i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 72

Discussione: Recupero rame da cavi

  1. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Salve.... i sguaina cavi ne esistono di svariati modelli e per diverse tasche, io per esempio uso uno della "BM" costa intorno ai 35euro, ma preferisco quelli della pastorino come prezzo siamo li, le lamette di ricambio circa 5-7euro cad.. Io ci spello cavi da 95 a 240mmq, ma non per recupero rame ma per lavoro, visto che faccio l'elettricista, gli sguaina cavi ci puoi pelare tutta la lunghezza del cavocon estrema semplicità, non come dice archimede2007, quelli sono spella cavi. Ho visto anchio macchine che separano la guaina dal rame, il tutto centrifugandoli..... Bruciandoli è illegale!!

  2. #22
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Un 15 anni ho realizzato l'automazione di un impianto a Porto Marghera, che butta tutto, cavi, schede elettroniche ecc in un forno rotante che può contenere fino a 50 tonnelate di materiale, con diverse aggiunte di terre, e con le lance di metano, ossigeno ed aria si riesce a fare dei prelievi togliendo le scorie sul superficio ed ottenere rame puro al 99%, ormai l'impianto di elettrolisi lungo forse 100 metri, che la portava a valori di circa 99,999% e stato eliminato, costa meno a farla altrove.

    La temperatura di lavoro supera i 1200°C, i fumi vengono trattati ed alcuni minerali sono recuperati da questi.

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Passiamo da un estremo ad all'altro...
    Gli sguainacavi non sono molto utili per separare rame dalla guaina, sopratutto per fili molto lunghi e di piccola sezione, magari per cavi unipolari si ma da 50mmq in sù...
    Per l'impianto non credo che qualcuno di noi possa permetterselo.

    Cerchiamo una soluzione alternativa e più casalinga...

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La discarica della mia zona paga circa 4 euro al kg per il rame nudo, e circa 1 euro e 50 per i cavi, secondo me il rapporto è piuttosto equo.
    Penso che abbia senso sguainare i cavi solamente per sezioni molto grosse 90 quadri o almeno 50 quadri per fili e cavi da 1-2,5 credo convenga consegnarli con la guaina.

  5. #25
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa ma di dove sei ???

  6. #26
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da kapsula Visualizza il messaggio
    Scusa ma di dove sei ???
    Provincia di Belluno, la discarica in questione si trova a Longarone in Zona Industriale è questa: home scraps.it forse può interessare anche ad altri.

  7. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Se mi chiami ti posso dare qualche informazione

    il mio num è ******** .....quando mi chiami fatti riconoscere con eddy 79.....io sono interessato a comprarti lo scarto di cavo eventualmente..

    MODERAZIONE: Per la tua sicurezza, è vietato inserire nei post i propri riferimenti diretti, numero di telefono incluso. Contattatevi tramite messaggio personale. nll
    Ultima modifica di nll; 23-01-2009 a 12:52

  8. #28
    areand
    Ospite

    Predefinito Sguaina Cavi

    Su "ebay" alla voce Industria e Commercio hò visto una macchina
    che svolge proprio da sguaina cavi con calibro di varie misure,non
    tanto tempo fà.Un saluto da "areand".

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao anche io sono interessato a costruire una macchina per recuperare il rame che stà all'interno di cavi elettrici, ma nn so proprio come fare. Tu ci sei riuscito? quali sono le tue idee?

  10. #30
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Non mi sembra un grande investimento quello del rame, il stabilimento di cui vi accenato precedentemente, è attualmente fermo da mesi a causa di una mancanza di reperibilità di materia prima sul mercato, sono anni che non riescono a lavorare in continuazione.
    Hanno appena fatto investimenti sul impianto, quindi questo mostra che sono ancora interessati nel settore, lavoreranno di meno, ma lavorano lo stesso, gli operatori vengono smistati in altre settori del stabilimento.

  11. #31
    x x

    User Info Menu

    Predefinito

    le tecniche usabili sono 3 :

    bruciare il cavo : si fa una catasta di cavi con guaina e in qualche modo la si incendia Attenzione i fumi possono essere molto tossici ! Sistema ormai VIETATO ed utilizzato solo da persone che operano fuorilegge !

    si tritano i cavi in mulini a lame (lenti o veloci) in modo di aveve dimensioni del tritato comprese tra i 2 ed i 10 mm , poi si separa il tutto per differeza di peso specifico (rame 8,9 guaina 1,5). NB nella plastica rimane sempre un residuo di rame . Sistema efficente usato dai grandi professionisti del riciclo sopratutto per cavi di piccola sezione 0,5-10.

    Con un sistema di coltelli e guide si tagliano lungitudinalmente le guaine fino ad arrivare al rame : poi si separa il tutto . Sistema efficente usato dai grandi e piccoli professionisti del riciclo sopratutto per cavi di grande sezione 16-240

    Ciao da Recoplan

  12. #32
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da recoplan Visualizza il messaggio
    le tecniche usabili sono 3 :
    Ti sei dimenticato del quarto metodo, quello di fondere il tutto e recuperare il rame per peso specifico, ovviamente deve esserci l'impianto di trattamento fumi.

  13. #33
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Mio fratello maggiore ha lavorato circa 30 anni fa presso una ditta di recupero del rame e utilizzavano due dei metodi descritti da recoplan, la tritatura e il taglio longitudinale, ma la tritatura interessava la quasi totalità del lavoro, erano rari i casi nei quali si poteva convenientemente procedere col taglio, forse anche per le caratteristiche del prodotto lavorato, che con la tritatura assumeva un formato più vicino alle esigenze della rilavorazione.

    ••••••••••••

  14. #34
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Wink

    [MODERAZIONE: Non è consentita la citazione di un intero messaggio. nll]

    Ho realizzato tutta l'automazione di un impianto alla Simar S.p.A. a porta Marghera, che invece provvede a scioglere il tutto, anche rottame che contiene rame, ad alta temperatura e recuperare il tutto per peso specifico, dal impianto di trattamento dei fumi viene prelevato altri metalli.

    laminato di zinco

    L'impianto rame non viene neanche menzionato nel sito, si vede che non è il loro core business.
    Si vede un forno a giostra dove producevano il rame, negli immagini a scorrimento, ma è ormai smantellato da anni.
    Ultima modifica di nll; 12-05-2009 a 18:12 Motivo: Eliminata la citazione di un intero messaggio

  15. #35
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho la soluzione chiedo di poterla confrontare con voi

  16. #36
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Questo è ciò che ho proggettato e costruito personalmente. Vi assicuro che è la soluzione per chi come me è nella possibilità di avere cavi di cui recuperare rame... riesce a coprire ogni tipo di qualità e misura di cavi...
    Io la utilizza da circa un anno ho lavorato per conto mi e per conto degli altri circa 65 q.li di cavi di ogni qualità. In perfetta regola con ogni tipo di legge sull'inquinamento.. poichèe MANUALE. La puoi trasportare anche in bicicletta poichè pesa 6 kg.
    Il problema che ho riscontrato in tutto questo è che cosa ci faccio con 26 q.li di guaine di cavi ammucchiati?
    Sapete darmi una risposta?
    Comunque non mi arrendo, visto il bisness elevato in questo ultimo anno, sto progettando un trituratore particolare per rendere il materiali in pezzetti di due o tre millimetri.. l'idea è quella di utilizzarlo come materiale inerte mischiato con il cemento per costruire solai alleggeriti, travi, ecc... COSA NE PENSATE???
    Grazie
    Immagini Allegate Immagini Allegate

  17. #37
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    [MODERAZIONE: Non è consentita la citazione di un intero messaggio. nll]

    Temo che il quantitativo di isolante necessario a determinare un peso specifico significativamente più basso nel calcestruzzo ne inficierebbe la resistenza a compressione e porrebbe problemi di resistenza al fuoco. In ogni conglomerato la collaborazione tra i vari componenti è determinata da moduli elastici simili , tra inerti e cemento questa assimilabilità esiste , tra i primi 2 e le resine sintetiche che compongono le guaine no. Se proprio volessi usarlo come materiale strutturale, prova a immaginare un conglomerato di scarti e resine indurenti a freddo con modulo elastico simile, magari per una pavimentazione autobloccante o un pavimento industriale....
    Ultima modifica di nll; 12-05-2009 a 18:11 Motivo: Eliminata la citazione di un intero messaggio

  18. #38
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie sulzer, probabilmente è proprio la resistenza al fuoco, che indubbiamente non può essere idonea vista la fattezza dell'inerte che intendo utilizzare. Tra le altre soluzioni avevo pensato di costruirci delle mattonelle con cemento bianco di diverse misure. costruendo delle opportune forme a secondo della richiesta. costruita e lasciata indurire la mattonella viene colata con colla bicomponente nella parte superiore, garantendone la resistenza nel tempo all'abbrasione... che ne pensi? si vedrebbero delle mattonelle in superficie tutte colorate se si mischiano i colori o addoperando una singola tonalitàe colore. Grazie per la dritta..

  19. #39
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    nella soletta o nelle travi eviterei, ma potrebbe essere un'idea per realizzare i massetti, dopotutto si fanno quelli alleggeriti mischiando cemento e polistirolo o perlite...

  20. #40
    x x

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pinetree Visualizza il messaggio
    Ti sei dimenticato del quarto metodo, quello di fondere il tutto
    Questo sistema genera un rame con purezza grado metallurgico .... i sistemi a freddo didanno rame molto più puro (grado elettrolitico)
    Quote Originariamente inviata da ingegnosissimo Visualizza il messaggio
    Il problema che ho riscontrato in tutto questo è che cosa ci faccio con 26 q.li di guaine di cavi ammucchiati?
    Attento molte guaine (sopratutto di cavi prodotti prima del 2000) contengono molte tipi di sostanze tossiche : pesticidi antiroditori , piombo , cadmio , composti aromatici , zolfo ... Per cui penso che la discarica sia l'unica strada .

    Ciao da Recoplan

  21. RAD
Pagina 2 di 4 primaprima 1234 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •