i Libri di Terranuova
Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 21 a 40 su 41

Discussione: Isolare sottotetto non calpestabile con fibra di cellulosa

  1. #21
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito



    Ciao Ulan riesci a dirci il solo costo del coibente , senza manodopera etc ?

    Grazie
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  2. #22
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, no, purtroppo fornitura e posa in opera sono voce unica sia in preventivo che in fattura

  3. #23
    Pietra Miliare

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, cortesemente a voi che state per fare questi lavori, dopo un inverno o 2 potreste pubblicare i dati reali di risparmio ottenuto? Grazie
    Zona climatica F 3396 gradi/giorno
    Caldaia guntamatic synchro 31, 2 puff da 1500 lt, centralina mhcc sorel, termosifoni,4 collettori solari a circolazione forzata.

  4. #24
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti.
    Torno a questo forum dopo tanto tempo per portare la mia esperienza.
    Dato che nell'ultimo anno ho sostituito gli infissi e nel mio condominio è stata installata una nuova centrale termica a condensazione con produzione acqua calda centralizzata e contabilizzatori, ho deciso di fare lo step successivo in quanto abito all'ultimo piano di una palazzina degli anni 80.
    Come potete immaginare soffro il caldo d'estate ed il freddo d'inverno.
    Dopo diverse ricerche sulle soluzioni che potessero fare al caso mio ho optato per l'insuflaggio di fibra di cellulosa nel sottotetto.
    Dal video qui sotto potete notare la presenza dei muretti che avrebbero reso estremamente complicata la posa di pannelli in fibra di legno ( idea iniziale)
    Sottotetto - YouTube
    Mi sono rivolto ad una ditta specializzata ed il 7 Novembre effettueranno i lavori.
    Contestualmente ho richiesto una nuova certificazione APE ad un tecnico che ha già effettuato le rilevazioni.
    Se può interessare tengo vivo il thread per poter aiutare altri a prendere decisioni in merito all'isolamento del sottotetto.
    Buona giornata
    Ultima modifica di rinkia; 14-10-2018 a 17:06 Motivo: eroore frase

  5. #25
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao rinkia , sarebbe ottimo , attendiamo il tuo reportage
    Impianto fotovoltaico 18x230WP Qcells Q.pro G2 - Inverter ABB PVI 4.2 - esposizione 240 gradi Sud-Ovest - 2600 gradi giorno / Temperatura progetto -7

    La miglior fonte di energia alternativa é il risparmio energetico

  6. #26
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Io l'ho fatto da poco più di un mese (20 cm di cellulosa sottotetto), ancora sinceramente non ho elementi per fare una valutazione affidabile, però ho alcune prime impressioni...
    Intanto non ho mai acceso mentre l'anno scorso era già successo, probabilmente favorito dal meteo di questo periodo, ma l'anno scorso non ricordo come fosse nello stesso periodo.
    Poi posso dire che la temperatura del soffitto è cambiata radicalmente, anche se poi questo non so che benefici concreti dia, però quando fuori fa freddo (circa 10 gradi) il soffitto è almeno a +1 rispetto al muro perimetrale lato interno (pure isolato anche se solo con lana di vetro in intercapedine) mentre prima era più freddo il soffitto, e quando invece è caldo (circa 24 gradi) il soffitto è almeno a -1 rispetto allo stesso muroi perimetrale, mentre prima era più caldo il soffitto.
    La vera prova inizia credo dalla prossima settimana, quando arriva il freddo e dovrò accendere.
    Ci aggiorniamo presto

    PS
    Dal video vedo alcune canne fumarie in acciaio non coperte da struttura in cemento, credo debbano tenerne conto.
    Intorno alle mie canne, comunque con copertura in cemento refrattario, hanno messo fibra di lana di roccia che dovrebbe resistere fino a temperature ben maggiori della cellulosa.

  7. #27
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da ulan Visualizza il messaggio

    PS
    Dal video vedo alcune canne fumarie in acciaio non coperte da struttura in cemento, credo debbano tenerne conto.
    Intorno alle mie canne, comunque con copertura in cemento refrattario, hanno messo fibra di lana di roccia che dovrebbe resistere fino a temperature ben maggiori della cellulosa.
    Complimenti per averlo notato.
    Di quelle canne fumarie 2 sono dismesse.
    Una era la vecchia canna fumaria condominiale per lo scarico comune dei fumi degli scaldabagno.
    Una è quella installata successivamente dal vecchio proprietario del mio appartamento (non entro nei dettagli) quando ha spostato lo scaldabagno e creato un sistema di scarico dei fumi a sé disaccoppiato da quello comune.
    L'ultima è relativa alla cappa della cucina.
    Il condominio a fine luglio è stato oggetto di una radicale trasformazione in quanto oltre alla sostituzione della centrale termica con una a condensazione con relative valvole termostabilizzatrici ai radiatori e contababilizzatori, è stato dotato di impianto di produzione di acqua calda sanitaria centralizzato.
    Quindi le prime 2 canne fumarie sono inutilizzate, in quanto tutti i fumi scaricano sono convogliati nella canna fumaria perimetrale che non passa dalla soletta del tetto
    Quella dei fumi della cappa non penso sia un problema.

  8. #28
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Prime impressioni, da prendere solo come tali perchè non ho mai fatto esattamente la stessa prova prima della posa della cellulosa...
    20 gradi tutto il giorno fino alle 19.30, poi (dovendo passare la notte e parte della giornata di oggi fuori) spento tutto, fuori 7 gradi alle 20 - 5 gradi stanotte - 6 gradi alle 7, stamattina alle 10 avevo 19 gradi in zona notte (esposta a sud) e 18.7 in zona giorno (esposta a nord).
    La porta tra le due zone era aperta, secondo me con porta chiusa avrei perso pochissimo massimo mezzo grado zona sud e 2 gradi zona nord. La zona nord, oltre ad essere nord, è molto finestrata e "portafinestrata".
    Ripeto, una prova così l'anno scorso non l'ho fatta, però, a memoria, se l'avessi fatta credo che sarebbero arrivati i pinguini.
    E soprattutto, ieri è stato freddo pure di giorno, con la temperatura di mandata a 45 come ora non so se avrei mai raggiunto i 20 gradi nella zona nord...
    A presto per nuovi aggiornamenti

  9. #29
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti.
    Oggi hanno eseguito il lavoro.
    Tempo totale lavoro per circa 75/80 mq con 48 cm di copertura ( che diventeranno 40 col tempo) pari a 5 ore.
    Visto che le impressioni iniziali potrebbero essere risultato di suggestione, aspetto qualche settimana ed un freddo più intenso prima di fare valutazioni.
    Ritengo che il fattore tempi di posa/applicazione sia da prendere seriamente in considerazione in quanto a parità di costo materiale rispetto ad altre soluzioni, anche il costo della manodopera va stimato.
    Buona serata

  10. #30
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao a tutti,
    torno a questo forum anche se avevo, un pò frettolosamente, aperto un nuovo thread che comprendeva varie altre richieste.
    Relativamente al solo sottotetto inserisco i miei preventivi di dicembre per 130mq con fibra di cellulosa.
    20 cm = 2470 euro 30cm = 3315 40 = 4160 tutti prezzi iva esclusa, ma compresi di passarella per accedere alla botola di circa 2m.
    Inoltre resterebbero fuori 500 euro per le pratiche per avere il 65% di detrazione.
    Nel preventivo è riportato che con 20cm in inverno è previsto un aumento della temperatura di 2-3°e un risparmio delle spese del riscaldamento del 30%.
    Riguardo invece agli altri spessori è riportato solo che con 30cm lo sfasamento termico estivo sarebbe di 14-15 ore, mentre con 40cm sarebbe coperto tutto il tempo di sfasamento.
    Ciò premesso, e se recuperabile il 65%, il costo sarebbe buono.
    Nel mio caso circa 30mq sarebbero sopra terrazza esterna e sopra vano scale, quindi forse non indispensabili.
    Dalle varie testimonianze sembra che il beneficio invernale sia abbastanza consistente già con 20cm anche di lana di roccia, mentre non ci sono dati circa il risparmio estivo che non sarà, penso, equivalente vista l'efficienza dei climatizzatori, ma sicuramente ci sarà.
    Sarebbe utile capire anche a livello approssimativo quanto potrebbe essere il risparmio economico, esempio 200€ in inverso, 100 in estate....

  11. #31
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ciao, non per fare i calcoli al millesimo ma forse è la stessa ditta che lo ha fatto a me, io 200mq 3800+iva, che è esattamente 19 euro a mq.
    Io poi ho speso 1000 euro in più per farmi fare 28 metri quadrati di "piazzola" intorno alla botola per usarla come ripostiglio.
    La pratica però a me l'hanno fatta pagare 300+iva, un ingegnere "fornito" direttamente da loro.
    Guarda, io ho fatto il lavoro a settembre, per il caldo mi sembra che la situazione fosse migliorata abbastanza, ma era fine estate quindi mi riservo di verificare la prossima estate.
    Per il freddo posso dirti (a prescindere dal discorso dei 2-3 gradi che è relativo, è calcolato con tutto spento che da me non succede mai...) che il soffitto non è più un frigo a cielo aperto ma ora è sempre più caldo del muro esterno e questo si sente come comfort (che devo ancora migliorare perchè ho molti ponti termici e finestre si doppio vetro ma alluminio e soprattutto il telaio è di alluminio) e ovviamente come consumi.
    Essendo anche il primo inverno ho ancora dati relativi, ma novembre dicembre avevo consumato (da lettura effettiva) 612 mc di gas, ora ne ho consumati 460, dato molto positivo soprattutto tenendo presente che la temperatura impostata sui termostati è cresciuta di mezzo grado in tutte le fasce orarie (prima 18,5 notte 20 giorno - ora 19 notte 20,5 giorno).
    Non contento ho misurato i consumi giornalieri ad inizio anno (periodo abbastanza freddo), circa 10 metri cubi, l'anno scorso era circa 13.
    Ovviamente questo dato si base solo su un bimestre o su misurazioni sporadiche, quindi magari aspettiamo la conferma.
    Il risparmio in soldi non so quanto sarà perchè dipende anche dalle tariffe, adesso guardo ai metri cubi che è il dato che conta.
    Per quanto riguarda lo spessore della cellulosa valuta in base alla zona climatica ed alle temperature medie, io ho fatto 20 cm perchè sono in centro Italia a 500 metri di altezza slm.

  12. #32
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Innanzitutto grazie per le informazioni. E' fuori discussione il fatto che l'intervento sia utile.
    Sulla scheda tecnica è scritto ISOCELL con conducibilità 0,037 e densità allo stato libero 28 - 40 kg/ m³, mentre nel riempimento di interstici 38 - 65 kg/ m³.
    Il mio dubbio riguarda il fatto che c'è di mezzo la soletta di 30-40cm (devo misurare) di cemento che fa da ponte termico e butta fuori buona parte del calore lateralmente lungo i muri perimetrali.
    Mi vien da dire che a livello estivo ci sono effettivamente grandi benefici, ma poco risparmio considerando che in estate ci saranno un paio di mesi o forse meno di utilizzo del climatizzatore (considerando vacanze e altre assenze da casa).
    Io mi sto pensando di realizzare un isolamento lato soffitto, magari più oneroso come contenuto di lavoro, ma realizzabile con pannelli di polistirene a costo tutto sommato contenuto e conducibilità simile o inferiore alla fibra di cellulosa e con anche una camera d'aria in modo da aumentare lo spessore e diminuire anche i metri cubi da scaldare.
    Il lavoro può essere fatto con calma una stanza alla volta. Da capire come fissare i pannelli. Per la finitura si può usare cartongesso o pannelli di polistirolo e poi tinteggiare.

  13. #33
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Non capisco il discorso della soletta, quella c'è ed è normale che ci sia, diciamo che poi facendo anche il cappotto esternamente (cordolo compreso) avresti fatto il lavoro completo.
    Il controsoffitto però è una cosa completamente diversa, in generale gli "esperti" consigliano se possibile di isolare da fuori e non da dentro.

  14. #34
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Chi sono gli esperti e cosa dicono esattamente? La dispersione principale è verso l'alto, isolare nel sottotetto sopra la soletta significa che prima di trovare l'isolamento il calore va nella soletta e si disperde verso i muri perimetrali, questo è innegabile

  15. #35
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Allora, io non sono del mestiere ma ci sono passato, gli esperti sono coloro che lavorano nel mondo dell'isolamento (ingegneri, geometri, architetti), ne ho sentiti parecchi prima di spendere 5.500 euro.
    Lo stato mi restituirà il 65% dopo che un ingegnere termico ha fatto calcoli e relazione sui vantaggi di quello che ho fatto.
    Tutto confermato anche nelle sezioni che puoi consultare su vari forum tra cui questo.
    Possiamo discutere di quale sia il miglior isolante per una specifica situazione, ma dalla tua risposta presumo che non sai esattamente di cosa parli, quindi ti consiglio una delle due strade:

    A) se hai molto tempo a disposizione puoi studiarti la materia e poi decidi.
    B) Affidati ad uno del mestiere, un ingegnere che si occupa di termoisolamento per esempio.

    Comunque il concetto è proprio quello, scaldare quel muro (la soletta) che oggi è freddo.
    Pensa al cappotto termico, che si fa all'esterno per tenere il muro al caldo, è la stessa cosa.

  16. #36
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Innanzitutto mi scuso se sono sembrato troppo brusco.
    Io cerco di essere logico.
    E’ innegabile che per le ditte e anche per il cliente finale è molto meglio fare l’isolamento da sopra, lavoro veloce e pulito e poi si recupera il 65% anche se in 10 anni.
    Però l’isolamento da sopra non può essere migliore di quello da sotto.
    Innanzitutto il calore resta nella stanza e non va a scaldare la soletta o, peggio, attraverso la soletta se ne va fuori attraverso il perimetro dei muri esterni.
    Inoltre i metri cubi da scaldare saranno un po’ meno, ad esempio in una stanza 4x4 con 20 cm di controsoffitto isolato ci saranno 3,2 metri cubi in meno.
    Poi non discuto circa il costo del lavoro, ma con il fai da te e fatto con calma non è una cosa impossibile.

  17. #37
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Giustamente il discorso costi è da tener presente, sono molte le variabili, se si è in grado di farlo da soli oppure se si possono acquistare materiali a costi scontati è giusto valutare.
    In generale il cartongesso viene montato a circa 30 euro a metro quadrato, poi ci sono i costi dell'isolante che almeno altri 10 euro a metro costa.
    Non tengo in considerazione eventuali rasature verniciature o interventi di elettricisti, sporco in casa, tempistiche...
    Di fronte abbiamo 19 euro a mq detraibili al 65% fatto in mezza giornata senza sporcare.
    In generale, oltre al discorso di altezza minima da tenere sempre presente, credo ci sia anche un discorso di umidità, la soletta rimarrebbe ancora più fredda rischiando muffa in breve tempo, quindi bisogna anche studiare una barriera vapore.
    Probabilmente diventano forte ponte termico anche tutti i tramezzi, almeno nella parte superiore.
    Io comunque consiglierei di sentire (almeno) un tecnico esperto prima di fare interventi così importanti.

  18. #38
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    è sempre meglio isolare da fuori, a meno che non si abbia bisogno di scaldare velocemente scaldare l'involucro interno
    migliora il confort, poi se uno ha bisogno di abbassare i soffitti è un'altra cosa

  19. #39
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pox1964 Visualizza il messaggio
    se si riesce a portare e a stendere rotoli di lana di roccia in fai da te si spende molto meno
    Però la lana di roccia è meglio se è ad alta densità, 120-130 anche 150 kg/mq. ovvio cambiano i costi ma sicuramente migliore rispetto a quella con meno densità anche per un discorso di sfasamento, io difatti visto che ho una necessità particolare, difatti ho bisogno principalmente di difendermi dal caldo, mi sono "quasi" deciso a fare questo tipo di intervento, piuttosto che l'insufflaggio che hanno detto essere meno efficace in estate rispetto alla lana.
    Comunque prima mi sono fatto fare 2 preventivi da 2 ditte:

    Superficie 72 mq. Spessore minimo 30 cm. Prezzo € 2.150,00 + IVA (questa ditta mi soffierebbe la cellulosa all'interno del cartongesso che di fatto è il mio soffitto)

    Preventivo 2:
    Superficie 60 mq.
    Spessore 40 cm. Prezzo € 2.720,00 + IVA
    Spessore 30 cm. Prezzo € 2.630,00 + IVA
    Spessore 20 cm. Prezzo € 2.400,00 + IVA

    Vi dico inoltre che mi aveva fatto il preventivo per tutto il tetto visto che il mio è solo una porzione:
    Superficie 120 mq.
    Spessore 40 cm. Prezzo € 3.950,00 + IVA
    Spessore 30 cm. Prezzo € 3.780,00 + IVA
    Spessore 20 cm. Prezzo € 3.200,00 + IVA

    A breve se può interessare, posterò i preventivi per la posa della lana di roccia HD che dovrebbero farmi a giorni, però solo della mia parte di tetto, circa 65 mq.

  20. #40
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Primo preventivo per isolazione con la posa della lana di roccia calcolato su 70 mq.:
    Fornitura e posa sull’assito in legno di telo DELTA-REFLEX chermo barriera al vapore +
    KNAUF SMARTROOF TOP spess. mm. 60+80 (Tot. 140 mm.) che garantisce un’ottima combinazione di isolamento termico invernale (λD 0,038 W/mK) ed estivo (alta densità 150 Kg/mc)
    Costo a mq € 42,00/mq + IVA - TOT. € 2.940,00 + IVA
    Oppure
    Fornitura e posa sull’assito in legno di telo DELTA-REFLEX chermo barriera al vapore +
    KNAUF SMARTROOF TOP spess. mm. 100 che garantisce un’ottima combinazione di isolamento termico invernale (λD 0,038 W/mK) ed estivo (alta densità 150 Kg/mc)
    Costo a mq € 35,00/mq + IVA - TOT. € 2.450,00 + IVA
    Per finire Fornitura e posa sulla coibentazione di pannelli in fenolico di legno TIPO OSB dello spessore
    di mm.9 Costo a mq € 17,50/mq + IVA - TOT. € 385,00 + IVA

    Ma comunque visto che la mia necessità è principalmente di isolare dal caldo ed i costi sono bene o male simili, tra la cellulosa o la lana di roccia chi mi dice cosa è meglio???
    Grazie

  21. RAD
Pagina 2 di 3 primaprima 123 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Come coibentare sottotetto non calpestabile
    Da slakers nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 11
    Ultimo messaggio: 02-03-2018, 10:58
  2. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 15-03-2015, 23:29
  3. Isolare con giornali, carta, cellulosa
    Da JackOnFire nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 07-11-2013, 23:30
  4. Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 09-11-2011, 20:14
  5. fibra di cellulosa
    Da nel forum Sistemi Passivi
    Risposte: 3
    Ultimo messaggio: 05-03-2007, 14:36

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •