Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 20 primaprima 12345678910111213141516171819 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 384

Discussione: Un desolfatatore che promette molto bene

  1. #81
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Vi ho promesso un grafico,anche se artigianale eccolo qui:<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/3288865d8ed4d4412d9545544d011164.jpg" alt="image"><br><br>é un po casereccio,ma senza tanti programmoni faccio un po come posso.<br>Anche perchè un grafico è piu che tante parole.<br>Questo test è quello partito all&#39;inizio di aprile con la batt da 120 ah di ALZAIMERO <img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/633e3d394c44075cc4a2b2c78f60677a.gif" alt=":P">

  2. #82
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,sto periodo è un po folto di impegni,<br>Il mio test iniziale ormai si è trasformato in una catena di montaggio di recupero batterie.<br>Anche i parenti mi danno batterie da recuperare.<br>La parte piu interessante riguarda una batteria da scooter da pochi ah,<br>era rimasta ferma per un anno vuota,con pochissimo liquido nelle celle e un voltaggio di 8 volt.<br>L&#39;ho riempita di acqua,ho visto che assorbiva ancora 200ma,l&#39;ho collegata al megapulse e dopo una settimana fa scintille che è una bellezza.<br>Ormai ho collegato una batt da 120ah,una da 80ah,una da 50ah,una da 55ah,e per ultima questa da motorino.sono circa 300ah totali,il MEGAPULSE è dichiarato per 300 ah max di capacita e quindi lascio il tutto in trattamento.<br>Probabilmente con cosi tante batterie l&#39;effetto cala un po,ma a vedere le piastre stanno tornando belle nere (sulla batt da 120ah)e le maccchie di solfato calano piano piano.<br>Ormai arrivati a questo punto con tutti i test che ho fatto mi sembra quasi ripetitivo dire sempre le stesse cose.<br>Tanto a chi interessa si fa un giro sui siti tedeschi o inglesi e trova parecchie info su questo apparecchio cosi per avere dei pareri diversi.<br>Il mio scopo era diffondere questa novita,<br>speravo un po piu di partecipazione,ma probabilmente molti non conoscono la materia o semplicemente leggono e basta.<br>Comunque sia questa è stata una bella scoperta e mi ha risolto un grosso grattacapo.<br>

  3. #83
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Qui un aggiornamento,si va piano piano.<br><img src="http://codeandmore.com/vbbtest/images/customimages/4843bd1f79c4c52a4313bb073cb9ef6b.jpg" alt="image"><br><br>Cè qualcuno che ha provato questi desolfatatori oltre a JESWEEKEND?

  4. #84
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dopo tanto tempo si è tornati,penso che ci siano dei miglioramenti in corso perche le foto sono sparite,per il resto bene,desolfato batterie a destra e sinistra,tutte e 3 le batterie sono quasi in zona verde,3/4 di carica,e alla fine di questo mese vedro che capacita avrò raggiunto,voi che fate di bello?

  5. #85
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito batterie solfatate

    Quote Originariamente inviata da DOLOMITICO Visualizza il messaggio
    [MODERAZIONE: Non si cita un messaggio per intero. nll]
    complimenti per la tua costanza nelle prove e per i 1500 lettori dei tuoi articoli

    udos3
    Ultima modifica di nll; 06-05-2008 a 13:02

  6. #86
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie udos,sono contento di questo,è una bella cifra,
    l'unica cosa che mi spiace è che molta gente (parlo della vita mia reale)non capisce le potenzialita di questo apparecchio,ne ho parlato con 2 persone qualificate,elettricisti di professione 1,e ex riparatore elettrodomestici l'altro,e anche se erano partiti interessatissimi si sono dissolti come neve al sole.
    Ormai ho fatto prove su parecchi tipi di batterie,da recupero,rottamate,vuote e senza acido da 1 anno,da discarica,e anche se su molte di esse devo ancora verificare i risultati perche le sto desolfatando posso dire che un po di esperienza ce l'ho.
    Certo non vorrei passare per una specie di rappresentante della novitec,pero hanno fatto un bel prodotto,peccato che il grande pubblico non lo conosce.

    In quanto agli esperimenti ho sostituito l'alimentatore che teneva in carica le batterie da 1 mese perche anche se era venduto come caricabatterie per ciclomotori non arrivava oltre i 13.4 volt.
    Da ieri il tutto funziona con un alimentatore un po piu forte che arriva a 14.4 e difatti l'acido è salito subito.
    Penso che con il vecchio alim.desolfatava lo stesso ma oltre un certo limite non caricava,con questo recupero la fetta mancante.
    A occhio nudo si vedono le piastre nere negative pulite pulite,non si vede piu nessuna macchiolina di solfato,sembra nuova nuova.
    Alla fine di questo mese eseguiro dei test di capacita per determinare la capacita reale.

    PSer il grafico che non ho aggiornato la batteria da 120ah tutte le piastre hanno raggiunto quota 1.260,giusto sul confine fra la zona bianca e verde.

    Saluti

  7. #87
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao,dopo un po di tempo ho potuto fare un test su una batteria da me trattata.
    Era una tudor da 50ah,scaricata a 12.00volt,non accendeva piu la macchina,dopo un mese di trattamento,1 settimana di fermo ieri l'ho installata su una macchina per la prova di partenza e....si è accesa come un missile,sembrava nuova,avete presente quando installate una batteria nuova che sentite proprio la piena potenza di spunto?
    Per il resto anche la batteria da 7 ah continua a mantenere la carica,questa non l'ho potuta sperimentare su un motorino,ma dopo una settimana di riposo ha acceso una lampadina da 55w a piena luce.
    Questo è il tutto.
    Le altre batterie sono ancora in trattamento,forse ho esagerato a collegare un tot di 300ah di batterie in parallelo,cmq anche cui i risultati sembrano ottimi.
    Ciao al prossimo aggiornamento.

  8. #88
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche la mia prima ursus ieri l'ho misurata,e è tornata con tutte le celle a 1.300.
    piu di cosi non si sale.
    Per avere un buon recupero le lascio un mese tranquillo in desolfatazione.

  9. #89
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao dolomitico
    secondo te lo schema elettrico del desolfaratore potrebbe essere simile a questo:
    http://www.electronics-lab.com/proje...036/index.html

    saluti
    carest

  10. #90
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sinceramente una persona che potrebbe risponderti è UDOS3.
    Io so che il desolfatatore che ho preso io si basa su di una frequenza di 8mhz,e che facendo entrare in risonanza i cristalli di solfato li disfa per una sorta di "cedimento strutturale".

    Io ti posso assicurare che l'effetto che si vede da prima a dopo è che:
    PRIMA:
    le piastre sono visivamente (dai tappi)coperte da macchie di solfato.
    DOPO:
    tornano ad uno stato quasi nuovo,cioe non vedi piu traccia di queste macchie.

    Tornando alla frequenza,non credo sia una sola ma (questa è una mia deduzzione)
    non sia una singola,ma credo oscilli da un min a un max sui 8000hz,in modo da accordarsi su piu grandezze di cristalli di solfato.

    Lo schema sembre sia valido,anche se non ho le necessarie competenze per valutarlo,
    io prima di comprare il mio megapulse ho girato tanto su siti sia italiani che esteri,e i commenti di questi desolfatatori auto costruiti sembravano tutti negativi nel senso che si funzionavano ma non portavano vantaggi di nessun genere.
    Un idea sarebbe quella di esaminare con un oscilloscopio o la dovuta apparecchiatura un desolfatatore funzionante e poi cercare di replicare le caratteristiche.
    Ho trovato anche dei desolfatatori che invece di lavorare in frequenza lavorano a impulsi,francamente su questi non so pronunciarmi.
    Ma a parte me e YESWEEKEND non cè nessuno che ha provato questi gingilli?

    Se puoi costruirlo fai presto per testarlo,prendi una batteria di cui il voltaggio non carica oltre un tot volt es 12.25volt,se dopo una caricata con il caricabatterie continua a indicare questo voltaggio significa che è solfatata.
    Attacchi il tuo circuito per 24 ore,se dopo di questo vedi che i volt cominciano a salire es 12.50,vuol dire che qualche cosa si muove e che sta lavorando.
    Io uso questa tecnica e fin qui funziona,pero mi sa strano che un semplice circuito autocostruito possa fare qualcosa,ce ne sarebbero molti di piu in giro a quest'ora.
    Comunque insistere non va mai male.

    ps: il megapulse è chiuso ermeticamente,per aprirlo lo devi rompere,quindi è difficile sapere come è fatto il suo circuito interno.

  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Batterie

    Ciao
    lo schema postato, e' basato sul brevetto anni 60 della Westinghaus ,che all epoca aveva un integrato che dava un forte impulso positivo alla batteria, seguito da un piccolo impulso negativo
    Questo comporta che le bolle di idrogeno che si formano durante la carica, vengono ridotte di volume prima che scoppino, appunto invertendo la polarita ' durante la carica

    non so se attualmente ci sono ancora in commercio questi IC e se la soluzione per una carica ideale delle Pb sia la migliore..
    non serve per desolfatare , in quanto ci vuole la tecnologia RF per rompere i cristalli di solfato, ma solo per ottenere una buona carica

    oltre al desolfatore elettronico, esiste un altro circuito survoltore ottimizzatore , che assorbe energia costante (10 mA ) in un condensatore gold e lo scarica in pochi microsecondi ( impulsi di oltre 200A )

  12. #92
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie dolomitico e udos3 per i commenti.
    Lo schema del desolfaratore è certamente diverso da quello che ho trovato io, era più che altro una curiosità che avevo e non voglio certamente che apri il tuo per vedere come è fatto dentro.

    vorrei fare i complimenti a dolomitico per il lavoro che sta portando avanti... non ti scoraggiare se altri non stanno facendo le stesse prove; io ad esempio, oltre al poco tempo che avrei per farle, non utilizzo normalmente le batterie fuori dall'automobile, però mi interessa l'argomento e leggo sempre volentieri i tuoi resoconti delle prove che stai portando avanti.

    saluti
    carest

  13. #93
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie a te per l'iniezione di fiducia,anch'io sto periodo fatico a continuare i test,o meglio,i test proseguono da soli è che sono io che non ho tempo per fare rilevamenti.
    Ogni tanto vado a fare qualche misuratina,vedo che su tutte ci sono miglioramenti,anche la batteria che mi ha dato alzaimero da 120ah ha raggiunto quasi quota 1.300,calcolate che ormai è dal 1 aprile che è li che si sta facendo trattare.
    L'altra da 85ah ci sono ancora 2 celle che sono un po in ritardo ma non manca molto.
    Poi cè un'altra batteria della bosch da 50ah ermetica e li non si sa che succede,ma l'ho trovata e quindi vediamo che sara.
    Proprio ieri sera ho trovato una piccola batteria da 8ah al gel,che credo sia un altro campo interessante.
    Da ricerche effettuate sul web ho letto che possono essere solfatate o "assetate"
    nel senso che il livello di acqua tende a evaporare e in casi estremi bisogna rabboccare.
    L'ho collegata ieri sera e assorbiva circa 80ma, a 11.55 volt.
    Oggi i volt erano risaliti gia a 12.00v,ci vorra un altro mese per vedere gli effetti.
    E poi ci sono le 4 batt del pannello in parallelo che sembrano rinate,a occhio ho recuperato gia il doppio di sicuro in capacita,e anche in tenuta come volt sotto carico.
    Non vi dico che faccie che fanno i vari meccanici/demolitori quando chiedo batterie di grossa capacita anche vecchie e solfatate,si legge chiaro in faccia che stanno pensando a che diavolo possa servirmi una simile cosa.
    Per chi possa interessare le batterie da camion sono quasi da escludere,troppo sollecitate e sfruttate,ottime le batterie da trattori o veicoli usati stagionalmente che hanno modo di solfatarsi un po in inverno i camion invece le sfruttano a manetta e le tengono in molti casi a meta carica causa i bassi giri(sempre fonti lette su internet e mio suocero che è camionista).
    Un ramo da approfondire sono le batterie al gel,ma devo ancora farmi le ossa con questo tipo.

  14. #94
    areand
    Ospite

    Predefinito

    Caro Dolomitico,se ci fai avere il codice del megapulse.Grazie "areand"

  15. #95
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    che intendi per codice del megapulse?

  16. #96
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao dolomitico
    se vuoi leggere l'esperienza di recupero sulle batterie al gel che ho trovato in rete...:
    www.arigenzano.it/Tecnica/Il%20ciclatore.pdf

    saluti
    carest

  17. #97
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito


    Era proprio li che ho letto quelle notizie che ho riportato,anche su internet è piccolo il mondo.
    Ho pensato questo:
    a meno che non siano state maltrattate,si solfata di sicuro ma penso di meno di una a bagno d'acido e quindi anche le pastiglie di ossido delle piastre positive non riescono a impregnarsi di cristalli di solfato.
    Se qualcuno sa di piu puo smentirmi.
    Ho un paio di piastre di una batteria che avevo aperto ma sono solo quelle negative,servirebbero le positive per dargli un occhio e vedere di capirne di piu.

  18. #98
    areand
    Ospite

    Predefinito

    Caro Dolomitico, intendo il codice prodotto come hai dato per il Volmetro,
    perchè scrivendo solo megapulse non trova nulla.OK!

  19. #99
    Seguace

    User Info Menu


  20. #100
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ah ok,in effetti per cercare informazzioni devi scrivere "megapulse novitec"
    prova cosi:
    su google scrivi "conrad.de" è in germania
    dopo essere entrato nel sito conrad sulla sinistra cè una casellina con un cerca,scrivi semplicemente"MEGAPULS" senza e finale.
    Questo è dove l'ho comprato io,comprarne uno idall' italia ti costa 80€ con le spese di spedizione.

    ps:la batteria al piombo gel da 7ah è arrivata a 12.85 volt e fa delle scintille niente male.
    L'ho collegata a un motorino che mi serviva da fare un test di sforzo e andava spedita senza cali,logicamente la capacita non la so,cmq dopo 2 giorni si vede subito l'aumento in termini di volt.
    sarei curioso da matti poter valutare i miei risultati con quelli di altra gente,perche non riesco a capire se molti sono scettici o se semplicemente aspettano e valutano la situazione

  21. RAD
Pagina 5 di 20 primaprima 12345678910111213141516171819 ... ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •