i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 6 di 6 primaprima 123456
Visualizzazione dei risultati da 101 a 117 su 117

Discussione: impianto a pavimento......Basse temperature e sempre acceso, o temperature più alte e accensioni temporizzate?

  1. #101
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Cerca il manuale in rete.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  2. #102
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Rieccomi dopo aver risolto il problema della temperatura sballata... Ho provato un paio di GG a mettere in funzione h24 la caldaia abbassando la T di mandata finché in casa ho rilevato 21 gradi, due "problemi": monitorando il contatore, con questo funzionamento il consumo è aumentato, secondo problema, chi riesce a dormire con 21 gradi?? Io la notte desidero una temperatura più fresca, e se devo ogni volta intervenire sulla T di mandata è una menata...

    Chiedo una seconda cosa: ora io ho un differenziale di 0.3 sulla accensione / spegnimento termostati...secondo voi è corretto o devo aumentarlo / diminuirlo?
    Grazie!

  3. #103
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok, hai raggiunto 21 gradi in casa, vuol dire che hai ancora margine per abbassare la temperatura di mandata dell'acqua.

    A che temperatura è impostata la caldaia? Abbassa ancora di due gradi e aspetta che un paio di giorni e vedi se la casa rimane a 21 gradi.

    Io eliminerei il differenziale.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  4. #104
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    A differenza dei radiatori che tu mandi l'acqua a 70 gradi e hai i radiatori caldi immediatamente, il radiante, per via della massa e dell'inerzia, ci mette molto di più a scaldarsi, anche delle ore. Così lentamente come si scalda, si raffredda anche lentamente e tu, anche con il termostato staccato non senti il freddo perché il massetto sta cedendo il calore precedentemente accumulato.

    Nel momento in cui il massetto ha ceduto il calore, tu sentirai freddo, perché per riscaldare nuovamente il massetto ci vorranno ore.
    Quindi, per evitare questo è avere confort, non devi scaldare il massetto con temperature alte che lo facciamo scalda velocemente e poi fanno scattare il termostato. Devi far arrivare il massetto alla temperatura di lavoro lentamente e mantenere il più possibile tale temperatura. Da questo l'utilizzo della mandata più bassa possibile. In parole povere, così facendo, il radiante integrerà solamente i pochi gradi che la casa disperde e lavorerà sempre a temperatura costante.

    Se non mi sono spiegato bene (Non sono in tecnico) nel forum ci sono un sacco di tred che lo spiegano meglio.

    Ovvio che il consumo di gas è aumentato, i due gradi in più in casa come li avresti raggiunti? Per magia?
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  5. #105
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Perché parli di 2 gradi in più?? 21 erano con i cronotermostati in funzione e 21 sono rimasti "bypassandoli" e facendo lavorare h24...Con i cronotermostati e differenziale di 0.3 non ci vogliono ore x riportare caldo il massetto, 0.3 al massimo lo recupera in un ora, anche meno...e così ho rilevato un consumo minore e la possibilità di gestire la zona notte in modo differente, cosa che con il funzionamento h24 senza cronotermostati di zona mi è impossibile...

  6. #106
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Comunque...mi hai incuriosito e continuo con la prova h24...abbasso ancora e vi faccio sapere

  7. #107
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Perfetto!!!!
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  8. #108
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Oggi sono riuscito a scendere fino a 27 gradi con la T di mandata, unico dubbio è che la T di ritorno è identica, non scende...non dovrebbe essere inferiore? È un problema?

  9. #109
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Dovrebbe essere inferiore. Ma la temperatura della casa com'era?
    Era inferiore a 21 gradi o termostato staccava ancora?
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  10. #110
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    No i termostati li ho tutti impostati a 30 gradi sempre in funzione, quindi fungono solo da termometri e la casa ora con T di mandata a 27 è tutta a 21.6/21.8

  11. #111
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Prova a abbassare ancora (compatibilmente con il freddo che sta arrivando) di un grado e aspetta 24 ore e vedi come stai in casa.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  12. #112
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho abbassato la T di mandata a 26 gradi, quella di ritorno si è assestata a 24 mantenendo piu di 21 gradi in casa e devo ricredermi...monitorando il consumo giornaliero x il mio appartamento da 90 mt quadri sono passato da 6.2 a 4.8 metri cubi di metano al giorno ...però! Vabe, andrà monitorato sul lungo periodo ma le premesse sono ottime, non avrei mai pensato! Mi permetto di esporre altri dubbi: ma nella stagione calda...Mica lo lascerò andare? Altro dubbio: mi sembra che questo metodo dia il meglio con una sonda esterna che regoli la T a seconda della temperatura esterna, sbaglio? È costosa da far aggiungere?

    Grazie.

  13. #113
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok adesso hai 21 gradi in casa, ora devi trovare il "tuo" livello di confort, cioè la temperatura che ti fa stare bene, ne troppo caldo, ne freddo. Questo è molto soggettivo e dovrai deciderlo tu. Dopo di che metterai il termostato 0,5 gradi in più in maniera tale da fermare la caldaia in caso di caldo. Ovvio che appena non farà freddo, fermerei la caldaia.
    La sonda esterna non so cosa costa, ma ti permetterà di affinare ancora questo metodo.
    Io ho un impianto, a parte il radiante, diverso dal tuo e non ho esperienze con la sonda in caldaia.
    Comunque sono contento di averti portato fin qui.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  14. #114
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie mille!

  15. #115
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie del tuo commento. È la giusta applicazione dello spirito del forum. Con questo forum ho risolto tanti problemi ed è giusto che io metta la mia piccola esperienza a disposizione di chi ne ha bisogno. Ci aspettiamo che, se puoi, tu farai altrettanto!!!
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  16. #116
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Per ora chiedo ancora
    Con il funzionamento h24 sto notando che c'è una discreta differenza fra la zona notte e alla zona giorno (isolata meglio, rimedierò) ...nel frattempo secondo voi posso equilibrare questo differenza di temperature strozzando un poco le valvole sul collettore della zona giorno e aprendo quelle della zona notte o ho detto una cavolata??

  17. #117
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Nessuna cavolata, si fa così come dici tu. Ovvio con piccoli movimenti, sempre riscontrabili nelle 24/48 ore.
    84 tubi sottovuoto - radiante a pavimento - accumulo 750 litri - acs con scambiatore - "pentola" a legna e caldaia in scarico in emergenza.

  18. RAD
Pagina 6 di 6 primaprima 123456

Discussioni simili

  1. Rumore circolazione solare termico a basse temperature (??)
    Da Dirtychild nel forum impianto a pavimento......Basse temperature e sempre acceso, o temperature più alte e accensioni temporizzate?Solare TERMICO
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 23-01-2012, 00:07
  2. Inverter per alte temperature
    Da alessino981 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 12-07-2011, 11:16
  3. mono o poli alte temperature
    Da marcosard nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 13-07-2010, 00:39
  4. Batterie ...quali lavorano a temperature basse?
    Da tonini_mingoni nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 20-01-2009, 21:04
  5. FIAT SEICENTO Elettra: Avviare CB a basse temperature
    Da tonini_mingoni nel forum Fiat Seicento Elettra
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-12-2008, 08:00

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •