Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 151

Discussione: Argomenti di discussione sugli effetti, presunti, del cambiamento climatico

  1. #81
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    però se continuano a "rubare/saccheggiare" facendo almeno un pò di bene al pianeta,forse,forse è meglio dell attuale situazione.
    non si fa del bene al pianeta rubando e saccheggiando.. impoverisci le popolazioni e fai aumentare il potere ai soliti noti.. forse se sparissero le macchine col motore endotermico dai centri abitati, ma assieme anche i sistemi di riscaldamento obsoleti, puntando su centrali di di teleriscaldamento fuori città, si farebbe del bene, non al pianeta ma all'ambiente in cui viviamo..

    l'ideologia della catastrofe climatica (mai avvenuta) per colpa dell aumento di un gas innocuo porterà solo male..

  2. #82
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Se già aiutassero a non estrarre petrolio dalle sabbie bituminose del canada,sarebbe un passo nella direzionione nella quale spero ci incamminiamo.Senti,per curiosità, ma tu non credi che l essere umano sia in grado di distruggere gli ambienti marini?Anch essi sono abbastanza consistenti nella composizione del nostro pianeta.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  3. #83
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    non sempre ho tempo per replicare, però che le rinnovabili possano essere un affare per i soliti noti è veramente assurda come affermazione.

    Che mazzette e ruberie si possano e vengano fatte su tutto in Italia è vero, ma le rinnovabili intrinsecamente, essendo tendenzialmente impianti piccoli e più distribuiti, si prestano molto meno ai giochetti sporchi di centrali nucleari, a carbone o a gas, con tutto il contorno.

    Commovente poi il momento di lucidità e l'auspicio di un aumento di mobilità elettrica e teleriscaldamento. Peccato che senza la motivazione forte del cambiamento climatico non avranno mai una spinta apprezzabile, visto che a parte il beneficio locale il grosso vantaggio è proprio la riduzione di C02 emessa...

    E perchè osteggiare le sabbie bituminose se non per contenere le emissioni di CO2?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  4. #84
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ... però che le rinnovabili possano essere un affare per i soliti noti è veramente assurda come affermazione.
    Beh,a livello globale fà girare un sacco di money.Qualcuno deve pur produrre.Chi???
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  5. #85
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Per quelli a cui interessa ciò che dice la Scienza segnalo una chiarissima intervista al prof. Valerio Rossi Albertini Stasera, venerdì 10 ottobre, alle ore 19.30 su SkyTG24, dove il ricercatore CNR (quindi senza alcun dubbio meritevole di fregiarsi del titolo di "scienziato") afferma senza tanti se e ma che il problema delle ripetute alluvioni in Liguria e non solo è sicuramente peggiorato dalla incapacità politica e dalle furberie umane, ma anche che dipende IN PRIMO LUOGO dal veloce cambiamento climatico che negli ultimi anni, evidentemente in barba al rallentamento quindicennale del GW e con sprezzo assoluto dei record del ghiaccio MARINO antartico, sta creando situazioni tropicali in zone sensibili come la Liguria.
    In questo caso è l'anomala temperatura del mare, persistentemente elevata, a generare una forte umidità di evaporazione che si scontra con le ondate più fredde provenienti dalla catena montuosa che separa la Liguria dal resto d'Italia. Provocando l'anomala situazione localizzata.
    Per far capire quanto la cosa sia localizzata e pressoché impossibile da prevedere e gestire posso segnalare che qui, a Savona, nemmeno 30 km in linea d'aria da Genova, il torrente che attraversa la città è totalmente asciutto!
    Questo tanto per far capire quanto le future, prevedibilissime, pretese di "queste cose sono sempre successe in Liguria e poi costruiscono i negozi nel torrente" sono in realtà complete bufale!
    Ora, finalmente, anche la comunità scientifica sta prendendo posizione.
    Aspettiamo fiduciosi le "spiegazioni" dei fenomeni da parte della claque negazionista di climatemonitor o degli agenti infiltrati in questo forum, semmai!

  6. #86
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Ora, finalmente, anche la comunità scientifica sta prendendo posizione.
    Aspettiamo fiduciosi le "spiegazioni" dei fenomeni da parte della claque negazionista di climatemonitor o degli agenti infiltrati in questo forum, semmai!
    la "comunità scientifica" è la stessa che da anni pensa che ridurre la co2 fa tornare indietro il riscaldamento globale

    è la stessa che cambia la parola riscaldamento con cambiamento..

    è la stessa che per fenomeni localizzati come un temporale autorigenerante Temporale autorigenerante in LIGURIA: i fenomeni si spostano MOLTO LENTAMENTE a est

    riconferma a gran voce le non teorie appena espresse..

    b'è che dire.. lo sciacallaggio mediatico si attacca ai fenomeni locali.. pensare che riducendo la co2 , questi fenomeni si attenuino è pura follia..

  7. #87
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    E chi lo dice che è "follia"? Mac giver?
    Quello che ogni tre per due è pronto a sposare qualsiasi teoria, ipotesi, speculazione o semplice panzana purché assomigli lontanamente a una critica alla teoria del global warming antropogenico?
    Purtroppo la credibilità è una qualità che va coltivata. Ti ricordo, caro mac giver, che hai sostenuto qualsiasi cosa qua sopra!
    Dal fatto che la CO2 è innocua anche se aumentasse la concentrazione di 100 volte perché piace alle piante, al fatto che l'effetto serra non esiste, anzi si forse esiste ma non è sicuro perché ci servirebbe il "secondo pianeta" per farci gli esperimenti (mai capita questa... )
    Dai dubbi sulla effettiva azione sul clima della stessa CO2 (i neo-ricercatori de borgata sono ancora alla ricerca della trasmittanza perduta vero?) al sostegno agli allarmisti della prossima era glaciale! Con tanto di inviti a interrare gli elettrodotti in Puglia (!) prima che il gelo abbatta i tralicci! (Ma come? Questi non sono "catastrofisti"?)
    Le ultime bufale (vabbè.. Le penultime diciamo) erano rivolte a coloro che osavano affermare che i fenomeni meteo negli ultimi anni, proprio quelli con il rallentamento del GW, sono aumentati in numero ma soprattutto in intensità!
    Era tutto un dileggiare a colpi di "il clima ha sempre fatto così" e tuttalpiù c'è la dovevamo prendere col pazzo che costruisce nel fiume!
    E invece NO!
    Invece la scienza VERA (credo che anche Scafetta sia titubante a rifiutare lo status di scienziati ai ricercatori del CNR vero?) dice, afferma, sottolinea che la causa prima dei tuoi temporali autorigeneranti sta primaditutto nel l'anomala quantità di calore delle zone marine di fronte alla Liguria! A sua volta diretta conseguenza di un cambiamento climatico in atto ed evidente dai dati strumentali e dalle registrazioni storiche della zona! Basta chiedere ai genovesi se davvero il clima "ha sempre fatto così" o se invece alluvioni come quelle degli ultimi 5 anni non fossero in realtà MOOOLTO più rare una volta!
    Non lo dico io, nè Caserini o altri che con supremo sprezzo del pudore pensi di poterti permettere di definire "non scienziati"!
    Lo dice un ricercatore del CNR, in TV, in prima serata!
    Credo che tutti qua abbiano preso diligente nota delle convinzioni personali di quello che si augurava altra CO2 per far felice il cactus o delirava di effetto antropogenico inesistente (perlomeno fino a quando proprio il suo eroe Scafetta non lo tradiva platealmente citando nei propri dati proprio il famigerato effetto antropogenico!).
    Non credo invece che, ancora una volta, la stessa notizia possa commuovere nessuno.
    Nel caso,potresti proporre a Sky un'intervista per "smascherare" le miserande falsità propalate dal sedicente (!)scienziato del CNR!
    Non so se servirebbe davvero a supportare la tesi negazionista. Certo tirerebbe un po' su di morale per il prevedibilissimo effetto di comicità involontaria che non ci ha mai deluso sul forum!

    Aggiornamento situazione meteo Liguria
    Qui a Savona ci sono 23° alle 22.25. Con un'umidità a cappa che non posso misurare ma è sicuramente altissima. Non c'è mai stata in tutta l'estate una nottata così calda! A ottobre inoltrato! In auto serve l'aria condizionata per non sudare in t-shirt.
    La nonna quasi centenaria dice che non ricorda un tempo del genere a questo punto della stagione da sempre (ma l'Alzheimer potrebbe alterare il giudizio, ammettiamolo! )
    Al momento il vento è pressochè assente, ma l'alzarsi dello scirocco in queste condizioni potrebbe far precipitare la situazione.
    L'allerta permane a livello 2 e la cosa mi trova in totale accordo. Incrociamo le dita...
    Ultima modifica di nll; 12-10-2014 a 22:34

  8. #88
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    ecco un piccolo stralcio ...di quel che pensa la comunita' scientifica

    questo è quel che pensa il CNR ....(visto che NASA non basta!!)

    Valerio Rossi Albertini, Fisico Consiglio Nazionale delle Ricerche - YouTube

    poco possiamo aggiungere ...

    anzi ..proprio NULLA!!!

    mac ...il CNR e la NASA a tuo avviso ...sono imbrigliate nel COMPLOTTONE ??.. possiamo dargli credito? ...sono scienziati.???....

    da wiki

    Biografia .
    L
    aureatosi con lode in Fisica all'Università La Sapienza di Roma con indirizzo nucleare, decide, a seguito del referendum abrogativo del 1987, di indirizzare le proprie ricerche verso le nanotecnologie e le fonti di energia alternative. A questo scopo, consegue il dottorato di Ricerca in scienza dei materiali, diventando il primo dottore di ricerca italiano in tale disciplina. Entra quindi a far parte, in qualità di Ricercatore, del Consiglio Nazionale delle Ricerche, presso l'Istituto di Struttura della Materia. In questa sede, realizza con il suo gruppo di ricerca apparecchi innovativi per indagini su dispositivi per la produzione, la conversione e l'accumulo di energia, basati sull'uso di materiali di nuova generazione e sulle nanotecnologie. È autore di oltre 120 articoli scientifici, pubblicati su riviste internazionali (impact factor totale maggiore di 250).
    Attività scientifica

    Dal 2005 il suo laboratorio diventa uno tra i maggiori centri pubblici per studi con i raggi X d'Italia.

    È responsabile delle attività applicative in ambito fisico, chimico, ingegneristico, medico e farmacologico del Laser a elettroni liberi "SPARC", realizzato nei Laboratori Nazionali di Frascati dell'INFN.

    È uno dei sei membri del comitato ESS-Italia, che coordina le attività congiunte di CNR, INFN e Sincrotrone di Trieste per la costruzione della nuova sorgente europea di neutroni (European Spallation Source) a Lund, Svezia.


    Attività didattica e divulgativa

    Professore incaricato di chimica-fisica dei materiali presso il Dipartimento di Chimica della stessa Università, è recensore di articoli per riviste scientifiche internazionali.

    Svolge attività divulgativa per il CNR, aderendo all'iniziativa Scienziati e Studenti per l'avvicinamento dei giovani al mondo della ricerca. Membro del comitato di redazione della rivista LIVE, Ricerca Scientifica e Industria, edito dalla COPIT (Comitato di Parlamentari per l'Innovazione Tecnologica e lo sviluppo sostenibile) dal 2006.

    Partecipa a numerose trasmissioni scientifiche su reti nazionali, e svolge il ruolo di rappresentante del CNR in televisione e per gli organi di stampa in qualità di esperto nucleare nella crisi di Fukushima.

    È consulente, con Stefano Sandrelli dell'ESA, della trasmissione "Spacelab" di Marco Dedola, in onda il giovedì sera su Rainews24, dove tiene una rubrica dedicata alle fonti rinnovabili di energia non tradizionali.

    È ospite fisso del programma "ClassMeteo Show" di Serena Giacomin su Classnews, canale 27 del digitale terrestre, trasmesso ogni lunedì alle 17 e, in replica, il martedì alle 20.
    In qualità di esperto di energia e nuove tecnologie, partecipa regolarmente a trasmissioni di informazione ed intrattenimento sulle maggiori reti nazionali.
    Ultima modifica di Mr.Hyde; 14-10-2014 a 07:20

  9. #89
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Invece la scienza VERA .. dice, afferma, sottolinea che la causa prima dei tuoi temporali autorigeneranti sta primaditutto nel l'anomala quantità di calore delle zone marine di fronte alla Liguria! A sua volta diretta conseguenza di un cambiamento climatico in atto ed evidente dai dati strumentali e dalle registrazioni storiche della zona! Basta chiedere ai genovesi se davvero il clima "ha sempre fatto così"
    Venghino siori venghino, c’è un’alluvione da commentare | Climatemonitor

    Acqua calda del mare. Beh, certo, in autunno il mare è caldo, perché ha appena iniziato il processo di rilascio del calore accumulato durante la stagione estiva. Difficile che il mare caldo di Tunisi abbia però potuto avere a che fare con i temporali di Genova. Infatti da un’occhiata alle mappe dell’INGV del 7 ottobre, il giorno prima che iniziasse a piovere, pare che l’area del Mar Ligure non fosse poi così calda, circa 21-23°C nel primo metro di profondità, specie sul settore centro occidentale del bacino, con una lingua di acque più calde lungo la costa orientale. Le osservazioni da satellite invece indicavano valori più bassi mediati su tutto il Mar Ligure, 19,5°C. Misure queste cui corrispondono ovviamente anche microscopiche ma significative differenze dell’altezza del livello del mare, ovviamente inferiore dove le temperature sono più basse.

    Se questi numeri siano anomali rispetto alla stagione non lo sappiamo, perché le mappe di anomalia (sempre dell’INGV) sono ferme al settembre 2013 sulla pagina web ad esse dedicata. Chi dovesse essere in possesso dei dati potrebbe eventualmente farcelo sapere e, contestualmente, potrebbe anche farci sapere come cambiano, se cambiano, le dinamiche di innesco delle nubi in relazione a queste anomalie, informazione imprescindibile se si vuole ascrivere quel che è accaduto a qualcosa di nuovo. Quel che già sappiamo, però, è che di aria fredda o fresca, fosse proveniente da nord come letto su Meteoweb o da sud-ovest come letto sul Corriere, non ce n’era davvero. Tutta aria calda o, meglio, avvezione calda come la si definisce tecnicamente, portata su da venti meridionali a tutte le quote. Al primo esperto di meteorologia che spiegherà come l’aria fredda da nord viaggi nei venti meridionali daranno il Nobel...

    Per cui, niente aria fredda o fresca, niente mare caldo, nessun clima che cambia, almeno non alla scala spaziale microscopica a cui ci stiamo riferendo. Si tratta, ‘soltanto’, di meteorologia e di fenomeni la cui replica a scopo prognostico in termini di intensità, localizzazione e persistenza è già abbastanza complessa da non aver bisogno né di banalizzazioni mediatiche né di voli pindarici sulla necessità di introdurre un non meglio specificato fattore clima che cambia. Quando il cielo tornerà sereno – e attenzione perché sono in arrivo nuove piogge intense il cui innesco sarà però differente in quanto provocato da una vera e propria perturbazione – provate a guardare la pendenza e la morfologia dei rilievi liguri. Li avrà disegnati la mano di un pittore estroverso o saranno così per i processi erosivi generati dalle piogge torrenziali di secoli e millenni?



    ps: genovesi di almeno 1000 anni non ne conosco per fargli certe domande così fondamentali per fare statistiche valide..

    devo postare, per dovere di cronaca, un video molto significativo sul momento in cui il fiume è esondato..

    vorrei far notare il fiume dove passa, e dove.. dopo.. non passa più..

    la voce della donna genovese disperata, fa capire molte cose.. e non mi sembra che stia dando colpa alla pioggia o al fatto che queste cose "una volta" non succedevano..

    https://www.facebook.com/video.php?v...773423&fref=nf
    Ultima modifica di nll; 15-11-2014 a 23:17 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  10. #90
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    ...Per cui, niente aria fredda o fresca, niente mare caldo, nessun clima che cambia, almeno non alla scala spaziale microscopica a cui ci stiamo riferendo. Si tratta, ‘soltanto’, di meteorologia e di fenomeni la cui replica a scopo prognostico in termini di intensità, localizzazione e persistenza è già abbastanza complessa da non aver bisogno né di banalizzazioni mediatiche né di voli pindarici sulla necessità di introdurre un non meglio specificato fattore clima che cambia.
    Questi non sono "voli pindarici", ma vere e proprie scalate sugli specchi a unghiate!
    Non esiste a memoria d'uomo e nemmeno su base di reperti oggettivi alcun periodo come quello degli ultimi 10-15 anni in cui i fenomeni meteo violenti sulla Liguria e in generale sull'Italia siano stati così frequenti, ravvicinati e intensi.
    Il video si riferisce a una situazione abitativa che è molto precedente come insediamento ai famosi fabbricati degli anni 20! Sono case che hanno anche 200-300 anni quelle della zona (molte perlomeno!)
    Possibile che tutti sti poveri genovesi fossero nei secoli scorsi così stolti? O forse non avevano la saggezza degli "scienziati" di climatemonitor e dei loro epigoni da forum??

    Mah...

    P.S. Fantastica anche questa "lectio magistralis" : http://www.climatemonitor.it/?p=36601
    La chiusa finale è un capolavoro di link autolesivo in perfetto stile mac giver (la mano del maestro si vede...)
    Se Greenpeace si dovesse per caso degnare di seguire il consiglio del sig. Guidi e controllare il link alla pagina wikipedia che enumera le alluvioni italiane scoprirebbe che in Liguria ci sono state 10 alluvioni negli ultimi 150 anni, di cui 5 negli ultimi 20 anni (!) e 3 negli ultimi 5 (!!) con danni incommensurabilmente più gravi dei precedenti 145 anni!
    Non c'è che dire! Rimarranno basiti a Greenpeace per la "pistola fumante" a favore della tesi "mavalà che è sempre piovuto tanto lì!!!"

    Sti "scienziati" eh?!
    Ultima modifica di BrightingEyes; 15-10-2014 a 20:09

  11. #91
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    e tu sei uno di quelli vero bright?
    Boh, non saprei che dirti. Io non sto a chiedermi se certa gente mi considera "uno di quelli". La stima non è un concetto universale, per me.

    So di sicuro che invece tu NON hai capito, sorprendentemente o forse no, di nuovo NULLA del mio intervento!
    Cercherò di essere più chiaro...

    L'intervento era di risposta a un pastrocchio degli "scienziati" di climatemonitor che cercano, affannosamente, da anni di contrastare chiunque osi affermare che certi fenomeni, ovviamente localizzati, ma in plateale ed evidente aumento di numero ed intensità, possono avere origine dal cambiamento climatico IN ATTO!
    Che il cambiamento climatico sia IN ATTO non lo dico io e tantomeno lo negano anche scienziati come Scafetta eh! Questi possono essere scettici sulle cause antropiche o sul GW, ma tuttalpiù polemizzano adducendo cause naturali come i cicli solari e prevedendo un eccessivo raffreddamento!
    Aò.. sei TU che ce lo hai comunicato in diverse occasioni eh!
    I cambiamenti climatici sono talmente assodati che proprio da parte tua e di altri ci sono state diverse segnalazioni dei periodi caldi e freddi medioevali, rinascimentali e via citando!
    Immagino che anche allora qualche fenomeno localizzato anomalo (in rapporto ai periodi precedenti) ci sia stato! La storia non ce li ricorda, ma sono sicuro che di "saggi" che andavano dicendo che "macchè, è sempre piovuto forte lì" ce ne saranno stati a iosa anche allora!

    Ma il concetto di fondo per cui il link dello "scienziato" climatemonitorico a mio, modesto ma evidentemente innegabile, avviso è e resta un "link autolesivo" è quello di una lettura superficiale e del tutto dilettantesca di una base dati che viene tronfiamente indicata a quelli di Greenpeace come lettura da spulciare per capire la Verità, quando il link, platealmente, elementarmente (nel senso che ci arriva un bimbo delle elementari), chiaramente.... DICE L'ESATTO CONTRARIO!
    Io NON sto, insomma, dicendo che in base ai dati citati (dallo "scienziato" eh! Non da me!!!) siamo sicuri che c'è il GW, l'AGW, ha ragione l'IPCC ecc!
    Sto semplicemente facendo notare che uno che mi cita come "prova" un link che dice l'esatto contrario di cosa LUI sostiene...
    beh per me resta poco "scientifico"! Diciamo così....

    Capito ora o serve uno schizzo??

  12. #92
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Altra alluvione in Liguria. Che sicuramente verrà archiviata dagli "scienziati" di Climatemonitor come un singolare episodio AnomaloMaNormale, visto che la zona è notoriamente oggetto di inondazioni da secoli e, si sa, a Chiavari è singolare consuetudine di abitanti e commercianti costruire case e negozi nei letti dei torrenti. Ed è poi ovvia nozione generale che l'intero centro storico di Chiavari è abusivo e garantito dai condoni edilizi del 1300-1400!!

    Ora, prima che si sbilancino in ulteriori figure di pezza con Greenpeace, sarebbe forse il caso di far notare a mac giver a al codazzo di "scienziati" da cui trae ispirazione e consolazione che non c'è MAI stato un anno, un singolo anno, in cui gli episodi alluvionali e la quantità di acqua scaricata sul territorio ligure abbiano raggiunto questi livelli!
    Certo è un anno solo. Certo sarà anche un anno particolarmente piovoso.
    Ma il concetto di base è che appare evidente anche ad un bambino che il preteso "arresto" di 15 anni del riscaldamento globale non si è minimamente accompagnato a un arresto dell'evidente e ormai innegabile aumento di frequenza e intensità degli eventi atmosferici violenti in molte regioni mondiali.
    L'anomalo riscaldamento marino del Mar Ligure faceva presagire eventi alluvionali già mesi fa (Elevati rischi alluvionali in Liguria: il mare è troppo caldo, deve raffreddarsi! - MeteoRiviera). Quindi non c'è alcuna "casualità imprevedibile" in questi fenomeni, ma la spiegazione è semplice e altamente comprovata: un deciso aumento di calore marino e la risalita di zone di aria calda e umida africana che un tempo erano molto piu rare sull'Italia.
    E non pare che sia finita qui...

  13. #93

  14. #94
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    E qui a Savona sta avvenendo la TERZA alluvione nel giro di un mese. Con strade che risalgono all'epoca romana trasformate in fiumi e colline del tutto prive di abitazioni, abusive o meno, che si sgretolano.
    Aspetto con ansia le rassicurazioni degli "scienziati del mavalà che è sempre successo"...

  15. #95
    Mr.Hyde
    Ospite

    Predefinito

    ciao caro BE

    da noi la situazione è questa

    Fiume ticino in Blogbabel

    .
    .




    . Emergenza maltempo in Lombardia, le piene di Po e Ticino fanno paura [FOTO]

    .
    .. io abito proprio sul confine lombardia -piemonte ...cioè sul ticino (2 km) .

    mentre lavoro (a 50 mt dal ticino ), vediamo esondare il fiume dalla parte lombarda ... mancano 4 metri e poi è dentro in ditta (sponda piemontese)

    domani giro dei filmati ... per far capire l'entita' del fenomeno
    Ultima modifica di Mr.Hyde; 15-11-2014 a 18:43

  16. #96
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    e invece di risolvere il problema delle speculazioni edilizie, vi consiglio prima di tutto, di ridurre la co2, così smette di piovere ..

    il fatto che parliate di queste inondazioni con riferimenti al clima impazzito che impazzisce per colpa del suv inquinante, non vi fa venire qualche dubbio, che so, di essere un pochino fuoristrada? solo un pò..

  17. #97
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Per l'ennesima volta ribadisco che la "speculazione" edilizia NON c'entra un'emerita fava col 90% dei danni a cui assistiamo!
    La maggior parte delle abitazioni, aziende e negozi allagati qui in Liguria (ma in Piemonte e Lombardia la cosa è simile se non con percentuali anche maggiori!) sono TOTALMENTE REGOLARI!
    Tutte in uso da decenni, molte da secoli!
    E' ovvio anche ai bambini che se davvero queste esondazioni ci fossero "da sempre" come pretendono i tuoi amici "scienziati" di climatemonitor quelle abitazioni sarebbero state interessate da tempo se non già spazzate via! Questa panzana che vi raccontate con entusiasmo pure un pò spocchioso dell'abusivismo edilizio come spiegazione di ogni male non ha alcuna base reale se non in un numero limitatissimo di casi.

    Il fatto che molte siano vicinissime ai torrenti non significa affatto che chi le ha costruite secoli fa fosse un demente o uno "speculatore"! Semplicemente evidenzia quello che TUTTI qui ripetono! E cioè che tempeste del genere non si sono mai verificate con l'intensità e la frequenza a cui assistiamo oggi!
    Tutti i dati, anche quelli citati ad incauto esempio dai tuoi eroi verso Greenpeace, dimostrano come le alluvioni fino a 30 anni fa fossero eventi possibili e conosciuti, ma eccezionali e con frequenza che si contava in decenni. Non in mesi!

    La causa è talmente semplice che già mesi fa gli scienziati (quelli veri perlomeno...) avevano lanciato un allarme come ho già avuto modo di segnalare (lo rilinko...magari t'era sfuggito : Elevati rischi alluvionali in Liguria: il mare è troppo caldo, deve raffreddarsi! - MeteoRiviera).
    E la causa è la TEMPERATURA ELEVATA DEL MARE, non il suv delle patetiche battute che sanno più di unghiate sui vetri che altro!
    Il dubbio ci viene si, ma sulle tue reali intenzioni! (Ormai più che un dubbio è una certezza comunque).
    Sei tu (o i tuoi amici "scienziati") semmai che dovreste spiegare se davvero da quindici anni il riscaldamento si sarebbe "bloccato" come si spiega il continuo, provato, evidente riscaldamento delle acque degli oceani e del Mediterraneo in particolare.
    Sono le evidenze quotidiane che vi han gettato fuori strada. Non i suv!

    E non c'è alcuna illusione che fermando i suv smetta di piovere. Queste sono sciocchezze da bar.
    C'è invece la convinzione che cresce che qualche influenza già la stiamo esercitando sul clima e che quindi è giustificato e per nulla sbagliato mettere in atto le misure di buon senso che tendono ad evitare che la sola variabile atmosferica su cui l'uomo ha un evidente impatto venga "lasciata andare" alla chissenefrega contando sulle patetiche rassicurazioni fondate non su prove, ma su una sicumera da struzzi definita con sfacciato ottimismo "buon senso" quando addirittura non "ragionevolezza" di chi in realtà pensa più al proprio portafoglio che al benessere futuro di tutti.
    Mi sa che l'ora delle battute sta finendo, sai?

    P.S. Qui da noi era regola che i primi forti temporali a cavallo fra agosto e settembre determinassero un rapido e netto calo della temperatura. Non solo della "reale", ma soprattutto della "percepita" a causa del ben conosciuto (dagli amici piemontesi e lombardi soprattutto!) continuo vento di tramontana che imponeva la sciarpa al collo la mattina già a ottobre.
    Oggi, dopo una tempesta di tipo quasi monsonico, ho 24 gradi al'ombra sulla terrazza a sud e la temperatura percepita ufficiale è di 20 gradi, ma garantisco che siamo tutti in t-shirt a controllare i danni alle "fascie" collinari!
    Non c'è un alito di vento e la giornata è ideale per mangiare all'aperto! Ma se guardo il calendario vedo che da oggi sono obbligatorie catene e pneumatici invernali sulla strada che percorro ogni giorno!
    Ma vabbè... sarà un fatto localistico ed episodico. Ora penso a come farmi venire disciplinatamente qualche "dubbio"...

    Un'interessante analisi, scientifica e senza alcuna apparente prevenzione, sulla valutazione di vari episodi di fenomeni meteo estremi e sulla possibilità di associarli al cambiamento climatico: A Timeline of 2013 Extreme Weather and Global Warming | Climate Central
    Ultima modifica di nll; 16-11-2014 a 22:03

  18. #98
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    provato, evidente riscaldamento delle acque degli oceani e del Mediterraneo in particolare.
    l
    si" l'oceano mediterraneo " è veramente caldo..

    parli di un mare quasi chiuso.. le temp. degli oceani( oceani eh!) non sono per nulla aumentate, anzi.. i grandi "scienziati" non sapendo dove era finito il calore in eccesso.. speravano fosse "incastrato" negli abissi..sai com'è.. per far tornare i conti ai modelli ci si inventa anche che il calore rimane in basso...

    poi.. parli di case vicino ad un fiume?? io ti dico che non sono vicine.. ma addirittura SOPRA il fiume.. vedi milano anche..il seveso lo vedi soccorrere sotto ai tombini.. ti sembra normale??

    nessuno in tv ha parlato che è colpa del clima.. nessun cittadino allagato fa riferimento al clima che cambia.. ma tutti concordi a dire che le politiche corrotte e cieche hanno fatto la gran parte di questo scempio..

    i negozi che tu dici regolari, è vero.. ( le concessioni sono regolari.. )..non è regolare un fiume che viene fatto passare sotto la città..

  19. #99
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    mac giver, basta grattare le unghie sui vetri!
    Guarda che nessuno ha intenzione di coprire le magagne del passato dal punto di vista costruttivo, ma basta informarsi un pò sulle serie storiche per scoprire (Alluvioni in Liguria: l'ultimo devastante episodio e il contesto storico - MeteoGiornale.it) che l'anomalia degli anni super-piovosi si è ormai trasformata in una quasi normalità!
    Il precedente anno piovoso in maniera simile risale al 1872! Oggi abbiamo un'alluvione quasi all'anno!

    Le temperature degli oceani non sono aumentate per nulla nelle fantasie dei negazionisti: Global ocean heat and salt content
    O forse anche questi sono dati "taroccati" dalla cricca NASA-IPCC-NOAA scoperta dai tuoi amici "scienziati" climatemonitorici?!

    In TV intervistano il panettiere e il pendolare che, ovviamente, se la prendono coi politici attuali (non che abbiano torto eh!). O speravi di ottenere una disamina del cambiamento climatico dalla massaia con gli stivali infangati?

    Tutta l'Italia e gran parte del resto del mondo è costruita sopra i fiumi. Quando ci fu la grande inondazione del 2002 a Praga furono costretti a allagare un quartiere intero per salvare il centro storico. Ma quello che ti sfugge è che proprio il Seveso che corre sotto le strade a Milano è la prova che nei decenni scorsi questo pericolo era molto remoto. Per trovare una piena della Moldava uguale a quella del 2002 devi tornare indietro di 1000 (MILLE!) anni! Prova a trovare qualcuno a Praga che sia disposto a scommettere che la prossima piena simile arriverà fra altri 1000 anni!

    E' evidente a tutti che c'è un riscaldamento in atto che sta alterando il clima (e non certo in modo uguale in tutto il mondo, visto che anche le attuali supernevicate USA trovano spiegazione in alterate condizioni climatiche a livello globale NUOVA GLACIAZIONE (?)/ L'esperta: no, il super-freddo negli Usa è colpa del riscaldamento globale).
    La pretesa del "blocco" del riscaldamento è sempre più ovvio che è FALSA!
    Di sicuro le previsioni di fine secolo erano errate (fortunatamente!) ed è intervenuto qualcosa che ha mitigato il rialzo. Ma anche se questa mitigazione fa fare le capriole di gioia al gregge negazionista in realtà le prove del riscaldamento in atto sono imponenti.

    Questo non è certo un discorso che può togliere responsabilità a chi ha sbagliato a costruire nei decenni scorsi, ma non si può nemmeno cercare di sfruttare la piaga dell'abusivismo per sostenere panzane evidenti! Essù!

  20. #100
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da BrightingEyes Visualizza il messaggio
    Ma quello che ti sfugge è che proprio il Seveso che corre sotto le strade a Milano è la prova che nei decenni scorsi questo pericolo era molto remoto. Essù!
    Trent'anni di allagamenti

    poi la tua grande esperta, con voce solista e solitaria

    ci comunica che l artico è in crisi ed è colpa del riscaldamento..prendiamo atto..

    http://arctic-roos.org/observations/...i1_ice_ext.png

    ma io sta fusione stile all goore non la vedo.. voi?

  21. RAD
Pagina 5 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. ENERGIA, AMBIENTE e argomenti CORRELATI
    Da mariomaggi nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 21-07-2017, 14:33
  2. Dati SSP presunti e non reali
    Da fenders nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 12-04-2011, 10:53
  3. Dati presunti di potenza disponibile mrzo 2007
    Da econtek nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-02-2007, 17:59

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •