Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  1
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 7 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 134

Discussione: sistema Idronico Samsung EHS + ACS

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito sistema Idronico Samsung EHS + ACS



    Ciao a tutti
    Da circa 3-4 mesi abbiamo in funzione un sistema Idronico della Samsung EHS.
    Provo a scrivere le mie opinioni sperando di essere utile considerando che non sono un tecnico, ma un utente finale.
    l'impianto allo stato attuale è composto da:
    -Macchina esterna RC140MHXEA- Modulo idronico NH160PHXEA
    - Serbatoio ACS da 300 lt con predisposizione per solare NH300WHXES
    - In attesa di implementazione dei pannelli solari sull'ACS
    Pronto già per il montaggio di 3 splitter nelle stanze.
    Link produttore EHS Eco Heating System - Sistema per la climatizzazione e il riscaldamento - Climatizzazione Samsung

    Abitazione di 70 mq con attesa di ampliamento a 95 mq.
    Tipo riscaldamento: a pavimento radiante
    Contatore monoutenza al momento da 4,5 kw con attesa modifica a 6 kW.
    Il prezzo del sistema EHS (escluso tutto cio' che riguarda tubature ed altro) circa 5-5500 euro (non ricordo di preciso).

    Funzionamento x chi non lo conoscesse:
    La macchina esterna produce gas caldo (o freddo) che scalda le piastre del modulo idronico che a loro volta trasferiscono il calore ad altre piastre che contengono acqua, una valvola a T dirigerà il flusso di acqua o nel serbatoio o nell'impianto radiante.
    La cosa positiva di questa macchina per l'impianto radiante è che non serve alcuna miscelazione supplementare, il modulo idronico miscela automaticamente la temperatura corretta di mandata (impostata ora a 37 °C) e devo dire che funziona in maniera davvero corretta e perfetta.
    Al momento le dimensioni della casa molto modeste per le dimensioni della macchina, permettono di scaldare il pavimento o meglio di mandare in temperatura l'impianto, in poco tempo e idem per acqua calda (ora impostata a 40/42 °C)
    La macchina esterna è inverter a doppia ventola e pur essendo a 6 metri dal terrazzo il rumore è molto contenuto. E' possibile comunque dal pannellino multicomandi impostare la funzione "silent" per ridurre il rumore.
    Quando aggiungeremo i pannelli solari, l'EHS previa impostazione, comunicherà con essi, dando la precendenza ai pannelli quando produrranno acqua calda, non attivando la pompa ed utilizzando quest'ultima solo in caso di bisogno.
    Se NON SI ATTIVANO i termostati, è possibile regolare tutto manualmente e cioè se utilizzare solo la PDC oppure PDC + resistenze modulo idronico o ACS, oppure subito le resistenze (maggior velocità arrivo in temperatura, ma consumi molto maggiori) è possibile regolare la temperatura del pannello radiante e ACS, le varie curve (differenziale tra temperatura esterna ed interna ecc) Purtroppo quando si attiva la funzione con i termostati il pannellino di comandi si disattiva quasi completamente, permettendo di attivare/disattivare l'acqua calda e basta. Sia io che il tecnico non riusciamo a capire il motivo perchè non sia possibile non far nulla con i termostati attivi. Per disabilitare il funzionamento con i termostati bisogna comunque entrare in programmazione, quindi modificare tale parametro richiede un minimo di conoscenza delle impostazioni.
    Il pannellino si puo' lasciare sia nella "caldaia", sia portarlo in casa con un cavo prolunga di 10-15 metri.
    Naturalmente come impianto consuma, ma al momento posso consigliarlo per diversi fattori:
    PRO

    -Precisione e semplicità nel riscaldare il pavimento e non è cosa da poco.. se è troppo basso in un attimo alzate la temperatura o la abbassate, oltre alle diverse possibilità (solo PDC o PDC + piastre), inoltre è molto precisa la temperatura
    - Velocità e precisione nello scaldare il bollitore con molte possibilità di scelta (sempre se non si usano i termostati per il riscaldamento) per il riscaldamento, solo PDC, prima PDC e poi resistenze o subito resistenze in caso vi serva acqua calda immediata.
    - Si fa tutti i controlli, autodiagnosi, verifica la temperatura esterna e interna, puo' valutare se dare la priorità all'acqua calda o riscaldamento se fa troppo freddo, è possibile scegliere se riscaldare la casa in base alla temperatura esterna
    - Possibilità di aggiungere dopo gli split per il raffrescamento/riscaldamento se uno non vuole/può farlo subito.
    - Il pannello permette di monitorare tutte le temperature (esterna del modulo, interna dell'idronico e quella del pannello comandi, oltre ad acqua in mandata , acqua ACS e acqua in entrata. Inoltre indica se lavora in eco o meno e fa vedere cosa sta lavorando.

    Contro:
    - Con i termostati attivati non si può fare praticamente più niente fino alla loro disattivazione, lavora in automatico. Anche solo per modificare la temperatura del serbatoio (ma che c'entra l'acqua calda con riscaldamento?) e si deve disattivare, ma solo entrando in programmazione.
    - Se non si regola bene i consumi possono essere non indifferenti

    E' importante trovare dei tecnici validi per l'assistenza. Noi ci siamo fatti l'impianto e poi è venuta l'assistenza a farci i collegamenti e test, ma non ci siamo trovati molto bene inizialmente e devo dire che ci aveva quasi fatto pentire dell'acquisto. In questi sistemi non è solo la macchina importante, ma soprattutto chi ci sta dietro, permette di far molte cose, ma nella sua semplicità è anche molto complessa

    spero di esser stato di aiuto

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao e grazie per la condivisione della tua esperienza.
    Alcune domande:


    • Visto che scrivi termostati... intendi quelli ambientali in casa ? Quanti termostati avete installato ?
    • Puoi escludere il funzionamento delle resistenze ?
    • La potenza disponibile sul contatore è di 4,5 Kw: è sufficiente per utilizzare questa PDC e al contempo le altre utenze della casa o hai dei casi in cui vai oltre la potenza disponibile ?
    • Si può collegare questa macchina anziché al pavimento radiante a termosifoni in alluminio o in acciao con una temperatura di mandata di 45/50 gradi ?
    • Il prezzo che hai indicato comprende monoblocco esterno, il modulo idronico per ACS e i serbatorio per l'ACS ?
    • E` il tuo unico sistema di riscaldamento ?
    • Quando scrivi "come impianto consuma"... tradotto in Euro cosa significa ? ;-)
    • Prima di acquistarlo hai valutato altre PDC con caratteristiche simili ? (es. PANASONIC)

  3. #3
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Sovking:
    1- Intendo termostati ambientali, ne ho 2 al momento. 1 piano sopra e uno piano sotto, la casa in totale è 70 mq, di piu' non avrebbe senso.
    2- Le puoi escludere dalla programmazione (credo), anche se poi appaiono selezionate, le dovrebbe bypassare, ma manco il tecnico era sicuro.
    3- No, 4,5 kw non sono il massimo, a meno che tu non abbia solo la PDC e basta, ma se già parte la PDC e al tempo stesso il forno sei nei guai, una volta in temperatura invece (ma dipende dalle dimensioni della casa) il consumo rimane attorno al KW, almeno a casa mia e purchè non faccia freddo fuori (circa 10 °C), se fuori ad esempio di sono 0 °C allora le cose cambiano, come per una normale PDC.
    4- Si puoi tranquillamente collegarci i termosifoni, oppure termosifoni e pavimento radiante (con miscelatore, anche se non ha molto senso), in quanto supera i 55°C senza problemi, ma non credo sia l'utilizzo piu' indicato per quel tipo di macchina (a mio parere avresti troppi picchi e un consumo costante limitato)
    5- Il è indicativo, onestamente potrebbe essere anche 6500-7000. Purtroppo non ricordo più la cifra reale, in quel momento era conveniente rispetto ad altre scelte, ma di piu' non so dirti, prendi il prezzo con le pinze
    6- SI è il mio unico sistema di riscaldamento. Questa macchina nasce anche per fare all-in-one, se riusciamo monteremo in estate degli split per condizionamento e aria calda in inverno, se dobbiamo innalzare di colpo la temperatura. A breve aggiungeremo anche dei pannelli solari all'accumulo ACS già predisposto.Inoltre abbiamo un camino con aria forzata che accendiamo la sera piu' per piacere che necessità (mi piace vedere il fuoco)
    7- Il consumo... considera che noi abbiamo un impianto fotovoltaico e teniamo la temperatura dalle 10 di mattina alle 8 di sera a 20 gradi. L'impianto si spegne verso le 16. non amo il caldo di notte e preferisco la temperatura attorno ai 18 gradi. In caso di necessità accendiamo appunto il camino. Inoltre il riscaldamento a pavimento è molto piacevole e và tenuto acceso per molte ore se non sempre, quindi è difficile darti un paragone rispetto a prima. DIciamo che se non hai un impianto fotovoltaico devi chiedere a qualcuno piu' competente per i consumi, rispetto al pellet forse costa di più, ma chi ci ha a che fare difficilmente lo ama visto che ogni x giorni devi pulire la caldaia. Le PDC fan tutto loro e generalmente non danno problemi.
    8- Avevamo valutato mitsubishi (ho un climatizzatore inverter dove lavoro e funziona molto bene. Poi per una miglior proposta commerciale abbiamo preso samsung. Non conosco altro. Samsung purtroppo ha la nomina di essere lenta (ed è vero) con i ricambi in assistenza e di solito i problemi succedono sempre quando uno ne ha bisogno (leggi pieno inverno).

    Spero di averti aiutato, considera che non sono un tecnico, ma un normale utente :-)

  4. #4
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    a distanza di tempo come ti trovi con questo sistema della samsung? mi porteresti gentilmente la tua esperienza?

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gogeta2000 Visualizza il messaggio
    a distanza di tempo come ti trovi con questo sistema della samsung? mi porteresti gentilmente la tua esperienza?
    Ciao
    Ora ho l'impianto da 2 anni e da poco (fatto a tep visto il costo), l'ho completato al 100%.
    L'impianto ora è formato da:

    -macchiana esterna è da 14KW
    -Modulo idronico
    -Serbatoio acqua 200 lt
    -Pannelli solari sonnenkraft (spero si scriva cosi')
    -3 split interni
    -Casa di 70 mq

    L'impianto è stato strutturato per portare la metratura a 100/110 mg e reggere 4 split in contemporanea
    Inoltre ho un impianto fotovoltaico da ,55 kw teorici (appunto teorici)

    La macchina è molto complessa e con molte possibilità di personalizzazioni, anche se ho visto un paio di limitazioni a mio parere stupide. Una grave è che se si inserisce la funzione del riscaldamento attivata attraverso termostati, devo "bloccare" tutte le funzioni e mi permette solo di attivare/disattivare a mano l'acqua calda. Se voglio variare qualsiasi funzione devo entrare in programmazione 20-91 e impostare a 0 la funzione termostati e da lì poi posso usare il pannellino.
    Per il resto puoi decidere se lavorare solo con pompa di calore o pompa + resistenza modulo idronico, fino a quella da ben 6kw del bollitore per le emergenze, disabilitare anche il tutto o parizale manualmente, programmare l'eventuale entrata in opera del riscaldamento dell'acqua (a determinate ore), igenizzazione acqua bolitore, riscaldamento interno, in base ad un delta di quella esterna etc.
    La macchina consuma abbastanza, io ho il modulo esterno più grosso disponibile e và programmata, ma funziona davvero bene. Puoi impostare in maniera davvero precisa la temperatura del riscaldamento a pavimento e chiunque è entrato in casa ha sempre avvertito il piacere, senza avere fastidi o altro. L'acqua viene scaldata velocemente e comunque se si ha fretta, si possono attivare le resistenze. Il serbatoio ha gli attacchi per il solare e questo permette di risparmiare molto sulla produzione dell'acqua sanitaria calda.
    Anche il raffrescamento o ora il riscaldamento tramite split funzionano bene e se se ne attivano solo un paio è possibile avere anche il riscaldamento in contemporanea.

    Da quando ci hanno montato gli split però abbiamo qualche problema, non sempre si attivano, o meglio partono, ma rimangono in stand-by, come se non gli arrivi il segnale alla macchina esterna, ma i tecnici stanno vedendo di capire qual'è il problema.

    In conclusione:
    Pro:
    -Macchina completa
    - Potente e ricca di funzioni
    -Davvero precisa
    -possibilità di ampliarla per step nel tempo
    -Facile da gestire una volta programmata

    Contro:
    -Costo elevato
    - Si dipende da un'unica macchina, in caso di problemi si rischia di rimanere senza fonti di riscaldamento o raffrescamento
    - Se si sceglie l'unità esterna grossa, i consumi possono farsi sentire

  6. #6
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    grazie per le tante informazioni. sono contento che quanto meno non ti abbia dato problemi di manutenzione straordinaria.

    Mi stupisco che tu abbia una macchina da 14kw per un locale da 100mq....sei completamente senza coibentazione? io dovrò comprare quella da 12 o da 14 kw.... adesso vedremo i conti finali del tecnico, ma ho 230 mq netti....
    posso chiederti cosa intendi per "consumi elevati"? perchè la pompa di per sè non dovrebbe consumare molto, dovrebbe essere la tua abitazione a far consumare molto la pompa...spero! perchè se con una casa che richiede poco la pompa consuma comunque tanto diventa un problema !

  7. #7
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da gogeta2000 Visualizza il messaggio
    grazie per le tante informazioni. sono contento che quanto meno non ti abbia dato problemi di manutenzione straordinaria.

    Mi stupisco che tu abbia una macchina da 14kw per un locale da 100mq....sei completamente senza coibentazione? io dovrò comprare quella da 12 o da 14 kw.... adesso vedremo i conti finali del tecnico, ma ho 230 mq netti....
    posso chiederti cosa intendi per "consumi elevati"? perchè la pompa di per sè non dovrebbe consumare molto, dovrebbe essere la tua abitazione a far consumare molto la pompa...spero! perchè se con una casa che richiede poco la pompa consuma comunque tanto diventa un problema !
    Secondo me è sovradimensionata, mi sa che l'ha fatta un commerciale della samsung il sopralluogo.
    La casa è in pietra, ma con cappotto su 2 facciate (quelle più fredde a nord), finestre con doppi vetri etc. Diciamo che essendo una pompa grossa, ha un minimo di consumo, una volta a regime (per il riscaldamento) il consumo si aggira attorno ai 800-1000 watt ora, poi dipende dalla temperatura esterna, di giorno con più caldo consuma meno, di notte con freddo e umidità meno. Noi abitiamo in una vallata comunque umida e fredda di inverno (la mattina è tutto brinato in inverno), anche se dietro la collinetta c'è il mare. Un 12Kw basta e avanza. La macchina con pompa, modulo idronico e serbatoio e tubazione mi pare sia costata sui 5000 euro? o 7000? proprio non ricordo. La posa tubature e montaggio l'abbiamo fatta noi, il collaudo un'azienda.
    Metti comunque il serbatoio (anche 100 lt) e pannelli solari.
    Tutto quello che ho scritto non prenderlo come oro colato, non sono un tecnico o esperto del settore. Tornassi indietro la rimetterei, ma forse valuterei la Mitsubishi, da noi c'è un'ottima assistenza e fanno macchine che sono carri armati, ma il rappresentante samsung è un nostro amico...
    ciao

  8. #8
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    infatti sto valutando anche io mitsubishi, ma samsung ehs tdm permette di mettere gli split ad espansione diretta

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu


  10. #10
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dopo un anno che sono stati montati gli split:
    Inizialmente non funzionavano correttamente perchè la macchina aveva bisogna di un aggiornamento firmware particolare (!!!!), 3 aggiornamenti prima di capire quello giusto. La macchina lavora con 3 split senza alcun problema. Ma.... con samsung c'è sempre un mah.. l'altro gg sono andato per raffrescare le stanze superiori, gli split partono, la pompa lavora, ma non esce aria fresca. COsi' sono andato a vedere la centralina valvola che gestisce i piani superiori (ne abbiamo 2, una per il piano terra con possibilità di espanderla con un altro split e una centrale valvole per il piano superiore con 2 uscite). Bene ho scoperto che la centrale valvola è morta, non da segni di vita.. dopo appena 1 anno. Ora ripartirà la tiritera dei tecnici.
    RIpeto sono macchine complesse, scegliete samsung o mitsubishi purchè abbiate un'assistenza davvero valida, noi non ce l'abbiamo.

  11. #11
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Leggo che hai montato 14kw , ma sei sicuro della scelta ? per 95mq non ti bastavano 6 o 8 kw ?
    Niuna impresa per minima che sia può aver cominciamento e fine senza sapere , senza potere e senza con amor volere
    (Anonimo fiorentino del 1300)
    FUMAROLE A BIOMASSA - NO GRAZIE !!!!!
    **** CAMBIATE IL NOME DEL FORUM IN EMETTITORI PM10 ****

  12. #12
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Sai.. quando ti affidi al tecnico che poi è anche un commerciale..

  13. #13
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Io da futuro cliente sto facendo vari preventivi ma nessuno mi ha proposto un bestione del genere.
    Cmq ho notato che il prodotto della samsung non è ufficialmente disponibile in italia, a mio avviso è ancora sperimentale in qualche paese di test, dove suppongo, il servizio cliente è già attivo. I scricchiolii, come gli errori del software, sono sintomatici di prodotti ancora non maturi. Per Samsung le pdc sono un terreno di prova. A questo punto mi oriento verso le mitsubishi, hanno una storia lunghissima nel settore specifico.

  14. #14
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da HeavyManto Visualizza il messaggio
    Io da futuro cliente sto facendo vari preventivi ma nessuno mi ha proposto un bestione del genere. Cmq ho notato che il prodotto della samsung non è ufficialmente disponibile in italia, a mio avviso è ancora sperimentale in qualche paese di test, dove suppongo, il servizio cliente è già attivo. I scricchiolii, come gli errori del software, sono sintomatici di prodotti ancora non maturi. Per Samsung le pdc sono un terreno di prova. A questo punto mi oriento verso le mitsubishi, hanno una storia lunghissima nel settore specifico.
    Veramente è italiana la distribuzione nulla di importazione. La macchina esterna da 14 kw di produzuone ci era stata consigliata sia per scaldare a pavimento 100/120 metri quadri e sia per avere sempre acqua calda in inverno con accumulo da 2 o 300 litri non ricordo la capienza, e funzionare senza problemi con 4 split in contemporanea di più non so dire se è corretto o no

  15. #15
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno a tutti,
    vi porto la mia esperienza anche se ancora preliminare per vostra informazione e confronto.
    Siamo di Novara, abbiamo una villetta su due piani di nuova costruzione (vissuta da 3mesi e mezzo), classe energetica A2, 70mq per piano, con cappotto, contratto energentico 4,5kW
    Abbiamo il sistema SAMSUNG EHS, usato per il solo riscaldamento/raffrescamento con le seguenti caratteristiche:


    - Riscaldamento a pavimento
    - Unità esterna RD080PHXEA (8kW)
    - Modulo idronico NH080PHXEA
    - n.3 split interni (n.1 NH022NHXEA + n. 2NH028NHXEA)


    - Caldaia a gas di backup Immergas.
    - n.3 termostati ambiente nelle tre zone di casa
    - Pannelli solari per l'acqua calda sanitaria con serbatoio (160lt)
    - Predisposizione per fotovoltaico (non installato per i costi, lo faremo in futuro)


    Sto studiando il sistema, purtroppo durante la costruzione della casa non ho avuto tempo di approfondire e mi sono fidato di quanto proposto dai tecnici (che abbiamo comunque prima visionato e valutato): vi posso portare le mie prime impressioni e problematiche incontrate da condividere:


    - Telecomandi per le unità interne, se avete unità vicine (anche in locali diversi o in open space) si rischia di comandarne due contemporaneamente o una invece che un'altra. E' quello che ci succede ogni tanto, non esistono purtroppo telecomandi che lavorano a frequenza diverse (ci hanno detto che SAMSUNG è al corrente e sta studiando soluzione)


    - Gli split hanno un buona resa estiva in raffreddamento, d'inverno non ancora testati per il riscaldamento.


    - Per il riscaldamento abbiamo usato questi settaggi sull'EHS (in fase di aggiustamento)


    Temperatura di mandata all'impianto variabile in base alla temperatura esterna secondo la curva preimpostata (più fa caldo fuori più bassa è la temepratura che circola nell'impianto),
    38° a 5° di temperatura esterna
    30° a 15° di temperatura esterna


    La caldaia a gas funziona in backup, ovvero quando la temperatura esterna scende sotto un certo valore. Io l'ho impostato a 5°C che è comunque il limite del sistema (non si può salire oltre, ovvero non posso far funzionare la caldaia invece della pompa di calore per temperature superiori ai 5°. Posso chiaramente escludere PDC o caldaia e usare una sola delle due sorgenti di riscaldamento)


    In questi giorni (temp.esterna 7°-12°C), ho notato che la temperatura di mandata sale piuttosto velocemente alla temperatura richiesta. Il sistema a pavimento ha un'inerzia non velocissima ma si sapeva, però poi mantiene bene il calore nell'ambiente.
    Sul funzionamento caldaia non ho ancora riscontri (solo stamattina la temperatura è scesa sotto i 5°C ed è partita al posto della PDC); in ogni caso la caldaia funziona a punto fisso, cioè manda l'acqua nei tubi a 38°C (impostabili). .


    Capitolo consumi/benefici. Parto dal pressupposto che dovremo avere un buon benessere climatico con una spesa accettabile e considero che ll sistema ci è stato proposto/ venduto come efficiente e parsimonioso (anche in assenza di fotovoltaico).
    Ad oggi ho controllato i consumi istantanei con la pdc in fuzionamento e il risultato è che consuma 2,5kW fissi in riscaldamento (sia con uno che con tre termostati in funzionamento, quindi suppongo che se scaldo una parte dell casa è meglio scaldarla tutta contemporanamente); devo controllare se il consumo scende quando va a regime, cioè al raggiugimento della temperatura di mandata, vi farò sapere.....

    Quello che devo ancora capire è quale temperatura minima mantenere in casa tramite i termostati ambiente anche quando non ci siamo, in modo da non evitare di fare elevati salti di tempratura all'impianto a pavimento che come si sa ha un'inerzia termica lenta in riscladamento (mentre è ottima a mantenere il calore).
    Ad oggi ho messo 20,5gradi quando non siamo in casa, e quando va lo porto a 21,5°C che sono più che sufficienti.
    Sto precedendo con aggiustamenti vari, perchè comunque ho notato che per salire di 1 grado servono circa 2 ore o più....(almeno fino a qualche la temperaura in mandata non superava i 33,5gradi, a causa del settagggio precedente e della temperatura esterna 7-10gradi)

    Chissà se effettivamente si risparmia; secondo la brochure Samsung il Sistema EHS, consderando gli alti valori di COP rispetto a caldaia a gas dovrebbe essere in grado di ridurre del 33.3% i costi energetici che si dovrebbero affrontare con la sola caldaia a gas ottendendo gli stessi risultati, ma per ora quei 2,7kW mi spaventano....vedremo le prossime bollette.



    Per ora questo è quello che posso dirvi, se vi interessa vi porterò le mie future impressioni e dati raccolti

  16. #16
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    2.7kw con cop 3 vuol dire che ti produce continuamente 8 kwtermici...dipende dal fabbisogno energetico di casa tua. Poi bisogna capire quante ore al giorno la tua pompa resta accesa a quella potenza. Il fatto che consumi sempre 2.7kw non mi rassicurerebbe così tanto, anche perché non c'è ancora il vero freddo. Nel mio ufficio in classe a in zona e devo ancora accendere il riscaldamento
    Ultima modifica di gogeta2000; 07-11-2016 a 22:13

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Con quelle mandate dovresti fare una bella sauna. Io con radiante e casa classe B tengo 36 gradi a -12. A 0 mando a30. Ma che temperatura hai in casa?

    Se utilizzi la climatica non devono intervenire i termostati. I benefici li hai se trovi la madata giusta per tenere la temperatura necessaria in casa . Altrimenti con quelle mandate dai delle botte di caldo , il termostato interviene e chiude il circuito, e il cop della pdc non è certo quello che puo fare con un settaggio corretto.
    Ultima modifica di manfre73; 08-11-2016 a 17:47
    pdc Templari Kita S Plus - Pit x acs BLR-Integra 500 lt. Impianto Fotovoltaico 6 kw Winaico. VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  18. #18
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    bisognerebbe anche vedere come è collegata la pdc all'impinato...diretto o no? ma come impressione da quello che si legge..gestione pessima..e rischio boletta pesante...urge metterci mano...oppure meglio che vai a gas (gia il fatto che si metta una caldaia a metano su una A2 la dice lunga su quanto sia asino chi l'ha previsto)
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quando leggo queste cose ringrazio dio (e il forum) di non aver firmato per Samsung ehs... Come insisteva ingegnere progettista, anche perché ho 230mq da scaldare!Conosco un altro tipo che ha finito la casa quest'estate col mio stesso ingegnere... E quest'estate si lamentava dell'inefficienza del sistema ehs per raffrescamento, troppo presto per sapere che ne pensa in inverno, tra qualche mese sentirò che dice delle bollette

  20. #20
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    scherzi a parte,ti hanno sbagliato totalmente il dimesionamento della pdc. A parte la scelta che non posso commentare perche non conosco il prodotto ma tutto quello che hanno messo è proprio assurdo. Devi prendere chi ti ha fatto quell' impianto e dirgli:" sei un incompetente". Bastava una pdc tre volte piu piccola. E ti ha messo pure il solare, invece dovevi fare fv. E con la differenza tra le due pdc e il solare metà di quello che ti serviva era gia pagato. Andrebbe denunciato.... o radiato dall'albo il progetista. Forse bastava una vmc attiva.X la gestione affidati a marcober, per la causa legale ad un avvocato....
    pdc Templari Kita S Plus - Pit x acs BLR-Integra 500 lt. Impianto Fotovoltaico 6 kw Winaico. VMC Wolf cwl-d70. Casa 180 mq netti, EPHi 45 kwh/mqa, zona E 2388 gg. Cucina a induzione. No gas. contratto Enel 6 kw.

  21. RAD
Pagina 1 di 7 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. preventivi a confronto....sovello+sma VS samsung+powerone
    Da teusta nel forum Aspetti economici e bancari
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 16-02-2011, 17:08
  2. moduli sovello e samsung
    Da teusta nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 31-01-2011, 13:11
  3. Pannelli Samsung mono
    Da Raptor66 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 09-06-2010, 17:21
  4. Moduli fotovoltaici SAMSUNG?
    Da lorenzoenergy nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 01-05-2010, 22:59
  5. Pannelli fotovoltaici SAMSUNG
    Da car.boni nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 23-07-2009, 11:41

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •