templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 4 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 159

Discussione: Templari kita potenza minima

  1. #61
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da tommytek Visualizza il messaggio
    Tnx cerco.Intanto sul forum qui ho trovato500 litri di accumulo, pipe in tank, temperatura accumulo 60°, ACS a 40°, senza reintegro (quindi senza sorgente che lo scalda), prelievo a 15l/mit : produzione ACS costante di 380 litri500 litri di accumulo, pipe in tank, temperatura accumulo 60°, ACS a 40°, con una sorgente da 20kW collegata, prelievo a 15l/mit : produzione ACS costante di : 837 litri
    Se ti ci sta l'800 togliti i pensieri. ( budget permettendo) A me non ci stava piu grande del 500, quindi non avevo scelta, con la vasca rischi che poi la doccia siaccorcia..... se lo tieni dentro non butti via niente come dispersione, cioe' la recuperi come temp ambiente.Scusa se mi permetto ma se un giorno farai cappotto quei 5500 kwh diventano molto facilmente la meta' anche con soli 5 cm di cappotto, a quel puntomavrai una macchina esagerata.... Secondo me prima isoli,e poi impianti efficienti.
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  2. #62
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    secondo me 800 non entra che nel locale tecnico ho porticine da 70 cm. per il cappotto purtroppo mi va fuori budget lo faccio solo su una ventina di metri. la casa è su 3 piani e mi viene anche un botto di ponteggi. purtroppo devo già rifare pavimenti infissi bagni e tutti gli impianti

  3. #63
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    comunque già isola solai con isolante sotto i radiante di spessore massimo da 51 e metto infissi triplo vetro.per il radiante rdz cover hp ė ok?

  4. #64
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Secondo me spenderai tanto per po avere comnque consumi alti. I tripli vetri costano un botto e poi disperdi 80-90% dai muri. Il tetto sarebbe la pima cosa da isolare, disperde il 40% da solo. Se puoi fai almeno quello. Ma isolare all'interno le pareti se hai spazio potrebbe essere una alternativa. Per me stai procedendo al rovescio.
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  5. #65
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    so che sto andando a rovescio. infatti inizialmente volevo fare come dicevi te. solo che alla fine ho deciso di fare dopo le cose fattibili senza uscire di casa. l'alternativa era non fare infissi e radiante con pdc ma mantenere pavimenti e radiatori. solo che fare questa roba dopo significava non farla più. maledetto budget...

  6. #66
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Tomm..io per motivi tecnici non ho potuto isolare ne dentro ne fuori, salvo tetto.. e con la pdc e il fv la mia psesa energetica è di 500 euro anno..per cui davanti a tale costo, isolare non mi serve di certo..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  7. #67
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    si anche io un giorno metterò fv, ma voglio cmq isolare un poco ( in futuro ). ho chiesto all'ing di rifarmi i conti simulando isolamento e vedere se me la posso rischiare con la Kita M ora è starci meglio dopo. certo è che se non ce la fa non so come integrare. sarebbe bello che questa roba fosse una scienza certa

    ora mi avete messo la fifa del sovradimensionamento

  8. #68
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi è venuta una piccola idea malsana: sto vedendo che i pipe in tank costano tanto, oltre i 1500. Non potrebbe convenire comprare un boiler da 300lt con pompa di calore (es ariston nuos, baxi spc300s) di quelli con resistenza e integrazione solare e poi collegare la Kita alla serpentina del solare?Questo per due motivi: 1. Se Kita si ferma per un guasto tecnico stai al freddo ma almeno ti lavi 2. Puoi evitare che kita si accenda di tanto in tanto per fare integrazione nelle mezze stagioni e usi la sola pdc del boiler che anche se ha cop peggiori magari alla fine consuma e spreca meno perchè è ottimizzata per fare quello. Inoltre hai cmq la resistenza elettrica in caso di necessità e oltre questo l'aiuto di kita sulla serpentina solare se proprio non ce la fai a stare dietro coi prelievi.Che dite è una scemenza? Parliamo di soluzioni a praticamente parità di costo.

  9. #69
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Io non lo,farei...Unico vero vantaggio sarebbe usare più fv in autoconsumo in estate...ma tu parti senza. Per me è inutile.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  10. #70
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    I tecnici di Templari mi hanno poi sconsigliato di fare l'integrazione usando la serpentina solare dei boiler suddetti con la Kita perchè scambierebbe poco e quindi la temperatura di ritorno sarebbe troppo vicina a quella di mandata e si rischia che la macchina vada in blocco Tutti questi pipe in tank da 700/800 litri costano uno sproposito, partono da 1500 + iva per quelli mediocri. Anche considerando i cop non fenomenali nel produrre acs a 55 gradi ci vuole un secolo per ammortizzare il costo rispetto a una semplice caldaia istantanea a gas. No?Tra l'altro quelli piu interessanti e con grandi serpentine di scambio venivano sui 2300.Altre soluzioni per produrre acs in quantità (almeno per due docce di 30 minuti in contemporanea) a costi piu accessibili non ci sono?

  11. #71
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Tommy..non è solo una questione di cop..un Pipe in tank garantisce te e la tua famiglia la sicurezza rispetto al porblema della Legionella..che anche quest'anno è andata sui giornali...e che richoiede cicli ad alta T con resistenze per sanificare..e comuqnue non è detto che basti, perche se poi in certe zone di tubo poco usato si sviluppa, debellarla è diffcile, perche quel tubo non va certo a 60 gradi per 30 minuti.
    Quindi pensando che il sovracosto di un PIT è magari 1000 euro, e che lo detrai al 65%..ti costa 350 euro..ma per 30 anni ti garantisce contro un porblema sanitario serio..non pensi che ne valga la pena psendere 10 euro anno per 30 anni per taòe sicurezza? per me si...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  12. #72
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Marco,
    sono d'accordissimo con te; non sto prendendo in considerazione boiler.
    Stamane ho spippolato un sacco su internet e ho trovato due prodotti interessanti ma diversi:
    - Cordivari Eco Combi PDC (max 800lt)
    - Rotex HybridCube (max 500lt)

    Scontati si trovano più o meno allo stesso prezzo, intorno ai 1500/1700 ivati (mentre i vari solarbayer & co partono vanno a 2200+iva....)

    Ho letto una infinita discussione sul forum dove hai partecipato anche te http://www.energeticambiente.it/pomp...calore-15.html

    Alla fine, viste anche le differenze di schede tecniche tra i due, non mi è chiarissimo cosa è meglio. Il rotex mi sembra avere uno scambiatore dentro il puffer, perchè? perchè non trattare direttamente l'acqua tecnica come quasi tutti gli altri? con lo scambiatore non c'è sempre il problema che tratti poca acqua e la temperatura di ritorno non è molto piu bassa della mandata? (parlo del collegamento acs alla pdc)

    Avete suggerimenti?

  13. #73
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da tommytek Visualizza il messaggio
    con lo scambiatore non c'è sempre il problema che tratti poca acqua e la temperatura di ritorno non è molto piu bassa della mandata? (parlo del collegamento acs alla pdc)
    certo che è cosi..e per quel motivo io preferirei un apporccio tipo Cordivari.
    E' forse anche vero che (probabilmente) il rotex è meglio isolato, per cui magari quello che eprdi in efficineza di carico, lo riprendi in dispersione..per cui se mett quello ala fine non cambia molto.
    Parlaimo sempre di dettagli..non di differenze fondamentali.

    Rotex lo usa spesso in abbinata al loor sistema invrido dove acs è fata sempre a gas, per cui del carico con ritorno basso un pò "se ne fregano"...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  14. #74
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma rotex ibrid cube non è a vaso aperto ?
    Presuppone un ulteriore scambio con serpentina ?

  15. #75
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    il rotex è un accumulo di acqua tecnica , non in pressione..ogni carico e prelievo (tranne solare su sistema a svuotamento) è fatto mediante una serpentina immersa...quindi pdc carica su un serpentino e acs viene fatta su un sepentino, e se integra riscaldamento lo fa su altro serpentino.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  16. #76
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi x ACS c'è uno scambio in più, con cordivari pipe in tank PDC scalda direttamente acqua tecnica con uno scambio di meno.
    Non è più efficiente in questo modo ?

  17. #77
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    certo , doppio scambio=meno efficienza..ma come dicevo potrebbe essere che il rotex è meglio isolato, per cui poi recupera un pò sulla dispersione...parliamo di dettagli, non ci farei una malattia per capire se uno vince sull'altro di 5 o 10 euro anno teorici.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  18. #78
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Si dettagli probabilmente ... comunque PDC andando diretta su h2o tecnica per produzione ACS avrebbe miglior COP non dovendo scambiare anche lei su serpentina.
    Non avendo solare a svuotamento io opterei per soluzione a vaso chiuso cordivari pipe in tank

  19. #79
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi intrometto per chiedere una cosa..ho visto anche io che i PIPE IN TANK solarbayer costicchiano non poco..ma la CORDIVARI ECO COMBI PDC non é comunque del tipo PIT? Dalla scheda io capisco che funziona allo stesso modo..ma non sono ferratissimo.

    Altra domanda..vedo spesso che parlano di singole o doppie serpentine..ma se uno non mette solare termico serve solo quella collegata alla PDC no? La seconda serpentina non serve non essendoci la seconda fonte energetica..giusto?

    Grazie

  20. #80
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Se non hai solare e seconda fonte (es. termocamino) non serve nemmeno 1 serpentina, vai diretto con pdc in h2o tecnica.
    Se hai 2° fonte più PDC in genere non dovresti aver bisogno comunque di serpentina in quanto difficilmente superi i 35 kw di potenza complesiva, quindi non devi separare i generatori.
    Ultima modifica di fabioe; 30-01-2016 a 10:26

  21. RAD
Pagina 4 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. minima potenza trifase?
    Da fabio1973 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 08-04-2012, 15:07
  2. potenza nominale minima per impianto monofase
    Da pulsar666 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 09-12-2009, 20:57
  3. potenza minima contrattuale per impianto da 6 KWp
    Da maurotafuro nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 14-08-2009, 13:50
  4. Potenza minima per parallelo 1kw ? - Vero o Falso - ?
    Da illo41100 nel forum IDROELETTRICO
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 14-06-2009, 16:52
  5. potenza minima del pannello
    Da guardian2 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 05-03-2009, 17:54

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •