i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  1
Pagina 5 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 146

Discussione: Vendere i rifiuti

  1. #81
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Appunto, è come dico io..la plastica da raccolta differenziata non ha alcun valore, devi pagare per smaltirla.Poi se la sottoponi a lavorazioni molto costose e fatte con impianti altrettanto costosi, arrivi ad aberev, un alcuni periodi dell'anno, un certo valore per il PET e HDPE...non certo per PP e PS.Purtroppo senza incentivi del Conai tali lavorazioni SUPERANO il valore del materiale ceduto.Infatti il conia vende tale materiale ma ricava circa 30 % dei costi di raccolta e selezione...Per il cartone, se omogeneo e pulito, in alcuni periodi dell'anno io ricavo 50 euro tons..in altri periodi regalo...per cui chi lo volesse fare di mestiere, ci perde.Vetro, ..hai già detto anche tu...AL si vende a 700 euro tons....ma fare 1 tons di al da rifiuti è dura....e non capisco perché uno dovrebbe portarlo a sue spese a casa di qualcuno piuttosto che infilarlo nella campana della differenziata.Insomma, pensare di fare soldi vendendo RIFIUTI è una utopia.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  2. #82
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ma se uno velesse smaltire le frazioni umide delle mense con chi dovrebbe parlare secondo voi?
    Con le mense in questione? Con i presidi delle scuole (per le mense scolastiche)? Con il comune? Con Pubbliambiente?
    E di quali permessi c'è bisogno?

  3. #83
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    per i rifiuti esiste una "privativa" che assegna la competenza della raccolta al COmune..che puo organizzarla poi in proprio o affidarla in appalto a ditte terze.
    Quindi non puoi "metterti d'accordo con tizio..." e portarti via il suo rifiuto.
    dovresti fare una convenzione col COmune in cui lui, verificato che hai tutte le autorizzazioni e i mezzi per farloper farlo, ti occupi di raccogliere e smaltire secondo Legge i rifiuti di quella scuola o quartiere.
    Ovviamente lo potra fare se è a costo zero..se ti deve pagare..allora dovra fare un capitolato e una gara pubblica..che i pratica sarebbe suddividere a citta in tante microgare..cosa che non farà mai.

    e vuoi fare un impianto di compostaggio.. fallo..e alimentalo con la raccolta dell'organico di qualche Comune a te vicino..facendo un accordo con chi tale rifiuto lo raccoglie...
    Ovviamente prima devi avere le autorizzazioni per farlo..le da la Provincia..e le darà se nel piano dei rifiuti si evince che è necessasrio prevedere un nuovo impianto in quella zona..altrimenti ciccia.
    Insomma la Provincia (domani la Regione) fa un piano in cui..visto i quantitativi raccolti oggi e le previsioni dei Comuni di fare-incrementare la differenziata organica.. programma un nuovo impianto..e allora i privati interessati propongono progetti...e chi da la tangente piu grossa, lo fà..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  4. #84
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Da noi pubbliambiente incentiva l'autocompostaggio anche con un discreto sconto (25%), quindi probabilmente preferiscono non doverlo smaltire.
    Non voglio essere pagato per il servizio di compostaggio, anche perchè quello delle mense non lo farei io.
    Lo vorrebbe fare una cooperativa sociale agricola che coopera spesso con la mia azienda.
    Per altro loro sono una ONLUS, non ho idea se la cosa agevoli il tutto, ma di solito è così.
    Per loro l'introito sarebbe il compost.

  5. #85
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    devi fare la trafila che ti ho detto..ONLUS o non ONLUS... per essere autorizzato Rifiuti..
    Se poi la ritiri gratis e al COmune non dai costi aggiuntivoi, penso che la convenzione la posano fare..per loro infatti si genera un risaprmio di costi di trasporti e trattamenti (che paganoa kg)
    Dubito pero che compostare rifiuti generi n valore superiore ai costi da sostenere..
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  6. #86
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    devi fare la trafila che ti ho detto..ONLUS o non ONLUS... per essere autorizzato Rifiuti..
    Dubito pero che compostare rifiuti generi n valore superiore ai costi da sostenere..
    Questo è il grande dilemma...
    La sede di compostaggio è sicuramente strategica: ci sono 2 asili, 1 scuola elementare a tempo pieno e 2 circoli con servizio mensa (Rossi e Bianchi) a un tiro di schioppo (il più lontano è a 3 minuti secondo gmap).
    Ci sono poi altri hotspot entro un quarto d'ora di raggio, una mensa universitaria, il mercato ortofrutticolo e tante altre belle cose, tutto sta nel valutare il rientro realisticamente...
    Il compost lo potrebbero cedere in comodato a me, io in cambio gli darei le piante per le opere di manutenzione del verde come donazione, però tutto dovrebbe essere valutato meglio.
    Aspetto che mi rispondano i signori che fanno le compostiere a sto punto, per capire costi di gestione e altro.
    C'è comunque una cosa che non posso fare a meno di notare, il comune di Pistoia manca all'appello.
    In compenso vedo che in zona ci sono già altre cooperative sociali che smaltiscono rifiuti, vedrò di informarmi da loro.
    Ultima modifica di Mr.oifam; 10-04-2014 a 12:41

  7. #87
    Novizio/a

    User Info Menu

    Thumbs up comproplastica

    vorrei aprire un centro di comproplastica sul modello del compro oro a livorno , qualcuno sa chi devo contattare x il ritiro della plastica raccolta e quali permessi devo chiedere ? saluti

  8. #88
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    La raccolta e trasporto dei rifiuti urbani è una privativa del comune, devono dare loro una concessione e di solito è esclusiva, non ci sono 2 concessionari. Inoltre i comune riceve 450'tons dalla plastica raccolta dal concessionario e conferita al conia, perché dovrebbe rinunciarvi? E il conia che paga, il materiale lo vuole... Non mi pare una grande idea....la gran parte della plastica che si raccoglie non vale il costo della raccolta e selezione
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  9. #89
    Novizio/a

    User Info Menu

    Unhappy delucidazioni

    avendo la concessione dal comune a chi dovrei rivolgermi x far ritirare il materiale raccolto e quanto vale la plastica? i vari ecopunti che sono nati in franchising in questo periodo stanno andando bene xchè non dovrebbe essere un'attività redditizia?

  10. #90
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    segnalami un ecopunto che sta andando bene con dati pubblicati e che raccoglie plastica post consumo, con dati pubblicati sula rete..poi ne parlaimo.

    Come ti ho detto la MONNEZZA non appartiene ne a chi la Produce ne a chi la Raccoglie.

    La plastica degli IMBALLAGGI, per Legge (Decreto Ronchi) DEVE essere raccolta separatamente..la RAccolta è una Privativa dei Comuni...la PLASTICA appartiene al CONAI, che ha un accordo con ANCI, associazione dei Comuni, e che PAGA il COmune NOn per la Plastica (che già LE appartiene) ma per il Servizio di Raccolta.

    Quindi se tu raccogli plastica, la RUBI al COnai..se rubi una frazione che vale ZERO, ti manda una casa di vino a fine anno..se rubi una frazione che loro possono vendere ad n ricicltore a 500 euro tons, ti manda una denuncia per furto.

    Cosi è piu chiaro? Chi l fa lo fa contro legge...come tanti COMPRORO a cui ti ispiri..e che infatti regolarmente sono visitati e sigillati dale Fiamme Gialle. che vadano bene non lo metto in dubbio..hai mai visto una attivita ILLEGALE che VA MALE? e chi sarebe il fesso che la farebbe scusa? proprio perchè ilegale va bene..se comincia afarla con mezi idonei, personale idoneo, secondo le regole,e pagando le tasse..caisci che meglio nn farla..

    La plastica comuqnue vale da -400 euro tons a + 600 tons..a econda di cosa hai raccolto. tutte le plastiche alla rinfusa coem nel cassonetto del Comune? -40 euro tons se la vuoi far portar via....solo bottiglie di PET senza tappo ed etichetta, imballate cn reggetta? 350 euro tons...polietilene dei tappi in macinato, lavato aciugato e in bigbag da 100 kg? 600 tons.. Plastica msita derivante da selezione di bottiglie e flaconi? 50 euro o -50 dipende dal periodo...ritagli di film? 10-80 euro tons dipende dal periodo..

    Morale..se pensi di RACCOGLIERE palstica mista.. a parte essere autoizzato, avere mezzi e locali con Autorizzazione Trattamento Rifiut (ho detto nulla..)..poi devi pagare un SELEZIONATORE che la prenda in carico..e il costi di portagliela la.

    Se pensi di aprire un cenrto dove la gete porta SOLO le bottiglie vuote e lavate e tu gli dai 100 euro tns e le rivendi a 300 euro tons...ti iformo che è ilegale..il COmune ha sottoscritto una Convenzione con Coreplas dove si impegna a conferire TUTTI gli imballaggi raccolti sul territorio.

    Ogni volta che uno immette una bottiglie sul mercato deve PAGARE al Conai un certo valore in euro cheserve a RAccoglierla e iciclarla..tale costo è fatto in base al VALORE della plastica che il Conai poi recupera vemdemdo QUELLA bottiglia..se tu gliela FREGHI, a lui poi non tornano i conti..e ti denuncia...il Comune lo sa (ha firmato Convenzione) e quindi NON ti autorizza.. chi l fa PO conferise comunqe al Conai...e a chi cnferisce eroga dei Buoni sconto che qalcuno offre come PUBBLICITA...e tutt'altra cosa..ma la BOTTIGLIA non la puoi vendere tu pe ri cavoli tuoi.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  11. #91
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da marcober Visualizza il messaggio
    La plastica degli IMBALLAGGI, per Legge (Decreto Ronchi) DEVE essere raccolta separatamente..la RAccolta è una Privativa dei Comuni...la PLASTICA appartiene al CONAI, che ha un accordo con ANCI, associazione dei Comuni, e che PAGA il COmune NOn per la Plastica (che già LE appartiene) ma per il Servizio di Raccolta.
    Scusa Marcober, dimmi se sbaglio, ma a me risulta che il Decreto Ronchi è stato sostituito dal D. Lgs. 152/2006, il quale prevede che ci sia la privativa per i soli rifiuti urbani avviati a SMALTIMENTO.
    Quindi tutti i rifiuti urbani avviati a RECUPERO non dovrebbero essere soggetti a privativa.
    Inoltre l'accordo ANCI-CONAI, dovrebbe riguardare i rifiuti raccolti dai Comuni o dalle ditte incaricate, non da ditte provate.

  12. #92
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ora verifico, ma a memoria la provativa è rmasta SALVO le operazioni di recupero, quindi per la raccolta vale ancora pe rogni rifiuto...poi confermo

    EDIT..at 198 conferm aprivativa per gstione rifiuti. La gestione comprende tutte le fasi..i rifiuti comprendono anche le frazioni raccolte in modo differenziato.

    resta poi il fatto che il rifiuto IMBALLAGGIO appartiene ai singoli consorzi..nemmeno al Comune..che ha solo la provativ aper raccoglierlo.

    Quindi se il Comune vuole autorizzarti a raccoglierli, no problem..poi devi convenzinarti col Corepla e farti autorizare a tenerti la bottiglia..e lui si accontento di "sommare" i kg che dichari di aver raccolto ai fni del raggiungimento obiettivo nazionale..ma dubito che ti lascino fare..la bottiglia vale qualche cosa..se ogni Comunese la tenesse il COnsorzio dovrebbe aumentare CAC e sarebbe un danno pe rla filiera di quel materiale..per cui si opporrebbe , io in prima persona.
    Ultima modifica di marcober; 20-09-2014 a 16:43
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  13. #93
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sul sito del corepla cè la richiesta di adesione al consorzio anche da parte di semplici riciclatori ma per ogni tonnellata dichiarata dobbiamo versare un tot al consorzio? Se il comune mi autorizza e aderisco alla corepla non è illegale giusto? aderendo devo consegnare al consorzio corepla la plastica raccolta o posso venderla altrove?

  14. #94
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Primo, se tu raccogli rifiuti non sei un riciclatore. Riciclatore è colui che trasforma il rifiuto differenziato in qualche cosa di altro....dopo che è stato raccolto e selezionato da altri operatori. L'adesione al Coreplas dei riciclatori ha solo finalità statistiche. I riciclatori COMPRANO dal coreo la mediante ASTE PUBBLICHE Partite di plastica selezionata, pagandole. Alcuni di essi invece ricevono dei soldi per occuparsi di partire di plastica mista che nessuno vuole... Resta il fatto che il frutto della raccolta di CONTENITORI INPLASTICA PER IMBALLAGGIO non è di. Proprietà di chi fa la raccolta ma di Corepla.....se non accetti questo fatto non penso riuscirai a comprendere il meccanismo. Se non ti piace puoi fare azione ala corte costituzionale, ma oggi è così.....
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  15. #95
    Novizio/a

    User Info Menu

    Talking delucidazioni

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3 del regolamento del forum. Invito a leggere il regolamento perché alla prossima violazione scattano le sanzioni. ip tom***
    se il comune mi autorizzasse a raccogliere porta aporta la plastica x suo conto come dovrei organizzare il tutto, cioè dovrei aprire una cooperativa ? eppoi il comune dove porta tutti i rifiuti .Visto che conosci tutte queste regole puoi per favore dirmi come tu organizzeresti la cosa?grazie
    Ultima modifica di iP Tom; 30-09-2014 a 22:41

  16. #96
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    la forma societaria è del tutto ininfluente e non frega nulla a nessuno...

    Se il Comune affida a te la raccolta differenziata, ti indicherà la piattaforma dove conferire il frutto della raccolta..che si solito è la piattaforma COREPLA d selezione piu vicina al tuo Comune. Poi deciderai tu se magari avere una tua piattaforma intermedia dove concentrare materiale e fare carichi completi o andare coi mezzi della raccolta porta a porta sino in piattaforma.
    Il tuo sito deve essere autorizzato rifiuti, cosi come i mezzi, il personale, la Società...

    Alla fine l tuo Guadagno è quello che il Comune ti paga per fare la raccolta... e non è che "ci si mette d'accordo"..ma il Comune per Legge deve fare gara (lui o l'insieme dei Comuni che in un territorio si coordinano per fare il servizio..se sono Comuni piccoli, almeno una ventina)..per cui tu farai la tua offerta ..se hai requisiti sarà accetatta..se sarà la piu bassa , sarai il concessionario.

    Poi, se il Comune o il loro COnsozrzio NON ha ESCLUSIVE con attuale raccoglitore..e vuole "lasciarti raccogliiere" AGGRATIS la plastica in un quartiere..lo potrà pure fare (a pagamento NO, perche dovrebbe fare GARA)..ma il frutto della raccolta è di COREPLA e quindi glielo devi dare (o devi chiedere permesso di tenertelo, che penso negherebbero)...quindi la domanda diventa: MA PERCHE DEVO RACCOGLIERE MONEZZA CHE NON POSSO TENERE SENZA RICEVERE NULLA DAL COMUNE IN CAMBIO?
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  17. #97
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    per una città di 157000 abitanti quanto potrebbe essere l'investimento per occuparsi della raccolta porta a porta della plastica conferendola alla piattaforma corepla di cui la mia zona è ben fornita? il comune ha dei mezzi da utilizzare?

  18. #98
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Non ne ho idea...può essere che il comune abbia investito nei mezzi nel passato che concede in uso al vincitore della gara...oppure che chi vince la gara debba attrezzarsi lui coi mezzi....idem per spazi che servono. Di solito poi per questioni di efficienza si appalta intero servizio rifiuti che comprende tutto, umido, indifferenziato, differenziato....non penso che che appaltino per materiale...ma penso che ogni comune o consorzio di comuni faccia storia a se.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  19. #99
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    io credo che tu debba informarti meglio presso il tuo Comune. Le questioni che poni sono troppo vaghe e generiche...

  20. #100
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,

    sono nuovo nel forum, sto svolgendo una ricerca sulla simbiosi industriale ma ho un dubbio, è permesso dalla legge che un azienda possa vendere direttamente ad un altra azienda i suoi rifiuti e scarti?? questo senza che ci siano intermediari quali consorzi ecc...

  21. RAD
Pagina 5 di 8 primaprima 12345678 ultimoultimo

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •