i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  3
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 48

Discussione: Problema sonda esterna caldaia Baxi

  1. #21
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Grazie per il consiglio.
    l’ho portata all’aperto e fissata all’inferriata con 2 fascette in plastica.

    L’unica cosa che rilevo è un po’ di imprecisione.
    a fronte di una temperatura esterna di 6/7 gradi (misurata con un termometro digitale), lei viaggia a circa 2 gradi in piu. È normale o sono stato sfortunato??

  2. #22
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    E' normale!!! La sonda deve rilevare la t° dell'aria, tu con il termometro invece cosa hai misurato, quella del muro o dell'inferriata?.....

    Anche fissata sulla ringhiera da letture sballate, ecco perchè va messa dentro una scatola!!

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  3. #23
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    No, è un termometro digitale amovibile, l’ho poggiato su un mobiletto all’aperto.
    segna 6 gradi.
    i termometri esterni dei condizionatori Daikin segnano 7 gradi.
    la sonda caldaia 9.

    image.jpgLa sonda l’ho fissata così all’esterno
    Ultima modifica di scresan; 17-12-2017 a 21:13 Motivo: Unione messaggi consecutivi.

  4. #24
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok, la sonda messa cosi rileva effettivamente la t° dell'aria, ma la lettura può essere alterata dal sole e dal vento, quelle dei condizionatori stanno all'interno delle unità esterne e non soffrono delle perturbazioni di cui sopra.
    Poi chiaramente resta da stabilire il livello di precisione della sonda stessa, he!!
    Potresti immergerla in un contenitore d'acqua insieme ad un termometro che abbia una discreta precisione. Solo cosi capisci se le letture sono corrette.
    Per esperienza personale posso dirti che quelle sonde sballano +/- di qualche grado, infatti molte centraline consentono di impostare via software un fattore di correzione per compensare il valore rilevato dalla sonda.
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  5. #25
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    La precisione della sonda conta poco: alla peggio si regola una curva un po' più alta (bassa) in caldaia per compensare la lettura bassa (alta)

  6. #26
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Concordo , anche perchè non conosciamo che valore Beta abbia la NTC della Baxi , ma nel range a cui lavora la caldaia , -5 +20° 1° di errore è ininfluente , come i termostati che ci sono in casa , pensate che siano precisi al decimo o che non vengano influenzati da mille cose ?!
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  7. #27
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Nota di moderazione: ciao anferri, cerca di non postare piu' messaggi consecutivi, meglio uno unico, in caso puoi sempre fare delle aggiunte o modifiche per diverse ore successive alla pubblicazione del messaggio. Il tutto rende piu' leggibile la discussione! Grazie 1000!


    Per quanto riguarda la sonda, io andrei per logica: qual' è la T di riferimento dell' involucro della casa? Per me quella rilevata sull parte esterna del muro, senza l' influenza di vento e raggi del sole. In poche parole io metterei la sonda appoggiata perfettamente al muro sulla parete a nord, esterna, ed in una posizione che corrisponde ad una stanza interna (quindo no angoli della casa o muretti della terrazza che non hanno corrispondenza diretta con la T interna, ovvero dall' altra parte della parete) in modo che di fatto la T rilevata corrisponde alle dispersione o viene compensata dalle dispersioni dell' involucro della stessa casa.

    Quindi come diceva Renato, piccola scatoletta chiusa sui tre lati esterni e sopra, appoggiata al muro e sonda incollata allo stesso o appoggiata, scatola aperta in basso.

  8. #28
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ok perfetto, grazie per i consigli.

    Considera che ho potuto verificare che la sonda (nella sua imprecisione rispetto ad un termometro Oregon) è molto precisa.
    Ossia viaggia a +3 gradi fissi (esterna 3, mi segnava 6; esterna 6 mi segnava 9, ecc).

    Immaginando di volere una mandata a 65 gradi quando fuori è 0 (come punto di riferimento per la scelta della curva), potrei scegliere la curva 33 (considerati i gradi di scarto)
    che ne pensate?

    C62A5E55-BB12-44FF-8F8C-A51096D3190D.jpg

  9. #29
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, devi "provare" secondo me partendo dalla curva "meno aggressiva" ovvero trovare il modo per far funzionare i termosifoni a T piu' basse possibili, per piu' ore possibili.

    Non credo esista una regola scritta, ma solo delle prove, con cambio di curva da quella piu' bassa verso quella piu' alta disponibili.

    Casa mia, un rustico con molti muri e portefinestre, zona fredda e ventosa, difficilmente i termosifoni arrivano a 55 gradi. Riscaldamento sempre acceso, con cronotermostati che la notte abbassano la T di 1.5 -2 gradi max.

  10. #30
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Il problema della mia caldaia è che ha una potenza minima troppo alta, quindi è destinata a staccare spesso (tanto che ho messo 10 minuti come tempo minimo tra un’accensione e l’altra).

    quindi devo trovare un compromesso, non può stare attaccata fissa al minimo xche nn lo regge

  11. #31
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a Tutti....
    Quote Originariamente inviata da annferri Visualizza il messaggio
    Considera che ho potuto verificare che la sonda (nella sua imprecisione rispetto ad un termometro Oregon) è molto precisa.
    Ossia viaggia a +3 gradi fissi (esterna 3, mi segnava 6; esterna 6 mi segnava 9, ecc).
    Bene, pertanto la sonda è ok e i 3°C di scarto non sono un problema!!
    Immaginando di volere una mandata a 65 gradi quando fuori è 0 (come punto di riferimento per la scelta della curva), potrei scegliere la curva 33 (considerati i gradi di scarto)
    Direi che non dovresti basarti sulle t° da impostare ma su quelle reali ottenute all'interno della casa. Segui il consiglio di Scresan, parti da una curva medio-bassa che riesca a tenere una t° ambiente decente, poi ti regoli strada facendo. E' un settaggio un po lungo da fare ma alla fine il risparmio e il confort sono garantiti...


    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  12. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da renatomeloni Visualizza il messaggio
    Ok, la sonda messa cosi rileva effettivamente la t° dell'aria, ma la lettura può essere alterata dal sole e dal vento, quelle dei condizionatori stanno all'interno delle unità esterne e non soffrono delle perturbazioni di cui sopra.
    Poi chiaramente resta da stabilire il livello di precisione della sonda stessa, he!!
    Potresti immergerla in un contenitore d'acqua insieme ad un termometro che abbia una discreta precisione. Solo cosi capisci se le letture sono corrette.
    Per esperienza personale posso dirti che quelle sonde sballano +/- di qualche grado, infatti molte centraline consentono di impostare via software un fattore di correzione per compensare il valore rilevato dalla sonda.
    Per immergerla in acqua non ne sarei tanto sicuro, bisogna vedere che grado di protezione è ,se è ip68 si, altrimenti col tempo entra acqua e si guasta

    Inviato dal mio XT1068 utilizzando Tapatalk

  13. #33
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    In quel contesto è ininfluente , visto il costo di 2€ se si guasta la cambi e in caso di guasto al massimo la caldaia interpreta come senza sonda, comunque sono da immersione , incapsulate in resina , nei miei progetti le usate in ogni maniera .....
    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  14. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao ragazzi, volevo fare una riflessione: la mia caldaia ha il minimo a 10 KW e quindi lavora molto sullo stacco/attacco.
    Ho impostato il tempo massimo di attesa prima di una nuova accensione (10 minuti) ma ho notato che se fa freddo i termosifoni diventano quasi tiepidi e quindi il confort non è dei migliori.
    Ho provato a 5 minuti e la situazione è migliorata.

    La domanda è questa: ovviamente una caldaia che modula sarebbe stata il top (ed ho visto che una Junkers modulante 1:8 costava quanto la mia, quindi ha proprio toppato la ditta che mi ha ristrutturato casa) ma io non la ho e nn voglio cambiare una caldaia di un anno.
    Immagino che la caldaia dia l’impulso a ripartire quando il ritorno scende sotto una certa temperatura soglia, giusto?
    Ciò detto: non è meglio impostare una curva climatica a minor temperatura ed un tempo minimo di ripartenza libero affinché la caldaia gestisca quella temperatura in modo costante?
    In questo modo, è vero che avrebbe più ripartenze, ma lavorerebbe sempre alla minima potenza nell’intorno della T selezionata.

    che dite?

    se rifletto sullo start&stop delle auto, la ripartenza non dovrebbe consumare più che far scendere troppo la T dell’impianto e “pompare” per farla tornare al valore impostato...

  15. #35
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Forum che si professa ecologico , con gli sponsor che vendono fumarole a biomassa

    **** Non ho nessuna intenzione di RIsottoscrivere le regole , visto che sono stato sanzionato senza nessuna giustificazione ****

  16. #36
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da annferri Visualizza il messaggio
    [...]
    che dite?

    se rifletto sullo start&stop delle auto, la ripartenza non dovrebbe consumare più che far scendere troppo la T dell’impianto e “pompare” per farla tornare al valore impostato...
    Per prima cosa controlla che la caldaia che ti hanno installato sia a condensazione, se non lo fosse, non è un problema.

  17. #37
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ti confermo che la Baxi Luna 3 avant+ è a condensazione

  18. #38
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Condensazione... per modo di dire:

    DT fumi di 15° (T fumi di 75° con ritorno a 60°) -> è una caldaia che a piena potenza smette di condensare col ritorno a 40°, a bassa potenza smette di condensare col ritorno a 46°(DT fumi a bassa potenza di 8°C).
    Rendimento in BT del 91,5% (la mia 'tradizionale' di 15 anni fa ha quel rendimento, ma in AT), rendimento in AT dell' 87%. Spero che tu la abbia pagata 300€ perchè di più non vale!

    Con un impianto a termosifoni non condenserà praticamente mai, usala come caldaia AT che almeno minimizzi i consumi della pompa di circolazione!

  19. #39
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io ho una baxy platinum con Sonda esterna, montala più in alto, a un 20 cm dal soffitto, non deve ricevere sole, deve essere possibilmente esposta a Nord, logicamente all'aperto e non in veranda.

  20. #40
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Purtroppo me l’ha montata la ditta che mi ha fatto i lavori di ristrutturazione a casa. Non avendo alcun tipo di esperienza, che sto iniziando a farmi ora, non ho avuto le competenze di soffermarmi su tutti questi aspetti.

    Sicuramente se la faccio lavorare ad una temperatura più alta, la casa raggiunge prima la temperatura. È da capire se la caldaia poi consuma di più, ma posso sempre fare una prova per una settimana. Ora viaggio intorno ai 5 m³ di gas al giorno per una temperatura impostata di 21° (Compresa ACS).

    Secondo te avrebbe senso impostare una curva climatica più alta, con una mandata tra i 50 e i 60° mediamente?

    Mi sembra di capire che comunque i risparmi siano nell’ordine di poco al livello annuo, quindi di cambiare caldaia ora non ne ho voglia perché ha solamente un anno ed impiegherei comunque tempo per andare in pareggio

  21. RAD
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Sonda esterna per caldaia
    Da lansky nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 54
    Ultimo messaggio: 10-05-2018, 22:01
  2. caldaia tradizionale e sonda esterna...
    Da das873 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 28-11-2017, 17:27
  3. BAXI Luna Platinum vs. sonda esterna
    Da melogno nel forum BIOMASSE
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 23-11-2015, 12:34
  4. Sonda esterna per la caldaia Baxi Luna Duo Tec
    Da ElManu nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 21-02-2015, 15:07
  5. Sonda esterna Baxi Fourtech
    Da spider61 nel forum Caldaie a Gas (metano-GPL)
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 15-03-2013, 09:21

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •