Mi Piace! Mi Piace!:  4
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 5 di 41 primaprima 1234567891011121314151617181925 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 81 a 100 su 813

Discussione: Dalla truffa Volkswagen alla mobilità elettrica

  1. #81
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Tersite, i kWh sono kWh...
    Quelli elettrici sono per il 40% da rinnovabile, e il restante è prodotto sicuramente con efficienza almeno tripla rispetto a un qualsiasi veicolo.
    Dobbiamo ricordare che il rendimento reale dei termici sarà intorno al 10-15%?
    Nel mio primo conto ho usato i dati postati da un utente possessore di auto elettrica, usato le perdite di trasmissione denunciate da Enel, la resa media di una centrale termica denunciata dalla stessa e a paragone i dati di una automobile di serie di parecchi anni fa (neanche dell'ultimo tipo). Non so cosa avrei potuto fare di meglio.

    Poi, ripeto, oltre questo aspetto c'è il sistematico "dimenticarsi" che anche la filiera del petrolio ha un'efficienza (bassissima) di estrazione, raffinazione e distribuzione.
    Non lo dimentico, sei tu che ti dimentichi che il gasolio che non metti nella macchina è lo stesso che brucerà l'Enel per caricarti la batteria.Sono un testone e ci riprovo a spiegarmi. Attualmente 40 sono da rinnovabili e vengono usate tutte perchè alcune sono più convenienti e altre l'enel è obbligata ad usarle. Deve bruciare fossili per il rimanente 60. Se abbiamo bisogno di 101 o si aumentano le rinnovabili o si aumentano le fossili. Concordo sul fatto che sia auspicabile aumentare le rinnovabili, ma lo è indipendentemente dal problema sul tappeto.Successivamente hai citato una serie di cose positive sulle quali non si può non concordare.Ti sei dimenticato però di citare anche le numerosissime baggianate che circolano sui forum. Ci sono cose che funzionano, baggianate e altre che hanno bisogno di tempo e miglioramenti per funzionare, o magari non funzioneranno mai. Io mi entusiasmo per le cose del primo tipo
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  2. #82
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    e infatti non ho citato baggianate. I veicoli elettrici ci sono e funzionano benissimo, se leggi i miei post scoprirai che io non baro neanche sul costo dell'energia elettrica....
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #83
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    .... oltre questo aspetto c'è il sistematico "dimenticarsi" che anche la filiera del petrolio ha un'efficienza (bassissima) di estrazione, raffinazione e distribuzione. ... è un gioco delle 3 carte.. riguarda soprattutto le emissioni locali, quelle cancerogene e inquinanti. Non ve ne frega niente? Continuiamo tutto come prima? ... E' solo una presa per i fondelli secondo voi?...Ma si dai, basta FV che è incentivato, basta energia pulita. Continuiamo sulla solita strada...Basta isolamento termico, che magari per produrre i cappotti stanno inquinando chissà dove... torniamo agli impianti di riscaldamento a gasolio...E i LED? Chissà quanto fanno male alla vista e all'ambiente, rivoglio le lampadine a incandescenza!
    Poi magari ... progettiamo ... la colonizzazione di Marte per salvare l'umanità.
    Che cè R U sei inc......,arrabbiato???
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  4. #84
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    I veicoli elettrici ci sono e funzionano benissimo, se leggi i miei post scoprirai che io non baro neanche sul costo dell'energia elettrica....
    Infatti non sei tu che bari, ma è la fiscalità che nasconde i dati reali.
    Il nostro amico con la saxo per fare 100 km paga all’enel 3.4 €, (dato desunto dalla mia bolletta per 17 kWh)
    Io ne do 6,5 al benzinaio per il mio diselino, il mio amico con il gas spende 3.6 € (poco vero?), l’estimatore del benzina spenderà invece 8,8€.
    Tutti bruciano più o meno le stesse calorie di provenienza fossile, ma costi diversi.
    La differenza è dovuta principalmente ai balzelli fiscali.
    A proposito del gas mi ricordo che molti anni fa i possessori dei primi impianti a gas compravano le bombole per la cucina e facevano il pieno all’automobile (rischiando grosso) ora mi pare che ci siano in vendita dispositivi che consentono di prelevare il gpl dalla macchina per caricare le bombole della cucina.
    Il gioco delle tre carte o come diceva il gattopardo: “bisogna che tutto cambi affinchè nulla cambi”
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  5. #85
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    no dai arrabbiato no.... è che certe affermazioni, per giunta ripetute, a me fanno un po' cadere le braccia...

    Voglio citare Tersite, che tra l'altro non è particolarmente "ostile" ma sicuramente vede le cose un po' distorte anche se in buona fede.

    Lui dice che non sa cosa potrebbe fare di meglio rispetto al suo primo post. Eccolo:

    Quote Originariamente inviata da tersite3 Visualizza il messaggio
    Prendiamo per buono quello che riferisci. Per fare 100 km compri da Enel 16 kWh.
    La centrale Enel, per sopperire alle perdite di carico e trasformazione ne deve produrre almeno 17.7.
    Per produrre questi chilowatt, con una centrale termica a gasolio con resa dignitosa, deve bruciare 3.6 litri di gasolio.
    Una VW classe Lupo 1200 tdi secondo i dati della casa mediamente i 100 Km li fa con 3.15 litri. Con prestazioni sicuramente superiori alla tua saxo elettrica.
    Da un punto di vista risparmio di combustibile fossile il tuo macinino è più esoso.
    Io invece la vedo così: un utente mi indica un consumo reale, e ci credo non lo metto in dubbio scrivendo "prendiamo per buono", anche perchè coincide con il consumo rilevato da me e da altri utenti di auto elettriche "datate".
    Poi parla di perdite di carico e trasformazione e le stima al 10%, e infine calcolo 3.6 litri di gasolio bruciati da enel come se TUTTA l'energia elettrica fosse prodotta bruciando gasolio

    Infine, per completare il confronto obiettivo e corretto cita i consumi DICHIARATI (non reali) della Lupo! Una delle più efficienti auto termiche!

    Il confronto corretto, per dire se un "macinino" è più o meno efficiente dell'altro, io lo faccio così. Però confrontiamo due veicoli al top della rispettiva categoria, non uno attualissimo termico e una Saxo di 15 anni fa?

    La Lupo dichiara nel ciclo misto 3 l/100 km -> consumo DICHIARATO circa 300Wh/km.
    (Lascio a voi i commenti su quanto sia reale fare 33km/l)

    La Citroen C0 (non la migliore) dichiara nel misto 7.4km/kWh cioè circa 135Wh/km.

    Questa è la differenza di rendimento: una qualsiasi auto elettrica rende energeticamente più del doppio della migliore utilitaria A GASOLIO...

    Quello che succede a monte non ci può interessare più di tanto, è in continua evoluzione e l'evoluzione va ulteriormente a vantaggio dell'elettrico: la quota di rinnovabili aumenta ovunque, mentre il costo energetico dei combustibili fossili peggiora e peggiorerà sempre di più.

    I conti non si fanno come li hanno fatti in questo 3d alcuni "scettici". Per esempio i carburanti al distributore li porta una autobotte, tipicamente a gasolio, insomma anche per i carburanti tradizionali ci sono perdite lungo la filiera.

    Non lo dico io, lo dicono i veri esperti per esempio nel link che vi rimetto:
    http://www.energeticambiente.it/inqu...ergetiche.html

    In fondo all'articolo del link c'è anche un confronto tra auto elettrica e auto tradizionali: la percorrenza per unità di energia è quasi doppia per l'elettrica rispetto al benzina, nonostante il mix energetico americano sia molto meno rinnovabile del nostro.

    Insomma, i dubbi ci sono e sono tanti, per esempio la durata delle batterie: finchè i costi dei veicoli elettrici sono così elevati il rientro dell'investimento avviene dopo parecchie decine di migliaia di km e le batterie devono durare almeno altrettanto.

    Ma continuare a voler credere che la mobilità elettrica sia inquinante e energivora quanto quella termica è veramente un pregiudizio che spero venga superato al più presto.

    Scusate se mi accaloro ma io la uso tutti i giorni, e un po' di conti e considerazioni li ho fatti...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  6. #86
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    oddio mentre scrivevo ha scritto Tersite ed ha scritto un'altra inesattezza.

    1 kWh elettrico costa tra 0,2 e 0,3 €, a seconda di contratto e scaglioni di consumo, mentre 1 kWh termico alla pompa costa meno di 0,15€.

    Se c'è una energia che costa troppo in Italia è quella elettrica, e infatti stanno per rivedere la fatturazione ed eliminare gli scaglioni.

    Ricordo che benzina e gasolio sono scesi grazie alla guerra commerciale e politica tra paesi arabi e USA; l'USA ha aumentato moltissimo la produzione interna con l'uso di fracking, sabbie bituminose e altre amenità che stanno GIA' devastando interi territori.

    Tersite... ahiaiaiiiii...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  7. #87
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    oddio mentre scrivevo ha scritto Tersite ed ha scritto un'altra inesattezza.

    1 kWh elettrico costa tra 0,2 e 0,3 €, a seconda di contratto e scaglioni di consumo, mentre 1 kWh termico alla pompa costa meno di 0,15€.
    Se mi paragoni il kWh Elettrico al kWh termico mi arrendo.
    Sarebbe come paragonare il contenuto delle ovaie dello storione con il contenuto del suo stomaco. Infatti, ammesso che sia cannibale, il caviale può finire per intero nello stomaco, mentre molto poco dello stomaco va a finire nelle ovaie
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  8. #88
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    e di grazia come vorresti confrontare due forniture energetiche?

    Tu i combustibili liquidi li compri per innaffiarci le piante o per usarne, appunto, il contenuto energetico?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  9. #89
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    e di grazia come vorresti confrontare due forniture energetiche?
    Lo so che queste cose le sai ma ti piace provocare.
    Il valore di un bene dipende dall'utilità che può avere.
    Con il kWh elettrico ci posso fare quel che mi pare con mezzi banali e rese prossime all'unità.
    Con il kWh termico mi faccio la doccia o le uva al tegamino. Se voglio farci altro devo complicarmi la vita e perdere un sacco di energia per strada.
    Se tu mi proponi di comprare 1 grammo di oro a 30 € accetto subito; se mi proponi di comprare una tonnellata di sabbia aurifera contenente un grammo teorico di oro allo stesso prezzo ti becchi un gestaccio. Con i miei mezzi al massimo posso recuperare 400 milligrammi di oro con molto lavoro. Riprova con 5€ e forse si può fare.
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  10. #90
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    no guarda che non era una provocazione. Tu hai parlato di tasse sui carburanti e io ti ho fatto notare che l'elettricità è tassata altrettanto se non di più.

    Mi sembra ti mancano molte informazioni, o forse non riesci ad avere una visione d'insieme.

    Il kWh elettrico puoi "bruciarlo" con rendimento 1, oppure usarlo più intelligentemente per scaldare con una PdC con rendimento (o meglio efficienza) 2-3-4 o anche di più.
    Idem per il kWh termico, puoi farci andare una turbina con rendimento elevato o un MCI con rendimento pietoso (quello che tu SEMBRI sponsorizzare).

    Quindi ... è proprio meglio parlare di Wh/km e di costo del kWh no?

    Voi dite che i mezzi elettrici non sono efficienti, io faccio notare che il costo al km è inferiore anche se l'elettricità costa di più... non è una provocazione, è fare due conti.

    Se per spostarti preferisci comprare un carburante a 0,15 €/kWh e poi usarlo in un MCI buttando via più dell'80% dell'energia in calore beh, libero di farlo (lo faccio anche io) ma non puoi dire che è più efficiente di un mezzo che usa l'energia prelevata in percentuale molto più elevata, tanto da risultare più economico (in €/km) pur pagando l'elettricità 0,3€/kWh.

    Come ho ripetuto più volte è complicato fare i conti corretti sull'impatto ambientale, l'LCA, l'efficienza della filiera e tutto il resto.

    O si fa uno studio serio, oppure il modo più immediato, utile e neanche tanto errato (MIA OPINIONE) è calcolare quanto ti costa.

    Muoversi con un'auto elettrica costa meno della metà che muoversi con un motore MCI, e guarda caso anche l'impatto ambientale (secondo studi seri pubblicati su una rivista seria) è intorno alla metà o meno.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  11. #91
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    no guarda che non era una provocazione. Tu hai parlato di tasse sui carburanti e io ti ho fatto notare che l'elettricità è tassata altrettanto se non di più.
    L’hai detto ma non è assolutamente vero. Tanto per incominciare l’IVA è al 10 %. Se Enel dovesse comprare il gasolio alla pompa col cavolo che potrebbe vendermi il kWh a 0.069 base come da bolletta (poi ci sono le solite ricariche commerciali)

    Il kWh elettrico puoi "bruciarlo" con rendimento 1, oppure usarlo più intelligentemente per scaldare con una PdC con rendimento (o meglio efficienza) 2-3-4 o anche di più.
    Come detto in precedenza il m3 di gas lo uso per scaldarmi con efficienza molto elevata senza passare per le turbogas dell’enel e poi con le costose pompe di calore (anche se non sono da buttare).
    Quello che ti frega sono le leggi della termodinamica le pompe di calore hanno un COP strabiliante per delta di temperatura ridotte. Se hai una temperatura ambiente di zero gradi e vuoi farti bollire l’acqua per il tè è meglio usare qualcos’altro.
    Idem per il kWh termico, puoi farci andare una turbina con rendimento elevato o un MCI con rendimento pietoso (quello che tu SEMBRI sponsorizzare).
    Non sponsorizzo un bel niente. Un grosso impianto ha sicuramente possibilità di avere rendimenti elevati, diciamo il doppio, di uno piccolo, ma se questi vantaggi mi vengono vanificati nei passaggi successivi non ci trovo grossi vantaggi. Ripeto che sono considerazioni termodinamiche e ambientali, non monetarie



    Voi dite che i mezzi elettrici non sono efficienti, io faccio notare che il costo al km è inferiore anche se l'elettricità costa di più... non è una provocazione, è fare due conti.
    Ho sempre affermato che il motore elettrico è il più efficiente in assoluto. Caso mai è la filiera che non è efficiente. Ma anche il modo di usare il motore. Se a te piace girare ai 90 all’ora non devi fare paragoni con il piffero che sgomma ai semafori e appena può supera i 130. Grazie al dibattito ieri ho fatto una prova con il mio diselino sulla tangenziale ho settato il cruise control sui 90, ho fatto più di 25 km con un litro. Di solito mi avvicino a stento ai 20.

    Muoversi con un'auto elettrica costa meno della metà che muoversi con un motore MCI, e guarda caso anche l'impatto ambientale (secondo studi seri pubblicati su una rivista seria) è intorno alla metà o meno.
    Come ti ho fatto notare nel post precedente con il GPL siamo quasi alla pari (o forse di meno), ma sono problemi contabili. La benzina ha lo stesso potere calorifico del GPL ma costa il triplo, perché?

    Ma il problema non è quello dei soldi.
    Se preferisci girare con una tesla piuttosto che un ferrarino, se te lo puoi permettere , sono affari tuoi. Non puoi però atteggiarti a salvatore dell’ambiente perché viaggi elettrico e far vergognare me che uso il diesel da 90 cavalli.
    Impesti l’ambiente molto di più tu, anche se non direttamente.
    E’ questo che cerco di dire dal primo post.
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  12. #92
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    ok ora l'hai detto, e anche ripetuto.

    Non ho mai detto che devi vergognarti, anche io ho un diesel da 110 kW..

    Continui a fare affermazioni inesatte e smentite dal pianeta intero, vai a spiegarlo alle ferrovie di tutto il mondo che abbandonare le motrici diesel per passare all'elettrico è stato un crimine ambientale.

    Non mi sembra più il caso di replicare, altrimenti diventa una polemica tra me e te e non era questo lo scopo del 3d...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  13. #93
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    ..
    Continui a fare affermazioni inesatte e smentite dal pianeta intero, vai a spiegarlo alle ferrovie di tutto il mondo che abbandonare le motrici diesel per passare all'elettrico è stato un crimine ambientale.
    .
    Consentimi ancora una replica. Poco sopra ho fatto il panegirico dei tram, non mi pare che i treni vadano a batteria. la corrente se la trovano sul cavo sopra la testa. E' questo che vi frega
    Ogni problema complesso ha una soluzione semplice. Ma è sbagliata

  14. #94
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    ok cambiamo argomento, questo è un po' più attinente...

    Non ho capito cosa, rispetto ai tram, fregherebbe chi. Il trasporto elettrico su gomma o rotaia ha sempre avuto, appunto, il limite dei "cavi sopra la testa".

    Per il treno questo non è un limite essendo un mezzo su rotaie quindi a percorso obbligato, per i tram e i filobus si.

    Io ricordo Napoli negli anni 70, o anche Milano in alcune zone. Per alimentare tram o filobus era stata creata una rete di linee elettriche che sicuramente era costosa e anche esteticamente brutta.
    Ma non credo che tram e filobus siano quasi scomparsi dalle città per questo motivo, probabilmente c'era meno sensibilità riguardo inquinamento e risparmio energetico, e sicuramente gli autobus tradizionali hanno più flessibilità di uso. Un incidente o dei lavori lungo il percorso possono essere aggirati, con tram e filobus no.

    Ora sono allo studio (in alcuni paesi già in fase di sperimentazione) autobus elettrici a batterie, con l'evoluzione delle ricariche rapide potranno essere usati pacchi batterie molto meno voluminosi, con tanti piccoli "rabbocchi" di energia alle singole fermate.
    Niente cavi sopra la testa ma elettrici comunque.

    Immagino che avrai da ridire anche su questi possibili sviluppi. Meglio continuare con i nostri meravigliosi autobus diesel che quando te li ritrovi davanti devi mettere il ricircolo e sperare che non facciano lo stesso tuo percorso.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  15. #95
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Che sia possibile viaggiare già oggi e subito con auto elettriche per uso quotidiano è dimostrato e incontrovertibile.
    Il fatto del come si viaggi andrebbe analizzato per consapevolizzare sul fatto che ridurre le aspettative medie che si hanno da un auto e riportarle allo stretto necessario ,renderebbe la transizione molto più sostenibile anche per il restante parco vetture.
    Il fatto di viaggiare al massimo sotto i 100 km orari viene sottovalutato dimenticandosi l'incidenza del cx in rapporto alla velocità e superfici frontali,dimenticandosi quanti gadget energivori sono stati introdotti negli ultimi anni più per esigenze di mercato che per reale necessità dell'utenza finale.
    Riguardo alla rete ,è solo questione di organizzazione,le persone dovrebbero andare al lavoro e mettere sotto ricarica,oppure disporre di mezzi con due pacchi dei quali uno ricaricato durante il periodo nel quale il loro pv produce,ma questi sono desideri non indispensabili,fare si può,ora e subito

  16. #96
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Piccola considerazione,guidare un auto elettrica che consuma 150Wh per ogni km percorso,equivale ad un benzina che faccia più di 60 km con un l.
    Oltretutto i margini di miglioramento sono ancora ampi.

  17. #97
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio

    La Lupo dichiara nel ciclo misto 3 l/100 km -> consumo DICHIARATO circa 300Wh/km.
    (Lascio a voi i commenti su quanto sia reale fare 33km/l)

    La Citroen C0 (non la migliore) dichiara nel misto 7.4km/kWh cioè circa 135Wh/km.

    Questa è la differenza di rendimento: una qualsiasi auto elettrica rende energeticamente più del doppio della migliore utilitaria A GASOLIO...

    Quello che succede a monte non ci può interessare più di tanto, ..
    Beh Riccardo..su questo non sono d'accordo...l'energia elettrica non è una fonte ma solo un vettore..per cui quello che ci interessa è proprio quello che ci sta a monte..cioè la fonte.

    Inserire auto elettrica in una nazione dove le rinnovabili sono zero non è la stessa cosa che farlo dove sono il 70%.

    Oggi in Itaia abbiamo 40% grazie a 12 mld di incentivi/anno per 20 anni....ma se un Paese avesse zero, quel 135 varrebbe guarda caso proprio 300Wh/km...e non è un caso.

    Ancora diverso se quel Paese facesse EE SEMPRE in abbinamento a teleriscaldamento...in quel caso i 300 Wh/km calerebbero vrso i 135 che dici...

    Questo per dire che occorre proprio guardare " a monte" per capire cosa è bene fare e quanto costa.

    Perchè noi simao a 40% grazie a idroelettrico dei ns nonni e a 12 mld di euro che pagheranno i ns figli...non dimentichiamolo...e dire che "tutto migliora", per ora va letto come "tutto si ferma se non mettiamo incentivi".
    Da un paio di anni il FV aggiunto in Italia è circa pari al calo tecnico di produttivita prevista...cioè mettiamo pannelli che piu o meno consentono di tenere la capacita prodtta costante..e questo con incentivi 50% sul prezzo..s eli levi, il giorno dopo si inizia a dismettere FV (nel senso che il calo tecnico non viene piu copensato).
    Quindi tutto si evolve ma se metti soldi...e questo va considerato...perchè la filiera del fossile è (ovviamente) meno cara e quindi si autosostiene.

    Infine, i confronti vanno fatti sempre al netto della parte fiscale...accise e iva..perche quelle allo Stato servono COMUQNUE..per cui se passsassimo tutti all'elettrico domattina, non è che "si risaprmierebero" le accise (elevate) che oggi ci sono sui fossili, ma solo che andrebbero prese come montante e ridivise sui kwh consumati (aggiuntivi)..per sui sono di fatto "neutri", e quindi non vanno presi in considerazione.

    Spero di aver contribuito al "metodo" di confronto.. che deve quindi:
    - guardare a monte
    - netto fiscalita , che vuol dire non contare tasse e accise e invece contare il costo sociale (incentivi) se questi sono necessari nella transizione...perche altrimenti ha ragione Tersite quando dice che se aggungi 1 kwh elettrico di consumo e NON incentivi le FER, quel kwh sarà appanaggio del fossile (si costruirebbero nuove centrali a gas per soddisfare enorme fabbisogno elettrico aggiuntivo), che equvale a dire che il 40%di FER di oggi calerebbe al 20% o meno
    Ultima modifica di marcober; 17-10-2015 a 20:07
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  18. #98
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    @marcober:
    Il discorso tassazione fila nel punto del dover guardare a monte,molto meno nel complesso. La tassazione sulle fossili,qualora includesse le spese sanitarie annesse allo smodato consumo che ne viene fatto andrebbe forse triplicata,inoltre,guardare a monte e a chi verrà,dovrebbe includere la possibilità di lasciare anche a loro qualche risorsa preziosa come i combustibili fossili non trattare tutto come una cosa ad uso esclusivo nostro.

  19. #99
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Trigen..concordo..guardare a monte significa che le spese sanitarie sono da includere anche per la generazione elettrica fossile necessaria a caricare le batterie...sempre tenendo conto che se non incentivo, allora il kwh incrementale me lo daranno appunto le fossili.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  20. #100
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    @marcober:
    ci sta tutto,sarebbero da includere tutte,anche quelle future. Il vantaggio delle auto elettriche oggi,sta proprio nel loro limite che obbligherebbe l'automobilista a riconsiderare finalmente il significato e il valore di un auto ridimensionando il tutto invece che continuare a rincorrere con un ritardo di qualche anno le stravaganze d'oltreoceano.Un suv inquina non solo perché meno parco nei consumi, inquina maggiormente sia in fase di produzione che di utilizzo; pneumatici,freni,ecc...rispetto a chi utilizza una citycar.La vicenda vw dovrebbe far riflettere tutti sul dove e come si è andati in questi anni pensando leggi e normative volte per lo più a favorire le case automobilistiche piuttosto che intese a ridurre l'inquinamento. euro1,2,3,4,5,6,sono una presa per i fondelli e un'offesa all'intelligenza. Far credere che un suv,una ferrari o una qualsiasi sportiva euro 6 siano meno impattanti sull'ambiente di una vecchia utilitaria di venti o trent'anni fa,è semplicemente falso,ma il messaggio che si è voluto far passare è questo. Non dovrei nemmeno scriverle certe cose,visto che da e per parecchi anni ho lavorato proprio in quei settori che vorrei venissero aboliti o quantomeno maggiormente tassati,(che poi sarebbe solo una tassazione rapportata al loro impatto ambientale).

  21. RAD
Pagina 5 di 41 primaprima 1234567891011121314151617181925 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. L'espansore volumetrico adiabatico: dalla teoria alla pratica
    Da Yuz nel forum MOTORI A COMBUSTIONE ESTERNA
    Risposte: 63
    Ultimo messaggio: 14-11-2014, 08:20
  2. Moroni VEM Volkswagen T4 elettrica
    Da evdriver nel forum Veicoli ELETTRICI: auto elettriche, moto elettriche (veicoli a propulsione elettrica)
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 06-01-2013, 20:52
  3. Dalla teoria alla pratica
    Da cherry nel forum BIOMASSE
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 26-07-2010, 20:37
  4. Ebook per spiegare il fotovoltaico dalla a alla z
    Da Janka74 nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 15-11-2008, 20:06
  5. Dalla fusione alla fissione
    Da odisseo nel forum Ai Confini del Forum
    Risposte: 21
    Ultimo messaggio: 19-10-2006, 19:03

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •