Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 15 primaprima 123456789101112131415 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 283

Discussione: Parallel path

  1. #81

    User Info Menu

    Predefinito



    In settimana allestirò il controller PWM, credo di avere già
    qualche cosa in giro, una scheda con un CA1524E

    Allora ragazzi ... suggerimenti?

    Un'altra cosa, sull'attuatore lavoro a tensioni molto basse ...
    questo e molto importante.

    Se tutto va bene raddoppierò il numero dei magneti
    per avere la massima potenza.

    Edited by Hypercom - 21/7/2007, 21:24

    Download attachment
    101.rar ( Number of downloads: 42 )


  2. #82

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma quella bobina che hai allegato,quella di Tesla, è idonea solo per radiofrequenza. Qui non si stava accennando forse a bobine con nucleo ferromagnetico?

  3. #83

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (OggettoVolanteIdentificato @ 21/7/2007, 21:23)
    Ma quella bobina che hai allegato,quella di Tesla, è idonea solo per radiofrequenza. Qui non si stava accennando forse a bobine con nucleo ferromagnetico?

    Quella bobina non è idonea solo per radiofrequenza ... fidati

  4. #84

    User Info Menu

    Predefinito

    Belle notizie ...

    Dopo la modifica dell'attuatore sono riuscito a raddoppiare
    il numero dei magneti.

    L'energia per la commutazione e quella erogata da 2 pile tipo stilo.

    Ora sono in grado di realizzare l'avvolgimento attuatore definitivo.

    Saluti.

    Download attachment
    13.rar ( Number of downloads: 69 )


  5. #85
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao hypercom,
    il primo lavoro che hai fatto (mi riferisco a Questo), somiglia molto al parallelpath... anzi somiglia molto al tipo di arnese che voglio realizzare io per estrarre energia dal parallelpath.
    Le altre foto che hai allegato invece non mi sembrano somigliarci affatto.
    Stai dicendo che riesci a piegare il campo usando una configurazione diversa?

  6. #86

    User Info Menu

    Predefinito

    CITAZIONE (j3n4 @ 22/7/2007, 04:48)
    Ciao hypercom,
    il primo lavoro che hai fatto (mi riferisco a Questo), somiglia molto al parallelpath... anzi somiglia molto al tipo di arnese che voglio realizzare io per estrarre energia dal parallelpath.
    Le altre foto che hai allegato invece non mi sembrano somigliarci affatto.
    Stai dicendo che riesci a piegare il campo usando una configurazione diversa?

    Confermo la configurazione j3n4

    L'avvolgimento attuatore che hai visto sulle ultime foto è solo
    un modello sperimentale per definire n/spire e sezione del conduttore.

    Il numero totale spire sarà suddiviso su 2 attuatori come il config originale, inoltre manca per ora il secondo avvolgimento collettore.

    La questione n/magneti o intensità di flusso magnetico dipende dal
    livello massimo di saturazione del ferro o del circuito magnetico che
    si decide di utilizzare.

    Altra cosa IMPORTANTE tenere conto del fenomeno fisico che si verifica nei motori di Flynn ovvero la moltiplicazione della forza magnetica via
    corretto air-gap o permeabilità magnetica.





  7. #87

    User Info Menu

    Predefinito

    Arold Aspden conferma il fenomeno fisico della moltiplicazione della forza magnetica via corretto air-gap.

    http://www.energyscience.org.uk/feedback/fn07.html


    I pose a challenge by inviting any academic electrical engineer or physicist to find a flaw in the following argument. Take a strong magnet and allow this to produce a magnetic field across an air gap between two pieces of iron. Now apply an electric current (d.c.) to a coil wound on that iron core, enough to double the strength of the magnetic field in that air gap. Since our teachings tell us that the energy in that air gap is now four times what it was before we switched on that current, electrical field energy increasing as the square of field intensity, now tell me where that added energy came from.

    The use of standard physical theory says that the energy supplied by that current is no different from what it would be if the magnet were not present. So the magnet must account for three quarters of the energy in that air gap. Now let the gap close, making sure that the current is reduced progressively during gap closure so as to keep that field intensity in the gap constant. This means that no voltage effect is induced in the winding so that no energy goes in or out, meaning that all the energy in the gap is deployed into the mechanical work done by the iron pieces being pulled together to close the gap.

    So you have four units of mechanical work as output for an input of one unit of electrical energy. Then, once the air gap has closed, switch off that current to allow the gap to be reopened by supplying just enough mechanical energy to overcome the attraction forces set up by the magnet. That energy input will be 1 unit, the amount of field energy in the air gap. Overall, therefore, one inputs in each cycle of operation one unit of electrical power and gets a net output of three units of mechanical power. Here you have what you need to design a motor that can operate with an overall efficiency of 300%.


    Attached Image

    Attached Image


  8. #88
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    hypercom... sai, ora come ora, ti devo chiedere scusa. perchè vedi, ti sei presentato male, per quel che mi riguarda, troppo critptico, troppa carne al fuoco. devo riconoscere però che il tuo interesse è genuino, non sei uno dei tanti cui piace riempirsi la bocca in questo forum. quindi, a disposizione ;)

    se ora posso buttarla lì, io mi sto dando una bella rispolverata alle equazioni di campo cosiddetto vicino, dove le non linearità sono tutto fuorchè chiare... visto anche il successo sperimentale della witricity, i cui sperimentatori parlano esplicitamente di campo non dissipativo, che può essere appunto la caratteristica di un campo "vicino" in configurazione geometrica particolare.

    quello che mi è saltato subito all'occhio sperimentando con i simulatori, è che effettivamente una deviazione di quel tipo la si può ottenere anche con altre configurazioni; ecco perchè ora tiro fuori il campo vicino. trovando una configurazione tale per cui le perdite al di fuori del traferro siano o minime o, paradossalmente, costruttive... dovrebbe venir fuori un bel lavoro.

  9. #89

    User Info Menu

    Predefinito

    Scuse accettate elFranZ

    Sono convinto delle tue capacità e del tuo ripensamento altrimenti non avrei postato il progetto.

    Conto sul tuo aiuto e quello di j3n4, ma anche su tutti gli amici del forum che vorranno dare un contributo serio a questo lavoro ...

  10. #90

    User Info Menu

    Predefinito

    Stamattina ho preparato un sensore speciale
    per scoprire cosa succede al flusso durante
    la commutazione ...

    Download attachment
    122.rar ( Number of downloads: 63 )


  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    visto che son stato lesto a farti la super*****la quando pensavo che tu la stessi facendo a noi, adesso cerco di essere allo stesso modo lesto nel complimetarmi per il lavoro svolto. Veramente un bell'attrezzo!!!

  12. #92
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    alè!
    è così che ti volevo, concreto :D
    mi associo: ora ha decisamente + senso...

  13. #93

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie a tutti ragazzi ...

    Mi prendo un piccolo rischio, prevedo sviluppi CLAMOROSI ... !!!
    Per cui diamoci dentro ... forza !!!

    Saluti.

  14. #94
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve a tutti,
    da parte mia ho reperito dei magneti potentissimi, un trasformatore davvero enorme da tagliare e 60metri di filo di rame.
    Per iniziare penso possa bastare, ora devo portare a tagliare il trasformatore e si comincia.

    Saluti
    j3n4

  15. #95
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    cacchio... ma solo io riesco a trovare trasformatori microscopici?

  16. #96

    User Info Menu

    Predefinito

    Molto bene j3n4 ... Forza elFranZ
    Diamoci da fare ragazzi, datemi una mano ...

    La mia giornata di lavoro è molto lunga e se non fosse per
    l'aria condizionata, a casa non troverei la forza di continuare ...

    In cantiere c'è una temperatura di 40 gradi ... beh, dopo una decina
    di ore di lavoro potete immaginare.

    Stasera fuori 38.6, in casa 25.2, dopo una doccia e un'oretta di
    riposo ero di nuovo in forma eccellente e mi sono rimesso al pezzo.

    Primo obbiettivo che mi sono proposto di verificare è il fenomeno fisico che si verifica nei motori di Flynn ovvero la moltiplicazione della forza magnetica.

    PREMESSA

    Flynn parla di finestra ristretta ... il fenomeno fisico si presenta
    in particolari condizioni che vado a descrivere.

    _ Corretto air-gap o permeabilità magnetica

    _ Corretta capacità del circuito magnetico (no saturazione)

    _ Corretta posizione e bloccaggio dei magneti al neodimio

    _ Corretto Pulse Factor Duty

    Personalmente aggiungo che un pò di culo non guasta ... voi che dite?

  17. #97
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    mi trovi d'accordo sull'air gap, la permeabilità la devi considerare insieme al problema della saturazione... + alta la permeabilità, maggiore sarà l'induzione generata nel traferro senza saturare (permeabilità=B/H).

    sul duty cicle non mi ci soffermerei molto, x ora... se funziona, lo dovrebbe fare anche in DC, ma occhio alle temperature, o rischi di bruciarti i magneti.

  18. #98

    User Info Menu

    Predefinito

    Vado inoltre a fare altre considerazioni che ritengo importanti
    per non fare errori grossolani e quindi perdere tempo prezioso.

    Conoscere le caratteristiche magnetiche del tipo di lamierino.

    La strumentazione necessaria, un misuratore di Gauss, un buon
    tester digitale o più di uno, una pinza amperometrica,
    un oscilloscopio, ma va bene anche un portatile con programma
    adatto che gestisce la scheda audio, un buon alimentatore regolabile,
    un pacco batterie più caricatore, condensatori ad alta capacità
    1-2 farad con tensione di lavoro adatta, insomma più ce n'è meglio è.

    Per farla corta un buon laboratorio attrezzato.

    Il trasformatore ... personalmente ho utilizzato un trasformatore
    a granuli orientati modificato potenza 2,5Kw.

    I magneti N35 28mm X 10 di forma circolare magnetizzazione assiale
    acquistati a compomag.

    Edited by Hypercom - 24/7/2007, 18:34

  19. #99

    User Info Menu

    Predefinito

    Altri dati

    Sezione circuito magnetico 57mm X 45

    Dimensioni 250mm X 215

    Alcune misure con due file di magneti

    Air-gap- 3mm

    Fusso magnetico- Gauss ? (pinza amp. 335A)

    Tensione attuatore- 1,2Volt

    Corrente attuatore- 2Amp

    Potenza attuatore- 2,4Watt

    Deviazione flusso completo.

  20. #100
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Hypercom,
    se ho capito bene sei riuscito a deviare il flusso usando 1.2V e 2A?
    Se è così puoi confermarci cosa accade dopo aver deviato il flusso?
    Grazie per le info.

    Saluti
    j3n4

  21. RAD
Pagina 5 di 15 primaprima 123456789101112131415 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •