i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 2 primaprima 12
Visualizzazione dei risultati da 21 a 37 su 37

Discussione: Casa piccola, problemi grandi :)

  1. #21
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao a Tutti....
    Quote Originariamente inviata da andre75 Visualizza il messaggio
    Io ho un budget di 1500......
    Ciao Andre75, mi spiace per la tua situazione ma se vuoi risolvere i problemi di riscaldamento/acs dovrai purtroppo fare dei compromessi con le scarse risorse disponibili!!
    Per le due stanze da scaldare la scelta potrebbe essere:
    CONDIZIONATORE INVERTER PANASONIC ETHEREA DUAL 7000+7000 BTU SEER 6,5 SCOP 4 €799,00 + trasp.35€ +inst.??

    Oppure risparmiando ulteriormente:

    2X CONDIZIONATORE INVERTER MONOSPLIT ZEPHIR MODELLO ZT32 9000 BTU SEER 6,6 SCOP 4,0 €598,00+ trasp.35€ +inst.??

    Per quanto riguarda il discorso ACS e Piano cottura : Scaldino e Fornelli a gas con doppia bombola esterna.

    SCALDABAGNO GAS VAILLANT ATMOMAG MINI 11-0/1 XI B GPL €185,00 tras.incluso + inst.

    Tirando le somme......
    con la prima soluzione la spesa diventa: 799+35+185=1019€
    con la seconda soluzione la spesa diventa: 598+35+185=818€
    Restano da calcolare i costi per l'installazione ed eventuali materiali necessari alla stessa, ma direi che in almeno uno dei due casi dovresti rientrare nel budget.
    Come si dice: "piuttosto che niente, meglio piuttosto"!!

    Saluti
    Il dono della fantasia è stato per me più importante della mia capacità di assimilare conoscenze (A.Einstein)

  2. #22
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Concordo con Renato...magari farei un piccolo sforzo e andrei almeno sul Panasonic
    Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
    Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

  3. #23
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai già visto il prodotto iseries di Argoclima?

  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Grazie a tutti :-) Ora mi guardo tutte le opzioni che mi avete proposto. Ma come già detto, le bombole sono escluse a costo di spendere di più sui prodotti e sull'energia. Ne ho il terrore io, ne hanno il terrore tutti i parenti che frequenteranno la casa. Non potrei neppure pensare al GPL perché il giardino già è un groviera (ci sono un pozzo nero e una fossa biologica, già in punti assurdi, ci sono canaline elettriche che non si sa neppure dove passano, ci manca solo più il bombolone).

  5. #25
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Scusa Andrea ma se stai acquistando e ci sono tutti questi problemi sconosciuti puoi anche rinunciare all'acquisto...da come ne parli ti stai incasinato parecchio la vita!
    Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
    Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

  6. #26
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    E' vero. E' un casino e lo so molto bene.
    Il problema è che dalla disponibilità della casa dipende pure l'inizio di una nuova attività remunerata più altri progetti di vita che in condominio non mi sono possibili... case con prezzo più basso e con spazio esterno (e che non siano in culo ai lupi in borgate di montagna con sterrato ecc.) non ne trovo. Inoltre rinunciare significa perderci così tanti soldi nonché la disponibilità di alcuni garanti che l'acquisto di una casa mi sarebbe precluso (probabilmente a vita).

  7. #27
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    andre o spendi per impianti ora o ti scaldi con le stufette del lidl da 10€ l'una e faia cs con boiler elettrico.
    Amesso che il contatore regga e ti basti il calore generato vai a spendere un botto!
    Secondo me dovresti almeno riuscire a mettere un dual split e uno scaldacqua a metano che alimenti con bombola ( da mettere all'esterno) e appena potrai sostituisci con boiler acs in pdc usufruendo del conto termico e quindi recuperndo i soldi dello scaldino a gas (probabilmente ne recuperi di più)
    Dove l'ignoranza urla...l'intelligenza tace...è una questione di stile...
    Fv 3,6kw - 14 pannelli benq + Inverter Abb 3.0 out.

  8. #28
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Alla fine sto vagliando due possibilità.

    La prima: tutto elettrico.

    Trial split Gree7+7+9 (con 1200 euro me la cavo e vado sul sicuro anche sulla cubatura della stanza col soffitto alto). Così, volendo, il caminetto non sarebbe "obbligatorio" ne l'unico sistema per riscaldare la cucina. Prenderò 3 kit di tubi sottovuoto a perforazione (3x 100~120 euro) e "speriamo che". In effetti qualche dubbio lo nutro in quanto l'unità esterna ovviamente è in vuoto e già carica di refrigerante, i tubi sono in vuoto, ma le unità interne no (e anche fosse in vuoto o in azoto, ovviamente, durante l'installazione vanno tolti i tappi e quindi l'aria entra, umidità compresa... nel migliore dei casi c'è azoto, ma come posso sapere cosa c'è o cosa non c'è?). Una installazione di un trial costerebbe 850~1000 euro e andrei fuori budget alla grande.

    Per i fornelli, ci sono dei Candy sotto i 200 euro con il limitatore a 3KW. Sul contatore chiederò di passare a 4.5 o 6KW. Mi ripasserò i cavi verso la cucina, passerò dei 4mm (anche perché oltre i fornelli, c'è pure il forno e il microonde... non che abbia intenzione di accendere tutto assieme, sia chiaro, ma in qualsiasi caso non voglio problemi perché se si fondono i cavi nei muri o in prossimità delle prese sono ***** amari).

    Per il boiler prenderò un Ariston di quelli EVO/ECO e con 150 me la cavo, di più presso i brico di meno se ordino online (però spesso leggo recensioni di boiler ordinati online che arrivano ammaccati).

    Sulle prese degli utilizzatori principali (forse tranne i fornelli perché 3KW in una volta sola per un aggeggino wifi con relay da 16A siamo decisamente al limite) metterò delle prese intelligenti (le HS110, già ne ho alcune qui, si può spegnere/accendere nonché misurare... con un minimo di software posso fare una gestione carichi).

    Con 2000 euro o poco più dovrei poter fare tutto (salvo che poi il clima non funzioni e li allora potrebbero essere dolori...).

    La contropartita è il consumo elettrico (e l'impianto ma a quello ci penso io, tanto alla fine ho pure scoperto che l'impianto è nuovo solo al piano terra e non al primo, inoltre i punti luce per la cucina sono da spostare, insomma è tutto da rifare... se chiamo l'elettricista ci spendo migliaia di euro, io con 100 euro di materiale me la cavo, poi che non mi rompano le palle con le certificazioni... tanto neppure a me è stata consegnata la certificazione, ne l'ha chiesta il perito ne la banca ne il notaio... quindi...).

    Seconda opzione: tutto gas (a tutto gas hahahah)

    Una buona caldaia a condensazione ma che non costi un occhio (ho visto le Beretta e le Baxi e con 1000 euro me la caverei **). In questo modo avrei risolto il problema acqua calda sanitaria e fornelli.


    Il problema qui sono le spese accessorie. Prima cosa c'è il gas di mezzo e quindi dovrò pagare l'installazione (perché me ne frego delle regole si, ma incoscente no... sulle parti elettriche so esattamente quel che faccio e mi fido più di me stesso che di un elettricista... ma sul gas non voglio scherzare...).
    Solo che ovviamente se ci sono lavori murali o peggio idraulici, e ci saranno per forza, sono *****, rischio di pagare più di manodopera che di caldaia.
    Anche perché mancano i tubi per il riscaldamento (e mi preoccupa il fatto di dover demolire mezza casa, probabilmente dovranno passare esterni cosa che odio ma dubito sia possibile scavare nei muri).
    In più, ovviamente, mancano i termosifoni (o i fancoil ma sinceramente non mi va di spendere 500 euro a stanza per i fancoil quindi fan...culo ai fancoil :-P).

    Sto chiedendo per i bomboloni. Ma dubito che, fra tutto, me la possa cavare con 2000 euro. Inoltre le tempistiche per l'installazione sono molto differenti (anche perché c'è pure l'incognita bombolone).
    Non solo, ho pure timore che in questa zuppa ci vada pure la SCIA e allora si che non se ne esce più vivi fra tempi e costi.

    A meno che: faccio io la parte idraulica fino a dove andrà la caldaia... chiamo un tecnico certificato e gli faccio montare la caldaia e bon e dico che il resto dell'impianto "c'era già" o "non lo so" :-P Però dovrei spiegare anche perché ho comprato io una caldaia e non lui.
    Rimane però il bombolone e sicuramente la SCIA per lo stesso. Devo anche capire come funziona per il GPL, se c'è una spesa iniziare per un "pieno" o comunque un anticipo sui consumi.
    Poi ci sono varie incognite come quella del giardino, dei camion che dovranno entrare, ecc... non mi attira tanto l'idea... certo sarebbe tutto più comodo, più affidabile e più economico della soluzione elettrica.

  9. #29
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Una volta montati, devi fare assolutamente il vuoto all'impianto.
    Non esistono tubi sottovuoto, dove li hai visti ?

  10. #30
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    I tubi esistono, li compri online, ma meglio che li lasci dove sono e compri una pompa da vuoto: dato che vuoi installare un trial, di fatto ti costa come 3kit sottovuoto e hai il vantaggio che fai il vuoto anche nelle unità interne.

  11. #31
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Non capisco come fai a collegare i tubi e non far entrare aria.

  12. #32
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    C'è un diaframma che si perfora solo dopo aver stretto i raccordi. Sul tubo vedi tutto..

  13. #33
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Allora, a leggere sui vari forum molti hanno lo stesso mio dubbio riguardo l'aria che rimane negli split. Inoltre mi sono reso conto che questi kit sono sempre più irreperibili in commercio :-( In effetti hai ragione Top,, una pompa a vuoto con un vacuometro costa come un paio di kit, e io di kit di tubi dovrei prendere tre...
    Potrei prenderei i tubi normali (magari già a misura e con le cartelle) e la pompa a vuoto. Certo non posso fare cose sofisticate, dovrò basami su un vacuometro meccanico, non potrei fare la prova in pressione con azoto, ecc. insomma devo poi solo sperare che non ci siano perdite. Magari l'unica altra cosa che potrei prendere oltre la pompa sarebbe una chiave dinamometrica, così non rischio di rovinare le cartelle o non stringere abbastanza i raccordi.

  14. #34
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Tralasciamo il fatto che è vietato fare l'installazione fai da te, il fatto che la garanzia preveda un montaggio a norma e la certificazione.
    IL vuoto va fatto per forza, non dare retta.

    Se non ti va di spendere dopo per probabili perdite di refrigerante e se hai una certa manualità, puoi fare tu la predisposizione:
    Compri il materiale necessario, tubo rame di adeguata misura , tubo scarico condensa , tubo per passaggio cavi elettrici.

    Passi tutte le tubazioni o sotto traccia o in canala, facendo attenzione alla piega dei tubi se non hai esperienza.

    Fatto cio' trovi un installatore per il montaggio, dicendo che hai già la predisposizione.

  15. #35
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Vi racconto com'è andata a finire. Ci è stata proposta la soluzione pellet (da cui stare ben lungi perché impegnativa e perché temevo che scaldasse una sola stanza e il resto della casa rimanesse gelato, cosa che ho preconizzato e che si è verificata...), quella GPL, pompa di calore, split, ecc.
    La più economica è risultata la pellet canalizzata. 2000 euro di lavori e 1400 di stufa. Qualsiasi altra cosa non era alla mia portata (per GPL o pompa di calore avremmo speso più di impianto che per ristrutturare la casa, cose che andavano dai 7 ai 13 mila euro materiali esclusi).
    Purtroppo i lavori sono stati fatti con i piedi (a fare un complimento): tubi di alluminio i più economici che esistono e non coibentati. Errori, rifacimenti, tubi sporcati con cemento e stucchi e di conseguenza diventati fragili. E che poi il termotecnico è stato costretto a giungere i tubi dietro la stufa (era tentato di incanalarli con altri tubi).
    Risultato: cucina calda (stanza meno usata della casa), camera da letto "può andare", bagno "può andare"... studio: si gela tanto da vedere il fiato che condensa. Anche perché il soffitto è inclinato e si unisce al piano sopra e le bocchette di bagno e studio sono state messe sul soffitto (a circa 2.5 metri di altezza). Avevo chiesto rassicurazioni per mesi, sin dall'inizio, mi era stato detto che "negli uffici è così e sono caldi". Salvo poi dire, a cose fatte, quando l'evidenza dei fatti era incontestabile "lo sanno tutti che il calore sale verso l'alto".
    Adesso... il termotecnico mi ha proposto cose dell'altro mondo, tipo installare una seconda stufa a pellet. Il che non esiste. Ho provato un termoconvettore da 800W (di più no perché non potrei permettermi poi bollette da 300~400 euro) ma riesce a fare molto poco. Si sta male in quella stanza persino col cappotto e ancora non c'è un gelo intenso.
    Risultato: per sei mesi l'anno vorrà dire che lavorerò dalla camera da letto. In attesa di vendere la casa... non ho traslocato ma già la odio profondamente (tra l'altro non arriva MAI sole diretto d'inverno, MAI e su nessun lato della casa). Una casa venduta da Tecnocasa come prima casa ma che nella maniera più assoluta non potrebbe mai esserlo (e non solo per il discorso prestazioni energetiche ma per tanti altri motivi vedi fosse biologiche microscopiche e altre magagne saltate fuori ovviamente "dopo").
    Non solo. Dopo aver acceso la stufa, mi sono reso conto che anche a finestre aperte stavo male. Ho la gola in fiamme. Spero sia solo per la prime volte perché la stufa è nuova e spero di abituarmi perché diversamente altre soluzioni ormai non ce ne sono e qui dove vivo ora devo liberare e lasciare casa...

  16. #36
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Per la serie: lavori da incubo. Non capisco proprio perché abbiano deciso di installare i bocchettoni vicino al soffitto, al piano superiore tra l'altro che significa fare tracce nei muri ancora più lunghe. Dovresti provare a ricontattarli per chiedere se almeno possono far uscire i bocchettoni più in basso, dato che sicuramente la canalizzazione arriva dal basso.

    Ma li hai già pagati questi qui? Mettere una seconda stufa (a pellet o legna) potrebbe essere la soluzione meno peggio, chiaramente non canalizzata (così la compri al brico) da mettere al centro dello studio e magari temporizzarla.

    Hai la gola in fiamme perché la stufa scalda l'aria e la secca (non hai riscaldamento per irraggiamento): dovresti pensare ad un modo per umidificare un po'. Con i termosifoni si mettono dei recipienti vicino agli elementi riscaldanti, nel tuo caso dovresti mettere un umidificatore/deumidificatore.

  17. #37
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Mi sono imbattuto in gente che non ha voglia di lavorare e non ha rispetto per il cliente! Ma in generale ho visto che le imprese edili sono così, vogliono guardare tanto facendo il minimo. Mi sono trovato cose fatte come volevano loro per fare più infretta o per risparmiare anche sulle minine cose. Qualche esempio: scatole di derivazione che finiscono nel nulla (senza prese ne punti luce ne altro) perché "troppi punti luce" (avevamo stabilito una cifra a preventivo e non hanno voluto saperne di fare neppure una presa in più, mi sono dovuto trovare a farle io scavandomi pure i pozzetti nel muro! mi avevano lasciato persino la cucina senza presa del frigo!). Boiler messo come altezza a metà parete (perché lo sanno solo loro). E senza valvole di sicurezza perché così han risparmiato 2 euro. Bagno lasciato senza rimontare la porta (cui hanno rotto i bordi nello smontarla). Cartongesso piazzato a***** ovunque per non fare canaline e nascondere corrugati. Soffitto del bagno lasciato al grezzo da rasare e tinteggiare perché "le decorazioni sono a parte" (dopo aver speso 11.000 euro di lavori...).
    Quanto alle canalizzazioni dell'aria non c'è stato verso di ottenere modifiche. Per loro non c'era soluzione (e per di più sulla stessa parete han fatto passare le tracce elettriche quindi addio, a parte che da gennaio sto in una casa in affitto fuori contratto, non posso fare operare murare, devo solo dare il bianco e traslocare o qua ci sbattono in mezzo alla strada e non è un modo di dire).
    Spiego anche perché non voglio altre stufe (a parte i costi non più sostenibili ormai): stanza di 12mq........ da cui togliere ovviamente lo spazio affinché si apra la porta... lo spazio per una scaletta in legno che va al piano sopra (onde evitare che in pieno inverno di andare in bagno di notte scendendo le scale magari gelate e bagnate esterne in pigiama)... spazio per librerie e scrivania... e direi che lo spazio è esaurito, c'è giusto lo spazio per muoversi.
    Dove la metto una seconda stufa? Esco io di casa e metto la stufa... Poi c'è la questione pellet, io avevo messo in conto di comprarne per una sola stufa non per due... rischio di non riuscire a pagare tutto, fra pellet, utenze e tasse...
    Spero di risolvere quantomeno per l'aria secca, ma il resto è davvero una grana...

  18. RAD
Pagina 2 di 2 primaprima 12

Discussioni simili

  1. PDC da piccola ditta locale o grandi marche
    Da giorgitus nel forum POMPE DI CALORE
    Risposte: 5
    Ultimo messaggio: 30-12-2017, 16:17
  2. Problemi su caldaia a pellets DZ20, non scalda la casa
    Da Piero29 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 10-02-2015, 21:03
  3. Problemi di fumo in casa
    Da Davide1981 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 08-02-2013, 09:05
  4. riscaldare una piccola casa in pietra
    Da luka_74 nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 31-07-2012, 14:15
  5. Impianto nuova piccola casa
    Da marco.pampana nel forum In Casa
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 12-05-2009, 19:24

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •