templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  2
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 3 di 10 primaprima 12345678910 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 193

Discussione: Conviene lo scaldacqua a pompa di calore? Se si, quale e quanti lt?

  1. #41
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    mauring con cosa hai misurato il consumo ?
    troppe volte si vocifera un consumo e poi si scopre che e' stato misurato in maniera sbagliata....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  2. #42
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da mauring Visualizza il messaggio
    Attenzione a valutare bene i consumi dello scaldaacqua a PDC rispetto al classico con resistenza e termostato meccanico.E' vero che quello a PDC è molto piu' efficiente, però è anche vero che:- sotto ad una certa temp. dell'aria aspirata (tipicamente -5°) fa uso anche lui della resistenza- al contrario di quello classico, consuma anche quando non scalda, e neanche poco. La centralina della mia Emmeti Eco Hot Water consuma SEMPRE 24 watt, il che vuol dire, moltiplicando per 24 ore al giorno e 365 giorni all'anno, circa 210 kwh all'anno, che non sono proprio pochissimi.
    Quello che ho visto io, dice fino a -5° in PDC, quindi penso che fino a che l'aria non arriva sotto i -5 dovrebbe funzionare esclusivamente in PDC.Dove abito è raro che la temperatura scenda tanto. Solitamente c'è qualche po di neve tra fine dicembre e gennaio, ma niente di più.

  3. #43
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma infatti ..e poi se scende qualche volta sotto e 10 volte anno fai acs a resistenza, non cambia nulla nel conto economico annuale...sul consumo in stand by, mi associo alla domanda di spider..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  4. #44
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il consumo dell'elettronica di controllo non l'ho misurato, c'e' scritto nella documentazione.

    E diro' di piu': voglio capire anche il consumo in stand-by del complesso riscaldante/raffreddante della casa. Sono 10 split e 2 motocondensanti sempre accesi, mica pizza e fichi...

  5. #45
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Lo hai connesso con una presa ? se si perche' non ci metti un misuratore CONTATORE ELETTRICO MISURATORE CONSUMO CORRENTE WATT TENSIONE AMPERE (29712) | eBay , lo tieni un po' di giorni e vedi , poi ti diverti a misurare altro tipo tv , etc.... il costo si ripaga da se....

    Per il resto del condizionamento per una verifica al volo, lo fai direttamente dal contatore , stacchi tutto il resto e misuri il tempo tra un lampo del led rosso RA e l'altro (non considerare il RR) fai 3600/tempo e hai il tuo consumo istantaneo (misurato da enel) ... ricordati che se hai basso assorbimento tipo 10watt, il tempo tra un lampo e l'altro e' di 6' e quindi bisogna rimanere molto attenti.....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  6. #46
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da spider61 Visualizza il messaggio
    Lo hai connesso con una presa ? se si perche' non ci metti un misuratore CONTATORE ELETTRICO MISURATORE CONSUMO CORRENTE WATT TENSIONE AMPERE (29712) | eBay , lo tieni un po' di giorni e vedi , poi ti diverti a misurare altro tipo tv , etc.... il costo si ripaga da se....

    Per il resto del condizionamento per una verifica al volo, lo fai direttamente dal contatore , stacchi tutto il resto e misuri il tempo tra un lampo del led rosso RA e l'altro (non considerare il RR) fai 3600/tempo e hai il tuo consumo istantaneo (misurato da enel) ... ricordati che se hai basso assorbimento tipo 10watt, il tempo tra un lampo e l'altro e' di 6' e quindi bisogna rimanere molto attenti.....
    In effetti avevo pensato di comprarmi uno di quei cosi che misurano l'assorbimento, ma ho sempre la paura che siano cinesate che sparano numeri a caso...

    Interessante il rilevamento del consumo istantaneo tramite i lampi del led del contatore ! Non l'avevo mai sentita. Grazie !!

  7. #47
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quella della cinesata e' buffa , perche' gli facciamo fare tutto laggiu comuqneu quelli da presa sono precisi perche' misurano anche il cosfi , il loro errore potra' essere del 5% al massimo se fatti male....

    io se avessi una PDC anche uno di questi lo metterei proprio solo alla PDC http://www.ebay.it/itm/AC-220v-MISURATORE-DI-CONSUMO-ELETTRICO-DIGITALE-WATTMETRO-VOLTMETRO-AMPEROMETRO-/381394300752?hash=item58ccdf2f50:g:RHwAAOSw9r1V79C r
    http://www.ebay.it/itm/CONTATORE-ELE...4AAOSwAYtWI01t il secondo in cina costa meno della meta' , in entrambi ci vedi anche la potenza istantanea oltre al consumo...
    Ultima modifica di spider61; 13-11-2015 a 10:12
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  8. #48
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Spider, posso confermare che questo:

    CONTATORE ELETTRICO kwh kilowatt | eBay

    funziona bene, ne ho acquistati 2 su aliexpress a circa 20 €, ciascuno, il primo è in funzione da circa 12 mesi sulla linea di alimentazione della mia PDC, il secondo è montato in uscita ai due contatori di produzione Enel per misurare la produzione complessiva dei miei 2 impianti fotovoltaici.
    Hanno uscita S0 che mando a centralina PDC per ottimizzazione autoconsumo FTV.
    Ultima modifica di fabioe; 13-11-2015 a 10:36

  9. #49
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Questo dall'aspetto sembrerebbe serio. E' da montare sul quadro elettrico.

    Strumento DIN Multifunzione 6 parametri contatore energia AC - BlancatoGP

  10. #50
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Metti quello se ti senti meglio , ma non ti posso confermare non l'ho provato , degli altri un paio li ho e quello con le quattro grandezze in contemporanea l'ha un utenete del forum.... poi con tutti quei led non e' consumi 10w di suo
    Fabioe io l'ho da 2 anni poi sostituito con un con uscita 485 (discussione apposita nella sezione FV) quindi posso confermare cioe' che scrivi pero' se non sbaglio lo pagai 17€ ......

    poi basta qui , esiste questa Misuratore consumi elettrici
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  11. #51
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi intrometto in questa discussione per chiedere un chiarimento in merito alle PDC per ACS.
    Sto iniziando la costruzione di casa e ho deciso di acquistare una PDC per produrre ACS nel periodo estivo.
    La pompa dovrà avere un boiler con almeno 250-300 l di accumulo ed una serpentina collegata al puffer che di inverno garantirà il riscaldamento del boiler. La PDC funzionerà solamente d'estate e nelle mezze stagioni.
    Ho cominciato a chiedere vari preventivi ad idraulici per l'installazione dell'impianto e vedo che per la PDC mi quotano cifre da 2600€ in su.
    Per verificare la congruità dei prezzi in rapporto alle macchine che mi propongono (ariston e panasonic) ho iniziato a chiedere preventivi per sola fornitura.
    Trovo che in commercio ci sono PDC che costano anche 700-800€ in meno rispetto ai marchi più rinomati e, dall'analisi delle schede tecniche, non trovo differenze sostanziali. Almeno per quello che sono riuscito a verificare.
    Posso chiedere un parere/raffronto, senza indicare prezzi sui prodotti sottoelencati:
    1. ariston nuos 250 sys;
    2. panasonic aquarea DHWM300ZC;
    3.Cordivari HPI Flex 300 con scambiatore;
    4. Emmeti EE300 S.
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  12. #52
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Di sicuro non sono la persona più indicata per rispondenti, ma leggendo in giro per la rete, un po d'esperienza me la son fatta.Tra nuos 250 SYS e flex 300, col secondo hai un cop più alto (en255-3 rispettivamente 3,7 per nuos e 4,16 per cordivari).Anche se non vuoi indicati i prezzi, te li indico comunque per il cordivari, che tra quelli che citi il bollyterm hpi 300 flex è il meno costoso (parte da 1510€ spedito).Del panasonic posso solo dirti che da quel che so il modello da 120lt non è il massimo mentre quello da 300 dovresti chiedere a chi è più informato di me.Tra Ariston e cordivari, ci sarebbe un'altra cosa da dire: il nuos anche se ha un efficienza minore rispetto al bollyterm, ci mette di meno a riscaldare l'acqua (circa 2-4 ore in meno) ma ha anche 50lt in meno.Ciao...

  13. #53
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie della risposta. Posso quindi pensare che, per quelle che sono le mie esigenze di impianto, il bolliterm di cordivali sia più che indicato. Non mi spiego però la notevole differenza di costo tra le macchine. Della Panasonic ho chiesto un manuale tecnico perché in rete non sono riuscito a reperirlo.Non ho altri elementi di paragone. Se qualcuno ha esperienza diretta lo ringrazio se la può condividere.
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  14. #54
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho visto la scheda tecnica del panasonic, ma non vedo nulla che giustifica il prezzo elevato.
    Ha addirittura un cop leggermente minore rispetto al bollyterm e inoltre sotto i 7° non funziona in PDC.
    Mentre il bollyterm regge fino a -5° anche se non credo ti possa interessare molto per un utilizzo solo estivo.
    Io rimango dell'idea che il cordivari sia il migliore in questo campo. Se vuoi puoi leggerti le recensioni e vedrai che sono tutte positive.
    Poi, se ti interessa, puoi aumentare la durata dell'accumulo del boiler, prendendo un anodo a correnti impresse come il cordivari in titanio o l'emmeti boguard (che a giudicare dalle recensioni sembra molto valido).Se possibile, potresti anche mettere un dosatore di polifosfati (economico, sulle 30€, ma con qualche controindicazione) o un addolcitore (costoso, oltre 600€, ma ti elimina il calcare per tutta l'acqua in entrata in casa e non da problemi ad alte temperature) per evitare depositi di calcare.
    Questi sono solo consigli, poi fai come preferisci.
    Ciao...

  15. #55
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie. Mi informo sul discorso dell'anodo al titanio della cordivari di cui non sono a conoscenza. Per l'addolcitore sarei il primo a volerlo installare, ma i costi si sommano. Per ora penso di optare per la sola predisposizione. Ti ringrazio per i preziosi e precisi consigli.penso che acquisterò on Line la Pdc e la farò montare dall'idraulico
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  16. #56
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho visto tra i vari accessori del Bollyterm che è possibile prevedere l'installazione dell'anodo al titanio.
    Nelle specifiche della macchina invece è indicato l'anodo al magnesio di serie.
    C'è una sostanziale differenza tra l'utilizzo dell'uno o dell'altro?
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  17. #57
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Hanno entrambi la stessa funzione, cioè proteggere l'accumulo dalla corrosione, le differenze, invece sono che l'anodo in magnesio installato di serie ha il difetto che si consuma nel tempo in base a durezza della'acqua e altri fattori mentre quello in titanio a correnti impresse dura "per sempre" o almeno finchè non si brucia la centralina che lo controlla.

  18. #58
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ok, chiaro.
    Ovviamente quello al titanio avrà un costo maggiore.
    Non ho visto la specifica di quello al magnesio per le altre PDC. Quindi un punto a favore per Bollyterm...
    Ciao
    Se non si agisce, non è possibile alcun progresso e non può essere corretto nessun errore... Dalai Lama

  19. #59
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    quello al magnesio ti costa circa 20€ e ti dura tra i 6 mesi e i due anni. Quello al titanio costa 100€.
    Gli ariston nuos, se ti può interessare, hanno l'anodo a correnti impresse integrato e possono anche montare quello in magnesio.
    Comunque, c'è uno svantaggio per l'anodo al titanio: a differenza di quello in magnesio che non ha bisogno di corrente e quindi funziona sempre, quello al titanio, non funziona senza corrente, quindi, se ad esempio vuoi lasciare lo scaldabagno spento per qualche mese come in inverno devi comunque lasciare l'anodo collegato o l'accumulo sarà a rischio corrosione.

  20. #60
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    qualcuno ha manuale tecnico del bollyterm, la scheda sul sito è un po' troppo brochure! Grazie

  21. RAD
Pagina 3 di 10 primaprima 12345678910 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. scaldacqua a pompa i calore
    Da destroke nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 38
    Ultimo messaggio: 13-08-2017, 18:17
  2. Scaldacqua a pompa di calore
    Da mauiz nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 23-10-2013, 18:30
  3. Scaldacqua a pompa di calore iva al?
    Da mauiz nel forum LEGGI e FINANZIAMENTI FER
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-07-2013, 11:49
  4. scaldacqua pompa di calore vs caldaia condensazione metano per ACS,conviene?
    Da davidepr nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 50
    Ultimo messaggio: 17-04-2012, 23:23
  5. scaldacqua con pompa di calore
    Da deuca nel forum Conviene lo scaldacqua a pompa di calore? Se si, quale e quanti lt?Solare TERMICO
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 03-02-2010, 16:32

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •