Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 29 di 55 primaprima ... 9151617181920212223242526272829303132333435363738394041424349 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 561 a 580 su 1085

Discussione: «I ghiacci artici ai livelli del '79»

  1. #561
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Accellerazione dello scioglimento dei ghiacci



    Fonte: Superquark del 07.07.11
    Scienziato: Hamilton
    Ci si è accorti che lo scioglimento dei ghiacciai continentali della groenlandia stà subendo una accellerazione molto superiore al previsto. Si stanno facendo studi e rilevazioni sulle stratificazioni delle acque con differenti salinità e temperature e ci si è accorti che la corrente del golfo si è riscaldata di circa 1°C negli ultimi 10 anni e che stà "lavorando sulle gambe" sciogliendo alla base le propaggini dei ghiacciai che si estendono in mare. Tutto ciò ha portato ad un incremento dello scioglimento dei ghiacci perché cedono meccanicamente finendo in mare, con formazione di iceberg triplicata in soli 5 anni.
    Gli studi sono in corso ma si suppone che ci siano fenomeni analoghi in antartide e si stima che questo possa portare a rivedere le stime sull'innalzamento dei mari con un raddoppio della velocità.
    Sembrerebbe che purtroppo NO, i ghiacci artici non si stanno riformando, stanno sparendo!
    Maurino
    Segavano i rami sui quali erano seduti, e si scambiavano a gran voce le loro esperienze, di come segare più in fretta. E precipitarono con uno schianto. E quelli che li videro, scossero la testa e continuarono a segare. (Bertolt Brecht)

  2. #562
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Maurino.g Visualizza il messaggio
    Fonte: Superquark del 07.07.11
    Scienziato: Hamilton.
    Gli studi sono in corso ma si suppone che ci siano fenomeni analoghi in antartide e si stima che questo possa portare a rivedere le stime sull'innalzamento dei mari con un raddoppio della velocità.
    Sembrerebbe che purtroppo NO, i ghiacci artici non si stanno riformando, stanno sparendo!
    Ciao Maurino,
    e purtroppo per l'artico le cose vanno sempre peggio. Ad oggi la situazione è peggiore persino del 2007!

  3. #563
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    riporto dal sito zazoom.it:
    "La concentrazione di CO2 nell’atmosfera aumenta, invece che diminuire. Dalla prima conferenza sull’ambiente di Rio nel 1992 siamo passati da una concentrazione di 356 ppm (parti per milione) a 390 ppm. Siamo abbondantemente sopra i 350 ppm, indicati come il livello di sicurezza fissato dall’IPCC per evitare un ulteriore aumento della temperatura di 2°centrigradi, indicati come la soglia esiziale. Un limite invalicabile secondo tutti che si tradurrebbe in catastrofi sociali, ambientali ed economiche capaci di mettere in ginocchio la razza umana. L’attuale concentrazione di CO2 è la più alta negli ultimi due milioni di anni e dover limitare l’aumento della temperatura della terra a non oltre i 2 gradi significa in termini concreti ridurre dal 25 al 40% le emissioni entro il 2020, dell’80% entro il 2050. Invece oggi sappiamo con certezza che la CO2 dal 1990, anno base nel calcolo delle emissioni e delle riduzioni necessarie, è aumentata del 30%.

    Nonostante la diminuzione delle emissioni europee passate da 5,2 a 4,1 miliardi di tonnellate, l’impronta ecologica di Cina e Stati Uniti, rispettivamente con 7,4 e 5,95 miliardi di tonnellate annue di gas clima alteranti, è enorme. Seguono Russia ed India con 1,53 miliardi di tonnellate ed il Giappone con 1,23. Ma è soprattutto il dato delle tonnellate emesse procapite a scattare la fotografia della gigantesca ingiustizia climatica, e quindi economica. Sono 24 le tonnellate di gas serra annue emesse per ogni cittadino statunitense, a seguire canadesi ed australiani; parliamo di quantità almeno sette volte superiori rispetto ad un abitante dei sud del mondo. I paesi industrializzati sono dunque con il loro modello di sviluppo, di produzione e di consumo i principali inquinatori del pianeta."

    Meditiamo gente, meditiamo...
    Maurino
    Segavano i rami sui quali erano seduti, e si scambiavano a gran voce le loro esperienze, di come segare più in fretta. E precipitarono con uno schianto. E quelli che li videro, scossero la testa e continuarono a segare. (Bertolt Brecht)

  4. #564
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    è vero che la co2 aumenta, ma le temp globali nn sono piu salite e in più il ghiaccio artico alla fine dell anno torna in media

    non è che il riscaldamento dipendeva da qualcos'altro?

    ecco il grafico dei ghiacci artici, la linea rossa.. guardate bene che roba..



    http://arctic-roos.org/observations/satellite-data/sea-ice/observation_images/ssmi1_ice_ext.png









  5. #565
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    qui abbiamo le temp medie globali satellitari, ottobre stava andando sottomedia di brutto ma poi la sonda si è rotta.. strano e non potremo avere la media finale novembre-dicembre.. speriamo lo riparino presto..ma le rilevazioni satellitari stanno misurando temp, che sono tutt'altro che in aumento..girano troppi soldi intorno alla co2 troppi...

    AMSU-A Temperatures Trends from NOAA-15

  6. #566
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    è vero che la co2 aumenta, ma le temp globali nn sono piu salite e in più il ghiaccio artico alla fine dell anno torna in media
    Ciao!
    Le temperature globali sono in salita, molto marcata da 40 anni ormai. E' scientificamente sbagliato dire che le temperature non salgono per tutta una serie di motivi. Il ghiaccio artico inoltre rimane sotto media anche nei mesi invernali, anche se il fenomeno è meno marcato del periodo estivo. Ma il problema del ghiaccio artico è focalizzato proprio nei mesi estivi dove si rischia una perdita totale della calotta entro il 2100.
    Qualche grafico a dimostrazione che anche in inverno vi è un trend negativo:
    http://nsidc.org/images/arcticseaice...05_Figure3.png

    http://nsidc.org/images/arcticseaice...05_Figure2.png


    ecco il grafico dei ghiacci artici, la linea rossa.. guardate bene che roba..
    mac non fare confusione tra i dati di un periodo molto ristretto (molto influenzati dalla naturale variabilità interannuale, vedi particolari condizioni meteorologiche) e i trend di lungo periodo. Sono quelli che ci interessano in climatologia. E questi trend mostrano tutti (vedi grafici sopra) come vi è una perdita di ghiaccio artico, cosniderando qualunque periodo dell'anno, ma in particolare nei mesi estivi.
    Ultima modifica di Hopi; 11-12-2011 a 10:50

  7. #567
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    qui abbiamo le temp medie globali satellitari, ottobre stava andando sottomedia di brutto ma poi la sonda si è rotta.. strano e non potremo avere la media finale novembre-dicembre.. speriamo lo riparino presto..ma le rilevazioni satellitari stanno misurando temp, che sono tutt'altro che in aumento..girano troppi soldi intorno alla co2 troppi...
    Ripeto ancora che non puoi prendere un singolo mese per dimostrare che la tendenza a un riscaldamento (pluridecennale) è stata invertita. Inoltre non esistono solo i dati del satellite dell'UAH, ma anche dati satellitari RSS o i dati di stazioni a terra elaborati da tre centri di ricerca. Ad esempio puoi vedere qui un aggiornamento mensile del NOAA:
    State of the Climate

    Questi mesi, come anche i primi mesi del 2011 sono risultati leggermente meno caldi in quanto caratterizzati da forti episodi di NINA, che rappresentano dei fattori naturali che portano a un provvisorio e leggero abbassamento delle temeprature globali. Ma ad oggi il 2011 è anche l'anno piu caldo tra gli anni caratterizzati da fenomeni di NINA ( e il decimo in assoluto) e questo evidenzia come il trend di riscaldamento è tutt'ora in corso...

  8. #568
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ma sai.. con la nina siamo solo ad un anno e mezzo, dopo una serie di nino terrificanti.. che negli ultimi 40 anni ha portato ad un riscaldamento non da poco, ma in concomitanza con dei cicli solari veramente forti..

    le temp globali vadano in concomitanza con i cicli solari..

    parlare di trend al 2100 mi sembra un pò fantameteo, (non si riesce a fare una previsione a due sett figuriamoci a 100 anni)

    i poli si ritirano perchè cedono il loro freddo alle latitudini più basse.. si parla di era glaciale, ma è solo una distribuzione più omogenea del freddo..se il vortice polare rimanesse sempre compatto, avremmo un aumento dello spessore dei ghiacci, oltre che l'estensione,ma avremmo inverni molto miti alle nostre latitudini, ma quando un riscaldamento i stratosfera và a disturbare questo vortice ecco che lui "cede" il suo freddo, perdendo un pò del suo ghiaccio..i toni allarmistici dell IPCC non si sono avverati, per il momento, e pensare che ridurre la co2 può far cambiare dei trend climatici che ci sono sempre stati mi sembra troppo semplicistico..poi alla fine manco loro ci credono, vedi mail del climagate..

    ora con solo un anno e mezzo di nina abbiamo avuto un arresto del trend in salita.. l'indice AMO ha virato in negativo per la prima volta dal 1996(il raffreddamento dell'atlantico) quindi mi sa che da ora in poi con il minimo solare in corso, vedremo un riequilibrio del GW, spero solo il più gradatamente possibile..

    quando sono cominciate le rilevazioni delle temp globali dei cicli enso, eravamo appena usciti da un ciclo di raffreddamento dovuto al minimo solare (dalton) quindi è normale che un anno e mezzo di nina dopo un periodo di riscaldamento come quello che c'è stato non abbiamo ancora temp globali in ribasso..

    gli oceani sono enormi serbatoi di calore.. prima che dissipano tutto quel calore accumulato in 40 anni di riscaldamento ce ne vuole..

    vedremo nei prossimi anni se questo trend di temp si adegua al ribasso o riparte in salita..

    in olanda la co2 viene utilizzata nelle serre per far aumentare il raccolto, questo sarebbe un buon modo di utilizzarla.. come anche produrre idrocarburi con le alghe, fertilizzandole con la co2 prodotta dalle nostre attività..

    uno scienziato italiano, mette un pò in evidenza le criticità della teoria AGW

    ma non solo lui..

    "Se la Terra si surriscalda colpa del Sole: l’uomo non c’entra" - Interni - ilGiornale.it

  9. #569
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ti ringrazio per la risposta un attimo piu completa, che mi da l'occasione di sfatare alcuni luoghi comuni in materia climatica...
    Cerco di risponderti su vari punti su cui, penso di poter dire senza risultare troppo arrogante spero, vi sono diverse imprecisioni o interpretazioni errate del problema.

    con la nina siamo solo ad un anno e mezzo, dopo una serie di nino terrificanti.. che negli ultimi 40 anni ha portato ad un riscaldamento non da poco, ma in concomitanza con dei cicli solari veramente forti..
    I fenomeni ENSO sono dei fattori naturali interni al sistema climatico e sono delle oscillazioni che hanno influenza su di esso per periodi di tempo brevi. Non esiste un trend di lungo periodo associato ai fenomeni ENSO, perchè essendo delle oscillazioni appunto, tendono a bilanciarsi nel lungo. Se consideri il trend delle temperature dell'ultimo secolo e quello di oscillazioni come ENSO e PDO puoi vedere come non esiste alcuna correlazione. Esistono diversi studi, uno molto recente, che hanno mostrato come il trend di riscaldamento sia indipendente dagli episodi di Nino e Nina. Quindi è un errore tipico, ma importante pensare che il NINO possa influenzare le temperature medie globali sul lungo periodo (mentre è vero che le influenza nel breve e rientra nella cosiddetta variabilità interannuale). E' il motivo per cui non ha senso considerare, in trend climatici, intervalli inferiori ai 30 anni almeno.

    le temp globali vadano in concomitanza con i cicli solari..
    Attenzione....se è vero che in passato il sole ha avuto un ruolo determinante sul clima e le temperature globali (ed è ovvio che sia cosi) come forzante del sistema, è stato mostrato chiaramente come negli ultimi 40-50 anni la sua attività è stata nel complesso costante o addirittura in lieve diminuzione, a dimostrazione che non puo aver avuto un ruolo significativo in questo riscaldamento.

    parlare di trend al 2100 mi sembra un pò fantameteo, (non si riesce a fare una previsione a due sett figuriamoci a 100 anni)
    qui stai commettendo un errore dovuto probabilmente ad una scarsa conoscenza dei modelli. Non bisogna confondere i modelli usati in meteorologia che cercano di prevedere il tempo e quindi soggetti al famoso caos deterministico, per cui risulta difficile fare previsioni oltre una settimana in relatà e modelli climatici, che invece fanno proiezioni su medie. Un esempio molto semplice è che è impossibile prevedere il tempo al 23 gennaio 2012, ma è possibile dire che farà piu freddo che nel mese di luglio.

    i
    poli si ritirano perchè cedono il loro freddo alle latitudini più basse.. si parla di era glaciale, ma è solo una distribuzione più omogenea del freddo..se il vortice polare rimanesse sempre compatto, avremmo un aumento dello spessore dei ghiacci, oltre che l'estensione,ma avremmo inverni molto miti alle nostre latitudini, ma quando un riscaldamento i stratosfera và a disturbare questo vortice ecco che lui "cede" il suo freddo, perdendo un pò del suo ghiaccio
    Quelle di cui parli sono fenomeni metereologici che rientrano nella normale variabilità interannuale. E proprio per questo è fondamentale in climatologia non considerare periodi trppo corti...perchè proprio questo tipo di fenomeni naturali andrebbero ad inficiare (come rumore) un trend di fondo che si vuole rilevare. Ma in un periodo di 30 o meglio ancora 100 anni, tale rumore viene smussato e cosi puo emergere il vero trend...è quello che succede nel discorso GW.

    toni allarmistici dell IPCC non si sono avverati, per il momento, e pensare che ridurre la co2 può far cambiare dei trend climatici che ci sono sempre stati mi sembra troppo semplicistico..poi alla fine manco loro ci credono, vedi mail del climagate
    In realtà i rapporti IPCC si sono dimostrati fin troppo conservativi e poc allarmistici. Ti sembrerà assurdo, ma se andiamo al di la di quello che leggiamo sui blog, molte delle proiezioni IPCC si sono dimostrate imperfette in difetto! Infatti se per le temperature siamo ancora nel range delle proiezioni (non è vero che gli studi riportati sui rapporti IPCC prevedevano aumentio maggiori) per quanto riguarda il ghiaccio artico e il livello del mare la situazione che si sta delineando è ben peggiore di quanto previsto dall'IPCC. Inoltre ti invito a non sottovalutare l'importanza della CO2 perchè gli studi del clima passato ci dimostrano come questa sia stata uno dei principali fattori che hanno governato il clima terrestre. Infine dalle mail del famoso quanto ridicolo climategate non è emerso nulla di rilevante come non solo hanno mostrato circa una decina di commissioni ufficiali, ma anche la semplice lettura compoleta di quelle mail...Che neanche loro ci credono è un modo un po scorretto di giudicare il lavoro di centinaia di scienziati.


    uno scienziato italiano, mette un pò in evidenza le criticità della teoria AGW

    ma non solo lui..

    "Se la Terra si surriscalda colpa del Sole: l’uomo non c’entra" - Interni - ilGiornale.it
    Gli studi di Scafetta sono stati rigettati dalla comunità scientifica. Pensa che il modello utilizzato in uno dei suoi articoli è stato usato in maniera errata, come hanno evidenziato diversi scienziati, tra cui quelli che il modello l'avevano creato. Ad oggi le sue rimangono teorie senza alcuna base scientifica solida e accettata.

  10. #570
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    hopi, ti ringrazio per le tue riposte molto ricche di contenuti, nessuna arroganza, anzi.. fossero sempre così i confronti su punti di vista differenti..grazie ancora..

    a questo punto, mi verrebbe da chiederti, quali studi, riconosciuti e provati, dimostrano che la concentrazione di co2 possa in qualche modo far aumentare la temp globale..

    per quanto riguarda i cicli enso siamo perfettamente d'accordo sulla media 30ennale, se in 30 anni abbiamo avuto più nino che nina, abbiamo un trend di temp in salita al contrario in discesa puoi essere d'accordo su questo? ossia, visto che i cicli enso sono i veri e propri motori del clima ,hanno si un'influenza rapida, ma una successione di questi cicli per maggioranza + o - ha effetti anche sul lungo, va da se pensare che sono solo loro i regolatori delle temp globali.. no?

    i vari blog meteo a volte accendono delle lampadine, fa piacere leggerli perchè alla fine (quelli seri) ti mettono davanti a vari punti di vista, rimettendo in discussione alcune certezze che si davano per scontate..

    se hai tempo e voglia dai una sbirciatina a quest'articolo e dimmi cosa ne pensi..

    http://daltonsminima.altervista.org/?p=2600

  11. #571
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    a questo punto, mi verrebbe da chiederti, quali studi, riconosciuti e provati,
    dimostrano che la concentrazione di co2 possa in qualche modo far aumentare la temp globale..

    ciao mac...ottimissima domanda...
    ma non chiedere se "in qualche modo" ma in quale misura e se questa sia SUFFICIENTE
    a sostenere che la sola CO2 sia causa dell'aumento di temperatura osservato.
    poi una cosa ma...forse qualcuno se lo è perso...
    Probing the cosmic-ray–climate link - physicsworld.com
    ecco quindi il perché il sole è SEMPRE IL moderatore climatico...svensmark docet....
    ed ecco perché da quando partecipo a questo forum insisto nell'indicare nel sole la nostra croce-delizia.
    e pur essendo LUI "nei pressi" del massimo loro (i cosmic ray) non sembrano voler calare a livelli delle precedenti
    stagioni solari (siamo circa a 4% in piu nei confronti dei periodi precedenti)...
    Moscow Neutron Monitor

    SolarSoft Latest Events
    come si puo vedere a un anno e qualche mese dal massimo solare si vedono ancora valori di vento solare addirittura
    al di sotto di 290 Km/s...
    NASA/Marshall Solar Physics
    grazie all'attività solare del mese scorso si sono alzate le previsioni verso le 90 macchie medie dalle 64 precedenti...
    ma comunque parliamo del ciclo piu "lento" degli ultimi 80 anni...

    non bisogna confondere i modelli usati in meteorologia che cercano di prevedere il tempo e quindi soggetti al famoso caos deterministico, per cui risulta difficile fare previsioni oltre una settimana in relatà e modelli climatici, che invece fanno proiezioni su medie.
    a proposito di modelli....
    IPCC 4th Assessment Report (2007): Model NASA-GISS-ER
    http://pubs.giss.nasa.gov/docs/2005/...sen_etal_1.pdf
    Our climate model, driven mainly by increasing human-made greenhouse
    gases and aerosols, among other forcings, calculates that Earth is now ab-
    sorbing 0.85 T 0.15 watts per square meter more energy from the Sun than it
    is emitting to space. This imbalance is confirmed by precise measurements of
    increasing ocean heat content over the past 10 years

    mmm interessante ma il serbatoio di calore...chi se lo è aaarubato???
    Global ocean heat content

    heat_content55-07.png
    o meglio...sembra che il modello non predica una pausa dell'accumulo di qualche anno...
    o mi son perso il capoverso??..
    in fine non dimentichiamoci di controllare anche le pompe di so2 (ndr vulcani)
    che di recente ne han fatti "botti di capodanno" e credo che il loro peso sia ancora
    a ddddi salire in "bilancia"...



    per i ghiacci non scordiamoci che gli irriducibili del GW danno come "certa"
    la scomparsa totale dei ghiacci artici entro 20 anni...
    per gli antartici ancora non si pronunciano...
    ma mi chiedo...
    http://nsidc.org/images/arcticseaice...05_Figure2.png
    Arctic Sea Ice News & Analysis
    comè possibile pur anche credendo al loro 4.7% decrease for decade???
    eeee analizziando bene che è successo dal 2007 ad oggi...
    ok vero...qui siamo nella fase meteo...
    mi sembra di capire però che quando un "anomalia" è scomoda...
    o meglio non a favore dei propri "modelli" si scomodi sempre il meteo...
    o le localizzate spazio tempo...
    solo quest'ultimo però darà ragione agli uni o agli altri...o forse a nessuno..

    ci si aggiorna..
    gnorri
    apparenza non è sinonimo di appartenenza..
    eppur ancora non si crede al PIETR-olio...gnorri

    NO AL NUCLEARE PERCHE' NE CONOSCO I COSTI ED I PROBLEMI TECNICI...
    ED INOLTRE NON POSSO IPOTECARE IL FUTURO DI CHI OGGI NON PUO' SCEGLIERE..

  12. #572
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    a questo punto, mi verrebbe da chiederti, quali studi, riconosciuti e provati, dimostrano che la concentrazione di co2 possa in qualche modo far aumentare la temp globale..
    ciao Mac, prima di entrare nel merito degli studi specifici vorrei capire meglio il tuo pensiero. Tu mi chiedi se esistono studi che provano che la co2 possa influire sulla temperatura aumentandola (al di la di quanto). Perchè ti posso assicurare che gli scienziati piu scettici ammettono che a un raddoppio di CO2 la terra si scalderebbe di circa un grado...e su questo non c'è molto da discutere. Sono tutta una serie di feedback che si scatenerebbero che fanno variare la cosiddetta sensibilità climatica e che porta alcuni scienziati (molto pochi) a vedere aumenti di temperatura di massimo un grado. Ma sul ruolo riscaldante della CO2 non vi è alcun dubbio, perchè è stato provato da almeno 100 anni.

    per quanto riguarda i cicli enso siamo perfettamente d'accordo sulla media 30ennale, se in 30 anni abbiamo avuto più nino che nina, abbiamo un trend di temp in salita al contrario in discesa puoi essere d'accordo su questo? ossia, visto che i cicli enso sono i veri e propri motori del clima ,hanno si un'influenza rapida, ma una successione di questi cicli per maggioranza + o - ha effetti anche sul lungo, va da se pensare che sono solo loro i regolatori delle temp globali.. no?
    Rispondo no a entrambe le domande...
    Per quanto riguarda la prima il trend dei cicli ENSO su periodi lunghi è neutro. Esistono studi che mostrano chiaramente come smussando quella variabilità naturale costituita dai vari eventi di NINO e NINA rimane un trend chiaro ed evidente di riscaldamento, del tutto paragonabile a quello registrato dalle osservazioni. Questo evidenzia come gli eventi ENSO hanno influenzato in minima parte le temperature globali sul medio periodo (e in nessun modo quelle sul lungo). Ti posto uno studio che dimostra ciò:

    http://iopscience.iop.org/1748-9326/...6_4_044022.pdf

    Proprio per questo e per definizione stessa di ENSO (ovvero parliamo di oscillazioni), questi fenomeni non sono assolutamente da considerare i regolatori delle temperature globali...rappresentano solo una variabilità di tipo interannuale e proprio per questo hanno influenza solo su periodi brevi. Sono infatti fenomeni interni al sistema, in quanto rappresentano scambi di calore tra atmosfera e oceani, al contrario di altri fattori naturali come sole e vulcani o la CO2 antropica.

    i
    vari blog meteo a volte accendono delle lampadine, fa piacere leggerli perchè alla fine (quelli seri) ti mettono davanti a vari punti di vista, rimettendo in discussione alcune certezze che si davano per scontate..
    i vari blog meteo sono molto interessanti su argomenti concernenti appunto la meteo...ma sono fatti da appassionati che non hanno conoscenze approfondite, soprattutto sul tema climatico. Ed è bene non confondere queste due aree che ormai sono separate.

    se hai tempo e voglia dai una sbirciatina a quest'articolo e dimmi cosa ne pensi..

    http://daltonsminima.altervista.org/?p=2600
    conosco un poco quel blog e alcuni degli errori macroscopici che spesso compaiono nei post di questi ragazzi sicuramente appassionati dell'argomento, ma spesso mossi da pregiudizi un po ideologici...l'articolo in particolare mostra diverse lacune ed è facile notare come prendendo piccoli periodi di un trend di lungo termine è possibile trovare qualsiasi causa che ben si correla con quei periodi brevi. In realtà nè il sole (posso postarti numerosi articoli a riguardo) ne tantomeno le oscillazioni quali ENSO e PDO (strettamente collegata alla prima) spiegano l'attuale trend di riscaldamento.

  13. #573
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    poi una cosa ma...forse qualcuno se lo è perso...
    Probing the cosmic-ray–climate link - physicsworld.com
    ecco quindi il perché il sole è SEMPRE IL moderatore climatico...svensmark docet....
    ed ecco perché da quando partecipo a questo forum insisto nell'indicare nel sole la nostra croce-delizia.
    e pur essendo LUI "nei pressi" del massimo loro (i cosmic ray) non sembrano voler calare a livelli delle precedenti
    stagioni solari (siamo circa a 4% in piu nei confronti dei periodi precedenti)...
    ciao caro,
    purtroppo qui non si tratta di perdersi niente. Il fatto è che attualmente la teoria dei raggi cosmici ha presentato numerosissime lacune. Si sta cercando, attraverso un esperimento al CERN, come si evince dal tuo articolo, di capire meglio il discorso della formazione delle nubi ed eventuali influenze dei raggi cosmici. Ma ad oggi, come ha ammesso lo stesso autore dell'esperimento, il reuolo dei raggi cosmici sul clima risultato dall'esperimento non è significativo, in accordo con la letteratura scientifica sull'argomento:
    http://www.lescienze.it/news/2011/08..._forse-550934/

    per i ghiacci non scordiamoci che gli irriducibili del GW danno come "certa"
    la scomparsa totale dei ghiacci artici entro 20 anni...
    per gli antartici ancora non si pronunciano...
    ma mi chiedo...
    Sono pochissimi quelli che paventano un rischio di scomparsa in cosi poco tempo. In realtà nell'ultimo rapporti IPCC le stime di perdita dei ghiacci artici si sono mostrate fin troppo ottimistiche, dato che i ratei di scioglimento si stanno rilevando maggiori del previsto. E il fatto che quest'anno si sia registrato il secondo peggiore minimo sta a dimostrare che di tutto possiamo parlare, meno che di inversione di tendenza. E non sono certo un paio di mesi favorevoli alla formazione di ghiaccio giovane e quindi molto più "debole" a cambiare le cose. Del resto a novembre è stata regoistrata la terza minore estensione, quindi sempre in una situazione drammatica si è.
    Ultima modifica di Hopi; 12-12-2011 a 22:14

  14. #574
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    hopi, i tu dici che c'è un trend di temp ascendente

    ma con la salita della co2 qui non sembra affatto un trend in salita:

    http://icecap.us/images/uploads/CO2_vs_Global_Temperature.png



    non vorrei che la co2 sia un prodotto fisiologico del riscaldamento.. ossia, la biosfera se riscaldata emette più co2, mi sembra piu normale questo che il contrario, se metti un uomo in sauna il suo sistema di feedback di termoregolazione aumenta il suo "lavoro" e fa emettere molta più co2 che a temp ambiente.. e cosi per animali piante e tutto..

    quindi va da se pensare che se il pianeta si riscalda per i motivi dovuti ai forti cicli solari degli anni passati tutto il pianeta per il suo feedback termoregolatore aumenta la sua "respirazione" emettendo piu co2..

    non é la CO2 né l' atmosfera a provocare la differenza di temperatura tra il modello Radiativo (-18°C) e il modello reale (+15 °C circa) ma la capacità termica degli oceani. Una quantità assurdamente elevata di calore é immagazzinata negli oceani é un mega serbatoio termico la terra funziona come un mega collettore solare termico, l' atmosfera esiste perché esistono gli oceani se il Sole riesce a scaldare gli oceani la temperatura aumenta se non ci riesce fà freddo , i cicli enso sono la risposta al riscaldamento dovuto al sole, e come il sole nella sua attività è ciclico, anche i cicli enso lo sono( con i dovuti ritardi che non sappiamo valutare, perchè tutta quella massa di acqua non dà una risposta diretta)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_serra

    vedi? qui si sono dimenticati di mettere le capacità termiche degli oceani e dell atmosfera, che non è una coperta o un vetro.. la serra si scalda perchè è chiusa ed è impedito il raffreddamento, un gas non è un vetro, ha delle capacità termiche ben diverse.. e scambia con L'esterno..che sta a meno 200 , la nostra atmosfera è un enorme radiatore, piu il pianeta si scalda e piu poi con i dovuti ritardi il calore si "dissipa" nello spazio..

    e ora è successa una cosa insolita.. di solito quando c'è fase di nino l indice AMO è negativo e quando c'è nina AMO positivo

    ora abbiamo.. ciclo solare in coma, nina, e AMO negativo.. ho solo paura che ci sia una risposta troppo forte al riequilibrio delle temp..

    che in poco tempo si ritorni in media.. non me lo auguro proprio..
    Ultima modifica di mac-giver; 12-12-2011 a 22:53

  15. #575
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ma con la salita della co2 qui non sembra affatto un trend in salita:

    http://icecap.us/images/uploads/CO2_vs_Global_Temperature.png
    Quel grafixo ha una valenza dal punto di vista climatologica nulla, perchè prende un periodo troppo breve e casualmente si prende come riferimento il 1997-98 e i dai HADCrut che per ammissione dello stesso centro di ricerca, presenta alcune problematiche sui dati dell'artico. In più c'è una curva blu che sembra una media molto "fatta a mano"... Senza cosniderare un errore di fondo che è quello di voler paragonarfe CO2 e temperatura come se vi fosse un rapporto lineare...chi ha fatto quel grafico non conosce le leggi base della materia.

    non vorrei che la co2 sia un prodotto fisiologico del riscaldamento.. ossia, la biosfera se riscaldata emette più co2, mi sembra piu normale questo che il contrario, se metti un uomo in sauna il suo sistema di feedback di termoregolazione aumenta il suo "lavoro" e fa emettere molta più co2 che a temp ambiente.. e cosi per animali piante e tutto..quindi va da se pensare che se il pianeta si riscalda per i motivi dovuti ai forti cicli solari degli anni passati tutto il pianeta per il suo feedback termoregolatore aumenta la sua "respirazione" emettendo piu co2..
    La CO2 sta aumentando a causa delle emissioni antropiche e questo è incontestabile e provato scientificamente. Che poi quando il pianeta si riscalda aumenti la CO2 è anche questo vero, ma non per i motivi da te detti. La respirazione vegetale e animale rientrano nel ciclo del carbonio che è un ciclo chiuso. Sono altri i motivi per cui la CO2 aumenta in un pianeta che si riscalda, uno di questi è che gli oceani aumentano l'emissione netta di CO2 a causa della diminuzione della solubilità del gas. I cicli solari hanno avuto negli ultimi 50 anni un valore netto nullo o addirittura negativo e ti ripeto ancora, non spiegano il riscaldamento...

    non é la CO2 né l' atmosfera a provocare la differenza di temperatura tra il modello Radiativo (-18°C) e il modello reale (+15 °C circa) ma la capacità termica degli oceani
    Tu contesti una conoscenza base dell'atmosfera riconosciuta da tutti (Spencer si scomodò a fare un post cercando di convincere alcuni suoi lettori che negare l'effetto serra è negare la realtà, Lindzen spiega bene il fenomeno essendo un fisico dell'atmosfera e parliamo dei piu accaniti scettici). Del resto vi sono leggi fisiche, osservazioni reali, prove in laboratorio, centinaia di articoli a dimostrazione di cio) Negare l'effetto serra è come dire che la terra è piatta o parlare di UFO e scie chimiche...Entriamo in un altro campo, che non è scientifico.
    Gli oceani sono fattori interni al sistema che possono modellare le temperature sul breve periodo, ma non hanno influenza sul bilancio energetico terrestre. Ti consiglio di approfondire meglio l'argomento su qualche libro di testo, in alternativa posso consigliarti qualche link specifico sull'argomento. (dovrei averne uno ben fatto dall'ISAC-CNR).


    ora è successa una cosa insolita.. di solito quando c'è fase di nino l indice AMO è negativo e quando c'è nina AMO positivo

    ora abbiamo.. ciclo solare in coma, nina, e AMO negativo.. ho solo paura che ci sia una risposta troppo forte al riequilibrio delle temp..

    che in poco tempo si ritorni in media.. non me lo auguro proprio..
    Nonostante quello che dici il 2011 si sta rilevando tra i primi dieci anni piu caldi e rappresenta l'anno piu caldo tra quelli caratterizzati da eventi di NINA. Inoltre continuo a ripeterti che le oscillazioni NON hanno effetti sul lungo periodo per loro stessa definizione. E ti ho postato uno studio dove si capisce bene cosa volgio dire, ma se non lo leggi diventa uno sforzo inutile.
    Inoltre alcuni studi hanno mostrato come un sole ai livelli del minimo di Maunder limiterebbe il riscaldamento di poco, a dimostrazione che purtroppo di inversioni di tendenza sul lungo periodo non se ne intravedono.

  16. #576
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    hopi, non nego l'effetto serra, ho dei dubbi su quello antropico, abbiamo attraversato un ciclo di riscaldamento documentato.. ma in 200mila anni quanti ce ne sono stati?..

    poi negli anni passati il rilevamento delle temp ha avuto delle metodiche un pò dubbie..ora con i satelliti sembrano forse più affidabili..

    il termometro terrestre non lo puoi mettere nelle zone piu calde del pianeta con x centraline e poi metti x-10 centraline nelle zone più fredde, le medie sono un pò falsate.. ma come ho detto ora i satelliti sembra stiano facendo un buon lavoro..sembra..

    e perchè sembra? ora il 2011 visto che mancano i dati di novembre e dicembre la media me la faranno a 10 mesi, mancando all'appello due mesi freddi la cosa viene un pò falsata..

    sembra una guerra di cifre, dove manca la trasparenza e la veridicità dei dati..

    poi:

    "I cicli solari hanno avuto negli ultimi 50 anni un valore netto nullo o addirittura negativo e ti ripeto ancora, non spiegano il riscaldamento..."

    e chi lo ha detto?

    studi che smentiscono altri studi gli studi da prendere in considerazione fanno parte di una ristretta parte di scienziati "governativi" quelli che smentiscono sono indipendente e da non prendere in considerazione quindi.. c'è qualche cosa che non và..

    il progetto ARGO (le boe robotizzate che avrebbero dovuto prendere le temp su vari strati dell oceano fino ai fondali) dopo che sono stati visti i primi risultati, che andavano in netto contrasto con le teorie "riconosciute scientificamente" lo hanno subito abbandonato..

    stanno girando troppi soldi su questo businness co2 climatico, e dove ci sono i soldi(troppi) c'è la corruzione e la non trasparenza..

    non mi fido..

    il polo nord perde, il polo sud recupera, l'anno scorso in sud africa e in sud america hanno visto nevicate epiche, gli stati uniti completamente ricoperti di neve l'hanno scorso.. gli uragani dovevano aumentare e invece sono diminuiti(segnali di raffreddamento ?)

    gli eventi gelidi anche se brevi stanno aumentando la loro intensità.. la germania l'anno scorso: il dicembre più freddo di sempre..

    e quando leggo di sempre mi preoccupo..

    la scienza del clima, ha delle lacune per il motivo che non ci sono modelli riproducibili in lab, e come diceva galilei

    per poter avere una VERITà scientifica: La verità è riproducibile con esperimenti o osservazioni.

    visto che non c'è un esperimento che riproduca il modello climatico, e non c'è nulla che provi sperimentalmente che la co2 riscaldi il pianeta con quelle cifre che vogliono farci credere, bisogna limitarsi all'osservazione, termometri-satelliti-e quant'altro, ma non in mano a scienziati governativi...se verrà decretato il 2011 il più caldo di sempre senza novembre e dicembre, mi spiace, ma a questi "scienziati" non credo..

  17. #577
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mac riproponendo vecchie storie ormai superate non si arriva a comprendere meglio il problema ma si fa solo tanta confusione. Dunque:

    il progetto ARGO (le boe robotizzate che avrebbero dovuto prendere le temp su vari strati dell oceano fino ai fondali) dopo che sono stati visti i primi risultati, che andavano in netto contrasto con le teorie "riconosciute scientificamente" lo hanno subito abbandonato..
    falso
    giusto un po di storia su Argo...
    Argo (oceanography) - Wikipedia, the free encyclopedia

    In realtà Argo non è stato bloccato, ma i primi dati presentavano degli errori che sono stati successivamente rimossi. Del resto tutte le misure mostrano un aumento del contenuto di calore oceanico:
    Global ocean heat content 1955–2008 in light of recently revealed instrumentation problems

    hopi, non nego l'effetto serra, ho dei dubbi su quello antropico, abbiamo attraversato un ciclo di riscaldamento documentato.. ma in 200mila anni quanti ce ne sono stati?..
    Sono contento che non lo neghi, ma nel tuo precedente intervento hai scritto ben altro, ovvero:
    "non é la CO2 né l' atmosfera a provocare la differenza di temperatura tra il modello Radiativo (-18°C) e il modello reale (+15 °C circa) ma la capacità termica degli oceani."
    Inoltre il fatto che il clima sia cambiato in passato (cosa ovvia a tutti) non implica che l'uomo non possa influenzarlo in alcun modo. E' un ragionamento che non ha un senso logico...


    poi negli anni passati il rilevamento delle temp ha avuto delle metodiche un pò dubbie..ora con i satelliti sembrano forse più affidabili..
    E chi ti dice questo? E' una tua conclusione e del resto i satelliti mostrano trend di riscaldamento del tutto simili a quello registrato da stazioni a terra.

    il termometro terrestre non lo puoi mettere nelle zone piu calde del pianeta con x centraline e poi metti x-10 centraline nelle zone più fredde, le medie sono un pò falsate.. ma come ho detto ora i satelliti sembra stiano facendo un buon lavoro..sembra..
    No tu staio banalizzando un lavoro di persone che, spero tu lo ammetta, ne capiscono un po di piu sul problema, lavorandoci ogni giorno. E a conferma della bontà delle temperature medie registrate a terra vi è non solo la controprova satellitare, ma anche l'ultimo corposo lavoro di scienziati, alcuni dei quali dichiaratamente scettici su alcuni punti, che ha dimostrato come le elaborazioni dei tre principali centri di ricerca che pubblicano le temperature siano del tutto simili ai loro risultati. E come l'effetto isola di calore non ha influenza significativa, ma questo l'avevano già ben spiegato da tanti anni diversi studi presenti in letteratura. Poi si puo continuare a dire che queste hanno un'influenza e le registrazioni presentano delle lacune importanti, ma c'è anche gente che continua a dire che la terra è piatta....

    "
    I cicli solari hanno avuto negli ultimi 50 anni un valore netto nullo o addirittura negativo e ti ripeto ancora, non spiegano il riscaldamento..."

    e chi lo ha detto?

    studi che smentiscono altri studi gli studi da prendere in considerazione fanno parte di una ristretta parte di scienziati "governativi" quelli che smentiscono sono indipendente e da non prendere in considerazione quindi.. c'è qualche cosa che non và..
    Lo dicono i dati delle TSI...la ristretta parte di scienziati governativi prevede centinaia di climatologi sparsi per il mondo (compresi i miei vecchi professori dell'università, sono governativi anche loro??), diciamo il 97% degli esperti con pubblicazioni sul tema. La storiella dei "ristretti scienziati governativi" non regge se si ha un attimo a che fare con il mondo scientifico ed è un insulto per tutti quegli scienziati che svolgono il loro lavoro in santa pace e che come minimo si da loro dei creduloni ingenui (nella migliore delle ipotesi).

    il
    il polo nord perde, il polo sud recupera, l'anno scorso in sud africa e in sud america hanno visto nevicate epiche, gli stati uniti completamente ricoperti di neve l'hanno scorso.. gli uragani dovevano aumentare e invece sono diminuiti(segnali di raffreddamento ?)
    Il Polo sud non recupera...bisogna innanzitutto distinguere tra ghiaccio marino e continentale. Il primo è in leggerissimo aumento, quasi stabile in realtà. Il secondo diminuisce...ma non ha senso paragonare il polo nord e il polo sud come se si dovessero comportare in maniera simile e questo lo dovresti sapere dalle scienze della terra studiate al liceo...
    Inoltre gli uragano non stanno diminuendo. Sono in aumento in alcune zone, stabili in altre, ma quello che è in aumento è la loro intensità...e infatti nel mondo scientifico si è sempre detto che l'intensità sarebbe aumentata, mentre vi sono sempre state molte incertezze sull'aumento in numero degli uragani a livello globale (vedi ultimo rapporto IPCC)


    gli
    eventi gelidi anche se brevi stanno aumentando la loro intensità.. la germania l'anno scorso: il dicembre più freddo di sempre..
    no...tutte le statiostiche mostrano come sono molti di piu i record tendenti al caldo di quelli al freddo...è una differenza abissale...


    la scienza del clima, ha delle lacune per il motivo che non ci sono modelli riproducibili in lab, e come diceva galilei

    per poter avere una VERITà scientifica: La verità è riproducibile con esperimenti o osservazioni.
    Tutte le conoscenze che si hanno sul clima sono state provate sperimentalmente, è un falso mito quello che tu dici. Inoltre vi sono cose che è impossibile sperimentare (vedi sensitività climatica) perché i vorrebbe un altro pianeta identico e questo sarà per sempre impossibile. Inoltre se tu cerchi verità assolute senza le quali fermare ogni decisione di tipo politico economico o sociale, ti sorprenderà sentirlo, ma bloccheremmo l'intero processo decisionale, in quanto TUTTE le scienze moderne si basano su verità non assolute...Blocchiamo tutte le decisioni in campo clinico e medico perchè non abbiamo certezze assolute?

    se verrà decretato il 2011 il più caldo di sempre senza novembre e dicembre, mi spiace, ma a questi "scienziati" non credo..
    ma infatti già da adesso hanno dichiarato che il 2011 non potrà risultare il piu caldo in assoluto...ad oggi è il decimo

    stanno girando troppi soldi su questo businness co2 climatico, e dove ci sono i soldi(troppi) c'è la corruzione e la non trasparenza..
    entriamo in discorsi troppo politici...un'unica considerazione che posso fare è che (ti assicuro) ne girano molti di più tra quelli che negano la causa antropica e fanno di tutto per bloccare processi decisionali volti ad una diminuzione delle emissioni...non c'è il minimo paragone tra le due cose
    Ultima modifica di Hopi; 13-12-2011 a 14:31

  18. #578
    Amministratore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,

    Vorrei fare i complimenti a chi sta portando avanti questa discussione. Posizioni differenti ma sostenute con pacatezza e dati tecnici.
    Così si fa!

    Personalmente sento la posizione di Hopi molto concreta, razionale e rispondente a quella che sembra essere la realtà dei fatti.

    Mac, una concentrazione così alta di CO2 in atmosfera non si aveva forse dal giurassico... come non potrebbe influenzare sensibilmente le temperature essendo un gas serra persistente??

    Per me la correlazione dell'aumento delle temperature con l'emissione di Co2 da attività antropiche è ovvia e logica anche senza necessità di alcun dato a conferma. E' semplice logica diretta.

    Poi gli effetti, i ritardi, le molteplici funzioni dell'organismo terra che mitigano o amplificano o modificano l'effetto serra.... bhe, su quello possiamo discuterne. Ma l'effetto serra antropico purtroppo esiste ed è una realtà che si percepisce anche a pelle (senza cappotto ancora a metà dicembre....).

    Roy
    Comprogreen.it: soluzioni di alta ecologia che supportano il forum. Acquista in piena sicurezza!
    Essere realisti e fare l'impossibile

  19. #579
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti ...
    Volevo informarvi che attualmente sembra ci siano problemi anche con questo satellite se andate a questo link Daily Updated Time series of Arctic sea ice area and extent derived from SSMI data provided by NERSC. — Arctic ROOS noterete che oggi i grafici non sono stati prodotti ... Alcuni giorni fà avevo pubblicato questo commento su NIA http://daltonsminima.altervista.org/...#comment-73704 scherzando sul fatto che se qualcuno si fosse accorto di tale andamento il satellite sarebbe andato in avaria .... Detto ...Fatto!
    Ultima modifica di Luci0; 13-12-2011 a 21:56

  20. #580
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao roy, un piacere rivedersi, come al solito metto un pò di sale nelle discussioni per motivare dubbi e altri punti di vista, forse hopi mi disintegrerà per colpa della mia scarsa preparazione in materia, però grazie alla sua pazienza escono molti dati interessanti, che non convergono con il mio pensiero e il mio modo di interpretare i grafici..ma piano piano capirò il perchè..

    riprendo l'appunto che mi ha fatto hopi sul mio pensiero riguardo l'effetto serra..
    ha ragione, perchè non ho circostanziato il mio pensiero,

    non nego l'effetto serra dovuto al vapore acqueo ( che ne è il maggiore responsabile) ma ho dei dubbi su quello antropico e quindi responsabile la co2, la capacità termica degli oceani è la responsabile perchè fà aumentare in atmosfera il vapore acqueo e quindi l 'effetto serra. una volta che questa fase di riscaldamento(dovuta al sole) viene meno, perchè il sole comincia ad andare verso dei minimi consecutivi(non ne basta uno) ci sarà meno vapore acqueo, meno effetto serra, meno riscaldamento, anzi un raffreddamento..(spero mai)

    per quanto riguarda argo, proprio li su wikipedia, c'è scritto che

    Argo data result errors

    During 2006, the Argo Network was thought to have shown [3][9] [10] a declining trend in ocean temperatures. In February 2007, the author of the paper (Josh Willis) discovered that there were problems with the data used for the analysis. [11] Many references exist to the uncorrected data results despite Josh Willis' published correction in 2008: many articles and arguments still use and promote the uncorrected data results from 2006. [12][13]

    ora faccio una domanda, ma se le boe alle prime risposte, avessero dato delle temp elevate come ci si aspettava, avrebbero detto che c'erano errori??

    perchè visto che davano un resoconto negativo hanno detto che c'erano degli errori?

    la cosa non mi sembra chiara.. si spendono milioni di eur, per un progetto fantastico, perchè quella boa palombaro avrebbe dato la certezza delle temp degli oceani in tempo reale, e invece? tutte le boe sono difettose? un dubbio mi viene.

    dodichè qui:
    Global ocean heat content 1955–2008 in light of recently revealed instrumentation problems forniscono STIME sul riscaldamento degli oceani.. stime.. con cosa hanno misurato le temp in profondità visto che ARGO è difettoso?

    poi gli dice male.. perchè appena un anno dopo NINA strong e ancora perdura e và intensificandosi,

    tu dici che le temp degli oceani sono ininfluenti sulla regolazione della temp globale.. non so che dirti.. non riesco a convincermi, data la superficie occupata dagli oceani no non mi convince..

    per quanto riguarda il ghiaccio continentale da quello marino, sono contento che hai puntualizzato, anche perchè così si capisce che il cubetto di ghiaccio galleggiante (artico) se si sciogliesse di botto, il mare non si alzerebbe di un solo cm, cosa che invece piu di qualche catastrofista climatico aveva ipotizzato un INNALZAMENTO del livello del mare.. ma il continente freddo (sud) tiene botta a quanto pare, e il mare non si alza.. anzi sembra che cali..

    http://www.meteoweb.eu/2011/12/clima...ssando/102402/

    ora se vuoi puoi anche uccidermi
    Ultima modifica di mac-giver; 13-12-2011 a 23:54

  21. RAD
Pagina 29 di 55 primaprima ... 9151617181920212223242526272829303132333435363738394041424349 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •