Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 56

Discussione: Misuratore capacità batterie di trazione

  1. #21
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito



    anche questa è un'idea udos, però non so quanto costa un inverter da 4-500W e comunque io voglio realizzare una scarica a I costante, perchè così prevedeva il test batterie.
    Per le batterie al piombo la capacità effettiva a I elevata è ben minore della nominale...
    Per la potenza inoltre deve essere elevata, altrimenti per testare tutto il pacco batterie di un'auto (10 e più kWh) ci vogliono tempi biblici!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  2. #22
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito ScaRICCAtore light

    Oggi ho finalmente (...) finito la versione light del mio progettone degno di un ragazzino delle media anni 70 (quelli di oggi non sanno neanche cos'è un interruttore...)

    E' il misuratore di capacità per stilo e ministilo NiMh; corrente di scarica 0,2/0,5/1A, contaore ecc ecc

    Ho faticato già per mettere a punto questo, figuriamoci per quello da 600W!

    I colleghi mi prendono in giro, forse perchè tutti i miei progettoni hanno l'effetto collaterale di scaldare il box... altro che risparmio energetico!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #23
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ottima notizia Riccardo!

    Hai qualche foto? Le immagini a volte rendono piu delle parole
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  4. #24
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito schema ScaRICCAtore light

    Per ora niente foto...a parte che il montaggio fa schifo come da mia pessima tradizione, non riesco a scaricarela foto dal cellulare...

    Ecco lo schema


    scaRICCAtore_light.jpg
    Vista la Vbatt bassa per evitare complicazionicircuitali (step-up e simili) il circuito prevede ancheun'alimentazione esterna, che deve fornire una corrente pari a quella di scarica.

    Il regolatore 7805 in ingresso stabilizza tutte lealimentazioni e i riferimenti, e protegge il circuito da eventualisovratensioni; deve poter fornire la corrente di scarica (in questocaso 1A max) e quindi necessita di adeguato radiatore per dissiparefino a 4-5W (3 W se Vin=8V).


    IC1 è un generico operazionale doppio (es TL082); laprima parte è una variante del trigger di Schmitt ; segueun invertitore che pilota un MosFET a canale P.


    Lo strumentino è un contaore comprato in RS (14euro...); quando il MOSFET si chiude parte il conteggio, si accendeil LED e LD1085 manda sulla resistenza di carico Rc una correntecostante (0,2 0,5 o 1A)


    C1 serve a 'rallentare' il trigger, perchè hoverificato che quando si avvicina la scarica completa (o con batteriedegradate) a I elevate in alcuni casi il circuito entrava in ciclion-off troppo rapidi.


    Alla fine (forse a causa di R1 e R2 messe sulla tensioneda leggere invere che sul riferimento) il circuito stacca e attaccaalle due tensioni di soglia di 0,6 e 1,3V circa. Andrebbe alzata unpo' la soglia bassa (0,6) ma non ho più voglia di mettere manoall'accrocchio, che è alquanto precario...


    Domani se riesco metto i valori che ho usato io.


    Ciao!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  5. #25
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao riccardo
    Non vorrei criticare il tuo lavoro, ma perchè non hai utlizzato un carica/scarica batteria commerciale? Anche io mi sono divertito tempo fa a costruire una cosa simile alla tua per scaricare celle al litio, perchè avevo solo un cb per celle al ni/cd o ni/mH, poi ho preso un caricabatterie da modellismo e adesso adopero questo per tutte le tipologie di celle.
    Entrambi i cb scaricano a I costante e danno le informazioni che servono sull'energia estratta.
    - AGGIORNAMENTO A GENNAIO 2018 -
    Per il foglio di calcolo con costi e confronti delle tariffe elettriche nel mercato tutelato: http://www.energeticambiente.it/in-c...#post119803941

  6. #26
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma vuoi mettere il fai da te?
    Comunque l'idea è nata dall'ipotesi di prendere la Seicento Elettra. Uno scaricatore che gestisca batterie al Pb da 50-60 Ah, quindi uno scaricatore da 600W non costa poco, si parla di centinaia di euro...

    Questo è solo un esperimento per giocare in pausa pranzo e sarebbe un punto di partenza per quello 'heavy'; comunque la spesa totale è stata intorno ai 20 euro, di cui la maggior parte (il contaore) riutilizzabili.

    Altro aspetto: se come spero a breve avrò un veicolo elettrico è bene farsi la mano nella gestione batterie, in vista di un probabile upgrade al litio, da fare cum grano salis (si parla di decine di batterie in serie...)
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #27
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Ultima modifica di jumpjack; 20-10-2012 a 18:55
    Batterie, DoD e profondità di scarica: *** Scaricare le batterie solo fino a metà prima di ricaricarle. *** Al piombo da 60 km: usata 20 km per volta durerà 60.000 km, 60 km per volta ne durerà 12.000. *** Al litio da 60 km: usata 20 km per volta durerà 120.000 km, 60 km per volta durerà 60.000 km.
    -- Jumpjack --

  8. #28
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Finalmente è arrivato!

    Volevo prenderlo già il mese scorso, ma tra lavoro, cene ed altri impegni non sono riuscito, così mia moglie ha deciso di regalarmi un CBA IV Battery Analyzer per Natale!

    Ho fatto 3 test veloci su 3 batterie costruite con celle riciclate. Il software è ottimo e facile da usare. La cosa bella è che posso sovrapporre le curve di scarica di diverse batterie nello stesso grafico.
    I test nelle immagini allegate sono stati effettuati a 14A ed il dissipatore era tiepido (non scottava) durante la scarica. Ovviamente la ventola era accesa.

    Purtroppo domani già torno al lavoro quindi avrò poco tempo per fare altri test.

    Al momento sono felice come un bambino!

    Chart1.jpgIMAG0027.jpg
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  9. #29
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Bravo bambino! E bravo pure il tuo Babbo Natale!
    Io invece dovrei aver concluso per la Elettra, e quindi dalla prossima settimana riprenderò il progetto della scariccatore per vedere se riesco a farmi un oggetto da 5-600W con una spesa ragionevole...la western lo vende a 900 e rotti dollari, anche se in effetti la gestione computerizzata non è male...

    Anno nuovo giochini nuovi!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  10. #30
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Riccardo,

    ho fatto altri test e sono davvero soddisfatto del "regalo", per quello che costa è veramente ben fatto a mio parere. Sono sempre scettico coi software ma devo dire che questo è semplice ed intuitivo, tanto che sono tentato dall'upgrade (extended software) che permette altre funzioni interessanti, devo informarmi meglio perchè per me sarebbe interessante simulare lo "stress" di una cella o di un piccolo pacco bat durante la scarica "reale" durante l'uso su una bici elettrica o uno scooter ad esempio, impostando le soglie di corrente, tempi, etc..

    Purtroppo con questi "giocattolini" piu ti spingi in alto con la gamma piu costano. 900 euro per quel che devi fare te sono tantissimi..riuscirai in qualche modo a loggare le tensioni durante la scarica?


    Ciao e Buon Anno!
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  11. #31
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Non per loggare dovrei coinvolgere il mio complice Giovanni, pratico di micro e display...magari ci riesco, per ora l'ho lasciato libero ma quando arriva il bolide gli toccherà aiutarmi ancora!

    Si potrebbero anche mettere 2 o 3 contaore settati in modo da memorizzare i tempi a varie tensioni di batteria, ma tutto sto casino per il fai da te mi sembra esagerato.

    Poi comunque per lo meno riguardo le batt al piombo della Elettra FIAT prevedeva solo la misura del tempo di scarica a I costante, cioè la misura degli Ah erogati a varie I.
    La tensione potrebbe servire per ricavare i kWh erogati... ma magari traccerò manualmente le curve per qualche batteria, se sono abbastanza lineari e il crollo della V è brusco si può approssimare con la V media

    Buon anno!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  12. #32
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Non per loggare dovrei coinvolgere il mio complice Giovanni, pratico di micro e display...magari ci riesco, per ora l'ho lasciato libero ma quando arriva il bolide gli toccherà aiutarmi ancora!
    Per non complicarti la vita potresti usare uno di questi: Cell-Log Cell Voltage Monitor 2-8S Lipo
    ed un voltage divider (supporta max 4.9v per ogni "canale"). Così hai anche il logging. Puoi impostare anche un allarme sonoro al raggiungimento di un certo valore di tensione.

    I dati li puoi vedere tramite logview (è gratuito) ed eventualmente modificare/correggere i dati a seconda dei valori delle resistenze usate per il voltage divider.

    Per me vedere come cambia la tensione su un grafico rispetto a dei numeri in una tabella ha fatto la differenza!

    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  13. #33
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    mis sa che sono molto in ritardo ma volevo segnalare alcuni carichi "non ortodossi" ma economici:

    Per alte tensioni: il ferro da stiro con resistenza in mica, dissipa bene fino a 2000W, lo usavo come "sicurezza" negli esperimenti sul plasma elettrolitico...

    Per basse tensioni con valori 4-8 ohm estrai la bobina di un vecchio woofer e la immergi in acqua distillata (un secchio), la usavo per misurare la potenza degli amplificatori, induttanza bassa e ottima dissipazione (basta non usare quella di un tweeter), l'acqua bolle ma mantiene la bobina ad una temperatura costante di 100 C° senza che l'isolante dell'avvolgimento ceda!
    Qualche video dei miei esperimenti li trovate su:
    http://it.youtube.com/user/alessiof76

  14. #34
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiornamento!

    Ecco lo schema quasi completo e magari tutto da rivedere dello ScaRICCAtore midi-power!

    scaRICCAtore.jpg

    Ho poi deciso di limitare la corrente di scarica, valori impostabili 5-10-20-25A.

    Un po' per pigrizia e limitare il numero di componenti, un po' per non stressare troppo le batterie... non vorrei rovinarle per provarle!
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  15. #35
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Riccardo,

    avevo scritto un post ma mi si è cancellato.

    Non ti semplificherebbe un po' la vita usare dei regolatori piu potenti (ho visto che si trovano con correnti fino a 5A a prezzi ancora accettabili)?
    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  16. #36
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    mmm no... mi sembra ne avevo già parlato in un 3d sui regolatori lineari.

    I conti con questo approccio 'dei poveri' sono un po' complicati, provo a riassumerti il succo:

    E' inutile di solito scegliere regolatori ad alti A perchè se c'è una certa dV ai loro capi (come nel nostro caso) la corrente che possono reggere (sennò vanno in protezione termica) è in realtà limitata dalla potenza dissipabile su un TO220 con radiatore. Da alcune esperienze mi risulta difficile dissipare su TO""=+ radiatore più di 6-10W, per lo meno con radiatori ragionevoli
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  17. #37
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Aggiornamento!

    Ecco finalmente lo scaRICCAtore in stato avanzato di decompos... ops montaggio:

    scaRICCAtore.jpg
    E la mia nuova idea per capicorda adatti alle celle al litio che ho appena acquistato:

    capicorda_scaRICCAtore.jpg
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  18. #38
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho spostato la discussione nella sezione "Pile e Batterie" perchè è piu attinente qui.

    Stavo guardando il circuito dello "scarricatore" l'altro giorno e stavo pensando di buttare giu qualcosa anche io ed integrarlo col mio "wattmetro" basato su Arduino.
    In poche parole vorrei provare ad impostare la I costante a seconda del caso agendo sul gate di un mosfet (o piu mosfets in parallelo) presente sul ramo principale tra batteria e carico, facendo gestire ad Arduino la tensione sul gate in modo da aprire/parzializzare/chiudere il/i mosfet/s a seconda della corrente impostata.
    Ovviamente parlo di un circuito per gestire in scarica una sola cella (per ora).

    Chiedo consiglio agli esperti: può funzionare? Ho già visto che l'implementazione con Arduino sarebbe abbastanza semplice.

    Bici elettrica MKIII : qui.

    E-bike / li-ion batteries / electronics / etc. : jacopo.tk


  19. #39
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Dunque... a livello teorico è sicuramente fattibile, a livello pratico mi sembra inutilmente complesso. Come leggeresti la corrente? Ci vuole un Rsense o un integrato, ma a quel punto perchè passare per arduino?

    Va bene l'evoluzione, ma dipende cosa vuoi fare, se per un esemplare unico non vale molto la pena. Ovviamente è un ragionamento da analogico obsoleto...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  20. #40
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    potresti usare un sensore ad effetto hall per la corrente (ad es Sensori effetto Hall Current Sensor, Bi 100A CB-PFF Allegro Microsystems ACS758LCB-100B-PFF-T consegna in 24 ore) non è difficile da gestire (dipende più che altro dalla tua pratica con la programmazione)... poi, se vuoi dissipare meno sui mosfet potresti usare un uscita arduino in pwm e filtrare l'usita del mosfet.. ma vedi cosa ti conviene fare (ot: guarda cosa ho fatto con arduino Generatore PWM arduino 1HZ-1MHz pilotato da PC - YouTube , ora il mio programmino gira in diversi istituti tecnici in INDIA, non avevano soldi per i acquistare generatori di segnali ma con arduino si arrangiano)
    Qualche video dei miei esperimenti li trovate su:
    http://it.youtube.com/user/alessiof76

  21. RAD
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. FIAT SEICENTO Elettra: batterie di trazione alternative
    Da tonini_mingoni nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 1507
    Ultimo messaggio: 24-06-2019, 10:25
  2. Capacita batterie.Ulteriori spiegazioni.
    Da diezedi nel forum ACCUMULAZIONE di ENERGIA
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 12-01-2019, 18:13
  3. Capacita' Batterie in Kwh dei vari scooter in commercio
    Da athlon nel forum Categoria L3 (es. moto elettriche)
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 07-07-2011, 08:07
  4. batterie per trazione al gel
    Da RIZZO99 nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 05-03-2008, 20:49
  5. batterie trazione
    Da pierb72 nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 01-09-2007, 17:33

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •