Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 10 primaprima 12345678910 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 182

Discussione: ricostruito il due poli di flynn!

  1. #81
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Mario, scusa ma dove diavolo hai letto, che il wattmetro è attaccato su una fonte di corrente non sinusoidale????? Cioè se vogliamo per forza dire che non va bene, allora ok! Ma la corrente letta dal wattmetro è un onda sinusoidale a 230V, è quella dell'ENEL, quanto dovremo sgolarci ancora prima di farci capire??

    kekko
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  2. #82
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mario, scusa ma dove diavolo hai letto, che il wattmetro è attaccato su una fonte di corrente non sinusoidale????? Cioè se vogliamo per forza dire che non va bene, allora ok! Ma la corrente letta dal wattmetro è un onda sinusoidale a 230V, è quella dell'ENEL, quanto dovremo sgolarci ancora prima di farci capire??
    Sono perfettamente con te ....ma ricorda che sulla rete 220(causa carico induttivo) ci sono sfasamenti di tensione e corrente opp onde indotte che potrebbero sfalsare la misura.....Ma secondo me Non è il vostro caso.... dajeeee
    Framoro...

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Tanto per parlare...consiglio a tutti una lettura rapida di questi due documenti di facile presa, che precisano ed evidenziano errori, concetti, misure e problematiche legate ai wattmetri....tanto per capire di cosa stiamo parlando...poi se a qualcuno rimangono dubbi possiamo anche parlarne...ma dobbiamo sforzarci tutti ad essere più precisi...altrimenti non capisco se si scrive tanto per scrivere...o tanto per riempire i momenti di vuoto quotidiani. Quindi...facciamo le persone serie e se qualcuno nota un problema (anche presunto) nelle misure lo faccia presente...senza se e senza ma!
    Un salutone
    Bolle
    http://www.flaviocriseo.it/download/...tro%202004.pdf

    http://www.flaviocriseo.it/download/...metro%202p.pdf

  4. #84
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito 8% consumo energetico mondiale usato per il pompaggio acqua!!

    be, anche se l' elettricita' sembra poter essere "interpretata" credo che la fisica non lo sia.... ovvero..
    e' MEGLIO l' Oggettivita',
    perche non chiudere il loop usando il PP come pompa (ovvero portare a livello superiore) ACQUA , e una volta fatto questo ;
    in parallelo turbinare l' acqua.....
    esempio:
    turbinando 360000....otteniamo un kWh che alimenta il PP con il quale pompiamo 400000
    UGUALE COP1,1

    UNA SFIDA "OGGETTIVA" a prova di talpe che presentano verosimili-dotte opinioni

  5. #85
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HAMMURABY Visualizza il messaggio
    be, anche se l' elettricita' sembra poter essere "interpretata" credo che la fisica non lo sia.... ovvero..
    e' MEGLIO l' Oggettivita',
    perche non chiudere il loop usando il PP come pompa (ovvero portare a livello superiore) ACQUA , e una volta fatto questo ;
    in parallelo turbinare l' acqua.....
    esempio:
    turbinando 360000....otteniamo un kWh che alimenta il PP con il quale pompiamo 400000
    UGUALE COP1,1

    UNA SFIDA "OGGETTIVA" a prova di talpe che presentano verosimili-dotte opinioni
    ham.. senza offesa.. queste idee sono quelle che fanno storcere il naso alle persone valide di scienza..

    poi endymon ha ragione..( veramente)

    pensa un pochino che le turbine hanno un rendimento molto basso..

    e dire turbina è troppo generico.. che turbina? quelle degli aerei? pelton? kaplan?

    poi i vari passaggi fanno perdere solo energia..

    meno passaggi ci sono meglio è, in qualsiasi caso..

    se ora per pompare l'acqua utlizzano dei motori convenzionali che consumano 100 basta sostituire quei motori con questo che consuma 50 con le stesse portate.. fine della storia

    non pensate che si possa chiudere un loop a quel modo.. la via con meno perdite se tu hai il mot di flynn che ti dà piu energia meccanica sull'asse

    è solo un generatore elettrico ad altissima efficienza..

    ma per qualsiasi generatore da me testato( dagli asincroni ai brushless)

    per tirare fuori 100 devi dargli 200 hanno rese bassissime..

    l'80% che dichiarano molto probabile è solo sulla carta..

    per non parlare dei rinvii meccanici per adeguare in num di giri..

    fine dei rendimenti

  6. #86
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito grazie...stop

    innanzitutto, complimenti e dajeee, poi, re-dajeeee

    certo che non ho parlato di che turbina usare, c'e chi.lo sa' meglio di me'...
    e, i rendimenti di queste, sono chiari e conosciuti, MOLTO BENE, quindi sara' ben chiaro il DATO di base

    tuttavia chi conosce, i validi di scienza : storcono SEMPRE il naso;
    mentre chi sa' , sa' che la soluzione sta' nell accumulo e gestione..
    con a monte le rinnovabili, e a valle la distribuzione.

    , se come pare, con il PP si ha un over-unity, i motori PP by giver,
    sarebbe meglio farli lavorare giorno e notte....

    mentre anche se farcito di "ma", e "non consideri le perdite"; scusami, ma sembra che tu, CI HAI PENSATO....
    e tanto basta per saper di aver dato il mio contributo, magari piccolo....o,magari meglio di quanto sembra a prima vista....
    dato che per le pompe COMUNQUE sarebbe un OTTIMA e REDDITIZIA aplicazione word wide

  7. #87
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai ragione. Gli hai dato sicuramente da pensare.
    ora starà pensando di avere maledetto il momento in cui ti ha risposto...

  8. #88
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    kekko,
    Mario, scusa ma dove diavolo hai letto, che il wattmetro è attaccato su una fonte di corrente non sinusoidale?????
    l'hai scritto tu, implicitamente:
    mario, i condensatori mica sono sul wattmetro! Sono dopo il trasformatore e dopo il ponte di diodi,
    Ma la corrente letta dal wattmetro è un onda sinusoidale a 230V, è quella dell'ENEL, quanto dovremo sgolarci ancora prima di farci capire??
    L'ENEL ti fornisce la tensione, non la corrente. La corrente viene richiesta a seconda del tipo di carico. Se si tratta di un raddrizzatore con uscita a condensatore, il carico e' di tipo distorcente, quindi non assorbe corrente sinusoidale pur in presenza di tensione sinusoidale. Che poi la distorsione sia piu' o meno grande, questa dipende dei valori elettriciin gioco (induttanze, resistenze, capacita').
    Cioè se vogliamo per forza dire che non va bene, allora ok!
    volevo solo aprirvi gli occhi su un aspetto che forse avete sottovalutato.

    Ciao
    Mario

  9. #89
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo continui ad interpretare male...

    Per la corrente si, se vuoi puntualizzare hai ragione, con "corrrente" intendevo la tensione elettrica fornita dalla rete, ma principalemente il discorso non cambia.

    Cerco di rispiegartelo anche se ormai ho perso le speranze, per il momento dimentica il wattmetro... la tensione alternata della rete viene inviata su un ponte a diodi, poi da qui viene mandata su un banco di condensatori 10.000 uF 500V su questo primo banco sono connessi in serie l'amperometro e in parallelo il voltmetro. Dopo di che la tensione viene inviata ad un secondo banco di condensatori, sempre 10.000 uF 500V e da qui infine allo switch di IGBT connessi al motore.

    Ora come ci potrai insegnare meglio te, se io dopo il secondo banco di condensatori applico un carico resistivo o induttivo (parliamo sempre di corrente CONTINUA), l'amperometro posto in mezzo ai due banchi, vedrà il carico come un carico puramente resistivo. Questo perchè il secondo banco ha appunto la funzione di annullare qualsiasi sfasamento, perchè l'amperometro come assorbimento vede soltanto la corrente necessaria a ricaricare i condensatori, e quindi priva di sfasamenti. ...ricorda che abbiamo come assorbimento di corrente circa 1 A su 20.000 uF complessivi.

    Capisci perchè non c'è bisogno del true RMS?? Sarebbe necessario solo nel caso in cui andassimo a misurare la corrente direttamente sulle fasi del motore, allora avresti ragione.
    Ma qui si presenterebbe un ulteriore problema, e cioè che la corrente che misureremmo non sarebbe quella reale, ma sarebbè MOLTA DI PIU', questo perchè non terremmo conto dello sfasamento il così detto cosfi.

    Ora come saprai meglio di me, il cosfi è il coseno dell'angolo φ di sfasamento tra la corrente e la tensione. Ed è un numero che va da 1 (carico resistivo, quindi senza sfasamento) fino ad un valore teorico di zero.
    Ora non tenendo conto del cosfi si commette un errore si, ma in ECCESSO, perchè visto che il cosfi è un numero < 1, qualsiasi numero moltiplicato per il cosfi darà come risultato un valore inferiore a quello di partenza... faccio un esempio, se io leggo V x A = 300 W e non tengo conto del cosfi faccio un errore in eccesso, perchè se il cosfi è uguale a 0.8, verrà che 300 W x 0.8 = 240 W effettivi.

    Se vuoi puoi fare una prova, prova a misurare l'assorbimento di un motore monofase, senza condensatore di rifasamento, con il sistema V x A con due semplici tester messi sulla fase, e poi prova a verificarne invece il vero assorbimento con un wattmetro true RMS!
    Avrai una gran bella sorpresa, e cioè che il sistema V x A ti darà un valore in Watt quasi doppio rispetto al True RMS, questo perchè appunto non tiene conto dello sfasamento.

    Quindi quello che dico è questo, lo sfasamento, in mezzo ai due banchi di condensatori e sul wattmetro, non c'è (e l'oscilloscopio lo conferma)...
    Ma se nella peggiore delle ipotesi ci fosse, vorrebbe dire una sola cosa, e cioè che i Watt che leggiamo sono molti di più di quelli reali.
    Grazie mario verificheremo questa cosa perchè se c'è lo sfasamento come dici te, significa che il motore ha una resa ancora più alta!

    ciao kekko
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  10. #90
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    kekko,
    Mario, scusa ma dove diavolo hai letto, che il wattmetro è attaccato su una fonte di corrente non sinusoidale?????
    io ti avevo risposto per il solo wattmetro. Tu ora dici
    per il momento dimentica il wattmetro...
    OK, non parliamone piu', ma quello che ho scritto resta vero. Se non credi a me, prova a chiederlo ad altri che ne capiscano sull'argomento delle armoniche, ti do una indicazione: Google:
    - cerca . . . . . . . . armoniche
    e chiedilo al primo della lista, contatta il moderatore di quel forum che occupa di Power Quality, se e' primo "non pagante" in lista ci sara' una ragione.

    oppure cerca . . . . . . filtri armoniche
    e chiedilo alla prima ditta della lista, se e' prima "non pagante" ci sara' un motivo
    Avrai una gran bella sorpresa, e cioè che il sistema V x A ti darà un valore in Watt
    nessuna sorpresa, V x A da' una valore in VA (VoltAmpere) e non in Watt, sono due unita' di misura diverse, non confonderle!

    Ciao
    Mario

  11. #91
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    In ogni caso il fattore di potenza dovrebbe giocare a favore di Mac & Kekko.

  12. #92
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mariomaggi Visualizza il messaggio
    nessuna sorpresa, V x A da' una valore in VA (VoltAmpere) e non in Watt, sono due unita' di misura diverse, non confonderle!
    L'oscillscopio nn tibasta come prova che non ci sono armoniche?

    Continui a non capire, con quell'esperimento volevo chiarire proprio questa cosa, e cioè che in AC è un conto ma in DC è tutt'altro.
    Nel nostro caso (i due tester in mezzo ai due banchi) stiamo parlando sempre di TENSIONE CONTINUA perciò se non ci sono RIPPLE i VA sono uguali ai Watt! Non esiste lo sfasamento (cosfi) su una tensione continua, perchè visto che la tensione non ha forme d'onda, come vi può essere uno sfasamento nel tempo???

    Il discorso del wattmetro era per farti capire che siccome segna gli stessi Watt dei due tester VA (meno le perdite del variac), è attendibile anche quello strumento.
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  13. #93
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    kekko,
    non mi piace discutere in questo modo poco chiaro, mi ritiro.
    E' meglio se voi continuate a fare i test, quando avrete dei risultati in sala prove li esaminero' volentieri.
    Ciao
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

  14. #94
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mario non è questione di discutere in maniera poco chiara...

    Senti se ti piace questa prova, prendiamo una resistenza di basso valore, la accoppiamo ad una termocoppia, come un LM35, poi la chiudiamo in una scatola coibentata, e la mettiamo in serie alle fasi del motore.

    Si porta il motore a regime costante con una coppia fissa. Ora aspettiamo che la resistenza salga di temperatura, facciamo finta che si stabilizzi sui 90 gradi.

    La lasciamo poi raffreddare, e una volta fredda la applichiamo in parallelo su un alimentatore in DC, gli daremo poi quei VA che serviranno per stabilizzare la temperatura esattamente a 90 gradi! Trattandosi di un carico restistivo, i VA che leggeremo sull'alimentatore in DC, saranno quelli che si prendeva il motore!

    Così va bene come misura?? In questo modo, trattandosi di un aumento di temperatura, teniamo conto anche degli sfasamenti e di tutte le armoniche possibili... Ovviamente il tutto va eseguito in un ambiente a temperatura costante, come dentro casa.

    Ti piace il nostro wattmetro True RMS?? L'errore dovrebbe aggirarsi sul 3%.

    Ciao kekko
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  15. #95
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Bella questa idea.......me la devo segnare !!!!


    P.S. kekko a che punto è la centralina start trek ???? dicci dicci che siamo curiosi !!!!
    Framoro...

  16. #96
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    stasera posto un po' di foto! sto finendo l'encoder! ...un impiccio mai visto ci sono gli integrati anche su quello!!
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  17. #97
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mariomaggi Visualizza il messaggio
    ...non mi piace discutere in questo modo poco chiaro, mi ritiro.
    E' meglio se voi continuate a fare i test, quando avrete dei risultati in sala prove li esaminero' volentieri.
    Ciao
    Mario
    Senti Mario,
    sollevi un problema non chiaro, scrivi in modo vago e ora ti ritiri?
    Per giunta ti offri di esaminare i dati in sala prove? Mi sfuggono tante cose...ma visto che sei un sperto, fammi capire una cosa...secondo te il wattmetro che utilizza l'Enel (impropriamente chiamato "contatore") non è in grado di misurare l'assorbimento di un carico non resistivo?Miii, a questo punto mi chiedo...chissà quanto assorbirà il mio frigorifero?
    Tohhh, a volte le coincidenze...ricordo quando ti confrontavi con il sottoscritto riguado la certificazioni di tali dispositivi elettronici...quanto è strano e curioso il destino...
    Un salutone all'amministratore
    Bolle

  18. #98
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da NonSoloBolleDiAcqua Visualizza il messaggio
    Senti Mario,
    sollevi un problema non chiaro, scrivi in modo vago e ora ti ritiri?
    Per giunta ti offri di esaminare i dati in sala prove? Mi sfuggono tante cose...ma visto che sei un sperto, fammi capire una cosa...secondo te il wattmetro che utilizza l'Enel (impropriamente chiamato "contatore") non è in grado di misurare l'assorbimento di un carico non resistivo?Miii, a questo punto mi chiedo...chissà quanto assorbirà il mio frigorifero?
    Tohhh, a volte le coincidenze...ricordo quando ti confrontavi con il sottoscritto riguado la certificazioni di tali dispositivi elettronici...quanto è strano e curioso il destino...
    Un salutone all'amministratore
    Bolle
    sai bolle, tra poco tempo ci faremo grasse risate riguardo certe certificazioni di certi motori..

    vedi un po che si dice degli SSP, sembra che questi motori rendano il 95% e oltre, sostituendo il rotore ad un calssico motore asincrono..

    cosi facendo questi straordinari motori hanno ottenuto una certificazione che li mettono nelle liste di quei prodotti che godono dell'incentivo di sgravio del 55%(ora non più) facendo in modo che si era cosi invogliati al sostiruirli..
    dando una mano all'ecologia, non gravando sulle tasche, ma arricchendo cmq le ditte che lo producono..

    ora questo 95% sarà tutto da verificare.. perchè mi sembra la stessa cosa delle macchine che fanno 25kml sulla carta e poi in strada sappiamo tutti come va la cosa..

    perchè bisogna vedere questo rendimento quanto dura.. mi spiego..

    se il 95% lo si raggiunge solo in un punto molto critico del funzionamento del motore, faccio un esempio 1800g.min 2,35nm e poi se i nm diventano 2,40 il motore rende il 90% allora si tratta di un bell'inganno..

    perchè allora bisognerebbe cominciare a parlare di "media del rendimento" che mi mette il motore a vari range di funzionamento e da li mi tiri fuori una media..allora avremmo dei dati piu corretti no?? oppure un dato di targa del tipo rendimento da tot NM a tot NM del90% una cosa del genere..


    voglio proprio vedere.. aspettate gente, pazientate un pochino, che oltre a fare i test corretti al flynn, verificheremo anche altro..

    e che altro!!

  19. #99
    pancia 37
    Ospite

    Predefinito

    dajjjjjjjeeeeeeeeeeeeeeeeee e in romagnolo èè dattttttttt naaaaaaa mossaaaaaaaaaaa , siete sempre i piu grandiiiiiiiiiiiii. a presto

  20. #100
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    e che altro!!
    slurp slurp !!!!
    nessuna anticipazioncina? nemmeno piccolina?

    ciao e dajeeee !!!

    PS: avevo postato un quesito tempo fa magari stupido sulla discussione generale del PP, a proposito di un PP "passivo"... è ancora lì...c'è nessuno che mi sa spiegare perchè è una cavolata (me lo anticipo già da solo che è una cavolata, ma mi sarebbe piaciuto capire perchè)

  21. RAD
Pagina 5 di 10 primaprima 12345678910 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Discutiamo del motore di Flynn a 12 poli!
    Da kekko.alchemi nel forum Parallel Path
    Risposte: 712
    Ultimo messaggio: 04-10-2014, 21:13
  2. Mac & Kekko presentano: Costruiamo il motore di flynn a 12 poli
    Da kekko.alchemi nel forum Parallel Path
    Risposte: 365
    Ultimo messaggio: 05-11-2009, 14:26
  3. pannelli mono o poli?
    Da quattromori nel forum ricostruito il due poli di flynn!FOTOVOLTAICO
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 01-10-2008, 09:51
  4. mono a 3,42€/wp o poli a 3,27€/wp
    Da Giancarlo72 nel forum ricostruito il due poli di flynn!FOTOVOLTAICO
    Risposte: 15
    Ultimo messaggio: 29-09-2008, 17:43

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •