Il nanomateriale più forte al mondo:

Carbyne, il nuovo materiale delle meraviglie - Corriere.it