Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 65 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 1296

Discussione: come nasce il motore a parallel path (il mostro)

  1. #21
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito



    dovevo vedere come si accoppiava al rotore.. per forza.. e anche se il pp funzionava e con questa configurazione vedere con quanta energia in più c'era le deviazione di campo..

    tutto ok.. siamo sempre sotto i 3 watt.. che poi con air gap arriveranno a 10 o 15..

    ma del resto 15 watt per tirarsi quel mostro di rotore.. sono sempre pochini..ma pure 50..sono pochi..


    cmq funzia.. il campo si chiude sul rotore come su una barretta..1,8V e 1,3A e la barretta di chiusura cade..

    come stanno insieme?
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  2. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    FORZA MAC GIVER,
    liberiamo l'umanità dal PETROLIO e dai PETROLIERI!!!!
    SEI GRANDE!!!
    METTICELA TUTTA!!!

  3. #23
    Seguace

    User Info Menu

    Talking

    Complimenti mac per la realizzazione!
    ciao a tutti
    leo48
    -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
    -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

  4. #24
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    allora, ho messo un foglio di carta spessore 0,2mm tra polo e rotore..

    ho controllato meglio stamattina..

    5 watt! campo deviato!!

    quindi con air gap di 0,2mm! il PP e il rotore chiudono il flusso alla grande! e poi ho notato che con tutto il flusso deviato sul rotore il rotore non è magnetizzato per niente..

    quindi 0 sauturazione..

    bene bene.. mo me riposo un po.. lunedì si ricomincia..

  5. #25
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    mac-giver,
    il consiglio di udos3
    la mia opinione e' di mettere una guaina sopra ai tiranti e alle
    estremita' delle ranelle isolanti in cartone o simili per evitare di creare un corto circuito (come se fosse una spira in corto)
    mi sembra valido. Non si tratta di trasmissione magnetica, ma di correnti elettriche indotte.
    Ciao
    Mario

  6. #26
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da udos3 Visualizza il messaggio
    Ciao Mac
    la mia opinione e' di mettere una guaina sopra ai tiranti e alle
    estremita' delle ranelle isolanti in cartone o simili per evitare di creare un corto circuito (come se fosse una spira in corto)
    si usa sui trasformatori ben fatti ,quelli economici si fa un cordone di saldatura per tenere insieme il pacco
    Quote Originariamente inviata da mariomaggi Visualizza il messaggio
    mac-giver,
    il consiglio di udos3

    mi sembra valido. Non si tratta di trasmissione magnetica, ma di correnti elettriche indotte.
    Ciao
    Mario
    Concordo ... Una cosa che mi e' sfuggita, i lamierini sono isolati con apposita verniciatura? Non mi sembra di aver visto nulla al riguardo o forse non lo ricordo
    Ultima modifica di Elektron; 18-05-2008 a 14:57

  7. #27
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    GRANDE LAVORO.metti subito il PP nel supporto e fai girate il rotore anche con un solo PP
    Isoliamo anche i magneti con un leggero strato di mailar.Ricordo emc2 che aveva notato una corrente parassita tra i magneti.
    P.S.I lamierini dovrebbero essere già verniciati.
    Framoro...

  8. #28
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    si si tranquilli, i lamierini sono verniciatissimi e isolati. poi dove sono stati lavorati ,li , ovviamente sono in corto.. ma lo spessore del corto e minimo..

    poi anche nei fori dove stanno i tiranti, li stanno tutti in corto, li ho dovuti forare con il trapano e alesare, quindi anche se ci infilassi un pezzo di legno non cambierebbe nulla..

    per quanto riguarda le scintille che vedeva mc2 tra i magneti, era perchè lui aveva avvolto il filo di rame, direttamente sul lamierino e non avendo protetto bene il filo dallo spigolo del lamierino il rame si è tagliato ed è andato in corto.. per quello vedeva le scintille.. passava la corrente di alimentazione sui nuclei e i magneti facevano da contatto ponte!
    ti credo le scintille..

    poi per quanto riguarda le correnti indotte..non so fino a che punto siano cosi forti nel PP, nel motorello di flynn, tutti i lamierini in corto tra loro.. con frequenza intorno ai 600hz di calore.. niente..di solito le correnti parassite quando sono notevoli, fanno scaldare tutto.. qui niente..

    forse perchè il flusso non è sempre costante ad 1 T passa da 0,250 ad 1T e solo in una direzione e poi ritorna..i nuclei lontani dalla saturazione, il silicio a grani con molta meno isteresi del lamierino normale,tutto questo mix dovrebbe abbassare il fenomeno delle correnti indotte no?

    fatto sta che il mot di flynn due gg acceso, rimane freddo..

  9. #29
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grande, Mac...
    Splendide foto...

    Secondo me grandi correnti indotte nel nucleo non ce ne dovrebbero essere, perchè l'asse della spira in corto, formata dalle viti di serraggio e dai lamierini, è perpendicolare al flusso magnetico, perciò l'induzione parassita dovrebbe essere minima o inesistente, in particolare grazie alla estrema precisione meccanica di tutto il sistema...
    Piuttosto, ho visto dalle foto che i magneti sono più piccoli del nucleo, e quindi si viene a creare una differenza tra i lamierini che ricevono il flusso "di taglio", direttamente dal magnete, e quelli, più esterni, che invece lo ricevono "in faccia", dai lamierini più interni che sono a contatto con il magnete... Non sarebbe più efficace un magnete rettangolare, che abbia come superficie di contatto totale sempre la metà della sezione del nucleo, ma che "tocchi" tutti i lamierini allo stesso modo?
    Magari si potrebbe realizzare "affiancando" due magneti più piccoli...
    Che ne pensate?

    42.

    P.S.: Mac, se vuoi fare una prova strumentale con un solo polo, fammi sapere, che prendo armi e bagagli e sono da te...
    L'energia non si crea, né si distrugge, ma può sempre cominciare ad arrivare da dove meno te lo aspetti...

    "Chi fa da sè, fa per tre, ma soprattutto lascia in pace gli altri due..."

    "...l'acqua è fina, passa da tutte le parti..."

    "...Se una cosa ha la benchè minima possibilità di andare storta, sicuramente lo farà..."

    "...se c'è soluzione, perchè perdere il sonno... se non c'è soluzione, perchè perdere il sonno..."

  10. #30
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ma infatti hai ragione sulle correnti parassite.. abbiamo sempre notato che con le barre isolate o a contatto la cosa non cambiava, non si scaldava nulla e tutto funzionava alla grande, per quello non ci siamo preoccupati piu di tanto..

    la cosa del magnete hai ragione, ma abbiamo notato con il gausmetro che la cosa non cambia.. anche il magnete non ha sulla sua superficie una forza tutta uguale.. il flusso è maggiore ad una certa distanza dal centro..tipo a pochi mm dal lato ha il suo flusso maggiore..

    poi il flusso si sposta verso le punte dell'incavo del PP e misurando abbiamo notato una certa omogeneità di flusso su tutta la superficie..

    cmq visto che la cosa variava di molto poco, non ci siamo sbattuti piu di tanto a trovare magneti piu piccoli ma con la stessa densità di flusso in totale..

    la regola che abbiamo adottato cmq è per miglioramenti trascurabili non sbattersi piu di tanto se no il prossimo anno stiamo ancora qui a combattere..

    certo per una evoluzione super tecnologica si farà il magete su misura che copre tutta l area ma con una densita di flusso pure calibrata.. star trek evolution!..

    ma mo piano piano...

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Eh, Mac,

    misurarle, le cose, è sempre il metodo migliore... Quello che mi dici del flusso non lo immaginavo, però adesso tutto quadra... C'era da aspettarselo, che non avreste lasciato nulla al caso...
    Concordo in pieno con la regola dei miglioramenti solo se non trascurabili...

    42.
    L'energia non si crea, né si distrugge, ma può sempre cominciare ad arrivare da dove meno te lo aspetti...

    "Chi fa da sè, fa per tre, ma soprattutto lascia in pace gli altri due..."

    "...l'acqua è fina, passa da tutte le parti..."

    "...Se una cosa ha la benchè minima possibilità di andare storta, sicuramente lo farà..."

    "...se c'è soluzione, perchè perdere il sonno... se non c'è soluzione, perchè perdere il sonno..."

  12. #32
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    oggi pome mi rimetto al lavoro spero di finire un altro PP gigante..

    dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  13. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    anche il magnete non ha sulla sua superficie una forza tutta uguale.. il flusso è maggiore ad una certa distanza dal centro..tipo a pochi mm dal lato ha il suo flusso maggiore..
    http://www.distinti.com/docs/nm.pdf

    capitolo 8
    spiega come funzionano i magneti permanenti
    e perche il flusso magnetico stà sui bordi
    e potete usare il modello per capire cosa accade se mettete piu magneti piccoli
    al posto di uno grande

    00mei

  14. #34
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    raga.. i muscoli del mostro sono fatti..

    in settimana mi arriva lo scheletro..

    che lavoro.. non mi passava più..ma alla fine anche gli incavi e gli squadri sono venuti con tollerenze al centesimo...

    eccoli tutti pronti e finiti..
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  15. #35
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    qua invece si sono messi in assetto da combattimento..
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  16. #36
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    quindi mo un po di riposo, in settimana o al max la prossima arriva tutto il materiale restante.. e poi si parte con l'assemblaggio..

    ma il peggio è stato fatto.. sti PP sono stati di una difficoltà terribile..

    sia per la durezza del materiale..e sia per fare quell incavo perfetto a squadro con l'incavo superiore.. allineati e a squadro..che botti..

    ma alla fine c'è l ho fatta..

    dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao sono un utente di energeticambiente e admin di www.wheelwsoworld.org
    ho letto con interesse il tuo thread e sono sconvolto.Complimenti, davvero incredibile.Lo staff di wheelsworld si è imbarcato nel progetto di creare un'auto elettrica a pannelli solari motorizzata con motore elettrico, uno dei principali problemi che abbiamo in questo momento.
    Qui trovi il post http://www.energeticambiente.it/veic...-homemade.html

    Pensi che un motore del genere, di certo di dimensioni minori possa essere la scelta giusta per un'auto solare dai 130 ai 150kg con una potenza ipotizzata di 2500 watt?.
    Continua cosi!!
    Gio.

  18. #38
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    non è adatto all auto trazione leggera se questo mostro tira fuori 3 kw gia facciamo festa..pesa solo lui piu dell auto e non va bene sta cosa..

  19. #39
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Avanti tutta ragazzi ! Le spese legali (in caso) ve le pago io!
    Questi oscurantisti hanno stufato. Dateci sotto e fatevi onore. Grazie a voi finirà l'epoca della "monnezza" del petrolio e della nostalgia filo nucleare.
    ORA UNA PICCOLA OSSERVAZIONE TECNICA.
    Scusate se dovesse apparire ingenua. Siccome ho notato che ci sono dei piccoli dettagli da risolvere per il dimensionamento dei magneti permanenti. Stavo pensando che si potrebbero sostituire con dei blocchi d'acciaio ( o di un'altro materiale magnetizzabile con permanenza) da avvolgere con delle bobine sulle quali far circolare della corrente continua (ovviamente dosata nel tempo e nella quantità attraverso la centralina che è in costruzione).
    Questo accorgimento oltre che mettere al riparo da eventuali azioni rivendicatrici di proprietà intellettuale, potrebbe svincolare il motore dalla necessità di un erogatore di flusso soggetto ad eventuali influenze di campi magnetici esterni ed ad un'ipotetica esaustività.
    Scusate se ho detto una sciocchezza comunque penso che un materiale ferromagnetico può essere trasformato in magnete permanente anche dopo il suo assemblaggio su di una macchina che necessita di un componente simile. E dal punto di vista legale (se tecnicamente dovesse essere irrilevante un simile accorgimento) io penso che non sarebbe proprio la stessa cosa ritrovarsi con due blocchi d'acciaio magnetizzati da una f.e.m. continua invece di avere due magneti già magnetizzati da assemblare su di un blocco statorico che nel caso di magnetizzazione successiva non avrebbe assolutamente nulla di "copiato" da quello del signor Flynn (dato che si tratterebbe di diversa applicazione tecnica di un principio scientifico).
    Forza ancora ragazzi e permettetemi di prenotarmi per acquistare un'esemplare del vostro motore (pago in contanti ovviamente).
    Lord James.

    P.S.
    Mi permetto di consigliarvi dei contatti con Tesla Motors dato che il vostro motore nel giro di pochi mesi potrebbe essere perfezionato a tal punto da poter essere utilizzato da quest'azienda che è già uscita con un modello commerciale veramente fortissimo : linea stupenda, da 0 a 100 kmh in circa 4 secondi, 400 km di autonomia con una carica, velocità massima superiore a 200 kmh. Con il vostro motore finalmente si potrebbero realizzare (o ricaricare a costi bassissimi) delle automobili elettriche con oltre 1000 km di autonomia (data la rapida evoluzione delle batterie) perciò....potremo dire a gran voce: ... petrolieri addio.....


    Tesla Motors

  20. #40
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    scusami lord.. ma dove sono i problemi legati al dimensionamento dei magneti permanenti?

    poi? se li togliamo e mettiamo nuclei con delle bobine, diventa un classico motore con le solite problematiche delle forze elettromotrici inverse..

    ci stiamo sbattendo proprio per dimostrare che questo motore non aumenta il suo consumo quando gli applichi un lavoro, se togliamo i magneti addio..

    il segreto di tesla motor non è tanto il motore, quanto le batterie ai nanofosfati che monta.. si ricaricano ad una velocità impressionante e hanno una densità energetica incredibile.. siamo intorno al kw/kg e sono indistruttibili..

    questo motore pesa 150kg, non si puo alleggerire se si vuole un rendimento molto alto, e con quel peso per essere competitivo nell autotrazione dovrebbe sviluppare almeno 30kw..

    e se tutto va bene facciamo festa se ne tira fuori 3..

    non è adatto per le auto..

    non dite petrolieri addio.. non funziona questa utopia.. le popolazioni che vivono con le estrazioni tipo iran che fanno? ridono mentre chiudono i rubinetti?

    piedi per terra mi raccomando..

  21. RAD
Pagina 2 di 65 primaprima 123456789101112131415162252 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •