum potremmo andare tutti a casa.
    Vi faccio un rapido conto.
    Oggi una cella fotovoltaica di buona qualità (parlo di prodotti in regolare commercio, roba da circa 2,5 €/W di costo per un operatore nel settore) rende il 23%.
    Qualcuno penserà che non è tanto e che non è difficle superarla. Invece è tantissimo e riuscirci è una impresa addirittura titanica. Vi spiego perchè.
    Esistono due tipi di radiazione solare. La diretta e la diffusa. La seconda, che è quella frazione diffusa dall'atmosfera terrestere, vale circa il 30% della prima.
    Ora una cella fotovoltaica converte tutte e due le frazioni. Quindi rende il 23% del totale diretta + diffusa.
    Un motore termico, ma qualunque cosa che richieda una concentrazione dell'energia è nella stessa situazione, nel fuoco del suo parabolide può raccogliere solamente la parte diretta. Quella diffusa sarà necessariamente fuori fuoco, perchè per definizione arriva da direzioni imprecisate.
    Quindi qualunque apparato a concentrazione parte con il 30% di energia entrante in meno. Un dish Stirling ad esempio, e parlo di dati reali, lavora con una efficienza di conversione totale Heat to electricity del 29%. Ma se lo moltiplico per 0,7 (per fare dei conti tondi approssimiamo) che è la frazione diretta sul totale il rendimento finale sarà circa il 20%. Ecco che il 23% delle fotovoltaiche non solo è di più, ma ottenuto con della roba in cui non si muove nulla. 25 anni di vita utile senza dover fare altro che pulirne la superficie ogni tanto.
    Tanto che nella realtà si approfitta di questo loro grande rendimento (in senso relativo ovviamente) per montarle senza sistema di orientamento ed inseguimento. In questo modo si risparmia sul costo di impianto.
    E le nuove generazioni, con le celle sensibili dai due lati per esempio, che beccano la diffusa su una superficie doppia, apriranno ancora di più la forbice.
    L'unica cosa che lavora a sfavore delle celle è l'effetto scala. Mentre un impianto termodinamico può salire di rendimento man mano che diventa grande e corrispondentemente diminuire il suo costo a Kw di potenza installata, le celle sono sempre quelle. Questo le avvantaggia enermenente per le potenze casalinghe, mentre lascia uno spiraglio per le grandi centrali a concentrazione, tipo SUN TOWER per capirci.
    Ma il pareggio economico è ancora lontano. Più lontano per il termodinamico che per le celle.

    PS. Questo è anche il motivo per cui non si è mai diffuso il fotovoltaico a concentrazione. Perchè se è vero che riduco il numero di celle, è vero pure che rinuncio all'energia diffusa e devo obbligatoriamente mettere l'inseguitore. Insomma un cane che si morde la coda.

    Quindi chi sperimenta con i motori, di qualunque tipo, o li studia non lo fa per salvare il mondo. Per quello non ha praticamente chance.

    Lo fa per il proprio piacere.
    Il calore è una gran cosa se non ti trovi nel deserto e sai come utilizzarlo.

  10. #50
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quoto pienamente Stranamore!

  11. #51
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Stranamore Visualizza il messaggio
    Se veramente dovessimo fare i conti con le tecnologie esistenti noi di questa sezione del forum potremmo andare tutti a casa.
    ...
    Lo fa per il proprio piacere.
    Qualcuno sta chiudendo i battenti:

    "In principle, thermal-solar should be cheaper than PV, but rapid progress in PV has outpaced solar-thermal. This may be a case of the second-besttechnology beating the best because of government subsidies and widespreadinterest and participation in the development. See:Solar Shakeout Continues: Stirling Energy Systems Files for Chapter 7 Bankruptcy | Renewable Energy News Article- Jed"

    Il peccato originale dell'avventura, o meglio della disavventura, è stato quello di credere che il solare termodinamico fosse conveniente rispetto al fotovoltaico.
    E su questo hanno impiantato un motore di Stirling pur con rendimenti dichiarati abbastanza elevati.

    Dobbiamo sempre considerare che il calore, per quanto sia una gran cosa come dice Stranamore, è pur sempre la più bassa forma di energia, e tramutare un'energia nobile come quella fotonica in un'altra nobile come quella elettrica passando attraverso la sua trasformazione in calore, anche se di temperatura alquanto elevata (700°C), è concettualmente sbagliato.

    I motori esotermici, a mio parere, per essere convenienti e stare sul mercato, devono sfruttare solo calore a basso deltaT, nel range tra 150°(scarto finale di energia di altri processi) e 50° (calore adatto al riscaldamento), a bassissimo prezzo quindi, magari gratuito...
    Ultima modifica di rampa; 02-10-2011 a 11:08

  12. #52
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito stirling

    salve sto cercando di intraprendere la strada di un motore a combustione esterna
    il mio traguardo e produrre 1kw di energia elettrica inserendo il motore nella mia caldaia a mais
    qualcuno ha gia realizzato qualcosa ?
    pensando alla presurizzazione del motore , ho recuperato un vecchio compressore da cella frigorifera a R12
    è gia ermetico , pensavo di rifare albero motore , dovendo sfasare di 90 ° , attualmente è a 180 °
    qualcuno sa dirmi come calcolare il cilindro morto ?

    grazie
    Paolo

  13. RAD
Pagina 3 di 3 primaprima 123

Discussioni simili

  1. Nozioni "base" circa gli scooter elettrici (veicoli el. in genere)/Electric scooters (el. vehicles) background
    Da gattmes nel forum Veicoli ELETTRICI: auto elettriche, moto elettriche (veicoli a propulsione elettrica)
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 09-02-2009, 09:33
  2. Informazioni Sul Motore Stirling
    Da elettrinaf nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 21-06-2008, 14:07
  3. applicazioni motore stirling
    Da 21dan nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 05-06-2008, 16:52
  4. Dove trovo da comprare un motore stirling?
    Da Pindol nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 26-05-2008, 15:09

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •