Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 35 su 35

Discussione: Come costruire una pila daniel con pochi euro.

  1. #21
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    io ho fatto così... ho preso un bicchiere di vetro tipo da nutella, ho ritagliato un pezzo di cartone compresso di quello che si usa per le cassette della frutta e ne ho realizzato una paratia che divide in due il bicchiere e l'ho incollata con del silicone, in modo da avere due sezioni di bicchiere messe in comunicazione solo dal passaggio attraverso il cartone(setto poroso)...
    da un lato ci ho messo il solfato di rame spappolato e amalgamato con un po d'acqua e un elettrodo in rame e dall'altro lato, ci ho messo del solfato di ferro e un chiodo come elettrodo...
    risultato 0,7volt circa... cosa ho sbagliato ??

  2. #22
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Puoi mostrare qualche foto del tuo esperimento ?

    Il chiodo di che materiale è fatto ?
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Esperimenti di pila chimica fatta in casa
    eccovi le immagini... come potete vedere in una immagine, lo stesso risultato l'ho ottenuto, facendo da ponte a due bicchieri separati con dentro le due soluzioni con un semplice cavo di rame, dello stesso tipo che avrei usato come elettrodo... a questo punto mi chiedo: anche un cavo di rame può funzionare da ponte salino trasportando gli ioni da una parte all'altra??

    ah dimenticavo, il chiodo è un semplice chiodo da costruzione di quello lungo 10cm già in avanzato stato di ossidazione... dovrebbe essere ferro... acciaioso ma sicuramente ferro

  4. #24
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da 85Silvestro Visualizza il messaggio
    da un lato ci ho messo il solfato di rame spappolato e amalgamato con un po d'acqua e un elettrodo in rame e dall'altro lato, ci ho messo del solfato di ferro e un chiodo come elettrodo...
    risultato 0,7volt circa... cosa ho sbagliato ??
    Ma cosi non hai realizzato una pila Daniel che prevede come metalli Zn e Cu , ma una sorta di pila Fe e Cu .
    Quindi il potenziale che ottieni si aggira intorno a 0.7 V , poiché il potenziale standard del rame è intorno a 0.3V e quello del Fe 2+ intorno a -0.4 V.

    Il ponte salino non può essere fatto di metallo come hai fatto tu , ma da una soluzione conducibile , in quel caso il rame funziona semplicemente a conduttore elettrico.

    Ciao.
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    mi sta risultando difficile trovare dello zinco... tutto quello che trovo in giro è per lo più "zincato" lamiere o tubi che siano... per questo ho pensato di sostituire lo zinco e il solfato di zinco con ferro e solfato di ferro...tutto qui
    Ultima modifica di 85Silvestro; 29-05-2015 a 12:58

  6. #26
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Le lastre di zinco le trovi dappertutto dove vendono materiale per pittori e per incisori , infatti viene usato per le incisioni .
    Puoi cercare su internet e ritirarlo on line , non costa molto .

    Ciao .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  7. #27
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho fatto delle piccole prove così giusto per... allora:
    nel solfato di ferro ho messo un pezzo di tubo zincato e nel solfato di rame un filo di rame = 1volt circa
    nel solfato di ferro ho messo un pezzo di tubo zincato e nel solfato di rame un elettrodo di acciaio (credo che sia acciaio, è una lamina che ho estratto dai tergicristalli della mia macchina) e il potenziale è 1,25 volt

  8. #28
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok fai pure tutte le prove che vuoi ,....
    ma bisogna seguire anche una logica perché oggi non siamo più ai tempi di Alessandro Volta e tante cose le sappiamo in anticipo .
    TI consiglio di leggere lo schema da me riportato qui
    http://www.energeticambiente.it/pile...#post119491838

    Se usi un elettrodo di rame e solfato di rame ha una logica poiché il Cu++ del sofato si deposita sull'elettrodo di rame , ma se usi un elettrodo di acciaio nella soluzione di CuSO4 cosa ti aspetti di ottenere ?
    Nel solfato di ferro ci metti il tubo zincato per fare che cosa , tanto per provare ?
    Ciao buon divertimento ...
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  9. #29
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    salve vorrei sapere da Zagami se anziche il cartone che e sfaldabile si puo utilizzare come porcellana porosa i cilindretti che si utilizzano negli acquari trattenuti con qualche rete. possono andare ?

  10. #30
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Dovrebbe essere utilizzata della porcellana porosa , come previsto nella pila Daniel tradizionale , questo per evitare il mescolamento delle due soluzioni .
    Ma dove la trovi la porcellana porosa ? Quella degli acquari non l'ho presente , potresti postare qualche foto ?
    Considera che debbono avere una tenuta stagna sennò le soluzioni si mescolano .
    Io ho provato della terracotta porosa che si può costruire e cuocere come si vuole , ma il problema è la conducibilità elettrica che diminuisce facendo passare solo pochi ampere di corrente .
    Questo compromette la potenza erogabile .
    Qualche altro suggerimento ?
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  11. #31
    innominato
    Ospite

    Predefinito

    Qualche altro suggerimento ?
    se può essere utile ..

    con il methocell è molto semplice prepararla

    http://online.scuola.zanichelli.it/analisichimicastrumentale/files/2014/01/Lab_2.8.pdf


    (è possibile utilizzare anche altri elettroliti )
    Ultima modifica di innominato; 12-06-2015 a 17:26

  12. #32
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok , nel metodo scolastico si usa un ponte salino tanto per fare delle prove e diciamo provare volt erogati e ampere , ma a livello pratico di utilizzo non conviene fare un ponte salino .
    Infatti io ho provato ambedue i metodi , sia il ponte salino che il setto poroso . Ho misurato sia la tensione erogata che gli ampere circolanti , il ponte salino è perdente in quanto lo scambio ionico avviene molto lentamente e dipende dalla sezione del tubo , parliamo di 10-50 milliA.
    Ne caso del setto poroso gli ampere passanti sono maggiori data la superficie esposta alla soluzione elettrolitica , parliamo di 1-2 A.
    Naturalmente tutto dipende dal tipo di setto poroso , dalla superficie esposta e dal suo spessore .
    Nel caso del cartone che ho utilizzato , questo permette uno scambio molto veloce , ma è ovvio che la durata non è eterna ,il pericolo che le due soluzioni si mescolino a lungo andare è reale .
    Ultima modifica di experimentator; 13-06-2015 a 03:51
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  13. #33
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti, potrebbe funzionare la schiuma poliuretanica? Quella che si utilizza, ad esempio, nei telai delle porte
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  14. #34
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    No la schiuma poliuretanica è isolante elettrico e quindi non consente il passaggio di ioni in soluzione .
    Per intenderci non va bene nemmeno una spugna in quanto il passaggio dei liquidi mescola le due soluzioni .
    Deve essere un setto poroso che consente solo il passaggio di alcuni ioni specifici oltre all'acqua .
    Dante : " Fatti non foste a viver come bruti .... "
    Relativity is wrong .

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Può essere che il solfato di rame in realtà era ossicloruro rameico contenente Cu(OH)2 e CuCl2 ? Cosi le due semicelle erano Zinco in idrossido di zinco formatosi nella soluzione di NaOh e rame in idrossido di rame. Il sodio poi trattiene in soluzione il cloro del cloruro di rame fungendo da depolarizzante. In sintesi un ACCUMULATORE ALKALINO costruito nella meccanica di una pila Daniell.
    Questo spiega sia la grande potenza che la ricaricabilità di questa pila. Saluti Leo. Ps proverò presto a replicare e personalizzare questa pila.La chiamerò se funziona pila del contadino, visto la provenienza delle sostanze chimiche....! E metterò tutto in rete. Saluti Leo.

  16. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. 39 mi sembrano pochi....
    Da giofav nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 24-08-2011, 08:28
  2. Catalisi Daniel Nocera del MIT
    Da robz40 nel forum [CHIUSA]DIALOGHI e NEWS sull'energia solare
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 15-08-2008, 06:56
  3. pila senza pila
    Da nel forum ACCUMULAZIONE di ENERGIA
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 03-10-2006, 18:43

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •