Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
+ Rispondi
Pagina 1 di 18 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 ... ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 350
Like Tree119Mi piace!

Discussione: Novità cella Piantelli

  1. #1
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito Novità cella Piantelli



    Buon giorno a tutti,

    a seguito della conferenza tenutasi a Viareggio il 23 luglio 2011 riporto qui le novità del gruppo di ricerca legato al prof. Piantelli dell'Università di siena e la sua cella al Ni-H

    In futuro riporterò sempre qui le principali novità del gruppo.

    23-07-2011

    - Negli scorsi giorni sono state riaccese le vecchie celle che hanno funzionato continuativamente per svariati mesi. Risistemate e alimentate col vecchio combustibile si sono accese con semplicità e rapidità confermando piccoli eccessi di energia (ma non sono state "spinte").

    - Ancora non sono state completate e attivate le nuove celle con il nuovo combustibile (tempi previsti circa 2 mesi);

    - Lo sviluppo del progetto procede sempre più velocemente e vi sono ipotesi di collaborazione con un grosso ente USA che è stato 3 gg presso il laboratorio di Siena; inoltre si stanno chiudendo contratti importanti con grosse realtà industriali per lo sviluppo di generatori a determinate potenze di lavoro;

    - Lo sviluppo sarà fatto per step di potenza successivi. La prima cella nuova a essere accesa sarà di pochi centinaia di watt. Una volta spremuta per bene e sottoposta a tutti i test, quando tutto sarà sotto controllo e il comportamento chiaro, sicuro e controllabile, si passerà a potenze superiori (circa kW) e quando ancora sarà tutto definito si passerà a potenze ancora superiori;

    - A livello teorico (ricordo che Piantelli ha una teoria matematica completa del sistema che non richiede reazioni esotiche ma che sono spiegabili dalla matematica e leggi attuali) si conferma la presenza di protoni con energia a 6-7 Mev (camera a nebbia) che consentono buone probabilità nelle sez d’urto con nichel; Una teoria quasi completa è in attesa di essere pubblicata come documento interno all'università di Siena;

    - La società base è formata da Piantelli e i suoi primi finanziatori da cui partiranno altre società e con cui è possibile stringere accordi per ulteriori sviluppi e commercializzazioni.

    - Partenza della società ad azionariato diffuso a breve giro (tempi 2-4 mesi) dove dovrebbe essere possibile per chiunque comprare azioni o quote (ancora in definizione) per sostenere lo sviluppo della tecnologia, avere il controllo su di essa (e quindi non farla sparire nel nulla sul più bello) e poter prendere parte ai futuri introiti. Appena si apriranno le danze ve lo comunicherò. Ma intanto se interessati potete inviare una mail a fusionefredda (at) energeticambiente.it per essere aggiornati delle novità riguardanti questo aspetto.

    Prossimamente altre news.
    In questa discussione vanno bene domande tecniche di approfondimento ma lasciamo fuori discussioni varie.
    Grazie,
    Roy
    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011 a 14:40 Motivo: Aggiunte news
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  2. #2
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Jun 2008
    Messaggi
    1,114

    Predefinito

    Ciao Roy
    Che rendimenti ha Piantelli?

  3. #3
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    Ciao caro,

    attualmente hanno fatto solo delle prove di accensione per vedere se il combustibile vecchio fosse "esaurito" o meno e se le celle potessero essere fatte ripartire dopo mesi di fermo. Per cui non hanno ancora effettuato adeguate misure energetiche.
    Nei vecchi esperimenti si parlava di eccessi dalle 2 alle 4 volte l'energia immessa ma.... le prove ove il generatore rimaneva acceso senza alimentazione per ore e ore.... ovviamente moltiplicano di molto questo fattore.

    L'obiettivo anche con le celle nuove sarà quello dell'autosostentamento.
    Quando avrò dei dati certi sui nuovi eccessi te/ve li comunico.

    Roy
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  4. #4
    SGF
    SGF non è in linea
    Pietra Miliare
    Registrato dal
    Mar 2007
    Messaggi
    994

    Predefinito

    Quindi è sicuro che Piantelli non usa catalizzatori?
    Ciao
    __________________________________________________ ___________________________________________
    Stirling

  5. #5
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    Ciao sgf,

    eh... allora catalizzatori nel senso classico dell'accezione no.
    Principalmente la sua tecnologia è basata sulla preparazione del nichel. Quindi dimensioni e geometrie della polvere e geometria di deposizione (una specie di multistrato).
    Onestamente non so se poi in effetti usi drogaggi o altro però a me non me ne ha mai parlato. Anzi da come descrive la sua cella lo escluderei. Ma non ci posso mettere la mano sul fuoco.
    Roy
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  6. #6
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Mar 2011
    Messaggi
    146

    Predefinito

    Sono possibili due parole sulla società di Piantelli?
    Altra gente ne ha gia` trovato il sito web (in costruzione), l'indirizzo fisico e che uno dei nomi dei registrant appare nel brevetto di Piantelli (quest'ultima informazione non l'ho confermata personalmente, pero`).
    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011 a 14:40

  7. #7
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Sep 2009
    Messaggi
    129

    Predefinito

    Roy, l'iniziativa della società ad azionariato diffuso è splendida. Non dovrebbe essere difficile coinvolgere quanti, con sincerità, sono vicini all'idea che l'energia sia oggi da considerare un diritto dell'uomo come la salute, l'abitazione, il lavoro.
    Quando sarà il momento considerami già coinvolto.
    Luigi Versaggi P.

  8. #8
    Seguace
    Registrato dal
    Mar 2007
    Messaggi
    372

    Predefinito

    Roy si può sapere quando Piantelli ha intenzione di pubblicare la sua teoria completa???? interessante la misura dei protoni da 6-7 MeV un sospetto di chi fornisce quell'energia (più o meno) l'ho capito leggendo il brevetto di piantelli del 2008 e che ha anche fatto misure per convalidare tale teoria; avere tale teoria aiuterà molto a convalidare il funzionamento tramite repliche (però c'è il rischio che il tutto sfugga dalle mani e nascano molti concorrenti...) oltre che è un buon modo per "ostacolare" il signor Rossi...grazie per tutto.

  9. #9
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    @ Shirakawa
    si... allora... la società base che sta provvedendo allo sviluppo del generatore. Di fatto è formata da Piantelli e i suoi primi finanziatori.
    Da questa società partono e partiranno tutte le altre... è il centro su cui graviterà tutto il resto. Con questa società si possono prendere accordi per ottenere lo sviluppo di alcune branche della tecnologia o altro...
    Insomma è la base di tutto.
    La società ad azionariato diffuso sarà sempre in qualche modo legata a questa ma darà la possibilità a una moltitudine di soggetti di controllare e guidare lo sviluppo di un particolare generatore (chessò, potenza di 3-4 kW destinata alle abitazioni).

    Questo è quanto per adesso.
    Roy
    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011 a 14:41
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  10. #10
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    @ francescoG1: la teoria quasi completa è ferma nelle stanze dell'UNI Siena. Ci vorrebbe un insider per tirarala fuori.
    Piantelli tiene molto alla forma e vuole che la pubblicazione sia ufficiale.

    Penso, anzi sono certo, che già da questa si capisca la sequenza principali di eventi che rendono possibile l'avvenimento di reazioni nucleari a basse energia di partenza.

    Per quella completa completa.... bhe penso che prima vorranno iniziare a mettere in vendita i reattori ma non ne sono certo. Una volta descritta la sequenza completa ci vorrà ben poco a duplicare e sicuramente migliorare gli eccessi energetici.

    Bye!
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  11. #11
    Novizio/a
    Registrato dal
    Mar 2011
    Messaggi
    7

    Predefinito

    Ma il rendimento è presumibilmente simile a quello dell'ecat, o è più simile alla cella del '92?

  12. #12
    giovanni61
    Ospite

    Predefinito

    Buongiorno amministratore Eroika;
    Sai dire in quale posto si stanno svolgendo le prove?
    Sai se c'è una partecipazione istituzionale alle prove?
    Grazie.

  13. #13
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Jul 2011
    Messaggi
    92

    Predefinito

    Roy, quando parli di "vecchie celle" quali intendi, quelle precedenti all'ultimo brevetto, ossia quelle che in qualche modo sono state realizzate anche con Focardi?

    Quando parli di "ipotesi di collaborazione con un grosso ente USA" (pubblico o privato?) non c'è un problema di rischio di fuga di informazioni anzitempo con conseguente possibile "furto" della tecnologia che ancora non è stata brevettata?

    Questo passaggio a "potenze superiori" è un semplice scale-up o richiede tutte le volte la soluzione di problemi nuovi e quindi con necessità di tempo che cresce esponenzialmente con la potenza (ossia ancora anni)? In sostanza Piantelli ha già provato celle di potenze dell'ordine di qualche decina di kW, magari solo per alcuni minuti, o deve completamente metterci le mani?

    Il discorso dell'azionariato diffuso viene approntato prima di dimostrazioni pubbliche, di misure sicure (vedi caso Rossi), dell'assegnamento del brevetto? Non è che Piantelli rischia in qualche modo la sua reputazione con questa mossa nel caso (facciamo le corna ;-)) che qualche cosa vada storto? Sai le cose possono essere tante, ricordo ad esempio dei problemi di replicabilità per gli esperimenti realizzati con Focardi.

  14. #14
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2011
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Puoi confermare che in alcuni casi il fenomeno si autosostiene senza energia in ingresso dopo un primo avviamento?

  15. #15
    Amministratore
    Registrato dal
    Nov 2002
    residenza
    non distante da Pisa
    Messaggi
    4,432

    Predefinito

    Ciao,
    @ marco2: le cellette riattivate ora sono con "piccoli" eccessi energetici (2-3 volte la e-in) ma per quelle nuove si prevede un eccesso di circa 200 volte l'energia in ingresso.

    @giovanni 61: le prove si svolgono in un laboratorio in provincia di siena e non vi sono di mezzo istituzioni italiane. Come accennato però vi è un grosso ente USA che molto probabilmente parteciperà e certificherà le reazioni.

    @Rodrigo: L'ente è pubblico, il rischio di fuga è minimo e necessario e soprattutto è già tutto sotto brevetto (pending). Settimana scorsa è stato depositato un terzo brevetto da parte del gruppo Piantelli volto proprio a coprire le ultime tecnologie che stanno per applicare.

    Lo scale-up non prevede un "ricomincio daccapo" ogni volta ma è necessario per vedere come si comporta la cella a potenze più elevate. NESSUNO ha ancora provato a realizzare grosse potenze e l'incertezza e prudenza è d'obbligo.
    E' comunque una reazione nucleare e bisogna essere più che certi di riuscire a controllarla e spegnerla quando si vuole e in qualsiasi condizione. Non vogliamo certo ripetere gli errori della fissione. Per l tempo... ci vorrà quanto ci vorrà, e probabilmente saranno quindi sviluppate a livello industriale e commerciale prima le piccole potenze.

    L'azionariato popolare viene data come possibilità di partecipare ALLO SVILUPPO della tecnologia e non garantisce nulla.
    Non vogliono soldi perchè ne hanno bisogno, ma l'obiettivo è quello di mettere la tecnologia nelle mani e sotto la supervisione di una moltitudine di soggetti interessati e appassionati.
    Questo è l'unico mezzo che ci è venuto in mente per rendere partecipe più gente possibile di questa opportunità e nello stesso tempo tutelare lo sviluppo della stessa. Se te ne vengono in mente altri...

    @vocesolitaria. Si ti confermo che già le celle vecchie si sono sostenute da sole per svariato tempo. Non le ho viste con i miei occhi separate dalla rete (ma le ho viste solo 2 volte) ma me lo hanno confermato più soggetti in modo indipendente.

    Tutti curiosi eh!!
    Bye!
    Fusione Fredda: cos'è, come funziona e quando arriva"
    Essere realisti e fare l'impossibile

  16. #16
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Mar 2011
    Messaggi
    146

    Predefinito

    @Roy: forse e` una domanda sensibile, ma provo comunque. Quali (in termini molto generali, non chiedo di svelare nessun segreto) e quanti in totale sono i parametri di controllo della reazione? Quanti sono quelli variabili in "tempo reale" e quanti sono quelli variabili "intrinsecamente", cioe` fissi durante il funzionamento (es. mediante le caratteristiche costruttive del reattore, geometria polveri, ecc) dell'apparato.

  17. #17
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2011
    Messaggi
    4

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da eroyka Visualizza il messaggio
    @vocesolitaria. Si ti confermo che già le celle vecchie si sono sostenute da sole per svariato tempo. Non le ho viste con i miei occhi separate dalla rete (ma le ho viste solo 2 volte) ma me lo hanno confermato più soggetti in modo indipendente.

    Sai dire per quanto tempo?
    E poi si sono fermate da sole o le hanno spente?

    Quote Originariamente inviata da eroyka Visualizza il messaggio
    Tutti curiosi eh!!
    E beh... si!

  18. #18
    Seguace
    Registrato dal
    Apr 2008
    Messaggi
    590

    Predefinito

    Ciao Roy,

    è il centro su cui graviterà tutto il resto
    Insomma è la base di tutto.
    La società ad azionariato diffuso sarà sempre in qualche modo legata a questa ma darà la possibilità a una moltitudine di soggetti di controllare e guidare lo sviluppo di un particolare generatore
    Scusa Roy ma da come hai scritto la società ad azionariato popolare sarà sempre una controllata.
    Forse ti sei confuso e volevi dire che sarà la nichenergy ad essere trasformata in una spa???
    Altrimenti non ha nessun senso dire che la società ad azionariato popolare avrà il controllo da parte di tutti, il controllo è in mano al possessore del KNOW-HOW e dei suoi sviluppi futuri.

    Una decina di anni fa non era possibile realizzare in Italia società ad azionariato popolare, forse è cambiata qualche legge, ma non ne ho sentito parlare, chiederò ai miei commercialisti....se fosse possibile oggi sarebbe certamente una fantastica idea, ma solo se non è una controllata o che dipenda da come si svegliano alla mattina Piantelli e i suoi FINANZIATORI in merito all'utilizzo di quello che ovviamente diventerebbe una licenza.
    Ultima modifica di eroyka; 27-10-2011 a 14:42
    a tamerlano piace questo messaggio.
    una goccia d'acqua deionizzata e bidistillata ad una analisi specifica degli elementi in essa contenuti in ppb (parti per miliardo) risulta possedere in se tutti gli elementi che compongono il nostro pianeta ad eccezione delle terre rare, è in pratica la nostra impronta digitale.

  19. #19
    giovanni61
    Ospite

    Predefinito

    Grazie x le risposte, Eroyka.
    Per l'ente americano oserei pensare alla Nasa, visto l'interesse dimostrato pubblicamente al lavoro di Piantelli;
    per il laboratorio dalle parti di Pisa... forse in qualche aula universitaria, ma vedrei possibile anche la vicina base americana... visti i rapporti con gli Usa...
    Naturalmente le mie sono solo supposizioni che non avranno alcuna conferma, al momento...
    Quindi lasciano il tempo che trovano...
    Spero solo che la ricerca di Piantelli si svolga alla luce del sole, non come l'altra... qualsiasi sia il risultato ottenuto.

    Permettetemi un incoraggiamento di stile... goliardico al Prof. Piantelli...
    @ Piantelli: ...Olelè olalà.... faccelo vedè... faccelo toccà...
    ( ehm... scusate...)

  20. #20
    Novizio/a
    Registrato dal
    Jul 2011
    Messaggi
    19

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da eroyka Visualizza il messaggio
    Ciao,
    @ marco2: le cellette riattivate ora sono con "piccoli" eccessi energetici (2-3 volte la e-in) ma per quelle nuove si prevede un eccesso di circa 200 volte l'energia in ingresso.
    Passare da 2/3 volte a 200 volte è un bel salto di qualità per una tecnologia che da decenni segna il passo, quali sono gli elementi di novità che vi fan pensare di poter raggiungere un risultato così eclatante ? L'agiunta di qualche catalizzatore o una diversa preparazione della polvere o dell'Idrogeno ?
    (ps la fase di registrazione ha qualche problema nella scelta del nick )
    Claudio Caprara


 
+ Rispondi
Pagina 1 di 18 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 ... ultimoultimo

Discussioni simili

  1. novita' cella GDPE Iorio-Cirillo ottobre 2008
    Da eroyka nel forum L.E.N.R. (Trasmutazioni Bassa Energia)
    Risposte: 244
    Ultimo messaggio: 03-08-2011, 09:43
  2. Novità su SMA TRIPOWER ?
    Da nicky nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 23
    Ultimo messaggio: 21-01-2011, 14:02
  3. Novita'
    Da EMAN nel forum Categoria L3 (es. moto elettriche)
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 03-02-2010, 07:01
  4. Novità dal MIT di Boston
    Da snapdozier nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 4
    Ultimo messaggio: 01-07-2009, 09:05
  5. novita sul55%
    Da ale82 nel forum BIOMASSE
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 10-01-2009, 12:27

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi