ComproGreen.it
Mi Piace! Mi Piace!:  1
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  15
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 27 su 27

Discussione: Riscaldamento a pavimento con caldaia a microcogenerazione condominiale

  1. #21
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao Boyluke, Auguri anche a te!

    Esistono un sacco di sistemi per fare tutto, ma come ti è già stato detto i bagni normalmente vanno tenuti caldi!

    La soluzione piu' logica, ovvero quella per cui è stato fatto l' impianto di riscaldamento... il massimo confort in casa!, vorrebbe che nei bagni ci fosse una bella T, 22 gradi! quindi in considerando che la caldaia condominiale lavora già in climatica, a te basta regolare la portata come hai indicato, in modo da ottenere le giuste T, non troppo basse (apri di 1/4 di giro e riverifichi dopo 3-4 gg) o troppo alte, chiudi in proporzione.

    Stesso discorso per le altre stanze. Devi verificare che i termostati rimangano costantemente attivi, ovvero che il loro intervento per fermare il riscaldamento avvenga il minor numero di volte possibile nell' arco del giorno.

    Il miglior modo per consumare meno, è quello di avere una T esatta nelle varie stanze, in quanto se va oltre il voluto (quello che a te piace, ad esempio io in casa ho 22-22,5 gradi costantemente, ma è questione di gusti!) ogni grado in piu' è uno spreco e potrebbe costarti un 5% in piu' all' anno x grado (mediamente, nelle vecchie abitazioni mal isolate ogni grado in piu' era un consumo maggiore del 8%!).

    P.S.: ad ogni modifica di portata (sempre piccola!) aspetta almeno 4-5 gg per verificare la reazione sulle T e munisciti di un termometro preciso e sensibile per misurare le varie T! Buon divertimento!

    P.S.2: nei bagni apri anche i termoarredi, sono comodi per gli asciugamani, e se hai eccesso di t, comunque puoi chiudere le portate sui collettori!

  2. #22
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quindi mi consigliate di tenere sempre acceso e di regolare la valvola dei bagni ad una portata bassa...siamo sicuri che i bagni si spengono quando lo sono anche gli altri termostati?
    Ho notato che la temperatura emessa dal bagno ed il relativo disimpegno, influenza molto i termostati dei due vani adiacenti a dx e sx..mi spiego, i termostati sono praticamente dopo la porta del disimpegno, quindi sul confine delle zone che delimitano i pannelli radianti dei diversi vani, siccome nei bagni ho un temperatura più alta (non potendo regolarla) questa mi irradia i termostati portandoli a temperatura anche se in realtà in quel vano non è stata raggiunta dal pavimento la temperatura fissata..la prova di ciò la verifico dal pavimento freddo al tatto e ulteriormente se chiudo la porta di un vano nel giro di qualche minuto la temperatura cala di più di mezzo grado attivando il termostato.
    Questa cosa non so se sia controproducente...da una parte mi chiude i termostati ed in teoria come da voi suggerito anche i bagni..ma dall'altra non mi aumenta il delta T?
    @Scresan hai detto che i termostati devono essere costantemente attivi?
    Non capisco...attivi non è uguale a consumo?Per tenerli sempre attivi devo impostare una T alta?io ho impostato 19.5 in tutte le camere ed caldo in casa..se metto di più diventa una serra!

  3. #23
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... dato che il tuo sistema non permette di regolare la T dell' acqua verso il riscaldamento (immagino ci provi la caldaia condominiale!) l'unico modo per regolare le T delle varie stanze, è quella di lavorare sulle singole portate.

    Secondo me il tuo riscaldamento funziona quando almeno un termostato di zona richiede calore, dato che vedo una unica valvola motorizzata sul ritorno nel quadro generale a sx del contacalorie.

    Una giusto flusso di acqua verso il radiante ti permette di avere il radiante sempre attivo, con stanze piu' calde e meno a seconda della portata.

    Non potrai scendere troppo, dato che nei giorni piu' freddi dell' anno ti troverai con t troppo basse e sarai costretto a riaumentare le portate.
    In conclusione dovrai trovare un compromesso fra portata e nr di interventi dei termostati di zona: piu' ne hai maggiori saranno le variazioni di t all' interno delle stanze.

    Normalmente questa gestione avviene tramite la regolazione della t dell' acqua a carico della caldaia e della sua curva climatica.

    Per quanto riguarda i consumi, per la tua tipologia di impianto, è impensabile una gestione on-off del riscaldamento al limite se hai cronotermostati nelle zone, potrai impostare 2 T, una gi giorno ed una notturna, ma con differenze massime di 1-2 gradi.

    I consumi dipendono esclusivamente dalla dispersione della casa, o dalle T troppo alte (oltre a quelle che ritieni confortevoli) che come detto sopra vanno gestite.....

    Il trucco è trovare un compromesso accettabile!

  4. #24
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao Boyluke come vedi di consigli ne hai a sufficienza e dal punto di vista tecnico non te ne posso dare , non fare come molti che si fissano sui consumi alla fine sei tu che decidi il comfort in casa , altra cosa non puoi decidere temperatura caldaia in quanto condominiale da quello che ho capito quindi l'unico modo che ti resta è agire su temperatura di casa devi solo scegliere a quanti gradi stare in casa 18/19/20/21 sapendo come ti è stato detto che all'aumento di un grado aumentano i consumi di un minimo 5 per cento , consiglio personale tieni temperature costanti nelle zone di casa magari diversificando zona notte e zona giorno e evita di confrontarti con i consumi dei vicini ognuno ha il suo comfort ideale.

  5. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Potrebbe volendo inserire un 'miscelatore climatico' sul suo collettore, come si fa con gli impianti misti AT/BT dove la caldaia va fissa in AT e la sonda climatica decide la 'miscelazione' per il radiante?

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ringrazio tutti dei messaggi ricevuti, siete stati molto d'aiuto.
    Ci tengo a precisare che non sono fissato coi consumi, ma dai consumi ho notato un malfuzionamento del mio impianto...breve riassunto, sono entrato in casa a dicembre 2016 ho quindi acceso il riscaldamento almeno 1 mese e mezzo dopo gli altri inquilini, essendo entrato per ultimo sono stato avvisato sulla corretta gestione del sistema di riscaldamento per ottimizzare i consumi, ovvero tenere il riscaldamento sempre acceso ad un temperatura costante in tutti gli ambienti (ho messo 19.5° ovunque) e tenere i termoarredo spenti...tutto eseguito come da istruzioni insomma..una volta arrivati i dati dall'amministratore la mia abitazione ha consumato fino al doppio degli alloggi con metratura similare...è palese che ci sia un problema...e da qui siete intervenuti voi coi vs consigli.

    Comunque da quando hanno ristabilito una corretta portata le cose mi sembrano andare molto meglio..in 24 ore noto al max una solo accensione dei termostati di zona ed una temperatura costante in casa, un delta T di pochi gradi ( 2° in questo momento, 33° andata e 31° il ritorno).
    Unico dubbio rimasto sono i bagni, ovvero se sono accesi 24 ore su 24 oppure no...c'è da dire che i bagni sono le uniche zone dove avverto un pavimento caldo al tatto..nel resto degli ambienti anche se il termostato è a temperatura non ho questa sensazione.

  7. #27
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao e finalmente ti sento soddisfatto!

    Un buon inizio per il 2018!

    Da quanto capisco, i bagni sono accesi quando almeno uno qualsiasi dei termostati è attivo.

  8. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. Riscaldamento a Pavimento Condominiale Classe A3
    Da davidesonar nel forum RISPARMIO ENERGETICO ed EFFICIENZA ENERGETICA
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 05-11-2017, 10:56
  2. Risposte: 25
    Ultimo messaggio: 17-01-2017, 21:07
  3. Caldaia riscaldamento condominiale a pellet ??
    Da VecchioGhisa nel forum In Casa
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 26-11-2016, 22:42
  4. Caldaia e Riscaldamento a pavimento
    Da giuuss nel forum Termocamini e Caldaie
    Risposte: 10
    Ultimo messaggio: 03-12-2012, 13:28
  5. Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 15-09-2007, 13:39

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •