i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Visualizzazione dei risultati da 1 a 18 su 18

Discussione: posa lana di vetro

  1. #1
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito posa lana di vetro



    per coibentare il sotto tetto non fruibile mi è stato consigliato di posare la lana di vetro incrociando due strati, essendo l'altezza molto bassa risulta molto diffile lavorarci, quindi ho preso in considerazione di stendere solo uno strato molto alto 20cm , il risultato potrà avere conseguente sulla efficienza?
    ho visto che la lana di vetro risulta essere un materiale difficile e costoso da smaltire è preferibile il polistirene stiferene o stiferite?

    grazie per i vostri eventuali consigli o pareri

  2. #2
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai preso in considerazione i fiocchi di cellulosa ? Per il cosiddetto insufflaggio aperto e a secco , é un materiale da tenere in forte considerazione ( secondo me il migliore ) , isola dal freddo , dal caldo , dal rumore , dall’umidita , ignifugo , e inattaccabile da insetti e roditori , e facile e veloce da posare
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  3. #3
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    da tenere in forte considerazione
    non esageriamo, è una delle tante soluzioni sul mercato
    ( secondo me il migliore )
    secondo te ... il prezzo fa la differenza !
    isola dal freddo , dal caldo
    e se no' ... cosa la metti a fare ?
    dal rumore
    insomma ... qualcosa fa ! ... ma il rumore lo abbatti con ben altro !
    dall’umidita
    direi proprio di NO ! ... ci vuole una barriera al vapore (minimo un foglio di cellophane, il TOP in alluminio)
    ignifugo
    seeee ! la cellulosa brucia ... la usano per la carta, al massimo contiene "ritardanti" alla fiamma ... ma poi ?
    e inattaccabile da insetti e roditori
    devi fare in modo che non ci "arrivino" ... (trappole e veleni) diversamente ci vanno a nozze !
    e facile e veloce da posare
    e questa l'hai azzeccata !

  4. #4
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    veramente le ho azzeccate tutte perche so di cosa parlo
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  5. #5
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ... e guada caso siamo in due !

  6. #6
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    Hai preso in considerazione i fiocchi di cellulosa ? Per il cosiddetto insufflaggio aperto e a secco , é un materiale da tenere in forte considerazione ( secondo me il migliore ) , isola dal freddo , dal caldo , dal rumore , dall’umidita , ignifugo , e inattaccabile da insetti e roditori , e facile e veloce da posare
    Il migliore e' quello che fa piu' al caso di ognuno. La cosa migliore sarebbe rifare proprio il tetto, ma ci sono bei costi.

  7. #7
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ClauBKK Visualizza il messaggio
    p
    ho visto che la lana di vetro risulta essere un materiale difficile e costoso da smaltire è preferibile il polistirene stiferene o stiferite?

    grazie per i vostri eventuali consigli o pareri
    ci sono pannelli di questi materiali, volendo con gia osb assemblato per eventuale calpestio.

  8. #8
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da fedonis Visualizza il messaggio
    Il migliore e' quello che fa piu' al caso di ognuno. La cosa migliore sarebbe rifare proprio il tetto, ma ci sono bei costi.
    il tetto se non si hanno infiltrazioni , appunto per l’alto costo di rifacimento , si opta per la coibentazione del solaio che risulta alquanto più economica
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  9. #9
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    *** Citazione integrale rimossa. Violazione art.3/d del regolamento del forum. Mod.DanySM73 ***

    Le infiltrazioni non sono il problema più grosso. Coibentare da dentro è sempre un ripiego. Avrai sempre un sottotetto umido e freddo se sottotegola non hai almeno la guaina vapore ( pure buona). Per cui, se non metti mano e ti limiti a isolare sottotetto, meglio un materiale come il polistirene, magari accoppiato con osb.
    Ultima modifica di DanySM73; 30-09-2018 a 07:23

  10. #10
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Beh certo che sì , le infiltrazioni sono il problema più grosso , parlo ovviamente d ‘ infiltrazioni d’acqua , il sottotetto in questione , come spiegato dall’utente nel primo post , non é utilizzabile per via dell’altezza , quindi non serve renderlo calpestabile con osb , o si utilizzano coibenti sciolti oppure in rotoli , se lana di roccia o vetro con carta Kraft da appoggiare sul lato caldo , mentre coi fiocchi di cellulosa non serve nessun freno al vapore e si può posare a secco , cioè direttamente sulla soletta senza prevedere guaine di freno al vapore proprio per le caratteristiche di questo coibente .
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  11. #11
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    mentre coi fiocchi di cellulosa non serve nessun freno al vapore e si può posare a secco , cioè direttamente sulla soletta senza prevedere guaine di freno al vapore proprio per le caratteristiche di questo coibente .
    Ma intendi quella che viene posata con insuflaggio oppure anche li si può fare il fai da te?


    Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

  12. #12
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Si é la stessa per insuflaggio , per insufflaggio aperto s’ intende la stesura del coibente manualmente , quindi é solo adagiato sul solaio , e non servono macchinari da insufflaggio , se c,é un minimo di altezza per il trasporto dei sacchi , altrimenti si usa il macchinario per insuflaggio
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  13. #13
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    rifare il tetto è troppo costoso quindi scartata in partenza, sotto le tegole c'è uno strato di carta catramata nessuna infiltrazioni di acqua, la parte centrale vorrei mettere del materiale calpestabile (polistirene)per poter accedere al tetto e alla antenna tv, pannelli osb troppo grandi dovrei tagliarli per poterli portare sù, ho visto su forum che con pochi centimetri di polistirene qualcuno dice di essere soddisfatto .
    sul questo sito Stiferite Srl - Calcolo on line trasmittanza termica e verifica condensa con metodo di Glaser ho fatto delle simulazioni, con la lana di vetro la trasmittanza risulta 0,18 con xps di 5 cm invece 0.6 troppo alta?
    ma ritorno al mio primo quesito, accostare la lana di vetro senza incrociarla perderà in afficienza?
    cellulosa vedrò se trovo qualche info

  14. #14
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da DanySM73 Visualizza il messaggio
    , se c,é un minimo di altezza per il trasporto dei sacchi , altrimenti si usa il macchinario per insuflaggio
    Io ho il problema che fino a circa un mt dal muro perimetrale riesco ad arrivare con fai da te ma oltre e impossibile. Forse con un tubo ci si arriva. Ma umanamente è impossibile.
    Avendo tetto su quattro falde mi resterebbe un mt su tutto il perimetro scoperto


    Inviato dal mio Redmi 4X utilizzando Tapatalk

  15. #15
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    X America
    a questo punto valuta se farti riempire solo lo spazio difficilmente raggiungibile con macchinario e il resto farlo in fai da te , o farti fare tutto il lavoro da una ditta specializzata , lo spazio esiguo va riempito e sfruttato in ogni minima parte , e riesci solo col macchinario da insufflaggio .

    X ClauBKK
    Incrociare gli strati é un ottimo sistema per evitare ponti termici dovuti all’interstizio che può rimanere tra i pannelli di coibente , e anche per facilitare il trasporto e la stesura dello stesso in spazi non proprio agevoli come nel tuo caso . Nel primo messaggio parlavi di 20cm di lana di vetro , non puoi confrontarli a 5 cm di xps , ma dovrai confrontarli a parità di spessore , per la passerella calpestabile o usi xps adatto al calpestio oppure fai una struttura in legno che andrai a riempire con lo stesso coibente in rotoli e poi a chiudere con assi in legno
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  16. #16
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    ho guardato per la cellulosa ma ho trovato solo rivenditori per aziende e posatori, poi non mi sembra proprio adattta al fai da te.
    credo che opterò per la lana di vetro incrociata da 12 cm ( € 3.20 al mq x 2 ) per la parte ai lati, per la parte centrale vedrò di aumentare lo spessore di xps magari aumentandolo se necessario in seguito o come tu mi hai suggerito con il legno.
    grazie tante DanySM73

  17. #17
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    incrociando due strati la lana di vetro con carta kraft per la protezione al vapore come fare?
    al secondo strato la si toglie?

  18. #18
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    se il sottotetto risulta molto umido puoi mettere i due stati con carta Kraft uno a contatto col solaio e l’altro girato in modo che lo strato di carta Kraft guarda il soffitto , a mo di sandwich , spero di essermi spiegato correttamente , questo dovrebbe preservare il coibente , se non hai problemi d’umidità il secondo strato può essere privo di carta Kraft , che poi sarebbe lo stesso risultato se usassi un solo strato
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  19. RAD

Discussioni simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 24-09-2018, 17:31
  2. Isolamento sottotetto lana di vetro SI o NO Freno vapore?
    Da maxdj87 nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 11-04-2017, 13:31
  3. Stufe Nunnauuni e lana di vetro
    Da mabi nel forum Termostufe, Termocamini e Termocucine
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 16-05-2012, 16:21
  4. isolamento interno: lana di vetro o celenit
    Da massimo ca nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 6
    Ultimo messaggio: 18-11-2008, 12:46
  5. Lana di vetro, polistirolo o altro?
    Da dibilino nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 31-03-2008, 18:16

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •