Mi Piace! Mi Piace!:  6
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  3
Pagina 4 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 61 a 80 su 129

Discussione: Strada e fotovoltaico

  1. #61
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito



    Non ho letto tutti gli interventi.

    Non bisogna dimenticare le altre essenziali caratteristiche delle coperture stradali.

    Il grip con le ruote, la durata di vita, il drenaggio dell'acqua, il buon comportamento con diverse temperature,neve, gelo....
    Come sono messe da questi punti di vista le strade fotovoltaiche?

  2. #62
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    non ci sono dati, ma se le resine fossero migliori dell'asfalto le userebbero già...

    Io credo che SE vedremo delle applicazioni saranno limitate a qualche parcheggio.

    Curious, l'unico dato certo è la posizione infelice. Il resto sono solo ipotesi, e non è che se una società non possiede aree adatte debba per forza fare FV.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  3. #63
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Curious Visualizza il messaggio
    frasi tra virgolette che hai riportato. E soprattutto la seconda di queste che mi attribuisci io non l'ho scritta, l'hai inventata te..
    Oh, ma guarda che strano... eccola qua, con tanto di numero e link al post.
    Quote Originariamente inviata da Curious Visualizza il messaggio
    ....Ti risulta incredibile che chi è pagato per fare un mestiere lo sappia fare meglio di chi l'ha fatto una tantum? (che poi, quello che fa le cose "una tantum" sarei io, livingreen..)
    Quote Originariamente inviata da Curious Visualizza il messaggio
    Vedo che ripeti quanto hai già detto tempo addietro, segno che ti diverte ribadire che secodo te io ho detto che le soluzioni che non mi piacciono sono una scemenza, quando non l'ho affatto detto.
    Anche questo è falso, e ti sfido a citare il post dove lo avrei detto. Quel che ho detto (e lo ripeto per la terza volta... pare che due non bastino), è invece:
    Quindi, tutto si risolve nell'elogiare una soluzione e nello sminuire le opinioni degli altri
    Mi riferivo al fatto che tu abbia citato una tua affermazione in cui mi mettevi in bocca cosa false (che sono un venditore,..)
    Questo lo ha detto riccardo, non io.

    Per CarloA:
    tralasciando i vari "andate a informarvi" e le altre amenità, di dati seri non ce ne sono, come evidenziato da tutti i partecipanti. Però, c'è la traduzione dello studio citato nel primo post:
    "Il costo principale e la sfida di fronte a una strada principale fotovoltaico sono la stessa cosa: come fare per sostituire l'infrastruttura autostradale degli Stati Uniti - un paese che ha ostinatamente tentato di resistere revisione delle infrastrutture in tutto, dall'uso di unità metriche all'assistenza sanitaria. Convincere la popolazione ei politici che tale revisione è necessaria, però, diventa un problema minuscolo di fronte al fatto che la sostituzione una strada a corsia con celle fotovoltaiche potrebbe costare fino a $ 4,4 milioni per miglio. [6] Sostituzione dei 2,655,528 miglia di strada asfaltata negli Stati Uniti è proibitivo a dir poco, ma la tecnologia può essere fattibile per la produzione su piccola scala - il compromesso allora è $ 4,4 milioni per 1.781 MWh di energia elettrica, o di un costo di $ 2,470 per ogni MWh. Le proiezioni di L'Energy Information Administration per costi di energia elettrica nel 2016 elenco energia prodotta da fotovoltaico convenzionali a $ 396 per MWh, e l'energia generata dal carbone a $ 100 per MWh. [7] Non si può escludere, quindi, che le scoperte di fabbricazione della strada fotovoltaico potrebbe abbassare il costo di un fattore dieci e ne fanno una scelta a costi competitivi. La seconda sfida è fare le celle solari utilizzati in autostrada abbastanza resistenti per sopravvivere le percosse continue inerenti a servire come una delle strade della nostra nazione. Il costo $ 4.4 milioni citata tiene conto - le cellule esaminate sono a prova di tempo e racchiuso dietro uno spesso strato di vetro temperato traslucido o policarbonato, permettendo una grande percentuale di luce incidente attraverso ma contemporaneamente fornire uno strato di protezione forte contro i veicoli utilizzando la carreggiata. [6]
    La sfida finale è mantenere la strada - una strada asfaltata richiede una manutenzione di routine per correggere buche, ridisegnare le linee, ecc, e una strada fotovoltaico, anche, richiederà la sostituzione delle cellule regolari come le cellule vecchie muoiono. Se le cellule hanno una durata di 20 anni, questo può essere modellato come 1/20 delle cellule che necessitano di sostituzione ogni anno - e per due milioni e mezzo di miglia di celle a $ 4.4 milioni per miglio, questo funziona a più di 500 miliardi di $ in manutenzione all'anno."
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  4. #64
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Living..io non ho detto proprio niente, nel #37 ho scritto:

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Ascolta Curious.. col tuo tono sembri proprio un venditore, ma la frase sulla diffusione dei dati è assurda e tipica delle bufale. Ma quando mai si diffondono dati solo agli interessati?
    La pubblicità è l'anima del commercio... se si producono prodotti da vendere sul libero mercato.
    Rileggendo il post è chiaro cosa intendessi: inutile replicare cose scritte in sito che vuole "vendere" l'idea, ovvio che omettano i lati negativi.

    Tra i quali la difficoltà di posare, manutenere e proteggere (da guasti, urti e furti) tutta l'elettronica di gestione, che sarebbe distribuita in luoghi aperti al pubblico...

    E tanti altri aspetti svantaggiosi.

    Comunque..definire uno "venditore" non è un insulto fino a prova contraria. Basta chiarire che lo si è.

    E non mi riferisco a Curious.. quella era una battuta. L'entusiasmo ingenuo me l'ha tirata fuori...
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  5. #65
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da riccardo urciuoli Visualizza il messaggio
    Living..io non ho detto proprio niente, nel #37 ho scritto...
    Beh, non l'ho mai detto neppure io... solo che quella è l'unica frase dove appare la parola "venditore". Comunque, ci siamo capiti su chi si inventa le cose.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  6. #66
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Carlo A Visualizza il messaggio
    Non ho letto tutti gli interventi.

    Non bisogna dimenticare le altre essenziali caratteristiche delle coperture stradali.

    Il grip con le ruote, la durata di vita, il drenaggio dell'acqua, il buon comportamento con diverse temperature,neve, gelo....
    Come sono messe da questi punti di vista le strade fotovoltaiche?
    Sui loro siti internet tutte e tre le aziende affermano che il loro prodotto ha superato i test a cui sono sottoposti i manti stradali.

    I parcheggi sono i primi luoghi in cui saranno installati e l'azienda americana ha già qualche progetto pilota in alcuni di essi (uno davanti alla sua sede ed almeno un altro in un'altra città).

    Esatto solo ipotesi ed io non l'ho certo negato. C'è invece chi mi accusa di fare affermazioni certe quando non le ho fatte perché lo so anche io che dati certi non ci sono.

    Non ho nemmeno detto che se un ente non possiede la superficie per installare un impianto FV debba per forza cercare di farlo. Ho detto che questa tecnologia introduce la possibilità di farlo sulla strada (non che debba farlo).

    livingreen ti rendi conto di cosa stai facendo? Sei andato a pescare una frase che ho detto tempo fa per contestare un mio intervento di ieri a proposito di una cosa che non c'entra col discorso di allora.
    Ma soprttutto ti sei sbagliato: in quella frase non mi riferivo a te ma a marcober che * diceva che le strade fv non possono reggere al passaggio dello spazzaneve perché ha affermato che lui stesso durante la leva militare aveva guidato lo spazzaneve ed aveva grattato via un sacco di asfalto. Io gli avevo dunque risposto che uno che fa lo spazzaneve di mestiere è sicuramente in grado di non distruggere mezzo mondo a differenza di lui (marcober) che dice di aver guidato quel veicolo solo quella volta.
    Evidentemente leggendo il mio commento di ieri ti sei inalberato perché hai creduto che giorni fa io ti abbia infamato, ma allora non mi stavo rivolgendo a te quindi hai preso un abbaglio e soprattutto stai mettendo assieme due episodi separati. Stai veramente facendo perdere tempo a me ed intasando la discussione.

    * dopo che io avevo scritto che Wattway afferma che la sua strada ha superato anche il test del passaggio di uno spazzaneve, ma l'operatore deve fare un po' più di attenzione rispetto l'asfalto comune

    Ma guarda cosa mi tocca fare, ridurmi come te che vai a ripescare frasi dette tempo fa...
    Io:
    Vedo che ripeti quanto hai già detto tempo addietro, segno che ti diverte ribadire che secodo te io ho detto che le soluzioni che non mi piacciono sono una scemenza, quando non l'ho affatto detto.
    Tu:
    Anche questo è falso, e ti sfido a citare il post dove lo avrei detto.
    Nell'ultimo paragrafo di questo tuo post hai chiaramente detto che io sarei il professore che sminuisce i tuoi discorsi. Semplicemente ti facevo notare che il vetro per pavimentazione di edifici che hai citato te non c'entra niente con una resina od un vetro per manto stradale perché sono prodotti diversi quindi non paragonabili; mentre tu sostenevi che se il vetro da interni non regge il peso delle persone allora la resina per il passaggio di auto non regge il passaggio di auto.

    Cmq livingreen adesso basta sprecare il mio tempo con te: come ho ignorato deliberatamente la provocazione di almizar ignorerò anche i tuoi discorsi dato non perdi occasione per sostenere che io mi invento le cose ecc come hai fatto nel tuo ultimo post.
    Vai a provocare qualcun'altro la prossima volta perché di corda non te ne do più.

  7. #67
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Cmq siamo seri ed usiamo un po' di completezza. La pagina da cui livingreen ha preso il testo e tradotto palesemente a macchina (cells->cellule) termina con questo.
    Conclusion

    The idea of a photovoltaic highway - roadways made of solar cells that replace asphalt and power the surrounding area - will not be realized until the cost of installation can be brought down to make the technology comparable with other methods of power generation. However, the core idea behind the highway is simple: replace everyday objects that don't generate power with ones that do. If the technology can be made cost-competitive, the photovoltaic highway may be just the first in a line of new paradigms for energy generation.
    Se i costi di installazione calano allora la tecnologia diventa competitiva. Chiaramente in una prima fase i costi sono alti perché si parla di una novità, ma poi man mano che le installazioni si susseguono si trovano metodi migliori per realizzarle, si correggono i difetti incontrati ed è possibile che i costi calino.
    Se invece riportiamo solo la parte di articolo che elenca solo gli attuali svantaggi, beh, siamo un po' incomleti.

  8. #68
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    veramente non dice che devono calare i costi, ma diventare comparabili con altri sistemi per produrre energia.

    E' proprio questo il punto: ammesso di risolvere i problemi di affidabilità, lo si otterrà con costi aggiuntivi (resine speciali, cavi lunghi, inverter distribuiti e rubabili ecc)
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  9. #69
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    La discussione è già finita da tempo, da quando tutti hanno bocciato questa idea balzana. Magari ne riparliamo quando avranno fatto almeno un chilometro di questa fantomatica strada. E cercato di farla rendere nonostante gli enormi costi.

    Quanto al resto, siamo alle comiche... o forse abbiamo un nuovo Franco52 nel forum.
    "Non date da mangiare ai troll" http://it.wikipedia.org/wiki/Troll_(Internet)
    O si pensa, o si crede. (Arthur Schopenhauer)
    Perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione (attr. Edmund Burke)

  10. #70
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    The idea of a photovoltaic highway [...] will not be realized until the cost of installation can be brought down
    veramente non dice che devono calare i costi
    Non costringermi a fare come livingreen che dà battaglia a suon di citazioni, riccardo.
    Devono calare i costi di installazione, punto. Sarà sempre vero che il FV sul tetto sarà più competitivo del FV sulla strada (perché se calano i costi dei dispositivi come l'inverter ne giova tanto il FV su strada che su tetto). Se i costi di installazione su strada calano allora la strada fotovoltaica può diventare un investimento abbordabile. Poi ci sarà sempre l'investimento su tetto che di per sé sarà più conveniente, ma ci possono essere casi in cui chi gestisce la strada può investire in fv su strada perché possiede la strada, ma non può farlo su tetto perché non possiede il tetto (oppure per usufruire del tetto dovrebbe sobbarcarsi oneri che renderebbero l'investimento meno vantaggioso che su strada). Ormai l'avrò ripetuto mille volte che il discorso va contestualizzato eppure tu continui sempre a rimuoverlo dal suo contesto e quindi dire che non coverrà mai.

    Cmq i fatti daranno ragione agli uni o agli altri, vedremo in futuro. Ma di sicuro una discusisone su una novità appena nata non è finita quando alcune persone non la giudicano una buona idea.

  11. #71
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Intanto c'è un aggiornamento da Solar Roadways.

    Julie e Scott, la coppia statunitense di ideatori della tecnologia SR che guidano ora una startup finanziata grazie al crowdfunding e stanno per iniziare la produzione dei modelli sviluppati grazie al finanziamento del Dipartimento delle autostrade statunitense, hanno partecipato ad incontri con personale della Boise State University in Idaho per realizzare un altro progetto pilota (ve ne sono già almeno un paio in altre città) e collaborare nel processo di ricerca. Inoltre sono state avanzate proposte per l'utilizzo della tecnologia SR da parte dell'università negli ambiti scientifico, ingegneristico, tecnologico e matematico e per la sua introduzione nei programmi di studio.

    In risposta ad un commento Julie dice che la tecnologia SR è nota agli studenti dei diversi ordini di istruzione (dalle elementari all'università) ed ha un ruolo nei loro progetti creativi riguardanti gli ambiti ingegneristico, architettonico, commerciale ed economico.

    In risposta ad un altro commento spiegano che la produzione di massa (comunque indirizzata prima ad installazioni private -come vialetti di accesso alle abitazioni- e solo dopo a strade pubbliche) potrebbe iniziare l'inverno prossimo o quello successivo.

    In un ulteriore commento Julie dice che alcuni circuiti da corsa hanno già dimostrato il loro interesse verso questa tecnologia.

  12. #72
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    curious, le citazioni non si interrompono dove conviene... non dice solo che devono scendere i costi...continua dicendo che devono scendere per far diventare la tecnologia comparabile con le altre.

    E' una affermazione che condivido, e siccome di fatto è irrealizzabile a mio avviso confinerà questa tecnologia ad applicazioni di nicchia e di immagine, dove non conta la redditività ma l'apparenza.

    Guarda... anch'io ho pensato di mettere i pannelli FV sul tetto della mia auto elettrica. Renderebbero più che a terra, ma facendo due conti sarebbe solo per un fattore di immagine, e siccome non ho sponsor nè fondi pubblici e me li pagherei io... non li metto

    Eppure di auto elettriche coi pannelli FV sulla carrozzeria ce ne sono eh... belle e fighe, ma che sia una scelta razionale e proficua è tutto da dimostrare.
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  13. #73
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    È ovvio che i costi debbano calare perché la tecnologia diventi comparabile ad altre soluzioni, se no per quale motivo mai dovrebbero calare i costi? Però il punto è sempre quello, non devi trascurare chi potrebbe rivolgersi a questa tecnologia e quindi fare il giusto paragone economico. Il FV sulla strada non lo può mettere chiunque ma solo chi dispone della strada, di solito si tratta di un ente locale, un soggetto pubblico e non un privato che ha la casa, il capannone aziendale, l'ufficio od il campo agricolo su cui installare il FV tradizionale; quindi il paragone da fare è tra installare il FV su strada ed installarlo su una superficie non di proprietà, il cui uso chiaramente non sarà gratis. Quindi non è necessario che il FV su strada diventi competitivo economicamente rispetto al FV su tetto o terreno, ma è sufficiente che lo diventi rispetto al FV su tetto o terreno sommato al costo per disporre di tale superficie. La seconda condizione è più facile da raggiungere rispetto alla prima, che sembra impossibile, quindi non è affatto certo a priori che il FV su strada non converrà mai.

    Poi nel caso particolare di Solard Roadway le probabilità di successo sono più alte che nel caso di Wattway perché la prima tecnologia implementando più caratteristiche può essere utilizzata in più scenari (come anche zoe ciclabili o pedonali) * mentre la seconda è solo destinata alla sede stradale e se in quel settore non decolla allora è spacciata.

    * sempre nell'aggiornamento sulla pagina Fb dell'azienda che ho linkato nel mio preedente post parlano della possibilità di installarlo nei parapetti degli spalti degli stadi ed utilizzare le luci led incorporate nei moduli per rappresentare il simbolo della squadra, i punteggi ecc.

  14. #74
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Di recente è stato pubblicato un articolo sul sito internet di National Georaphic in cui parlano delle tre tecnologie in fase di sviluppo. In particolare dicono che un'agenzia di consulenza ha analizzato l'argomento affermando che la maggior parte dei problemi si possono facilmente risolvere ed anche se l'efficienza dei pannelli su strada sarà minore di quella dei pannelli su tetto o terreno sarà comunque possibile mettere l'eneria prodotta a buon uso.

    Nell'articolo che trovate QUI c'è il collegamento allo studio citato, ma non è più funzionante. Cmq cercando "solar road" sul sito dell'agenzia (inserire nella barra degli indirizzi del browser "solar road" site:indirizzo_del_sito) si trovano un paio di loro studi che includono anche la strada solare (#1 e #2) di cui si può ordinare una copia (forse il collegamento non funziona più perché l'hanno lasciato liberamente accessibile solo per un po').

  15. #75
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito Scoperta nei dati raccolti da SR

    Da un intervento sulla pagina Facebook di Solar Roadways.

    Sono visibili sul nostro sito internet i dati registrati dalle nostre installazioni.

    Quando è nuvoloso i pannelli fotovoltaici paralleli al suolo (come sarebbero quelli di SR) assorbono più energia di quelli inclinati in maniera opportuna secondo la latitudine a cui si trovano.
    Questo riduce l'effetto negativo del non essere orientati nella maniera migliore.

  16. #76
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    ovviamente i simulatori esistenti ne tengono gia conto..e questo recupero in giornate nuvolose è decisamente trascurabile...tanto è vero che un pannello orizzontale produce decisamente meno di un inclinato verso est-sud-ovest.
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  17. #77
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Veramente i dati che indicano lì dicono il contrario di quello che dici te: nei due stati più settentrionali (in Arizona quanti giorni di nuvole ci saranno in un anno? ovvio che lì il discorso non vale) durante la brutta stagione sono più i mesi in cui i pannelli stesi rendono meglio di quell inclinati che quelli in cui rendono peggio. E poi una prova concreta è sicuramente più affidbile di qualsia simulatore.

    Se invece stai ripetendo per l'ennesima volta che un pannello inclinato durante l'intero anno produce di più di uno steso lo sappiamo già tutti, il discorso qui è un altro: dal momento che i pannelli su strada non possono essere inclinati vedere che in alcune condizioni questo svantaggio è ridotto è un bene. I lati positivi dei pannelli su strada sono altri, lì non dicono che questo è un punto di forza (ma sembra che questo non voglia essere compreso e quindi inutile ripetersi più di tanto).

  18. #78
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    per carita...auguri a chi pensa sia una cosa che prenderà piede...
    CASA NO GAS: Costruzione anni '30, No Cappotto, Doppi Vetri, Isolamento Solaio,4 lati liberi SUPERFICIE RISCALDATA: 250 mq su 2 Piani (Radiante) + Taverna 120 mq (Fancoil, in modo discontinuo) GENERATORE: PDC 12 kW Zubadan Mitshubishi+ Boiler 200 Lt per ACS RAFFRESCAMENTO: Aermec on-off FV: 15,18 kW di Sunpower + Tigo (pesanti ombre) CUCINA Induzione

  19. #79
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Anche Nicola Tesla è stato deriso dai suoi contemporanei ma il tempo gli ha dato ragione. Anche senza che questi siano dei geni non vuol dire che non realizzeranno nulla di buono anche se adesso molti ritengono il loro progetto una cavolata. E poi la gente fa presto a parlare, ma che questo progetto abbia ricevuto più volte finanziamenti cospicui dal dipartimento del trasporto americano pur essendo nata come start up e non essendo una grossa azienda che ha contatti con chi decide e può più facilmente ottenere quello che cerca vuol dire qualcosa. I soldi non te li regalano e se li ottieni presentandoti come piccolo imprenditore significa che hai propoto qualcosa di buono perché di sicuro non te li hanno dti per farti un favore da incassare poi.

  20. #80
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    ma poi... un dato fornito da chi propone il prodotto... un minimo di dubbi sull'affidabilità del dato no eh?
    Certificatore energetico (ex?) in Lombardia

    FIAT Seicento Elettra 'Eli': http://www.energeticambiente.it/fiat...ia-di-eli.html

    Ecolà-Retrofit elettrico di una Lambretta del 1952: http://www.energeticambiente.it/categoria-l1-l3-es-scooters-moto-trasformate-elettriche/14725064-e-arrivo-la-ecola.html

    riqualificazione energetica del mio appartamento:http://www.energeticambiente.it/sist...-ho-fatto.html

  21. RAD
Pagina 4 di 7 primaprima 1234567 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Energia eolica in strada
    Da gabryel81 nel forum EOLICO
    Risposte: 105
    Ultimo messaggio: 14-02-2011, 23:20
  2. e' la strada giusta?
    Da UnioneFaLaForza nel forum Veicoli ELETTRICI: auto elettriche, moto elettriche (veicoli a propulsione elettrica)
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 05-12-2010, 19:11
  3. Cavidotto interrato e servitù strada sovrastante
    Da sischo nel forum Legislazione, normative e comunicati ufficiali
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 30-04-2010, 12:02
  4. Agricoltura Biodinamica:Una strada certa
    Da Luciano_Pix nel forum AGRICOLTURA E ALIMENTAZIONE
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 22-02-2010, 21:04
  5. L'auto ad idrogeno e' veremente la strada da percorrere?
    Da frizer nel forum Idrogeno e Pile a Combustibile (Fuel Cells)
    Risposte: 30
    Ultimo messaggio: 18-03-2008, 23:07

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •