templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  26
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  3
Pagina 2 di 32 primaprima 1234567891011121314151622 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 639

Discussione: Conversione impianto: caldaia condensazione GPL > PdC

  1. #21
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito



    .... ti rispondo velocemente....

    I tubi con acqua fredda dentro i muri sono un problema, anche se dipende da quanto è fredda ! e da quanto isolamento c'è altrimenti la condensa prodotta potrebbe infiltrarsi dentro i muri, colare dalle parti piu' esposte dei collettori, etc. quindi bisogna pesare bene la cosa, anche se tendenzialmente le tubazioni in materiale plastico/multistrato e una accurata programmazione delle T di lavoro puo' migliorare di molto la situazione.

    Le pdc aria -aria della mansarda hanno un loro cronotermostato e programmando le T di intervento sotto (o sopra) quelle volute (intendo dire che una volta equilibrato il sistema, cioè distribuito in modo corretto il calore prodotto dalla pdc aria acqua) le pdc aria aria intervengono solo quanto basta per portare in T l' ambiente dove si trovano.

    In pratica il lavoro lo fa una o l' altra a secondo delle regolazioni (che sono personali e modificabili sempre al bisogno),

    Le pdc inverter funzionano in base alla T rilevate ovvero se rilevano 15 gradi e sono impostate a 22, funzionano alla max potenza, ma se devono solo mantenere la T a 22 gradi spesso lavorano a bassissima potenza (200-300 watts!), idemp per la pdc aria acqua.

    In taverna potresti scegliere una pdc con controllo anche dell' umidità, che hanno un particolare split interno con una valvola di espansione intermedia (cioè uno dei due radiatori raffredda e l' altro riscalda) in grado di deumidificare anche in inverno.

    Una domanda, perchè dici contattore del gas? Non avrai mica il metano?

    .... perchè alla fine dei conti, potresti installare delle pdc aria-aria piu' o meno evolute a seconda dei bisogni, e continuare ad utilizzare l' attuale impianto per il riscaldamento, o meglio a seconda dei casi (esubero di energia elettrica prodotta da fotovoltaico) usare programmandoli a dovere piu' il gas o piu' la ee!!!

    Il mio è sempre un discorso teorico, nel senso che ognuno, poi, conosciuti i pro ed i contro, decide come meglio crede!! e spesso non esistono soluzioni uniche, ma un ventaglio di possibili soluzioni, l' importante è il confort abitativo e un po' di skey nel portafoglio!

  2. #22
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sì ho gas, ma gpl; parlo della caldaia al #10.

    Non capisco se adesso mi stai proponendo di lasciare solo caldaia + split e non pdc aria-acqua. Io ho pensato a pdc perchè la zona dell'abitazione è un pavimento radiante.

    Avevo pensato ai fancoil inizialmente come possibilità più economica degli split, il problema è che l'impianto è stato pensato per termi, quindi non ho attacchi di scarico condensa e dovrei inventarmi cose probabilmente antiestetiche. I tubi cmq sono ricoperti di isolante da circa 5 mm.
    Lo split in cantina.. potrei mettere un multisplit 1 in cantina e 1 in cucina (il locale più grande della taverna è sotto alla cucina) e far passare il tubo di collegamento con l'unità esterna dentro ad una canna fumaria non utilizzata. Però in verticale dovrebbe salire di 4,5 m circa, ci potrebbero essere problemi? La condensa potrei farla scendere nel pozzetto grondaia, ci potrebbero essere grane dovute al gelo?

    Però se metto tutti questi split (minimo 3 massimo 5, di cui 2 o 3 usati in estate e 3 in inverno) più la PdC quanto mi tocca di potenza? Non so se mi bastano 6kw che metterei per passare ad induzione. Oltre al costo non indifferente immagino.

    In ogni caso non ho capito: gli split possono funzionare accendendosi dopo che la T raggiunge ad esempio i 20° per portare a 21°?
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  3. #23
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho aggiornato un file dove ho integrato i valori del consumo mensile dell'ultima stagione:
    spiega_consumi_gpl_fv.xlsx - Google Drive

    Ieri ho visto una ditta che tratta Mitsubishi ma mi ha detto che può installare anche altre PdC.
    Abbiamo parlato di molti aspetti e molte soluzioni diverse, che mi deve riassumere in un paio di proposte.
    Mi è sembrata una persona attenta (è tra l'altro un progettista e non solamente un commerciale), si è però dimostrato scettico sull'utilizzo di una PdC di taglia sensibilmente inferiore alla caldaia a gpl; io gli ho parlato di 11-12 kw lui invece di 16-20kw.
    E' contrario all'uso dei booster forse per quello punta a taglie superiori.
    Alcune cose mi hanno lasciato stupito:
    - se ho capito bene dice che le Zubadan in pratica sono delle Ecodan con i booster e non le consiglia per questo
    - Templari secondo lui sarebbe praticamente rimarchiata

    In ogni caso alcune cose mi sono sembrate positive:
    - mi ha parlato di fancoil ad acqua (devo informarmi - Sabiana Fly) che possono essere alimentati dalla stessa pdc principale
    - ha osservato abbastanza bene il mio impianto attuale dicendo che i frequentissimi on-off della caldaia sono probabilmente dovuti a problemi tipo: eccessiva portata rilancio principale, aria, delta troppo basso (osservavo infatti circa 2-3 gradi tramandata e ritorno)

    Non abbiamo parlato di climatica ora che ci penso.
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  4. #24
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    ... mmhhh direi che ha delle idee tutte particolari.

    Dire che templari è una pdc rimarchiata..... è una mezza verità, ovvero templari assembla pezzi comprati da varie aziende, aggiungendo particolari o pezzi studiati a doc.
    Non credo che neppure la Mitsubishi abbia le fabbriche dei tubi di rame, ma li compra da aziende e li piega, salda e inserisce nei suoi prodotti.
    Questo è un discorso che non qualifica la persona, ovvero è molto vago!

    La caldaia gpl che fa continui on-off, pur essendo una caldaiaa condensazione significa che spesso (nei 10 gg freddissimi dell' anno sarebbe da verificare se funziona a massima potenza per 24h/gg !!!) cioè nel 95% del tempo di funzionamento "normale" ha una potenza minima comunque troppo elevata per assorbimento istantaneo della casa, ovvero è troppo potente!!!

    Se per booster intendi le resistenze interne, ..... per me ci sono su tutte e due le macchine, e se le hanno messe ci saranno buoni motivi tecnici, che meglio non discutere in cucina .....

    Se metti una pdc sovradimensionata chiaramente sono tutti contenti, dall' installatore all'utente dato che funziona tutto sempre, ma:

    1- piange il portafoglio!
    2- consumi elettrici non ottimali, con rischi di continui on-off .... anche le pdc inverter aria-acqua non possono arrivare a potenze minime (leggi caratteristiche della pdc)
    3- non serve un ingegnere per sovradimensionare una pdc, ne serve uno bravo per dimensionarla perfettamente!

    Comunque i fancoil funzionano anche con le pdc.... credo che le caratteristiche da considerare siano il rumore, il tipo e qualità di regolazione e l' estetica.

    Rimangono i problemi dell' impianto (valvole, collettori e regolazioni) se compatibili con il "freddo".

    Inoltre nel tuo caso hai HT e BT da gestire insieme, e non è detto che sia cosi' semplice ed economico.

    Dovrai trovare una serie di compromessi:

    1- ottimizzi le rese?
    2- ottimizzi il confort?
    3- ottimizzi i costi impiantistici?

  5. #25
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    mi sono appena accorto di essermi espresso male sul discorso fc ad acqua. il tipo ha parlato di split ad acqua in realtà mi sembra che sia la stessa cosa, nel senso che il prodotto Fly è semplicemente un ventilconvettore che esteticamente sembra uno split, da quel che leggo ha dalla sua una pompa che aiuta a evacuare la condensa, poi come optional valvola a 2-3 vie. Qui mi fermo nel senso che non conosco cosa voglia dire, lui ha detto che permette di chiudere quel ramo di impianto in modo da non far sprecare energia alla pdc.

    L'impianto della mansarda, dove eventualmente metterei dei fancoil ad integrazione o in sostituzione, per poter raffreddare in estate, non ha collettori. Dalla caldaia, sotto alla pompa dedicata c'è una elettrovalvola comandata dallo stesso termostato che apre anche la zona. Poi ci sono 3 tubi che arrivano diretti ai 3 terminali della zona. Stop. Secondo lui questo semplifica la cosa per eventualmente aggiungere degli elementi.
    Oppure in alternativa partirebbe dalla pdc con questi fancoil a parete, magari portandone uno sotto in cucina e lasciando perdere il raffrescamento con radiante.
    A me sembra che questi tubi della mansarda siano di metallo, anche se con 5mm di isolante.

    In ogni caso io non voglio sovradimensionare, ma voglio essere sicuro di poter scaldare anche nella situazione realisticamente peggiore.
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  6. #26
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    .... credo tu abbia tutti gli elementi per decidere!

    Direi di verificare se l' attuale impianto possa distribuire anche acqua "fredda" a questo punto per gli split (ad acqua) che chiaramente lavorano con T piu' base rispetto a quelle necessarie per i pavimenti.

    Se ok, o se necessari solo pochi accorgimenti (isolamento collettori in sala termica), direi che la soluzione sola pdc e fancoil è molto "percorribile!!"

  7. #27
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    dici che ho tutti gli elementi? a me sembra di avere piuttosto una gran confusione

    dopo la prima impressione iniziale ripensandoci sono un po' scettico, per le cose che ha detto su:
    - dimensionamento caldaia e pdc (tira un po' verso l'alto)
    - opinione indifferente verso la zubadan e critica verso Templari
    - assenza di argomento 'climatica' anche se magari dato per scontato
    - boutade sul solare termico

    Questo perchè su questi argomenti per la maggior parte qui sul forum si sposano altri orientamenti..

    Nello specifico del raffreddamento mi ha consigliato alla fine di mettere split ad acqua su linea dedicata o di aggiungere elementi ai termi attuali su linea esistente. ma visto che è opinione comune che io non possa raffreddare sui termi la 2° ipotesi vale solo per riscaldamento e allora tanto vale.

    Ps: ho trovato catalogo 2017 mitsubishi ma ci sono valori indicativi e non dettagliati delle pdc alle varie Testerne e Tmandata. Avete buoni link in merito?
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  8. #28
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    nell'attesa di un link per le prestazioni mitsubishi ho fatto dei ragionamenti sui termi attuali in mansarda e in taverna

    con l'aiuto di Lore_ ho calcolato le potenze nominali e quelle a varie combinazioni di mandata e delta

    termi e fancoil.xlsx - Google Drive

    Termi che in teoria sono stati dimensionati per erogare in ogni zona circa 3500w, usati l'anno scorso a 45 di mandata mi hanno probabilmente erogato 1300w per zona. Questo significa che probabilmente sono stati accesi quasi 3 volte il tempo previsto per l'alta temperatura.

    Dubbio 1: se integrassi sarebbe meglio mettere fancoil ?

    Dubbio 2: se scendo ancora di mandata, ad esempio 35, erogo meno della metà della potenza.. questo mi spaventa, non so se ho ore sufficienti per scaldare bene.

    Con la pdc dovrei forse prevedere comunque 2 zone a T diversa?
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  9. #29
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Il riscaldamento con pdc è sempre on, ottimo per il radiante e con variazioni della T molto limitate nell' arco della giornata.

    Poi iniziano le complicazioni.

    Se vuoi la pdc per radiante e termosifoni, devi far lavorare la pdc a T un po' piu' alte di quanto servirebbe ai pavimenti, comunque, anche se potenzi i termosifoni, o se aggiungi fancoil.

    Quindi pdc che lavora a T piu' elevate di quanto potrebbe, aggiunta di una miscelatrice per regolare la T verso il radiante e addio climatica, ovvero o ne aggiungi una o lavori con dei cronotermostati.

    Risultati pdc rende un po' meno, radiante a singhiozzo, o comunque sistema piu' complicato per regolare bene le T, mansarda che stenta a riscaldarsi, comunque dipende dalla stagione e dalla T.

    Ragionamento simile se metti i fancoil.

    Raffreddare.

    1- ripeto verificare se le T di lavoro dell'impianto sono compatibili con i suoi componenti, come

    a- tubi e collettori e lori isolamento
    b- circolatori che non soffrano per goccioline di condensa..... ovvero predisposti
    c- idem valvolame e relativi motori

    Poi si ripete con le T di lavoro, basse per i fancoil, che hanno funzione di deumidificazione, ovvero abbassano la possibilità di trovare condensa dul pavimento (non ho mai sentito di termosifoni con funzione di raffreddamento!) o termosifoni e quindi

    ci risiamo con ottimizzazioni del tutto, ovvero va a farsi benedire tutta la elettronica a bordo della pdc (climatica integrata).

    In conclusione per fare quello che vuoi devi accettare una serie di compromessi e decidere come e quanti!

  10. #30
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    mannaggia.. quindi tu dici che sarebbe meglio tornare alla tua prima idea? far fare a.t. alla pdc come fosse acs per mandare ai termi/fancoil

    in questo caso bisognerebbe progettare un sistema che devi su a.t. o su acs vera alla bisogna

    poi in raffreddamento, evitando rischi non userei gli stessi tubi dei termi ma aggiungerei 2 terminali in mansarda

    volendo si potrebbero mettere davvero dei fancoil a parete tipo Sabiana Fly. Ho modificato il file di prima inserendo le prestazioni di 3 ventilconvettori. Mediamente fanno il 29% in più dei termi a 45/42/20. I Sabiana però sono molto più potenti come valore assoluto.
    Questi li potrei collegare direttamente alla pdc come b.t. anche se non so se con un circuito separato rispetto al radiante.

    se non perdessi gli incentivi bisognerebbe continuare a far fare a.t. alla caldaia :-|
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  11. #31
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Another,

    ma quando mandavi acqua a 45° ai termi in mansarda, quanto ti tenevano di T ambiente ? Non hai mai controllato quanto tempo circolava l'acqua prima che il termostato fermasse il riscaldamento.
    Dici anche che così hai consumato circa 100 mc in più, ma non so da te, ma da me ha fatto un gennaio 2017, mese intero, bello freddino, molto di più rispetto agli anni precedenti (dove di vero freddo l'ha fatto per una settimana, 10 giorni massimo forse).
    Se non sbaglio in qualche discussione marcober aveva fatto un bello schema per gestire termo e radiante (sto cercando di ricordare la discussione), dove la PDC andava in climatica sul circuito con la T più elevata e il radiante aveva la sua climatica.
    Mi sembra anche di aver visto schemi panasonic mi pare, dove la pdc gestisce 2 circuiti uno a bassa T e uno ad alta.

    PS: scusa Another piccolo OT, ma dove è finito marcober, ci ha abbandonato ?

  12. #32
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    .... Marco dopo accesa discussione con un "supporter" del forum, e dopo ban, ha deciso di non "scrivere " ......spero ci ripensi!!

    Lore prova a scrivergli in mp anche tu, magari riesci a fare meglio di me ed a convincerlo a tornare!

    Un vero peccato, dato che è stato uno dei primi ad utilizzare pdc anche con i termosifoni (se ricordo bene) in un impianto misto!

  13. #33
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio
    Ciao Another,

    ma quando mandavi acqua a 45° ai termi in mansarda, quanto ti tenevano di T ambiente ? Non hai mai controllato quanto tempo circolava l'acqua prima che il termostato fermasse il riscaldamento.
    Dici anche che così hai consumato circa 100 mc in più, ma non so da te, ma da me ha fatto un gennaio 2017, mese intero, bello freddino, molto di più rispetto agli anni precedenti (dove di vero freddo l'ha fatto per una settimana, 10 giorni massimo forse).
    purtroppo non so se il maggior consumo è dovuto ad una zona piuttosto che ad un altra (mansarda o taverna), cmq la mia media di gennaio è stata 0,5 con la settimana più fredda -2,2

    in mansarda avevo 20,4 impostando 20,5 di termostato, nei giorni più freddi ha faticato un po', se non erro il mese successivo ho messo 21 e avevo 20,8
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  14. #34
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Another,

    da me la media del mese di gennaio 2017 è stata - 1,5° con medie giorno fino a - 6,4° , ma già a febbraio la media mese è salita a + 4,7°, quindi una bella differenza tra un mese e l'altro.
    Ma a che ora cominciavi a scaldare e per quanto tempo la mansarda e la taverna.

  15. #35
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    -2,2 è la media della settimana più fredda, giorni più freddi media -3,7 e -3,8

    dovrei ripassare la programmazione della mansarda, cmq T1 era almeno 19,5 e T2 20,5, T2 dal mattino.. stasera posso essere più preciso

    ho paura che se scendo ancora i termi rendano 0 eppure qualcuno li usa così h24 se non vado errato. Il 'nostro comune amico' ;-) mi ha detto che tra le possibilità ci sarebbe di mandare prima in mansarda e poi al p.t. radiante con un unico circuito.. ( a parte che avrei cmq il problema della taverna)

    ..le variabili sono così tante che mi sto perdendo
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  16. #36
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Another,

    ho trovato la discussione dove marcober faceva uno schema molto bello e funzionale che potrebbe adattarsi al tuo caso

    pompa di calore casa nuova

    parla di fancoil, ma penso si possa adattare anche per i termo.

  17. #37
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    per iniziare ad avere una idea sul dimensionamento?
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  18. #38
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    nessun indizio dimensionamento? :-|

    nel frattempo ho trovato il modello del bollitore, alimentato da caldaia e solare termico: Cordivari Bolly2 WSB DF 300l
    stasera guarda caso 4 docce consecutive, anche se 3 non molto lunghe: nessun problema di acqua calda (io per la verità la faccio a 37°, mia moglie più verso i 38,5 / 39)

    dati disponibili:
    - superficie scambiatore inf = 1,6mq
    - volume scambiatore inf = 18,8l
    - superficie scambiatore sup = 0,6mq
    - volume scambiatore sup = 3l

    Anno 2009

    Vale la pena tenerlo?
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  19. #39
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Another Visualizza il messaggio
    quindi il raffreddamento non si può fare con il radiante con poche modifiche, ma dovrei aggiungere un ulteriore impianto per deumidificare?

    se è così in effetti è una complicazione assurda

    una buona coppia di split a regime quanto dovrebbe consumare? sicuramente io d'estate non andrei a 20°, magari se fuori ce ne sono 30 in casa ne posso tenere 26-27
    In questo momento, casa a 24 gradi esterna 32 clima in funzione deumidificazione. Assorbimento istantaneo 356w uno e altro 312w.

  20. #40
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    quindi i tuoi split sono al minimo? no se hai 24° starai anche raffreddando..
    sono aria-aria immagino
    FV: 6,54kwp SunPower e20 327, inverter SE 6000 con ottimizzatori P500, azimuth=-13, tilt=20°, pvoutput=http://pvoutput.org/aggregate.jsp?id...=50540&v=0&t=m ; PdC = Mitsubishi Zubadan 11,2 VAA ; HYC 500

  21. RAD
Pagina 2 di 32 primaprima 1234567891011121314151622 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Risposte: 207
    Ultimo messaggio: 13-08-2015, 09:47
  2. Caldaia (a condensazione) da installare e impianto problematico
    Da Mak60 nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 21-09-2014, 18:52
  3. Come adattare impianto a nuova caldaia a condensazione
    Da MAX 68 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-12-2013, 17:41
  4. Caldaia a condensazione per impianto radiante a pavimento
    Da ronzio nel forum Conversione impianto: caldaia condensazione GPL > PdCSolare TERMODINAMICO
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 18-04-2013, 09:12
  5. Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 27-10-2008, 18:10

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •