templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  12
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 7 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 133

Discussione: Informazioni su Hitachi Yutaki s80: PDC ad HT per termosifoni!

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Informazioni su Hitachi Yutaki s80: PDC ad HT per termosifoni!



    Salve a tutti.
    Sono nuovo del forum. Avrei una domanda per voi.
    Abito in una porzione di colonica, libera su 3 lati, 115mq muri in pietra di 50cm, tetto coibentato con 1 pannenno di stiferite, finestre con vetro camera. Colline del Chianti quindi clima asciutto, poche brinate, temperature oltre i -2 molto rare, esposizione sud. Attualmente riscaldo detta porzione con termostufa a pellet Thermorossi H2O18 con radiatori in ghisa consumo annuo pellet 2500kg (con 20gradi in casa) temperatura di mandata 65° radiatori con valvola termostatica che li lascia appena tiepidi per un terzo, per acs 4 persone caldaia gpl 180mc di consumo annuo.

    Mi appresto ad ampliare detta porzione tramite acquisto di parte adiacente di mq52, dopodichè la casa diventerà una casa praticamente libera su 4 lati e mq 170 circa.

    Inizialmente pensavo di sostituire la termostufa con una caldaia a pellet austriaca completamente automatica e con produzione di acs e deposito di stoccaggio esterno da 300-1000kg di pellet, perchè sono stanco di fare continuamente manutenzione alla stufa.

    Giorni fa ho ricevuto la visita del titolare di un grande magazzino di termoidraulica della zona il quale, oltre al pellet, mi ha proposto la soluzione pompa di calore Hitachi Yutaki per riscaldamento e acs: dimensionamento a occhio, la più grossa tanto...., non sapeva l'assorbimento, la rumorosità....grande empiricità che mi hanno costretto a informarmi di persona attraverso il sito del costruttore, solo che mi sono rimasti molti dubbi che volevo condividere con voi e sarei ben lieto se, tramite la vostra esperienza potete aiutarmi a battere la dilagante leggerezza dei numerosi 'tecnici' in giro. Non nascondo che l'idea mi piace per via della movimentazione del pellet che, a casa ampliata, ho stimato essere di circa 4000kg! Per non parlare del prezzo in costante aumento. Per il momento dobbiamo tralasciare le opzioni solari perchè ci sono buone probabilità che non riesca ad ottenere i relativi permessi di installazione.

    Innanzitutto il consumo di elettricità: non sapendo come fare ho preso i miei consumi di pellet e gpl (li ho aumentati tenendo conto dell'aumento di superficie da realizzare) li ho trasformati in kw e considerato un cop 2,5 medio....ottengo un costo per l'elettricità simile al pellet. E' giusto il calcolo che ho fatto? Considerando il consumo di pellet+gpl ho compreso anche il rendimento perso delle caldaie, non so cosa si perde con le pdc (ad esempio per gli sbrinamenti).

    La macchina in oggetto ha una unità esterna con compressore che lavora con una interna anch'essa con compressore che si attiva in determinate occasioni tipo molta richiesta di calore o richiesta di temperature acqua molto alta. Sulla scheda tecnica è indicata la rumorosità come potenza sonora 57db, io la dovrei piazzare in casa in un ripostiglio trasformato in locale tecnico, qualcuno sa dirmi se il rumore che produce è compatibile con l'uso domestico o è roba da mettere nei garage, cantine, ecc?

    SE qualcuno la possiede sa dirmi quanto lavora l'unità interna, quanto consuma di picco l'impianto per dimensionare il contatore enel e se riesce a lavorare senza riscaldatori supplementari oltre alle proprie esperienze e impressioni generali in fatto di efficienza, affidabilità, rumorosità, ecc?

    Potreste aiutarmi a dimensionare correttamente la macchina? Vista la tipologia del mio impianto ritengo che una temperatura di mandata per il riscaldamento di 55-60 gradi sia più che sufficiente a riscaldare: attualmente la termostufa, una volta raggiunti i 65° va quasi sempre al minimo (che corrisponde a circa 4-5 Kw nominali di potenza) ad accezione di particolari freddi tipo burian, nevicate peraltro qui abbastanza rare; c'è però da considerare l'ampliamento: al momento non ho dati recenti riguardo a legge 10.
    Pensate che possa essere sufficiente anche una macchina a media temperatura, anche per l'acs?
    Per il momento ringrazio per la pazienza dedicata a leggere questo lungo post e attendo qualche vostro commento.

    Grazie

    Gioyel

  2. #2
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai ipotizzato bene, per dimensionare correttamente ti serve una certificazione energetica fatta da un tecnico abilitato, la paghi credo 200 o 300€.

    Fatto questo torni qui e ci dici qual'è il tuo fabbisogno, bisogna anche verificare molte altre cose, se hai qualcuno che ti aiuta è meglio, tipo il termotecnico di turno.

    Tieni presente che il pellet inquina e non è che ti fai il bosco per crearti da solo il pellet, la pompa di calore con qualche pannello fotovoltaico va quasi gratis (a confronto del pellet e dello sforzo che richiede quest'ultimo a livello di lavoro manuale), anche in inverno. In più l'estate hai il raffrescamento.

  3. #3
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Gioyel la certificazione è sicuramente importante ma tu hai già dei dati "sul campo" che forse dicono di più di quelli teorici.
    Oggi dici di non superare mai i 65° e che a regime le termostatiche tengono i termosifoni caldi solo 1/3.
    Con il burian com'è stata la situazione? Quante ore tenevi accesa al massimo la termostufa?
    I tuoi calcoli empirici di 40q.li di pellet potrebbero essere veritieri.
    Ultima informazione utile per capire la potenza in kw del tuo impianto, quanti elementi in ghisa hai in totale? Di che altezza e quante colonne?
    In tutti i casi io non andrei su quel modello di pdc ad alta temperatura, credo proprio che non ti serva....
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  4. #4
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ho letto tutto il suo post perché molto lungo, se vuoi mettere la pompa di calore devi quantomeno mettere i radiatori in alluminio ed eliminare ed isolare le nicchie dei termosifoni, se ci sono.

  5. #5
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mArCo1928 Visualizza il messaggio
    Non ho letto tutto il suo post.....devi quantomeno mettere i radiatori in alluminio ed eliminare ed isolare le nicchie dei termosifoni, se ci sono.
    Senza leggere e sapere già cosa ottiene oggi.... perchè sparare sentenze?
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  6. #6
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Perché ho letto la prima metà di post ed i consigli che ho dato sono pertinenti per quella parte. Come ho detto infatti va interpellato un termotecnico che possa valutare le decine di sfaccettature presenti e che noi da qui non possiamo vedere.

    Le domande che fa nella seconda parte di post son tutte domande che trovano comodamente risposta nel catalogo tecnico Hitachi 2017, che comunque è ancora attuale.

  7. #7
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Che il termotecnico possa avere la parola finale siamo d'accordo, ma con i dati "oggettivi" che ha lui direi che qui si può già delineare cosa fare... altrimenti il forum diventerebbe solo: chiedi al termotecnico...
    Se ci darà qualche altra info a mio parere si potrebbe decidere anche senza termotecnico.... ma questa è una scelta che spetta solo a gioyel
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  8. #8
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Sarebbe come giocare a sorte e tirare ad indovinare, mi auguro per lui che almeno una certificazione energetica la faccia fare.

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sapendo esattamente temperature di mandata, consumi, ore di accensione e composizione impianto???
    Ok chiudiamo il forum allora.....

    Poi arriva il termotecnico di turno e ti dice che hai una casa in classe A4 e ti serve una 12kw..... e ne abbiamo lette ultimamente....

    Ma dai siamo realisti...... quanti qui sul forum hanno dimensionato sulla base dei consumi e oggi hanno la pdc "giusta"? Tutti.
    Non ho mai letto di qualcuno che ha fatto questo PRIMA di scegliere la pdc e poi è tornato dicendo di stare al freddo.... se sbaglio o hai esempi sarebbe utile leggerli.

    Invece credo tu ne possa leggere giornalmente di utenti che hanno la pdc "dimensionata" dal termotecnico di turno e hanno una valanga di problemi.....
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  10. #10
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Mai sentito dire che uno dimensiona l’impianto in base ai consumi e basta, mi sembra una bestemmia.

    La casa su cui ho dimensionato il mio impianto consuma da 7000 a 13.000 kW all’anno, figuriamoci cosa sarebbe successo se l’avessi dimensionata l’anno che ho consumato 7.000.

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Rispondo e poi abbandono tanto la discussione è vecchia....
    Immagino che un utente che voglia cambiare abbia una media dei consumi ed i relativi picchi e non si basi solo su un anno di consumo.

    Quote Originariamente inviata da mArCo1928 Visualizza il messaggio
    Mai sentito dire che uno dimensiona l’impianto in base ai consumi e basta
    Beh allora leggi poco il forum....
    Pensa che tutti quelli del nostro gruppo "Ariston Nimbus" hanno dimensionato in questo modo e hanno passato l'inverno al caldo....
    Ma non siamo i soli ripeto ce ne sono tanti altri qui sul forum.

    Pensa a quei poveracci che hanno pdc sovradimensionata dal termotecnico.... e ce ne sono una infinità!
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  12. #12
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Nimbus, ho dei pregiudizi fondati su solide realtà verso l'Ariston Nimbus, dato che avete fatto tutto da soli evito di continuare a commentare.

  13. #13
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    beh così si potrebbe dire tutto e niente....
    Allora io potrei dire: queste Hitachi non le ha nessuno.... siamo sicuri che funzionino?
    Capisci che è qualunquismo? Magari spiega cosa intendi....

    Poi ti vorrei ricordare che non siamo i soli, molti che hanno panasonic, mitsubishi etc etc hanno fatto tutto da soli.... se per te l'esperienza del forum è "nessuno"

    Ma lo capisco per una persona che magari non mastica e non ha mai fatto un impianto ci può stare come perplessità e che si affidi al 100% ad un termotecnico...
    Ma non perchè questa è stata la tua scelta sia vero che è la migliore e l'unica....
    Vedo i tuoi dubbi sui cop nell'altra discussione e come ti hanno spiegato non riconosci che la 2 o la 2.5 usano la stessa batteria e di conseguenza il cop alla massima potenza sarà diverso.... mentre alla stessa potenza le 2 macchine avranno cop identico....
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  14. #14
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ed il mio termotecnico nella scelta della PDC abbiamo incluso Ariston perché a me personalmente era piaciuta, abbiamo sfogliato il catalogo e dopo qualche pagina l'abbiamo chiuso perché l'acqua calda sanitaria non viene prodotta tramite serpentina ma viene spillata in cima al serbatoio di accumulo, esponendo al rischio legionella l'acqua accumulata, obbligando a cicli di sanificazione dell'acqua a temperature folli per una PDC. Ho chiuso il catalogo e siamo tornati su Hitachi, che costa come Ariston ed è meglio, sotto tutti i fronti.

  15. #15
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Perdonami e la Hitachi come produce acs? Leggo che ha un bollitore in acciaio inox.... ora o sto sbagliando qualcosa io oppure da cosa deduci che non abbia bisogno di cicli antilegionella?
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  16. #16
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Ha la serpentina in inox

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mArCo1928 Visualizza il messaggio
    Ha la serpentina in inox
    Io credo che tu e il tuo termotecnico abbiate le idee un po' confuse.....

    Quote Originariamente inviata da mArCo1928 Visualizza il messaggio
    Nimbus, ho dei pregiudizi fondati su solide realtà verso l'Ariston Nimbus
    Niente niente queste solide realtà siano di sabbia???

    Mi sono guardato l'accumulo della yutaki e a me sembra un semplice bollitore inox..... che per carità è inox e dunque di qualità.... ma sempre un BOLLITORE rimane con i problemi di LEGIONELLA!
    Inoltre le specifiche sono molto fumose.....
    Se lo paragoni ad una Nimbus 50 compact S net non ha nulla di più anzi modula un 20% in meno...
    Poi quanto costerebbe? da quello che vedo almeno il 20-30% in più di una Nimbus....
    Insomma a me non sembra questa sensazionale scoperta come la descrivi....

    Marco ma non è che il tuo termotecnico è come tutti gli altri?
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  18. #18
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    A sconti fatti costano uguale e l'Hitachi ha valori di targa migliori, valori di targa migliori anche di Panasonic e di Mitsubishi. E' fumoso ma se guardi attentamente il catalogo tecnico trovi una voce dove sono specificati i mq di serpentino.

  19. #19
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    beh se vuoi condividilo qui....

    Quanto costa la yutaki scontata?
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  20. #20
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Paragoniamo prima le specifiche tecniche e le potenze equivalenti e la potenza resa a -7°, che è la temperatura di progetto della zona climatica E, poi possiamo entrare nel merito di paragoni.

    Serpentina.jpg

    Qui parla della serpentina del modello Yutaki S Combi che è quello con accumulo di 200 o 260 litri di ACD, ovvero ACS.

  21. RAD
Pagina 1 di 7 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Yutaki S Combi, calcolo temperatura acqua OTC
    Da Paralex90 nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 06-12-2018, 17:48
  2. Risposte: 9
    Ultimo messaggio: 01-05-2018, 22:41
  3. Hitachi e Mitsubishi Electric
    Da marsac nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 05-10-2017, 01:18
  4. PDC aria/acqua Yutaki Hitachi
    Da gio65 nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 29-07-2017, 10:20

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •