templari energie rinnovabili
Mi Piace! Mi Piace!:  3
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 41 a 60 su 106

Discussione: Miglior pdc acs con accumulo PIT?

  1. #41
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da simonez Visualizza il messaggio
    così ad occhio...far partire al max della potenza, come farebbe una on /off, a zero gradi penso sia il massimo per la durata del compressore
    Non c'è una resistenza che scalda l'olio ed evita questo problema?

  2. #42
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkbasic Visualizza il messaggio
    ma per quale motivo?
    il bollitore é un accumulo di acqua sanitaria, simile al boiler elettrico per intenderci .
    Il Pit é un accumulo di acqua tecnica , quindi sempre quella , dentro ci sono le serpentine dov’è passa acqua di acquedotto che a contatto con queste serpentine si scalderà , quindi più metri quadri di serpentine avrà il Pit più sarà efficiente lo scambio di calore più potrai tenere acqua di accumulo a temperatura inferiore

  3. #43
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Non mi fa editare ,
    se provi a cercare nel forum c’é una discussione sulle differenze tra bollitore e Pit , dove spiega molto meglio di me le differenze

  4. #44
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho provato a cercare la discussione di cui parli ma non l'ho trovata. Ad ogni modo in un bollitore accumuli l'acqua sanitaria e la scaldi, poi quando c'e' richiesta d'acqua calda per forza di cose la calda si mischiera' con la fredda e la temperatura dell'accumulo diminuira'. In un PIT al contrario l'accumulo e' di acqua tecnica e il calore viene scambiato con una serpentina, ma il principio e' lo stesso: l'acqua calda cedera' calore a quella fredda e si raffreddera'.

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    I bollitori usano questo gas perché hanno bisogno di temperature più alte dell’acqua del Pit per assicurare acqua calda
    Sostanzialmente equivale a dire che a parita' di temperatura dell'accumulo i bollitori sono in grado di erogare una minore quantita' di acqua alla temperatura x.
    Viene logico pensare che a parita' di accumulo il bollitore sia in grado di erogare un maggiore quantita' di acqua a una data temperatura, in quanto il principio e' lo stesso del PIT ma non si e' limitati dallo scambio della serpentina (che non riuscira' mai a raggiungere il perfetto equilibrio termico con l'acqua tecnica).

  5. #45
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao darkbasic,

    indicativamente credo che per avere a disposizione la stessa quantità di acs di un boiler da 300/350 litri devi avere un PIT da 500 litri, quindi alla fine la differenza la fa, lo spazio a disposizione e il prezzo d'acquisto.
    Per il discorso legionella non credo che facendola al massimo una volta la settimana (in caso di poco utilizzo dell'acs) incida così tanto economicamente

  6. #46
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio
    indicativamente credo che per avere a disposizione la stessa quantità di acs di un boiler da 300/350 litri devi avere un PIT da 500 litri
    Che e' sostanzialmente quello che sapevo io. Al contrario, e' stato detto:

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    I bollitori hanno bisogno di temperature più alte dell’acqua del Pit per assicurare acqua calda
    che al contrario equivale a dire che sono i PIT a garantire una maggiore quantita' d'acqua a parita' di temperatura. E' quello che non mi tornava.

  7. #47
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Non a parità di temperatura , il Pit puoi tenerlo molto più basso di temperatura , basta guardare schede tecniche di Rotex , Pit 300 lt 50 gradi Pit 500 lt 45 gradi , bollitori ? Più ê piccolo più devi tenere temperatura alta all interno

  8. #48
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    Non a parità di temperatura , il Pit puoi tenerlo molto più basso di temperatura , basta guardare schede tecniche di Rotex , Pit 300 lt 50 gradi Pit 500 lt 45 gradi , bollitori ? Più ê piccolo più devi tenere temperatura alta all interno
    Ok, ma perche'? Se e' per una questione di proliferazione batterica ok, altrimenti se il tutto si riduce allo scambio termico torniamo al discorso di prima e non ha senso.

  9. #49
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    Non a parità di temperatura , il Pit puoi tenerlo molto più basso di temperatura , basta guardare schede tecniche di Rotex , Pit 300 lt 50 gradi Pit 500 lt 45 gradi , bollitori ? Più ê piccolo più devi tenere temperatura alta all interno
    Ciao Dany.
    Il PIT è tenuto a T Max di 50°c quando è abbinato alle PDC ARIA-ACQUA in R410 che fisicamente non riescono ad andare oltre.
    Il vantaggio del 134 sui boiler che garantisce almeno 10°c in più.
    F.

  10. #50
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Certo che é una questione di scambio termico , sarà più efficiente a livello energetico scaldare a 45 gradi o 60 gradi per avere la stessa quantità di acqua a 38 gradi ?


    ciao Fabry
    R410 credo sia 55 o 60 gradi il limite

  11. #51
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    Certo che é una questione di scambio termico , sarà più efficiente a livello energetico scaldare a 45 gradi o 60 gradi per avere la stessa quantità di acqua a 38 gradi ?
    Partiamo da un presupposto: se con un pit da 500 litri scaldato a 50 gradi ottengo 300 litri di acqua calda a 40 gradi, con un bollitore da 500 litri sempre a 50 gradi otterro' PIU' ACQUA a 40 gradi. Questo perche' non c'e' l'inefficienza della serpentina, che non raggiungera' mai un equilibrio termico perfetto con l'acqua tecnica.
    Di conseguenza mi spieghi perche' il bollitore va tenuto a una temperatura maggiore se non per motivi di proliferazione batterica? A parita' di temperatura hai PIU' ACQUA con il bollitore, non con il PIT.

  12. #52
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao DanySM73,

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    il Pit puoi tenerlo molto più basso di temperatura , basta guardare schede tecniche di Rotex , Pit 300 lt 50 gradi Pit 500 lt 45 gradi , bollitori ? Più ê piccolo più devi tenere temperatura alta all interno
    per me è giusto il contrario

  13. #53
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    @ darkbasic

    beh certo con la stessa quantità di acqua e temperatura mi pare evidente hai più acqua disponibile sul bollitore , ma sul Pit non hai problema di accumulo di calcare proliferazioni batteriche con cicli periodici ad alta temperatura , dal lato sanitario credo sia meglio , per me , ma io sono ignorante quindi se dite che é meglio il bollitore me ne farò una ragione , tanto non compro ne uno ne l’altro perché non ho posto in casa

  14. #54
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessuno sta dicendo che il bollitore sia meglio del PIT o viceversa. Tu hai affermato che in un bollitore e' necessario mantenere una temperatura maggiore rispetto a un PIT e io ti ho chiesto se fosse per motivi legati alla proliferazione batterica o perche' ritieni che lo scambio termico nel bollitore sia peggiore. Tu mi hai risposto "Certo che é una questione di scambio termico", ma le cose stanno esattamente al contrario: lo scambio termico e' migliore nel bollitore. Rimane il fattore proliferazione batterica, ma non sono a conoscenza di norme che impongano di tenere una temperatura minima superiore a quelle normalmente utilizzate nei PIT, infatti e' necessario fare periodicamente cicli antilegionella proprio per ovviare a questo problema.
    Per concludere, non credo che in un bollitore sia necessario mantenere temperature superiori rispetto a quanto non si fa con un PIT. Se hai qualche genere di prova atta a dimostrare il contrario ti pregherei di mostrarcela.

  15. #55
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Dark. Il problema rimane la T raggiungibile con la PDC..... con R410 hai al massimo 50°c di mandata reale. Che sia PIT o no.
    Questo ti dice che per avere 300l netti di h2o a 40°c ti serve un PIT da 400 o 500l a 48-50°c o un boiler da 300 a 55°c
    F.

  16. #56
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da darkbasic Visualizza il messaggio
    Per concludere, non credo che in un bollitore sia necessario mantenere temperature superiori rispetto a quanto non si fa con un PIT. Se hai qualche genere di prova atta a dimostrare il contrario ti pregherei di mostrarcela.
    Ti ripeto quello che so ( poco ) e quello che ho letto ( ma può darsi non ho capito una m@zz@ )

    il Rotex Pit da 500 lt ha 6mq di serpentine annegate nell’acqua tecnica , contengono 25 lt di acqua potabile che scambiano calore con queste serpentine , su scheda tecnica dice che si ha acqua calda utile per 270 lt poi cominci a sentire differenza di temperatura , ma non riesco a trovare più la scheda tecnica che diceva anche la temperatura di accumulo dell’acqua tecnica ( 45/50 gradi ? ) qui si raffrontava con Kronoterm che ha bollitore da 200 lt , quanta acqua calda utile avresti con bollitore da 200 lt alla stessa temperatura? 45/50 gradi .
    Se riesco a trovare quelle schede tecniche te le posto volentieri , prova a cercarle anche tu , magari facciamo prima

    @ lore
    perche il contrario ?

  17. #57
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fabry7501 Visualizza il messaggio
    per avere 300l netti di h2o a 40°c ti serve un PIT da 400 o 500l a 48-50°c o un boiler da 300 a 55°c
    F.
    esatto , quello che avevo letto e non riesco a trovare
    ma ricordavo che il boiler era 60-65 gradi ma potrei ricordare male

  18. #58
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fabry7501 Visualizza il messaggio
    Dark. Il problema rimane la T raggiungibile con la PDC..... con R410 hai al massimo 50°c di mandata reale. Che sia PIT o no.
    E su questo siamo perfettamente d'accordo, ma la scelta dell'R410 non ha nulla a che fare con il fatto che sia un PIT o meno. Probabilmente nel bollitore della Kronotherm non l'hanno utilizzato perche' volevano poter fare i cicli antilegionella con la pdc, ma questo non significa assolutamente che con un bollitore e' necessario mantenere temperature piu' alte.

    I dati tecnici della ECH2O sono i seguenti: https://www.daikin.it/content/dam/DA...09-11-2017.pdf
    Si hanno esattamente 300 litri a 40 gradi con 500 litri di acqua tecnica a 50 gradi.
    Quelli della Kronotherm non li ho, se qualcuno li avesse e' pregato di postarli.

  19. #59
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao DanySM73,

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    @ lore
    perche il contrario ?
    se tu hai un boiler da 300 litri a 50° hai 300 litri di acqua calda a 50° da usare (non considerando le perdite delle tubature al rubinetto), se hai 500 litri di PIT a 50° avrai circa 360 litri di acqua calda a meno di 50° perchè hai le perdite passando dal serpentino che non ti possono fornire l'acqua alla stessa T dell'acqua tecnica

  20. #60
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lore_ Visualizza il messaggio
    se tu hai un boiler da 300 litri a 50° hai 300 litri di acqua calda a 50° da usare
    Mi vuoi dire che man mano che utilizzo l'acqua calda il boiler si vuota fino a che non arrivo a pescare la parte finale con la morchia e i depositi vari? Cio' vorrebbe anche dire che una volta svuotato completamente non uscira' piu' una goccia d'acqua dalle tubature dell'acqua calda.
    Io sapevo che i bollitori funzionavano in maniera diversa, ovvero che man mano che prelevi acqua calda viene aggiunta acqua fredda a prendere il suo posto. Non e' cosi'?

  21. RAD
Pagina 3 di 6 primaprima 123456 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Consiglio: Accumulo si, accumulo no, la terra dei cachi...
    Da MrGio nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 23-02-2015, 17:35
  2. ACCUMULO SI ACCUMULO NO per impianti FV nuovi (accumulatori per stoccaggio energia)
    Da Mauroelettrico nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 17-02-2014, 10:56
  3. HHO: mia configurazione e miglior uso.
    Da alexc90 nel forum Sistemi per auto a idrogeno/acqua
    Risposte: 22
    Ultimo messaggio: 03-09-2013, 17:24
  4. l miglior moderat.....
    Da power_ranger nel forum Comunicazioni al Forum e dal Forum
    Risposte: 40
    Ultimo messaggio: 18-03-2008, 21:04

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •