Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 7 su 7

Discussione: Sostituzione vecchia caldaia

  1. #1
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito Sostituzione vecchia caldaia



    Ciao, sono nuovo del forum.

    Vorrei un consiglio.
    Vivo un campagna in una grande casa su 2 piani.
    Attualmente abbiamo uin vecchia caldaia a metano adattata dalla combustione del gasolio!
    La vorrei sotituire.
    Non avrei problemi a stoccare pellet.Avrei un pozzo artesiano profondo 20mt. Avrei redditi fiscali da abbattere.
    Cosa mi consigliate?

    Grazie 1000000

  2. #2
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito consigli

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    abbiamo una vecchia caldaia a metano
    per solo riscaldamento,
    allora col metano a disposizione
    è difficile proporre soluzioni con miglior rapporto qualità/prezzo.

    Ma se hai in progetto di fare anche il raffrescamento, ed addirittura ammodernare il sistema di climatizzazione esistente, con uno con minore temperatura di esercizio,
    allora l'ammortamento di un impianto in pompa di calore si accorcia di molto.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    un pozzo artesiano profondo 20mt
    permessi e portate permettendo,
    è un altro elemento comparativo dal peso notevole.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    redditi fiscali da abbattere.
    Cosa mi consigliate?
    1. un foglio di excel su cui mettere tutti i dati raccolti
    2. commissionare ad un termotecnico due-tre progetti & capitolati con soluzioni tecniche alternative, con funzione comparativa, da far quotare a più ditte
    3. raccogliere tutti i dati, e chiedere consulenza al proprio commercialista
    4. andare a vedere dal vivo alcuni impianti
    5. ritirarsi in cumclave e decidere dopo almeno 72 ore

    ciao

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Exclamation

    Quote Originariamente inviata da tekneri Visualizza il messaggio
    per solo riscaldamento,
    allora col metano a disposizione
    è difficile proporre soluzioni con miglior rapporto qualità/prezzo.

    Ma se hai in progetto di fare anche il raffrescamento, ed addirittura ammodernare il sistema di climatizzazione esistente, con uno con minore temperatura di esercizio,
    allora l'ammortamento di un impianto in pompa di calore si accorcia di molto.
    Grazie Massimo!
    molto cortese e pertinente.
    Anche se vivo in campagna ed in pianura, come i miei nonni, in estate apro le finestri alla sera e dormo le notti estive senza grossi problemi. Non ci saranno 23° ma mi adatto.
    Il problema sono le bollette del metano per il riscaldamento invernale.
    La casa complessivamente è 300 m2 ed edificata 40 anni fa con doppia fila di mattoni pieni, in tempi non sospetti di efficienza energetica.
    La caldaia è scandalosa e la carburazione del metano avviene aprendo a piacere un filtro dell' aria.
    In inverno vedo bruciare banconote da 100 €.

    Il mio dubbio sarebbe: nuova caldaia a condensazione (con 55% di recupero fiscale) o nuova caldaia a pellets (il 55% non c' è vero per le biomasse?).
    Non ti nascondo che mi affascina anche l' idea del geo-scambio.
    Pensavo ad una serpentina affogata nell' acqua del pozzo che mi fornisse temperatura grazie ad una pdc (ho anche un impianto Fv da 18,4 Kwp).

    Aiutoooo!

  4. #4
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito altro

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    Il problema sono le bollette del metano per il riscaldamento invernale.
    euro/anno?
    meglio ancora: m3 anno?

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    casa complessivamente è 300 m2 ed edificata 40 anni fa con doppia fila di mattoni pieni
    quindi con termosifoni in ghisa?
    canna fumaria ok, o da rifare?

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    mio dubbio sarebbe: nuova caldaia a condensazione (con 55% di recupero fiscale) o nuova caldaia a pellets (il 55% non c' è vero per le biomasse?).
    quanto tempo libero hai?
    un impianto a pellets con automatismi e controlli decenti, costa come una geotermica,
    sia come costi d'impianto, sia come costi per alimentazione.
    Diversa è la partita per i combustibili vegetali triti secchi.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    ti nascondo che mi affascina anche l' idea del geo-scambio.
    dillo a me

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    ad una serpentina affogata nell' acqua del pozzo che mi fornisse temperatura grazie ad una pdc
    non può funzionare:
    casa troppo grande, sorgente calore troppo piccola.
    Ti servirebbe un fiume od un lago.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    ho anche un impianto Fv da 18,4 Kwp).
    questo potrebbe deporre a favore della pdc,
    fatto salvo valutazione contratti di fornitura energia elettrica
    Io, se può esserti di conforto, ho pv da 7,02 kwp e pdc geo

    ciao

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  5. #5
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da tekneri Visualizza il messaggio
    ...Io, se può esserti di conforto, ho pv da 7,02 kwp e pdc geo

    ciao

    massimo
    Grazie Massimo!
    spenderemo 3000€ all' anno ed abbiamo i doppi vetri in pvc.
    Termosifoni in ghisa e canna da revisionare.
    Non ci è problema svuotare sacchi di pellet ogni 24-48 ore ed ho visto mini silos con coclea ruotante.

    Molto interessante la tua pdc geo! dove posso leggere più dettagliatamente?


  6. #6
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito pdc e caldaia a legna

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    spenderemo 3000€ all' anno
    per ottenere lo stesso caldo e acs, ma prodotti con una pdc geo caricata a R134a, ti servirebbero dai 12.000 ai 16.000 khw elettrici circa.
    Solo tu sai quanto ti potrebbero costare, in base ai contratti elettrici in essere di consumo e produzione, la produzione annua del pv, l'autoconsumo attuale senza pdc, l'autoconsumo potenziale con pdc, eventuali introiti da ssp non autoconsumato.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    canna da revisionare.
    allora nel confronto analitico tra caldaia e pvc, computa sia il costo della canna fumaria (che la pdc non ha), i vincoli da posizionamento (la pdc la puoi metter dove vuoi), e, aspetto non quantificabile, la sicurezza di non aver più rischi da intossicazione.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    ci è problema svuotare sacchi di pellet ogni 24-48 ore
    allora valuta anche una caldaia a legna, che a 24h di autonomia ci arriva:
    carica il pellet, o carica la legna, che differenza fà?
    La legna è ovunque, e con prezzo stabile, ma il pellet nò.
    La caldaia a legna ha una manutenzione ridicola, e costa meno.
    La caldaia a pellet costa un rene, ed è molto complessa.
    I serbatoi automatizzati pellet hanno senso se ti danno un autonomia almeno settimanale.

    Quote Originariamente inviata da sasuke40 Visualizza il messaggio
    interessante la tua pdc geo! dove posso leggere più dettagliatamente?
    qua
    YouTube - pompa di calore acqua acqua caldo & freddo
    ma puoi venire a casa mia quando vuoi, in un'ora arrivi
    anche a Bagnacavallo c'è un impianto simile, puoi venire a vederlo quando vuoi

    ciao Sasuke40!

    massimo
    se vuoi vivere e star bene, prendi la vita come viene

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Massimo,
    vorrei sapere a distanza di anni come va l'impianto!

    Devo fare un impianto simile a Bagnacavallo e mi piacerebbe venire a vedere l'impianto che citavi se possibile....

    Grazie,
    Marco


    Quote Originariamente inviata da tekneri Visualizza il messaggio
    per ottenere lo stesso caldo e acs, ma prodotti con una pdc geo caricata a R134a, ti servirebbero dai 12.000 ai 16.000 khw elettrici circa.
    Solo tu sai quanto ti potrebbero costare, in base ai contratti elettrici in essere di consumo e produzione, la produzione annua del pv, l'autoconsumo attuale senza pdc, l'autoconsumo potenziale con pdc, eventuali introiti da ssp non autoconsumato.



    allora nel confronto analitico tra caldaia e pvc, computa sia il costo della canna fumaria (che la pdc non ha), i vincoli da posizionamento (la pdc la puoi metter dove vuoi), e, aspetto non quantificabile, la sicurezza di non aver più rischi da intossicazione.



    allora valuta anche una caldaia a legna, che a 24h di autonomia ci arriva:
    carica il pellet, o carica la legna, che differenza fà?
    La legna è ovunque, e con prezzo stabile, ma il pellet nò.
    La caldaia a legna ha una manutenzione ridicola, e costa meno.
    La caldaia a pellet costa un rene, ed è molto complessa.
    I serbatoi automatizzati pellet hanno senso se ti danno un autonomia almeno settimanale.



    qua
    YouTube - pompa di calore acqua acqua caldo & freddo
    ma puoi venire a casa mia quando vuoi, in un'ora arrivi
    anche a Bagnacavallo c'è un impianto simile, puoi venire a vederlo quando vuoi

    ciao Sasuke40!

    massimo

  8. RAD

Discussioni simili

  1. Sostituzione vecchia caldaia a gasolio..
    Da c_tarta82 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 17-11-2013, 10:22
  2. Sostituzione vecchia caldaia GPL con...?
    Da Pellenera nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 27-09-2012, 15:27
  3. Risposte: 43
    Ultimo messaggio: 06-02-2012, 09:35
  4. Sostituzione vecchia caldaia
    Da cangaceiro nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 18-05-2010, 18:23

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •