Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 29 primaprima 1234567891011121314151622 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 572

Discussione: Segnalazioni consumi eccessivi riscaldamento a pavimento - QUI SOLO ANOMALIE SU CONSUMI

  1. #21
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da simo76 Visualizza il messaggio
    tipo: che vantaggi ho con l'acqua in circolazione continua?
    e: perchè mi deve interessare la T esterna? (forse ti riferisci ad impianti integrati con i pannelli solari..e non è il mio caso)

    grazie!
    Ti spiego per quello che ne ho capito da quello che ho letto/provato/testato.

    Nell'istante in cui tu fermi l'acqua modifichi il principio fisico con il quale questa ti scalda, passa da induzione a conduzione (spero di non aver detto fesserie)
    Praticamente l'acqua circolando scalda irradiando il suo calore ma non scambiandolo con le superfici con le quali è a contatto o cmq in minima parte, quindi è più veloce a scaldare, non ti fa diventare il pavimento un calorifero e ha bisogno di una temperatura inferiore.

    La temperatura esterna in questo tipo di impianto, proprio perchè è sempre in movimento è un fattore determinante, l'impianto solitamente viene progettato per la situazione peggiore, ad es. il mio è progettato per -15° esterno, con una temperatura di mandata del pavimento a 41° per avere 20° in casa.
    Quando la temperatura esterna sale, la temperatura del pavimento di conseguenza scende, altrimenti salirebbe la temperatura in casa.
    In questi giorni con quando ci sono 10° all'esterno bastano 22° nel pavimento, mentre di notte quando scende, per mantenere 18° deve salire a circa 26°.
    Tutte queste regolazioni devono essere fatte in modo automatico da una centralina climatica, spesso con una caldaia a condensazione, se non si ha un puffer di accumulo questa operazione è fatta dalla caldaia con sonda esterna, ma il principio di funzionamento corretto è: non fermare mai l'acqua!!

    Spero di aver risposto alle domande in modo corretto

  2. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie!
    ma, come dicevi, hai provato a far "girare" l'acqua e hai notato un risparmio?

  3. #23
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da simo76 Visualizza il messaggio
    grazie!
    ma, come dicevi, hai provato a far "girare" l'acqua e hai notato un risparmio?
    netto no, almeno, non da dire prima consumavo 10 ora 2.. però leggero si, diciamo tipo prima 10 ora 9, ma la grossa differenza ce l'hai in funzionalità.
    Scaldi prima, non si scalda il pavimento (quando fuori fa freddo ti scotterebbero i piedi), la temperatura di ritorno è più alta.
    Anche quando lo fai partire la prima volta per la stagione invernale l'inerzia è inferiore, non devi scaldare tutta la soletta prima di averne beneficio.

    Inizialmente il mio impianto era collegato con termostati che se tutti erano in OFF la pompa era ferma, risultato..
    Quando uno dei termostati andava a 19.9 faceva partire la pompa, la casa scendeva a 17, ci metteva ore per arrivare a 20.1, i termostati staccavano le pompe, a quel punto l'acqua nel pavimento si fermava e iniziava a scaldare la soletta e la temperatura in casa saliva fino a 24° (questo anche perchè avendo un accumulatore e la miscelatrice a punto fisso la temperatura dell'acqua era stata impostata alta, come da T di progetto)... ora che in casa la i termostati tornavano a dare il consenso si era raffreddata l'acqua.. e si ricominciava.. consumi alle stelle e 0 comfort.

    Con l'acqua sempre in circolo la mia temperatura in casa oscilla pochissimo dai 20° anche quando la temperatura esterna cambia grazie alla centralina climatica.


  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Giovedì prossimo ho un incontro con:
    - impresa;
    - ing. progettista dell'impianto
    - termotecnico che lo ha realizzato

    Voglio avere spiegazioni sul perchè spendo così tanto.
    Secondo voi cosa posso chiedere?
    Del tipo: come è stato fatto l'isolamento termico, con che passo sono posati i tubi del pavimento, le pompe si fermano o no?
    Ci sono altre cose da chiedere secondo voi....
    Mi viene poi un dubbio, non è che per caso un impianto a pavimento sia antieconomico per definizione con un teleriscaldamento???
    Del tipo comunque arriva acqua a 70° che deve essere raffreddata e mi sembra uno spreco energetico.

    Altra domanda: dal momento che nei bagni ho termosifoni ho fatto un test: termosifone acceso per mezzora = 3kWh consumati, sono tanti?
    Grazie

  5. #25
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da simociccio Visualizza il messaggio
    Del tipo comunque arriva acqua a 70° che deve essere raffreddata e mi sembra uno spreco energetico.
    L'acqua non viene raffreddata, ne prelevi meno, "dovresti" avere una miscelatrice che preleva parte di acqua in arrivo dal teleriscaldamento e la miscela con quella del tuo impianto, in realtà riscalda il tuo impianto, non raffreddi l'acqua in arrivo.
    Diciamo che al posto di immettere il 100% di teleriscaldamento immette il 30% di teleriscaldamento e il 70% del tuo ritorno.. ma non vedendo l'impianto posso solo fare ipotesi.

    Io ho il puffer di accumulo a 50° nelle giornate di sole, mica lo raffreddo per mandare l'acqua nel pavimento, la miscelatrice al posto di buttare tutta l'acqua del ritorno dall'impianto in fondo al puffer ne butta una parte e l'altra la miscela con la mandata dal puffer, per ottenere la T desiderata.

    per il termosifone, 0,117€x3*48 (mezze ora in una giornata) sono poco meno di 2 euro.. 60 euro al mese per un termosifone.. se è acceso 24/24 direi di si, è tanto.

    Per il resto.. lascio a chi ha + esperienza

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, per Simociccio, più che domande da fare, debbono darti i progetti dai quali si evince come è fatto l'impianto e come funziona.
    Ma l'acqua del teleriscaldamento che fine fa'? Non hai un gruppo di miscelazione?
    Ciao fabrizio.

  7. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fringui Visualizza il messaggio
    ***NON CITARE UN MESSAGGIO PER INTERO!***
    Per il resto.. lascio a chi ha + esperienza

    In realtà no. Il riscaldamento è acceso molto poco. Termosifoni e tutto il resto, certo non ho caldo, ma nemmeno troppo freddo. Tuttavia non riesco a scendere sotto gli 80kwh al giorno e questo mi preoccupa.
    Ultima modifica di gymania; 01-03-2009 a 18:05

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Exclamation Segnalazioni consumi eccessivi riscaldamento a pavimento - QUI SOLO ANOMALIE SU CONSUMI

    Ciao a tutti! Mi sono letto alcune discussioni esistenti, ma alla fine ho deciso di aprirne una nuova per non appesantire quelle già esistenti per illustrare il mio problema.

    Premetto che vengo da un piccolo appartamento di 60mq al piano terra, esposto interamente a nord/est, abitazione costruita nel 2000/2001 e con riscaldamento a pavimento + caldaia tradizionale a metano. La regolazione delle temperatura avveniva con sonda esterna in base a curve termiche e attenuatori +/- e non con termostato ambiente. Il bagno aveva 1 grosso termoarredo che funzionava in serie all'impianto radiante a pavimento (e quindi con temperatura d'acqua relativamente bassa) ma comunque sufficiente a tenere caldo il piccolo ambiente.

    Nel 2008 ho iniziato i lavori di ristrutturazione della mia nuova casa di 120 mq, sempre al piano terra (in realtà rialzato 50 cm) di fronte alla vecchia abitazione. La casa è esposta su 4 lati (N-E-S-W) con zona giorno a sud/est e 1 bagno a ovest e bagno/lavanderia ad est. La casa è degli anni '50 (ristrutturata più vlote, l'ultima nel '96); al primo piano è da sempre abitata (e quindi scaldata).

    Sono stati lavori importanti, avendo voluto fare un progetto a risparmio energetico ho demolito tutto, compreso il vespaio esistente, tranne i muri portanti. Addirittura ho scavato in parte il terrapieno per sanificare le basi dei muri prima di realizzare il nuovo vespaio con tutte le tecniche moderne (prima gettata, vespaio con aria in quiete, altra soletta, posa di impianti elettrico/idraulico, pannelli isolanti, impianto di riscaldamento a pavimento, ulteriore massetto per la posa di piastrelle (in gres di ottima marca).

    Questo per quanto riguarda il pavimento.

    Per le pareti, ho realizzato un cappotto isolante esterno conforme alle norme della regione Lombardia (in pratica 8 cm di isolamento con materiale con lambda 0,034 + intonaco speciale) e serramenti in legno con doppio vetro e camera. Anche il portone di ingresso con vetro termico + antoni rispetta i parametri di isolamento termico previsti.

    L'altezza dell'appartamento è 3 metri.

    Ho una caldaia a condensazione (si può dire la marca? comunque S.D. nota marca credo francese) integrata con pannelli solari termici a circolazione forzata e bollitore per ACS di 250 litri (stessa marca della caldaia). I pannelli solari, nonostante la normativa me ne prescrivesse poco meno di 3 mq, sono un totale di 4,66 mq.
    Tengo a precisare che ho esplicitamente voluto un accumulo d'acqua non riscaldato dalla caldaia ma solo dai pannelli da cui poi la caldaia "pesca" acqua (non solo, ovviamente ha anche un attacco alla rete idrica indipendente per miscelare).

    Oltre al riscaldamento a pavimento, ho un circuito indipendente per i 2 bagni in cui non ho pannelli a pavimento ma 2 termoarredi controllati da termostato indipendente. In realtà ho un termostato indipendente per ogni ambiente, anche se con il riscaldamento a pavimento non sono obbligatori (prima ad es. non l'avevo del tutto).

    La casa è certificata da un certificatore energetico abilitato in classe C (a B non ci sono arrivato).

    Questa lunga introduzione per arrivare al problema: sono entrato in casa a fine dicembre e al 31/01 ho ricevuto una bolletta del metano di 310 euro, a febbraio di 223,26 euro (tutte e 2 con consumi effettivi letti al contatore); per marzo mi aspetto una bolletta di 180 euro circa (sempre in base ai consumi).

    Mi sembra eccessivo, dato che il proprietario della mia vecchia casa, su 350 mq di abitazione complessiva con riscaldamento a pavimento, posti di fronte a me a 10 m di distanza, ha speso per lo stesso periodo 223,90 euro (e non hanno ne caldaia a condensazione ne cappotto isolante ne tantomeno i pannelli solari). Anche per loro si trattava di bolletta calcolata su consumi effettivi letti al contatore.

    Giovedì ho convocato:

    - architetto
    - idraulico
    - tecnico caldaista di S.D. (marca di caldaia/pannelli/accumulo)
    - impiantista riscaldamento a pavimento
    - titolare dell'impresa di costruzione (persona fidata).

    Ho il terrore che nonostante tutto non se ne esca con la giusta soluzione ed arrivando la stagione estiva, il problema resti latente fino al prossimo inverno.

    Avete voi esperienze e consigli da darmi?

    Vi ringrazio anticipatamente!

  9. #29
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Altri dati utili. Chiedetemi tutto quello che vi serve per questa indagine via web (sempre che a qualcuno interessi indagare ;P ).

    - l'acqua della caldaia è impostata su 55°;
    - i termostati sono tutti impostati a 20° (anche se in cucina ne ho costantemente 22° ma passano a pavimento anche i tubi che vanno alla centralina dell'impianto a pavimento dove c'è la pompa, le valvole, il miscelatore, ecc...) e quelli che vanno dalla centralina allo studio;
    - i termostati dei bagni li imposto a 21° solo per le ore serali in prossimità della doccia serale e a volte il pomeriggio di sabato/domenica mattina.

    - i pannelli solari me li hanno collegati solo a metà marzo ma l'accumulatore da 250 l sta a monte della caldaia e il tecnico mi ha assicurato che non viene mantenuto in temperatura dalla caldaia (sull'accumulo c'è la centrale di controllo dei pannelli solari ed era tutto spento e scollegato) ed è stata la prima cosa su cui ho indagato dopo le bollette anomale;
    - ho predisposto i doppi attacchi per ACS alla lavatrice, ma la lavatrice l'ho acquistata solo ieri (quindi non ho usato ACS) : usavo quella della suocera;
    - la vasca idromassaggio che giustificherebbe in parte elevati consumi per l'ACS l'abbiamo usata 2 volte soltanto, 1 a dicembre e 1 a gennaio (quindi la bolletta stratosferica di febbraio non è nemmeno impattata).

    Facciamo un uso attento di acqua (ho anche riduttori di flusso sui vari rubinetti e la doccia ha un regolatore che usiamo sempre al max al 50% di portata) e addirittura ho la stanza posta a N-E (quella più fredda) chiusa con riscaldamento impostato a 17°, visto che momentaneamente è una sorta di magazzino di materiale post-lavori di ristrutturazione, quindi in realtà sto riscaldando 100 mq di abitazione e non 120 mq originari.

    L'impianto di riscaldamento a pavimento ha 6 diramazioni (ognuna appunto collegata ad un termostato di controllo sempre impostato a 20°) e c'è un sistema di miscelazione a monte con valvole termiche di sicurezza che serve a portare l'acqua proveniente dalla caldaia alla giusta temperatura di funzionamento per i pannelli radianti a pavimento.

    Non sembrerebbero esserci perdite di metano.

    Ho sollevato all'idraulico il problema che il circuito dei bagni mi costringe ad avere acqua più calda di quanto in realtà serva al riscaldamento a pavimento ma lui sostiene che in temperatura le valvole di impianto si chiudono e la caldaia si spegne e l'acqua che va ai pannelli è sì più calda di quanto serva ma sono solo 7/8 litri che poi vengono miscelati prima di entrare in circolazione nel pavimento.

    Se può servire come indizio, nelle prime settimane sentivo frequenti rumori di cavitazione nella pompa dell'impianto di riscaldamento (ora diminuiti, ma ancora presenti ogni tanto) e per questo ho già fatto venire l'impiantista e idraulico a suo tempo. Mi hanno però detto che prima di iniettare in circolazione non so bene cosa per togliere le bolle di aria, secondo loro era meglio lasciare assestare il tutto e che con l'uso si sarebbe sistemato tutto da solo ed hanno solo fatto un ulteriore intervento sui radiatori dei bagni (aprendo le valvole apposite in cima ai termoarredi).

    Altra cosa:
    - il vespaio e soletta sono stati fatti a marzo 2008;
    - l'impresa ha lasciato riposare il tutto per quasi 2 mesi poi è stato fatto l'impianto di riscaldamento a pavimento, poi dopo 1 mese dal massetto superiore è stata postata la pavimentazione;
    - l'impianto di riscaldamento è stato lasciato in funzione per 1 mese intero tra settembre e ottobre ma era stato acceso anche la scorsa estate per alcuni giorni (uan prima bolletta mi era arrivata con consumi stimati però, ed era di 80 euro).

    La prima bolletta non mi aveva allertato del tutto perchè pensavo fosse influenzata (ed in parte lo sarà sicuramente stato) dal fatto che al 31/01/2009 è stata fatta la prima lettura reale. Poi però anche a febbraio c'è stata la lettura reale e la seconda mazzata.
    Ed ora come già detto c'è l'ulteriore mazzata di marzo.

    Grazie di nuovo a tutti quelli che vorranno postare delle idee in proposito.
    (e comuque vi aggiornerò su quanto accadrà domani alla convocazione di tutti i tecnici coinvolti).

  10. #30
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Non è che il tuo soffitto non è isolato e stai scaldando gratuitamente i tuoi vicini (piano superiore) che si tengono tranquillamente la caldaia spenta???? Succede molto spesso negli impianti autonomi.

    Hanno messo il materassino isolante sotto le tubazioni a pavimento? Sembra una sciocchezza chiederlo... ma non si sa mai

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    P.S. azz quanto ho scritto!

    Quote Originariamente inviata da paolo.s Visualizza il messaggio
    Non è che il tuo soffitto non è isolato e stai scaldando gratuitamente i tuoi vicini (piano superiore) che si tengono tranquillamente la caldaia spenta???? Succede molto spesso negli impianti autonomi.
    Ci ho pensato ed in effetti è l'unica struttura su ci non ho fatto interventi rispetto all'ultima ristrutturazione del '96 (in realtà mi è venuto in mente a lavori già quasi ultimati e così pur volendo farlo, non ho più proceduto), solo che mi è anche stato detto che con riscaldamento a pavimento questa cosa influisce meno (anche se influisce comunque)...

    Nella relazione del certificatore energetico (l'architetto nel progetto ci ha fatto "carotare" le strutture della casa prima di iniziare i lavori per poi fare calcoli per l'isolamento e che sarebbero serviti per la certificazione) è indicato come intervento di bassa priorità.

    Questo non toglie la bontà del suggerimento. Grazie!
    Ultima modifica di nll; 02-04-2009 a 16:03 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  12. #32
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gragra Visualizza il messaggio
    Ci ho pensato ed in effetti è l'unica struttura su ci non ho fatto interventi rispetto all'ultima ristrutturazione del '96 (in realtà mi è venuto in mente a lavori già quasi ultimati e così pur volendo farlo, non ho più proceduto), solo che mi è anche stato detto che con riscaldamento a pavimento questa cosa influisce meno (anche se influisce comunque)...

    Nella relazione del certificatore energetico (l'architetto nel progetto ci ha fatto "carotare" le strutture della casa prima di iniziare i lavori per poi fare calcoli per l'isolamento e che sarebbero serviti per la certificazione) è indicato come intervento di bassa priorità.

    Questo non toglie la bontà del suggerimento. Grazie!
    Si è vero, se anche quello sopra ha lo stesso impianto...lo scaldi un po' meno eh eh eh
    Ma sotto il tuo pavimento c'e' il materassino isolante vero?

  13. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da paolo.s Visualizza il messaggio
    Si è vero, se anche quello sopra ha lo stesso impianto...lo scaldi un po' meno eh eh eh
    Ma sotto il tuo pavimento c'e' il materassino isolante vero?
    ops... no, loro hanno i termosifoni!

    sì io ho il materassino isolante (intendi i pannelli di polistirene su cui sono stati posati i tubi radianti?).

    e pensare che il postino mi aveva portato per sbaglio anche le loro bollette. se lo sapevo... magari glielo chiedo sperando che non facciano ostruzione per non farmi scoprire l'intoppo... e pensare che prima della ristrutturazione avevamo i contatori nello stesso alloggiamento e potevo vedere i valori di tutti. ora non più.
    Ultima modifica di nll; 02-04-2009 a 16:02 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  14. #34
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi traduci in mc di gas il tuo consumo?
    Secondo me il paragone si può fare con quello.. il costo della bolletta è troppo soggetto alle tasse.

    Calcola che l'anno scorso ho consumato il 10% in meno, ma la bolletta era più bassa del 40%!!!!!

    Quindi... servono i metri.
    So che alla fine sono gli euro a contare, ma magari le zone sono tassate diversamente, i metri... "dovrebbero" essere un fattore preciso di confronto.

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Al 31-01 erano 447 mc.
    Al 11-02 erano 605 mc.
    Al 28-02 erano 729 mc.
    E sono quelli effettivamente fatturati nelle bollette.

    Il 30-03 erano 876 mc. ma questi me li ritrovo nella prossima bolletta.

  16. #36
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gragra Visualizza il messaggio
    Al 31-01 erano 447 mc.
    Al 11-02 erano 605 mc.
    Al 28-02 erano 729 mc.
    E sono quelli effettivamente fatturati nelle bollette.

    Il 30-03 erano 876 mc. ma questi me li ritrovo nella prossima bolletta.

    Intendi la lettura o i metri consumati?
    se fossero i metri consumati sono.. mmmmm
    282mc consumati a febbraio.
    Circa 10 al giorno.. corrispondono esattamente a quelli che consumavo io prima delle ottimizzazioni.

    A gennaio 328, mese molto freddo e usato pochissimo i pannelli per poco sole..
    A febbraio ho consumato 192mc, sole + ottimizzazione
    A marzo ho consumato 73mc, ma c'è stato parecchio sole e finalmente ho l'impianto ottimizzato come piace a me

    In effetti dai miei dati sei un po distante, ma io ho circa 30/40mq di casa in meno.

    Domanda stupida, il tuoi termostati fermano la pompa che fa circolare l'acqua nel pavimento?


    PS. io accumulo di 750L e 9.5mq di pannelli heat pipe.

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fringui Visualizza il messaggio
    Intendi la lettura o i metri consumati?
    (...)
    Domanda stupida, il tuoi termostati fermano la pompa che fa circolare l'acqua nel pavimento?
    Scusa, queste indicate sono le letture del contatore.
    Quindi ad es. a febbraio ho consumato 282 mc.
    Tieni presente che sono gli stessi mc consumati appunto dal mio vicino su una casa di 350 mq con riscaldamento a pavimento e niente isolamento a cappotto (e consumo di ACS di molto superiore, ma proprio molto).

    Infine: sì, i miei termostati fermano la pompa. E quando scatta il termostato c'è pure un tempo di ritardo (mi pare 2 minuti) tra apertura valvole e azionamento pompa dell'impianto.

    Un dubbio atroce: ma l'acqua scaldata dai pannelli viene usata anche per il riscaldamento o solo ACS? Temo che per me valga solo per l'ACS.

    Ma comunque non influiscono sul caso presentato dato che i pannelli me li hanno messi in funzione solo 10 giorni fa.
    Ultima modifica di nll; 02-04-2009 a 16:02 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  18. #38
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gragra Visualizza il messaggio
    Infine: sì, i miei termostati fermano la pompa. E quando scatta il termostato c'è pure un tempo di ritardo (mi pare 2 minuti) tra apertura valvole e azionamento pompa dell'impianto.
    Beh.. secondo me il problema è tutto li.
    Ogni volta che l'acqua nel pavimento si ferma cambia il modo in cui scalda, passa da induzione a conduzione.. praticamente prima il caldo attraversa il pavimento senza scaldarlo più di tanto.. quindi si scalda prima l'acqua, trasmette prima il calore.. etc etc
    Idem quando riparte, se l'acqua è sempre in movimento non si raffredda mai per contatto con il pavimento... e quindi serve poco per tenerla calda.

    A casa mia con quel sistema, a parte che comfort ZERO, passavamo da temperature polari a pieno deserto.. e poi consumava un botto...

    Ho bloccato la pompa in movimento, messo miscelatrice automatica, altro pianeta.

    PS Io ancora non ho il cappotto... sarà una cosa che faremo ma più avanti.. al momento i fondi sono un po finiti... ma sono curioso di vedere i risultati prima della mia ottimizzazione in un anno... purtroppo non l'ho ancora finita.. vedrò i risultati il prossimo inverno (anche se già adesso si notano delle grosse differenze).. una volta raccolti i dati potrò confrontarli con la "versione cappotto"

  19. #39
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    umm... domani lo dico subito ai tecnici. mi hanno venduto la cosa della pompa che si ferma come una bella cosa. quindi la pompa è sempre in azione (solo che la mia si sente visto che ce l'ho in anticamera) e i termostati spengono solamente la caldaia?

    Quindi le valvole dei vari circuiti del riscaldamento a pavimento sono sempre aperte?

    La miscelatrice automatica cosa sarebbe? Io ho un qualcosa dove si attacca un tubo acqua calda e un tubo acqua fredda a monte della pompa e circuiti dei pannelli radianti. Quasi quasi carico online una foto del tutto...

    Ecco qui le foto della centralina del riscaldamento a pavimento e anche 4 foto delle fasi di realizzazione.

    Picasa Web Album - Graziano - Risparmio ene...
    Ultima modifica di nll; 02-04-2009 a 16:01 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  20. #40
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh... io ho "visto" diversi tipi di impianti.. da quando ho cercato di ottimizzare il mio... e ho visto che tutti quelli che hanno problemi di consumi (e a volte quelli che non scaldano in modo corretto) sono dati dal fatto che la l'acqua nel circuito si ferma.

    Sto guardando le foto.. ahhhhh le testine, le ho strappate via tutte

    Ho notato una cosa nei flussostati.. ma ti hanno messo l'antialga?

    Vedo una sonda vicino alla pompa, magari la miscelatri c'è ma non la riconosco...

    Il mio impianto, e altri funzionano in questo modo:
    Acqua sempre in movimento, temperatura di mandata regolata da caldaia con sonda esterna se collegata diretta all'impianto.. praticamente i termostati servono per dire alla caldaia quanti gradi ci sono in casa, ma non a spegnere o accendere le pompe (o chiudere le zone).
    Se c'è un accumulo per modulare la temperatura serve una miscelatrice che mescola l'acqua di ritorno dal pavimento con l'acqua prelevata dall'accumulo, regolata da una centralina che usa principalmente 3 parametri: temperatura esterna, temperatura interna e temperatura mandata pavimento.. ne ho viste alcune che usano anche il ritorno del pavimento. Modulando la temperatura del pavimento, in base a quella esterna, riescono a darti la temperatura desiderata in casa.

    Tutto questo avviene perchè l'acqua in circolo è veramente molta e ha un'inerzia esagerata, così come il massetto.
    Calcola che l'altro giorno era nuvolo, quindi ho ipotizzato pannelli produzione zero, avevo il mio impianto in manutenzione (devo darmi una mossa a finire il software) e la miscelatrice l'ho messa fissa..
    Beh.. è uscito il sole qualche ora, mi ha portato l'accumulo ad una temperatura superiore di 10° rispetto alla caldaia (che da quasi un mese era già impostata su estate, scaldavo solo con i pannelli) e il pavimento è salito a quasi 30° di mandata (temperatura solitamente invernale con molto freddo). Beh... sono 3 giorni che in casa ho 22° e non accenna a scendere la temperatura... ci vorrà ancora un po per raffreddare il massetto.

    Cmq.. sempre per esperienza ho visto che TANTI dicono che il loro riscaldamento a pavimento funziona... perchè "scalda".. quindi basta non aver freddo in casa..
    Quasi lo stesso numero.. poi mi dice che spende però un botto
    Quando cerco di capire come sono messi magari per capire se ci sono problemi simili a quelli che ho avuto io... dicono che non importa.. tanto funziona ... contenti loro

    Ho scritto tanto? eheheh

    Bye

    Se e a chi può interessare.. ho messo online la versione beta del programmino che uso per monitorare il mio impianto... è ancora un po spartano.. ma fa già il suo dovere
    Ovviamente fa vedere le temperature di casa mia (tutti dati reali e misurati all'istante), ma da un'idea del potenziale.

    RapidShare: Easy Filehosting

    Manca ancora un bel po di lavoro.. soprattutto nella gestione di accensione e spegnimento varie pompe etc etc...
    Ultima modifica di nll; 02-04-2009 a 16:00 Motivo: Unione messaggi consecutivi dello stesso utente

  21. RAD
Pagina 2 di 29 primaprima 1234567891011121314151622 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Segnalazioni anomalie su consumi (assorbimenti) elettrici casalinghi: QUI TUTTE LE DOMANDE E DUBBI
    Da Cib1 nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 376
    Ultimo messaggio: 27-02-2016, 15:49
  2. anomalie pressione puffer su impianto di riscaldamento
    Da grandegiò nel forum Segnalazioni consumi eccessivi riscaldamento a pavimento - QUI SOLO ANOMALIE SU CONSUMISolare TERMICO
    Risposte: 20
    Ultimo messaggio: 05-02-2015, 14:03
  3. GPL, riscaldamento a pavimento, consumi
    Da defmaka nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 01-02-2010, 05:29
  4. Consumi frigorifero... e non solo
    Da peppolone nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 29-11-2009, 14:33
  5. Segnalazioni di anomalie
    Da mariomaggi nel forum Comunicazioni al Forum e dal Forum
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 16-09-2007, 08:17

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •