templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  5
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 45

Discussione: Pompa di calore dai consumi forse esagerati

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Unhappy Pompa di calore dai consumi forse esagerati



    Buona sera a tutti, in breve: Casa nuova con certificazione di EPh,nd 55,90 kw/mq/anno, EPgl,nren 74.84 , EPgl,ren 73.54, Epgl,tot 148.38 caldaia a condensazione per acs e backup per la pompa di calore. Pompa di calore 12 kw termici per solo riscaldamento. Vmc quindi mai finestre aperte. Mq totali riscaldati circa 140 a 21-22 gradi costanti con pavimento radiante. Temperatura di mandata a 40°.
    Se va solo la pdc 40 kwh al giorno, se va solo la caldaia 9 mq di gas al giorno.
    Vorrei capire se a detta di qualcuno che se ne intende e possibile una cosa del genere a livello di consumi.
    Qualche giorno fa ho incontrato un consulente energetico che mi fa notare questo: Il puffer dove viene accumulata l'acqua tecnica per il riscaldamento ( da 100 lt) che viene riscaldato dalla pdc, e non ha la valvola miscelatorice tra l'uscita del buffer e i collettori con le testine. Quindi il puffer si riversa totalmente nel radiante. Cosi facendo ho una notevole perdita di rendimento. E corretto ? Inoltre la pdc non è quella che si definisce "professionale" e ovviamente andrebbe sostituita da una kita 10. A vostro parere è vero che il problema è l'immissione diretta del puffer sul radiante e soprattutto la pdc.
    Grazie.

  2. #2
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Qui molto probabilmente il problema reale è che sei sfortunato (come alcuni altri purtroppo) e trovi in giro una serie di incompetenti che ti hanno solo creato danni e vorrebbero creartene ancora.
    Con quei valori su 140mq di riscaldamento a pavimento ci andava una 6/7kW di pdc e non una 12kW!!!!
    Mariuccio l'idraulico ha fatto ancora casino...
    Ora l'amico di Mariuccio vorrebbe farti spendere altri soldi per prendere una pdc "professionale" (cosa che purtroppo chi te la propone NON è) e farti spendere altri soldi per NON RISOLVERE NIENTE!
    Sarei curioso di conoscere questo che ti propone la Kita 10 (immagino la S o la S plus giusto?) puoi anche dire chi è.....

    Per curiosità vivi in una zona dove si va a -20° in inverno?

    Comunque torniamo a noi io spero che i 40kWh siano solo nei momenti di maggior freddo oppure sono comunque mediamente in tutto l'inverno?

    Di base la pdc dovrebbe lavorare in diretta sul pavimento radiante senza nessun accumulo.
    Non servono testine termostatiche e dovrebbero essere regolati i flussimetri di ogni stanza per ottenere una temperatura omogenea in tutta la casa.
    Dopodichè la pdc DEVE lavorare in climatica.
    Queste solo nozioni di base.....
    Scusa se sono un po' alterato ma ogni volta che vedo questi pseudo-idraulici è una tortura.....
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao max c. cerco di riassumer la situazione piu nel dettaglio. il progetto lo ha fatto un termotecnico e installato un idraulico. Nessuno dei 2 mi ha saputo dare una risposta sul problema. Ovviamente l'idraulico ha solo installato. l'accumulo esiste per il fatto che la caldaia puo subentrare se dovesse servire o in caso di guasto della pdc. il consulente non lo posso nominare ma mi e stato mandato direttamente dalla templari. Vivo in zona climatica E. Vorrei capire se il discorso della miscelazione fuori dal puffer e o no parte del problema. comunque ho una pdc della MAXA. A vedere dal loro sito fanno roba bella grossa e quindi pare una buona marca di pompa. la pdc lavora a punto fisso di 40 gradi. Vorrei cortesemente capire con te se gli 8 mq di metano sono giusti o no. Peche la caldaia a condensazione è una top di gamma fillandese.....

  4. #4
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Faccio domande precise altrimenti non ci capiamo

    quanti kwh elettrici hai consumato in 1 inverno?
    quanti mc di gas hai consumato in 1 inverno?

    Zona climatica E ok..... vicino dove? Non serve dire il paesino ma comunque per capire.... Temperature minime "solite"? (non il picco di 1 giorno all'anno)

    Il puffer è parte del problema ma per il semplice fatto che vai a mandata fissa di 40° sul radiante.... una cosa abominevole!

    La MAXA è una schifezza di pdc.... ne abbiamo già viste un paio che sono passate a miglior vita nel giro di qualche anno.... si rompono tra scambiatore e altre menate.
    E comunque non è certo una marca affidabile.

    Che caldaia hai esattamente?
    E' configurata in climatica o come?
    Ti vedo timoroso nel fare nomi delle marche ma guarda che puoi parlare liberamente.
    Anche dire chi è il consulente che ti segue non è certo reato.... in fondo ti sta consigliando e cosa c'è di male?
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    va bene max c allora parliamo chiaro:
    novembre 776 kw, dicembre 1.14 mw ( considerando 21 giorni a sola pdc) gennaio ( 719 kw + 400 mq di gas in quanto avevo provato a far andare pompa e caldaia insieme) febbraio 1.05 MW ( sola pdc dopo aver visto la botta di gas) marzo 813 kw.
    Considera che ogni mese io consumo circa 300-350 kw ( 10 kw al giorno per le varie menate come vmc, video sorveglianza e tutti gli altri consumi fantasma).
    zona vicenza ma campagna.
    temperature di notte anche di -8 a giorni. quasi ogni mattina da gennaio e febbraio l'auto fuori ha il ghiaccio duro al mattino. non so di preciso per quanti gradi per fare un confronto.
    giusto per essere chiari confrontando cop e resa termica alle varie temperature, la maxa pare meglio della kita.
    Caldaia ATAG q25 solar con abbinato un solare termico sotto vuoto da 2 mq 20 tubi. la caldaia èa punto fisso in quanto non dovrebbe mai andare se non in caso di problemi.
    se scendo sotto i 35 gradi di mandata ( vedo la temp sul puffer) la salda da pronto ( abbastanza grande) non smette mai di chiamare il termostato.
    scusa ma il consulente preferirei non dirlo ma in internet si trova facilmente. PEr la cronaca ho contattato anche quelli della kronoterm e addirittura mi propongo la macchina da 13 kw.
    Ora la kita mi pareva un buon modo di buttare un bel po di soldi nel tentativo di ridurre i consumi.
    non ho valvole termostatiche ma le semplice testine del riscaldamento e i flussimetri sono stati tarati in quanto la casa e correttamente scaldata pero spedendo un botto. e sto diventano deficente per capire

  6. #6
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    4500kwh - 1500kwh utenze = 3000kwh elettrici
    Pensiamo ad un scop di 3,5 = 10.500kWh termici
    400mc di metano * 9kW = 3.600kWH termici
    Totale 14.100 kWh termici consumati

    La tua certificazione dice che ne dovresti consumare 7.826kWh/anno......
    Stai consumando appena il DOPPIO!!!!!

    Inoltre hai una caldaia che modula pochissimo (5kW di potenza minima) insomma c'è poco da fare.....
    Il problema è l'impianto e in particolare
    12 kW di pdc
    impostazione a mandata fissa
    quel fatto che se metti 35° la sala chiama sempre io direi che NON è un difetto.... probabilmente non ti è chiaro come DEVE lavorare una pdc

    Comunque per farla breve disogna togliere TUTTO e mettere la pdc in diretta, togliere termostati, testine sui collettori (se ci sono ma immagino di si) il puffer... etc etc
    L'impianto di backup si fa in UN ALTRO MODO riutilizzando la caldaia....

    Ma per caso il consulente è quello che da le "soluzioni" e magari sono anche "solari"?
    Ma perchè ti spaventi a dirlo? Ripeto qual'è il problema è un professionista come altri se ne fanno di nomi qui
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da max.c Visualizza il messaggio
    L'impianto di backup si fa in UN ALTRO MODO riutilizzando la caldaia....
    Ti dispiacerebbe spiegare come integri la caldaia nell'impianto come backup ...grazie

  8. #8
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da inx83 Visualizza il messaggio

    ... Vorrei capire se il discorso della miscelazione fuori dal puffer e o no parte del problema.

    ....la pdc lavora a punto fisso di 40 gradi.
    Il fatto che non ti hanno messo la valvola miscelatrice è "parte della soluzione".. non del problema.

    Chi ti dice che serve mettere una miscelatrice termostatica e sostituire la PDC, NON CAPISCE UNA MAZZA... scusa il maiuscolo ma certe cose non si possono leggere.

    Il tuo problema è la resa della PDC e SOPRATTUTTO il fatto che lavori a punto fisso perdipiù' a 40 gradi ( è probabile che fa ACS e riscaldamento insieme alla stessa T ).

    Regola numero UNO nell'installazione di una PDC :

    - La macchina per raggiungere il massimo della resa, deve essere inverter e regolata in climatica sulla base della temperatura esterna.

    F.
    Segui on-line il funzionamento dei miei impianti in tempo reale.
    Impianto Fotovoltaico grid: 7 pannelli Sanyo HIP 205, 1.44 kWp, Az 90°, Tilt 17°, Inverter Fronius IG.15 + Impianto fotovoltaico in isola da 0,86 kWp con 10 kWh di accumulo + impianto solare termico a svuotamento da 7mq + pompa di calore Altherma 3 Compact R32 da 8 kW.

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da subitomauro Visualizza il messaggio
    Ti dispiacerebbe spiegare come integri la caldaia nell'impianto come backup ...grazie
    La premessa è che parliamo di backup.
    Dunque utilizzo in caso di emergenza.
    Metto tutto in diretta sull'impianto sia caldaia che pdc.
    In caso di malfunzionamento con delle semplicissime valvole manuali decido quale generatore far lavorare.
    Se proprio volessi automatizzare sarebbero sufficiente una valvola a tre vie motorizzata.
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi pare dica che acs la fa con la caldaia.
    Comunque tra la maxa e l'installazione....auguri.
    Cosi facendo oltretutto su 100 litri di accumulo fa qualche centinaio di on off per ripartire a manetta. Ottimo uso di una inverter. Sempre che lo sia ma immagino di sì. E' lo stesso schema che volevano fare a me con stessa pdc... io ringrazio Templari di avermi avvisato sul disastro che avrei avuto. Comunque ora prima di cambiare pdc prova a sistemare come ti suggeriscono. In diretta al radiante in climatica (no punto fisso).

    Inviato dal mio SM-G950F utilizzando Tapatalk
    pdc Templari Kita S Plus - vers. sw 13.26. Pit x acs BLR-Integra 500 + serpentino acs maggiorato 7,7 mq. Impianto Fotovoltaico 6,75 kw Winaico, inverter ABB 6000. 3 VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ti hanno gia' risposto, il problema e' la Pdc troppo grande, il punto fisso, il fatto che fai lavorare il radiante con le testine.
    Metti il termostato a 30, cosi non farai intervenire le testine, dopodiche' usa la climatica, con max 32 di mandata e fai lavorare serena (per quanto possa esserlo una 12 kw) la macchina. Se avrai troppo caldo in una stanza e meno in un altra, potrai intervenire sui flussometri per aprire o chiudere la mandata. Una volta trovata la quadra, vedrai che i consumi scenderanno. La pdc non la devi usare in on off come una caldaia, lei deve arrivare a modulare e quindi scendere di frequenza il piu' possibile. Per farlo la devi usare e non farla spegnere a causa dell'intervento testine, che, chiudendo uno o piu' circuiti del radiante, inevitabilmente faranno andare in off la pdc. Se al contrario trova tutto il circuito aperto, lei (essendo inverter) iniziera' a scendere di giri e di conseguenza scenderanno i consumi.
    PS: Le pdc professionali, quali sarebbero? Le famose termopompe professionali? E chi dice che una lo sia ed un altra no? Sono TUTTE pompe di calore , una piu' o meno affidabile di un altra. Maxa non brilla per affidabilita', almeno a leggere quel che riporta qualche utente del forum. Ma ormai la hai, usala come si deve. Puoi mettere la pdc che vuoi, ma avrai sempre consumi alti se la usi come una caldaia.

  12. #12
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao nuovamente. Allora ogni stanza ha un termostato che comanda una testina nel collettore che fa scorrere l'acqua delle relativa stanza. Il contatto che c'è all'interno della testina fa partire il circolatore che dal puffer spinge l'acqua ai collettori e fa partire la pdc. SI ha indovito il tipo che ho contattato. Non e che ho paura ma preferisco non fare nomi con chi ho solo avuto una conversazione e non ho ancora lavorato. il discorso del puffer collegato alla caldaia doveva fungere da duplice scopo: 1) appunto sopperire alla pdc se si fosse rotta, inoltre e cosa piu importante, aiutare la pdc quando non ce la faceva a raggiungere la temperatura necessaria.

  13. #13
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao manfre73, la pdc e marcata dello stesso marchio della caldaia che ovviamente non e fatta da loro. Dopo ricerche ho scoperto che era della maxa. Fortunatamente ho fatto un inverno e sono sempre stato bene come confort tranne per i consumi elevati. Il puffer è un casino toglierlo ( lo uso anche per il freddo estivo coi fan coil), mentre invece lasciare tutto aperto e facile e regolare il flussi anche. Proverò anche se non ho idea di come si imposta la climatica sulla mia pompa. Provero a sentire l'assistenza. Giusto per essere chiari ho parlato con un intermediario che comunque sapeva bene di questa pompa e mi ha fatto notare che sotto i 5 c° la caldaia "DEVE" aiutare la pompa... Cosa assai assurda considerando le case no gas. Poi vedendo vari video sul tubo ho iniziato a pensare che fosse la mia macchina a fare schifo.... Non un problema di come la uso...

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ciao fedonis, ho capito come procedere. Vedro di sentire il discorso della climatica se non ci riesco da solo. Ma adottando questa soluzione il sistema funziona H24 per 5 mesi dove abito io. Anche se la pompa raggiungesse quella temperatura perche in una giornata e piu soleggiato e quindi meno freddo, i 2 circolatori ( nella pdc e in ct ) andrebbero sempre senza sosta... almeno 2,5 kw al giorno solo per le pompe.... O mi sono perso qualcosa. per risponderti al PS, ai gia capito di cosa parlo le famose termo pompe professionali. Appunto kronoterm e templari. Mi ero orientato su templari piu piccola di potenza. Certo che ti da da pensare il solo fatto che la mia da 12 kw di potenza pesi circa 100 kg, contro una templari da 10 kw e che ne pesa quasi il doppio. Uno si fa venire dei dubbi che i valori dichiarati da maxa siano truccati. Altrimenti non si spiega. Poi ***** guardi su youtube e chi ha cambiato sono stra felici e consumano in 1 anno quello che spendo io in 40 giorni. Sto diventando leggermente matto a capire chi mi sta prendendo per il culo col sorriso.

  15. #15
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Inx lascia perdere questi cantastorie del "tubo"
    Purtroppo ne capiscono meno di un tubo!
    Qui sul forum c'è anche una discussione dedicata a loro e quelli delle termopompe professionali...
    I fenomeni del web
    come avrai capito da solo cercano solo di venderti qualcosa senza pensare al tuo problema.

    Se riesci a dirci esattamente quale modello è scarichiamo il manuale e proviamo a darti una mano nel configurare in climatica la pdc
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  16. #16
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    non vorrei disturbare troppo, comunque grazie intanto. Allora la pdc rivenduta da atag e marchiata come AIRP-12 EM, che è in realtà la MAXA i-hwak v4 12. che uso solo per riscaldamento e raffrescamento per precisare.
    Certo che però i suddetti fenomeni del web hanno una bella serie di video dove la gente prima spendeva un botto di soldi e adesso meno della matà. Le interviste sono truccate?

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da inx83 Visualizza il messaggio
    ciao fedonis, ho capito come procedere. Vedro di sentire il discorso della climatica se non ci riesco da solo. Ma adottando questa soluzione il sistema funziona H24 per 5 mesi dove abito io. Anche se la pompa raggiungesse quella temperatura perche in una giornata e piu soleggiato e quindi meno freddo, i 2 circolatori ( nella pdc e in ct ) andrebbero sempre senza sosta... almeno 2,5 kw al giorno solo per le pompe.... O mi sono perso qualcosa. per risponderti al PS, ai gia capito di cosa parlo le famose termo pompe professionali. Appunto kronoterm e templari. Mi ero orientato su templari piu piccola di potenza. Certo che ti da da pensare il solo fatto che la mia da 12 kw di potenza pesi circa 100 kg, contro una templari da 10 kw e che ne pesa quasi il doppio. Uno si fa venire dei dubbi che i valori dichiarati da maxa siano truccati. Altrimenti non si spiega. Poi ***** guardi su youtube e chi ha cambiato sono stra felici e consumano in 1 anno quello che spendo io in 40 giorni. Sto diventando leggermente matto a capire chi mi sta prendendo per il culo col sorriso.
    Tu metterai i termostati in ogni stanza a 30. Poi procedi come gia detto. Non ti confondere. Io sto al freddo piu di te. Fidati e prova.

  18. #18
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    intanto ti ringrazio. fedonis. tu usi questo sitema deduco. Cosa spendi nei 3 medi piu freddi giusto per capire di che situazione stiamo parlando.

  19. #19
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessun disturbo inx siamo tutti qui per darci una mano quindi tu chiedi tranquillamente e chi ti potrà aiutare lo farà sicuramente cercando di risolvere il problema.
    i fenomeni del web come hai visto sono davvero dei maghi, in tutti i sensi, a far svanire i costi.... Soprattutto quelli dell' impianto iniziale.
    Il 90% di quei poveri disgraziati che sono capitati nelle loro mani probabilmente poteva spendere meno della metà per fare un impianto probabilmente anche più performante.

    qui per fortuna non c'è nessuno che si è servito da loro e quei pochi che hanno provato a scrivere dei messaggi lamentandosi del loro impianto a termopompa professionale sono stati subito cancellati poiché i signori si sono lamentati minacciando azioni legali.

    Oh business è business
    Casa NO GAS - Impianto FV: 6.0 KWp - 20 Q CELLS Q.Peak G4.1 300wp (9 ad Az 0°, Tilt 14° e 11 ad Az 90°, Tilt 24°) + ABB UNO-DM-6.0-TL-PLUS
    Ariston Nimbus Pocket 70M NET - Puffer TML Maxiwarm MX1W 800L per ACS (2 abitazioni) - 190mq totali termosifoni alluminio (120mq) ventilconv (70mq) Zona C 1240gg nessun isolamento - Contr Enel 6kw

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    prendi il tuo manuale, cerca la pagina relativa ad una voce tipo "regolazione climatica" o "temperatura scorrevole" e posta l'immagine.
    online non si trova il manuale, ma la pdc è comunque inverter e vista la classe a++ deve sicuramente avere la possibilità di impostare questa curva climatica.
    l'unica cosa che non devi fare ora è comprare ancora roba. intanto imposti la curva. passi l'inverno e vedi quanto hai risparmiato (almeno un 30%) e poi si vede come si può migliorare l'impianto.
    poi mi chiedo, mettono la caldaia che "non si sa mai", almeno abbinatela alla pdc più piccola. la 6kw era perfetta. e invece no, 12kw di pdc + 25 di caldaia -> ci scaldi un condominio

  21. RAD
Pagina 1 di 3 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Consumi su impianto con pompa di calore
    Da tribo nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 2433
    Ultimo messaggio: 13-06-2019, 12:59
  2. Consumi alti con pompa di calore
    Da Dadoki nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 52
    Ultimo messaggio: 20-04-2019, 17:57
  3. Problemi con consumi esagerati
    Da Cris3199 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 03-03-2019, 20:26
  4. Pompa di calore aermec - consumi
    Da Alesta nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 17-03-2018, 18:29
  5. ANALISI CONSUMI : POMPA DI CALORE vs SISTEMI TRADIZIONALI
    Da danielepetrini nel forum Pompe di Calore e Condizionatori
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 14-12-2015, 16:55

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •