Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 131

Discussione: Prova al banco, nuove realtà!

  1. #81
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da endymion70 Visualizza il messaggio
    Sai che invece mi sa che siano proprio la stessa cosa? Posso sbagliarmi, ma penso proprio sia così.
    Con il vantaggio che alla fine hai la tua forza attrattiva di 400Kg a watt 0... e infatti quanto riportato da kekko dice proprio questo: è la bobina, quella che pensavi fosse il rubinetto, a compiere il lavoro. Parlo di lavoro, non di spostamento di punti di applicazione.
    endy, la bobina, ci siamo accorti, che anche fatta a ca### al motore il rendimento non cambia, abbiamo due motori con due bobine diverse..

    quella del 20 mm ha le bobine veramente fatte a occhiometro..

    ma la resa sempre quella.. allora abbiamo pensato che il rendimento dipenda principalmente, per il momento, dai lamierini..

    nel momento che avremo lamierini ottimi penseremo a migliorare la bobina..

    come? dimensionandola meglio, e usando un freeoxigencopper, che è quello usato per le bobine degli altoparlanti.. niente di fantascentifico..

    la bobina fa un lavoro indiretto, non diretto sull rotore, va a smuovere un qualcosa( il flusso deimagneti) che poi crea lavoro..

    questo spostamento di flusso, veloce nel tempo, crea quel lavoro della bobina che vediamo dai consumi..

    [/quote]
    Quando (e, confermo, te lo auguro) arriverai a cifre dell'ordine del 98%, vedrai che le uniche perdite rimanenti sono sulle bobine, per cui dovrai renderle superconduttive con un impianto ad hoc. Sai quanto costa un impianto del genere? Se il costo fosse lineare chiunque arriverebbe al 99,99999%, è ovvio che all'avviciarsi del valore limite è più complicato (e costoso) ottenere i risultati sperati.
    [/quote]

    niente azoto liquido e materiali presi sul pianeta vulcano...

    [/quote]
    Certo. Il rendimento non è mica tutto. Altrimenti negli aeroplani non avremmo le turbine a gas. Conta anche la potenza specifica, per esempio, la coppia di spunto, e un'infinità di altri parametri che potrebbero dare a questo motore una collocazione sul mercato.
    [/quote]

    il nostro intento sarà quello di creare un motore ad altissimo rendimento, costante a vari regimi di utlizzo, con una densità energetica buona( non pretendo di arrivare al kw/kg)

    e con una coppia di spunto da carrarmato.

    con l'elettronica ridotta la minimo( ci stiamo lavorando)

    silenzioso, POCO COSTOSO, senza manutenzione, indistruttibile,(calcola che gli avvolgimenti non si brucerano mai) e con campi di applicazione vastissimi..

    ps:

    le critiche e i toni di endy, non mi turbano, anzi.. già solo il fatto che sta seguendo la cosa e mette i suoi dubbi e le sue certezze, non fa altro che aiutarci nello stimolo di quello che stiamo facendo..

    e poi ora abbiamo un laboratorio universitario a disposizione..

    che vuoi di più?
    Ultima modifica di mac-giver; 11-04-2009 a 12:55

  2. #82
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito HO DECISO che C'E la FREE ENERGY !! DA:jjjjjeeee

    caro endymion, il sig.No, parla parla parla... na non si ferma a ragionare....
    PRIMO, mettendo i puntini sulle I, nel ciclo termico proposto En Passant:
    assorbendo calore l' aria si espande...
    e non "l'assorbimento di calore lo ottieni ESPANDENDO l'aria,........"
    o, presupponi la previa compressione??

    un minuscolo accenno, e ULTIMO per non incorrere in azioni di giustizia...
    ma, spero che sia comprensibile , data la ricerca di FREE ENERGY... in caso contrario;
    mod. cancellate pure...!

    certo, come sempre hai ragione, ma a volte se rifletti, l' espansione se parte da una pressione superiore, come ad esempio 10 Bar, e' piu' alto il delta; quindi piu' redditizia nell assorbire termica...
    maturalmente non buttando la termica ottenuta nella compressione...

    e, ometti di dire, e a te' stesso di valutare che usando
    aria + solare termico ++++ ....in estate, o,
    aria -- geotermico + in Inverno ;
    il delta 3 permette la free energy ALL YEAR LONG.....
    he he he....


    MA questo sara' possibile solo GRAZIE A generatori, e motori, ad efficenza
    (diciamo del 98%, non il 99,99999 murcelago), della "premiabile" ditta MacChecco...dé Roma..



    oh fisico, prova a leggere il blog sotto - firma
    Ultima modifica di HAMMURABY; 11-04-2009 a 15:18

  3. #83
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HAMMURABY Visualizza il messaggio
    caro endemyol, il sig.No, parla parla parla... na non si ferma a ragionare....
    PRIMO, mettendo i puntini sulle I, nel ciclo termico proposto En Passan:
    assorbendo calore l' aria si espande...
    e non "l'assorbimento di calore lo ottieni ESPANDENDO l'aria,........"
    o, presupponi la previa compressione??

    un minuscolo accenno, e ULTIMO per non incorrere in azioni di giustizia...
    ma, spero che sia comprensibile , data la ricerca di FREE ENERGY... in caso contrario;
    mod. cancellate pure...!

    certo, come sempre hai ragione, ma a volte se rifletti, l' espansione se parte da una pressione superiore, come ad esempio 10 Bar, e' piu' alto il delta; quindi piu' redditizia nell assorbire termica...
    maturalmente non buttando la termica ottenuta nella compressione...

    e, ometti di dire, e a te' stesso di valutare che usando
    aria + solare termico ++++ ....in estate, o,
    aria -- geotermico + in Inverno ;
    il delta 3 permette la free energy ALL YEAR LONG.....
    he he he....


    MA questo sara' possibile solo GRAZIE A generatori, e motori, ad efficenza
    (diciamo del 98%, non il 99,99999 murcelago), della "premiabile" ditta MacChecco...dé Roma..



    oh fisico, prova a leggere il blog sotto - firma



    daje ham.. appena er motore sta al top attaccamo sta pompa

  4. #84
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HAMMURABY Visualizza il messaggio
    caro endemyol
    Scusa, ma sei dislessico o miope? Il mio nick è Endymion(70). Non è difficile, oltretutto il quote è automatico.

    PRIMO, mettendo i puntini sulle I, nel ciclo termico proposto En Passan:
    "en passant", se vuoi fare lo chic almeno scrivilo giusto. O hai troppa fretta di dare l'invio?

    assorbendo calore l' aria si espande...
    e non "l'assorbimento di calore lo ottieni ESPANDENDO l'aria,........"
    o, presupponi la previa compressione??
    Tu hai parlato di un ciclo frigorifero aperto, a gas (l'aria è un gas, assimilabile ad un gas perfetto con buona approssimazione), senza cambiamenti di stato visto che operiamo a temperature lontane da quelle critiche. Ciclo Joule/Brayton inverso, insomma: compressione ed espansione isentropiche (adiabatiche), scambio di calore su isobare. Lo scambio di calore però avviene perchè l'aria si raffredda PRIMA con l'espansione isentropica. Poi, durante lo scambio, certamente l'aria si espande.

    oh fisico, prova a leggere il blog sotto - firma
    L'ho già letto. Guarda che si scrive "Brayton" per quanto ne so. Comunque sono un ingegnere, non un fisico. Hai mai pensato di usare un ciclo Stirling? A parità di temperature, rende di più, come il ciclo di Carnot.

    Scusate per l'OT eh.
    Ultima modifica di endymion70; 11-04-2009 a 15:02

  5. #85
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    ma la resa sempre quella.. allora abbiamo pensato che il rendimento dipenda principalmente, per il momento, dai lamierini..
    Possibile. La dissipazione nei lamierini dipende dalla geometria adottata, dalla saturazione dei materiali, dalla frequenza di alimentazione che introduce comunque cicli di isteresi che dissipano calore... (questo dipende dall'area del ciclo, ma lo sapete bene).

    come? dimensionandola meglio, e usando un freeoxigencopper, che è quello usato per le bobine degli altoparlanti.. niente di fantascentifico..
    Beh comunque ci sarà sempre una resistenza che dissiperà la corrente circolante, sarai d'accordo su questo.

    la bobina fa un lavoro indiretto, non diretto sull rotore, va a smuovere un qualcosa( il flusso deimagneti) che poi crea lavoro..
    Indiretto o no, se leggi cosa ha scritto Kekko (che mi pare conosca la faccenda quanto te), vedrai che è la bobina a dare l'energia necessaria a fare quel lavoro.
    Se ci pensi, anche un asincrono funziona così: le bobine inducono un campo magnetico rotante che trascina il rotore.

    questo spostamento di flusso, veloce nel tempo, crea quel lavoro della bobina che vediamo dai consumi..
    E crea (suppongo): forze controelettromotrici sulle bobine stesse, riscaldamento dei materiali, correnti parassite, questo quanto più è veloce lo spostamento del flusso.

    niente azoto liquido e materiali presi sul pianeta vulcano...
    Anche perchè non basterebbe.


    con l'elettronica ridotta la minimo( ci stiamo lavorando)
    Su questo vi appoggio: meno ce n'è, meglio è.

    le critiche e i toni di endy, non mi turbano, anzi.. già solo il fatto che sta seguendo la cosa e mette i suoi dubbi e le sue certezze, non fa altro che aiutarci nello stimolo di quello che stiamo facendo..

    e poi ora abbiamo un laboratorio universitario a disposizione..

    che vuoi di più?
    Un lucano! Io ho sempre seguito questo thread e l'ho discusso a mio modo.

  6. #86
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    una domandina endy,

    quale è la molla che ti spinge a seguire questa discussione?

    spesso leggo delle discussioni tipo quella dall'hho e visto che sono fermamente convinto, che non ci potrà mai essere freenergy( ma neanche risparmio) attraverso un' elettrolisi e l'idrogeno usato come nuovo carburante mi sembra un'abberrazione dati i rendimenti..per il fatto che lo si usi in un motore a pistoni(terrficante sempre per i rendimenti), non intervengo per niente.. leggo gli sviluppi, che puntualmente non ci sono, se non cose scritte, ma mai un video di un qualcosa che si muove con un'elettrolisi ("termoionica extra super la famo solo noi così anvedi quanto rende!")fatta da qualcuno di noi..

    invece a te cosa incuriosisce in questa discussione?

  7. #87
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mac-giver Visualizza il messaggio
    una domandina endy,

    quale è la molla che ti spinge a seguire questa discussione?

    spesso leggo delle discussioni tipo quella dall'hho e visto che sono fermamente convinto, che non ci potrà mai essere freenergy( ma neanche risparmio) attraverso un' elettrolisi e l'idrogeno usato come nuovo carburante mi sembra un'abberrazione dati i rendimenti..per il fatto che lo si usi in un motore a pistoni(terrficante sempre per i rendimenti), non intervengo per niente.. leggo gli sviluppi, che puntualmente non ci sono, se non cose scritte, ma mai un video di un qualcosa che si muove con un'elettrolisi ("termoionica extra super la famo solo noi così anvedi quanto rende!")fatta da qualcuno di noi..

    invece a te cosa incuriosisce in questa discussione?
    Il fatto che spero sempre che qualcuno mi contraddica convincendomi che ho torto.

  8. #88
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    nessuno ti convincera' che hai torto....pero' ora sembri meno "ideologico" di quanto non sembravi prima...
    quasi un Rompipalle simpatico... (scusa, me GIURO che e' solo per rendere l' immagine)

    almeno, dopo le isobare, al posto delle isoterme;
    potresti convenire che dei motori e generatori ad alta (-issima) efficenza,
    possono andare in free energy con l' apporto di energia termica naturale (ed infinita!) di bassa qualita'.

    ma credo che non commenterai questo, perche' un passo ancora troppo lungo, per te' buttarsi nella ricerca a scatola "opaca";
    lasciando la certezza delle "sicurezze" imparate e lette ...ovunque....
    Ultima modifica di HAMMURABY; 12-04-2009 a 17:51

  9. #89
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HAMMURABY Visualizza il messaggio
    nessuno ti convincera' che hai torto....pero' ora sembri meno "ideologico" di quanto non sembravi prima...
    quasi un Rompipalle simpatico... (scusa, me GIURO che e' solo per rendere l' immagine)
    Calza...
    Comunque, perchè no? Io ho semplicemente delle idee che finora non sono state contraddette da nessun esperimento.

  10. #90
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    E' fattibile inserire alcune zozze ( e quando dico zozze,intendo proprie zozze, usate,e da non rimpiangere nel caso si fondano i filamenti) lampadine sull'alimentatore,
    e stabilire il rendimento della centralina?
    Si sa che il motore ha resa dell' 89%,
    ma nessuno ha ancora visto quanto stia dissipando la centralina a mosfet.
    Capisco che vi possa essere qualche differenza tra un carico induttivo-capacitivo del motore e un carico invece quasi totalmente resistivo della lampadina,ma un buon tester e amperometro non sbagliano mai in questi casi.

  11. #91
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    la centralina con gli igbt, abbiamo una resa intorno al 88%

    con i mosfet arriviamo al 95%

    poi kekko vi darà dati più precisi, cmq più o meno siamo li..
    Ultima modifica di eroyka; 16-04-2009 a 12:53

  12. #92
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    I MOSFET hanno una resistenza interna che può arrivare anche a meno
    di 0,008 Ohm mentre gli IGBT hanno una caduta di tensione che può
    arrivare anche a 2V indipendentemente dal segnale che si dà e quindi
    quei 2 volt fanno la differenza. Comunque complimenti a Mac % Kekko
    per tutto il lavoro svolto non vedo l'ora di poter ricominciare anche io.
    leo 48
    Ultima modifica di eroyka; 16-04-2009 a 12:53
    -Ogni problema ha sempre almeno due soluzioni basta trovarle
    -La forza dei forti è saper traversar le traversìe con occhio sereno

  13. #93
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno, volevo chiedere se le prove sono state fatte recuperando i picchi di Lenz e se il motore testato è quello con le bobine bifilari ( o almeno, collegabili come tali ) e, in caso affermativo, se le prove in questione sono state fatte con le bobine "normali" o con quelle bifilari.
    Debbo dire che queste bobine bifilari mi intrigano : se non ricordo male, secondo la teoria non dovrebbero indurre nessun campo magnetico. Dato che sono molto arrugginito , qualcuno mi potrebbe consigliare qualche test per mettere sotto torchio il tipo di avvolgimento in questione ( a parte vedere se attira un pezzo di ferro)?
    Grazie a tutti per le risposte
    Doctorzibo


    P.S.
    Eventuali strumenti richiesti per i test sulle bobine bifilari?
    Ultima modifica di doctorzibo; 14-04-2009 a 11:49
    Pillola BLU: fine della storia, domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai;
    Pillola ROSSA: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio.

  14. #94
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao, sono bobine bifilari, ma non avvolte antinduttive tesla tutta na storia ecc ecc,

    sono solo una coppia di fili che girano paralleli su un nucleo..

    è solo per non avvolgere un filo grosso, meglio due più piccoli che si avvolgono meglio..

  15. #95
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito banco prova alla Sapienza

    ...E domani nuovi test al banco prova dell'università la sapienza di roma, che molto gentilmente ci ha messo a disposizione il laboratorio per diversi giorni, così potremo definire con precisione tutte le curve di resa!

    saluti kekko!
    La sapienza è figlia dell'esperienza... Leonardo da Vinci

  16. #96
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ( scaramantico.. ) Comunque vada sarà un successo, spero che il vostro operato dentro e fuori di qui possa ( portare i risultati che meritate ) fare da esempio a tutti coloro i quali si ostinano ad essere scettici, senza neanche aver mai provato nella sostanza, il contrario di ciò che già respingono solo nella "teoria". Ci vuole un grande spirito e forza di volontà, anche spregiudicatezza.. Serve pure uno stimolo, e se questo non dovesse essere uno stimolo ad unirsi, anche solo per "giocare" a migliorarsi, non vedo quale potrebbe essere più congeniale.

    Bravi, in bocca al wolf e Daje

  17. #97
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie delle tue parole libera..

    allora.oggi il prof smanettando con il freno, col motore in moto, si è inchiodato di colpo ..

    .. si è distrutto il giunto a soffietto e il cuscinetto del motore addio..

    ma già ho sistemato tutto. messi i cuscinetti maggiorati, e ora il 35mm è tornato meglio di prima, ora è a prova di bomba..

    dobbiamo predere un giunto a soffietto da 20nm..

    pazienza ragazzi..ma ora i mezzi ci sono..

    dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    Ultima modifica di mac-giver; 17-04-2009 a 10:28

  18. #98
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono contento che finalmente avete mezzi seri per lavorare sui vostri motori! Il rendimento è buono, penso che dovrete confrontare i vostri motori con un brushless commerciale per analizzare la potenza specifica in termini di W/kg e poi di W/Kg di rame e magneti per valutare se almeno in linea teorica potrebbe arrivare a costare meno (migliore sfruttamento dei materiali) e le rispettive curve di coppia. Esistono soluzioni commerciali fatte per nastri trasportatori anche su piccole taglie che hanno un rendimento del gruppo controllo asse motore e riduttore maggiore dell'80% e anche i normali motori asincroni EFF1 che diventeranno tra pochi anni obbligatori, hanno efficienze maggiori dell'85% anche su piccole taglie: in sostanza se avete giustamente ambizioni di sfruttamento industriale, pensate "grezzo" all'aspetto economico della realizzazione del motore (magari con un bel controllo integrato e interfaccia con bus di campo...)

  19. #99
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    octoa,
    anche i normali motori asincroni EFF1 che diventeranno tra pochi anni obbligatori
    dato il cambiamento delle classi di efficienza, gli Eff1 spariranno come classe e si trasformeranno in IE2.
    Ci sono poi gli IE3 ed IE4. Un motore asincrono da 1 kW in classe IE4 deve avere un rendimento di almeno l'87%
    Tutti i motori a magneti permamenti possono rendere ovviamente di piu', ma al momento non sono normati.

    mac-giver,
    il prof smanettando con il freno


    Buon week-end
    Mario
    Molto urgente: cerco socio: Collaborazione a Milano
    -------------------------------------------------------------------
    Mala tempora currunt, non contattatemi piu' per questioni riguardanti il forum, grazie, il mio tempo e' finito.
    -------------------------------------------------------------------
    L'energia non si crea ne' si distrugge, ma ne sprechiamo troppa in modo irresponsabile. Sito personale: http://evlist.it
    Se fate domande tecniche e volete risposte dal forum precise e veloci, "date i dati" specificando anche l'ambiente operativo e fornendo il maggior numero possibile di informazioni.
    ------------------------------------------------

  20. #100
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    qualche piccolo aggiornamento sulle prove in corso?

  21. RAD
Pagina 5 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Sogno o Realtà?! Campo fotovoltaico su terreno agricolo
    Da wildworld nel forum Prova al banco, nuove realtà!FOTOVOLTAICO
    Risposte: 293
    Ultimo messaggio: 21-03-2012, 13:04
  2. Risposte: 32
    Ultimo messaggio: 25-07-2008, 11:29
  3. POSSIBILE REALTA' O UTOPIA?
    Da goldmau nel forum Prova al banco, nuove realtà!FOTOVOLTAICO
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 14-12-2007, 16:32

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •