Grazie! Grazie!:  0
Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 1 a 20 su 87

Discussione: SolarEdge - Monitoraggio - PARTE 5 e 6

  1. #1
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito SolarEdge - Monitoraggio - PARTE 5 e 6



    SOLAR EDGE

    Per illustrare il funzionamento del sistema SolarEdge, si consideri un generico sistema costituito con 10 pannelli da 200 W, caratterizzati da una Vmp di 32 Volt.



    Poichè la potenza è di 200 W, i PowerBox riceveranno dai pannelli una corrente di 200W / 32V = 6,25A.

    Supponendo pari a 400 V la tensione constante fornita da ogni stringa, avendo una potenza di picco totale pari a 2.000 W si avrà una corrente di stringa di 2000W / 400V = 5A.

    Il PowerBox opererà come un convertitore DC/DC in grado di accettare in ingresso una tensione di 32 V e una corrente di 6.25A e in grado di fornire una corrente di uscita di 5A e una tensione di 200W / 5A = 40V

    Si supponga ora di avere un ombreggiamento in grado di provocare una riduzione della potenza di un modulo da 200 W a 40 W.



    In tal caso la potenza totale del sistema diminuirà da 2.000 W a 1.840 W e per mantenere la tensione dis tringa costante a 400 V i PowerBox dovranno fornire una corrente di 1840 W / 400V = 4,6A.

    I PowerBox collegati ai pannelli non ombreggiati forniranno una tensione di uscita di 200W / 4,6A = 43,5 V, mentre il PowerBox collegato al pannello ombreggiato fornirà una tensione di uscita di 40W / 4,6A = 8,7V.

    Ultima modifica di mathesis; 14-04-2010 a 08:02

  2. #2
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito SolarEdge - PARTE 6

    SOLAR EDGE


    I vantaggi ottenibili dalla nuova architettura sono:
    • maggiore energia: la presenza di un sistema MPPT per ogni modulo fotovoltaico (o per ogni gruppo nel caso di moduli a film sottile) consente di ottenere fino al 25% in più di energia rispetto ad un sistema tradizionale, e porta all'eliminazione dei problemi dovuti alle tolleranze di fabbricazione, al rendimento dei circuiti MPPT e alla presenza di zone ombreggiate
    • progettazione più semplice e maggior utilizzazione dello spazio disponibile: non esiste più l'esigenza di effettuare calcoli per il dimensionamento delle stringhe e dell'inverter; è possibile realizzare stringhe costituite da 8 a 25 PowerBox e utilizzare fino a 25 moduli p-Si o m-Si o 100 moduli a film sottile con l'unica limitazione dovuta alla massima potenza dell'inverter. Inoltre, poichè i PowerBox includono il circuito MPPT, non è più necessario creare stringhe con pannelli posizionati con lo stesso orientamento e inclinazione ed evitare di sfruttare le zone con ombreggiamento
    • meno cavi e quadri elettrici più semplici: la possibilità di usare stringhe con molti pannelli consente di ridurre la lunghezza dei cavi e il numero di inverter. I quadri elettrici possono essere più semplici in quanto non vi è alcuna necessità di utilizzare componendi addizionali quali fusibili o diodi di blocco.
    • installazione scalabili: l'architettura consente di poter aggiungere moduli fotovoltaici in modo semplice e veloce; è inoltre possibile combinare pannelli di diversa potenza e con caratteristiche elettriche diverse
    • monitoraggio e manutenzione: il sistema consente di monitorare i singoli moduli fotovoltaici (o gruppi di moduli) ed è in grado di fornire per ognuno di essi, tensione, corrente, potenza ed energia generata senza utilizzare componenti o cavi aggiuntivi; grazie a ciò è possibie ottenere una facile identificazione e ricerca dei guasti
    • tempi di installazioen ridotti: la presenza di poche stringhe e del sistema di monitoraggio consente di ottenere una forte riduzione dei tempi di installazione, e quindi dei costi, e un controllo immediato della funzionalità del sistema
    • aumento della sicurezza: i PowerBox garantiscono che i moduli producano una tensione DC sicura finchè l'inverter non sarà operativo e pertanto sarà eliminata la possibilità di elettrocuzione
    Gli inverter SolarEdge, disponibili nelle taglie da 3300 Wp, 5000 Wp e 6000 Wp (a breve sarà disponibile un modello trifdase da 10 KWp), sono forniti con una garanzia standard di 12 anni, mentre i PowerBox sono forniti con una garanzia di 25 anni.

    Per maggiori informazioni, visita il sito http://www.sunnyweb.it.

    Altre info utili sono disponibili su youtube:

    YouTube - SolarEdge: maximum PV energy at a lower cost - Part 1/3

    YouTube - SolarEdge: maximum PV energy at a lower cost - Part 2/3

    YouTube - SolarEdge: maximum PV energy at a lower cost - Part 3/3

    YouTube - Introduction to SolarEdge groundbreaking distributed PV system

    YouTube - PV Fire Safety: SolarEdge Arc Prevention

    YouTube - SolarEdge Benefit Highlights - Sand Animation

  3. #3
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il sistema SolarEdge rende disponibile, attraverso il web, un sistema di monitoraggio completo dell'impianto fotovoltaico.

    Una demo è disponibile all'indirizzo SolarEdge Monitoring server

    Per avere la username e la password di accesso inviare una email a info@sunnyweb.it


    Nel portale SolarEdge, un utente avrà a disposizione 6 diverse sezioni:
    • dashboard
    • layout
    • query
    • financial analysis
    • reports
    • alert


    Il dashboard fornisce una vista ad alto livello delle informazioni principali relative al funzionamento dell'impianto.



    Tali informazioni includono:
    • i dati generali del sito
    • il diagramma della potenza
    • il diagramma dell'energia
    • l'energia e i ricavi ottenuti giornalmente, mensilmente e annualmente
    • il livello delle emissioni evitate
    • i dati metereologici attuali
    • le previsioni metereologiche per i giorni successivi
    • gli alert

    Nella sezione LAYOUT sarà possibile vedere l'architettura del sistema e cioè gli inverter, le stringhe i pannelli e i collegamenti (serie e paralleli).




    Oltre al diagramma sintetico dell'impianto, da quale è possibile con un semplice click determinare per ogni pannello:
    • il costruttore
    • il modello
    • il numero di serie
    • la corrente e la tensione generata dal singolo pannello
    • la potenza e l'energia generata dal singolo pannello
    • la tensione di uscita dal PowerBox connesso al pannello
    è possibile visualizzare anche la mappa fisica dell'intero sito:



    Attraverso le funzioni zoom e navigazione sarà possibile visualizzare dettaglaitamente parti dell'impianto e visualizzare all'interno degli elementi grafici le informazioni relative ad alcuni parametri fondamentali quali la potenza generata, l'energia o altro.

    La sezione QUERY consente di effettuare un'analisi dettaglaita del funzionamento dell'impianto e confrontare i dati relativi alle performance.



    Ad esempio, sarà possibile:
    • identificare gli elementi che forniscono prestazioni inferiori a quelle previste confrontando un determinato parametro, quale ad esempio la potenza generata dai pannelli adiacenti
    • effettuare il troubleshooting confrontando per ogni elemento i dati relativi alle performance attuali con quelli relativi ad altri intervalli temporanei
    I dati potranno essere rappresentati graficamente con scala oraria, giornaliera, settimanale, ecc e potranno essere esportati in Microsoft Excel



    La sezioen REPORT fornisce la possibilità di generare in modo automatico dei report relativi alle performance e allos tato di salute dell'impianto in formato Adobe PDF, HTML, Microsoft PowerPoint e Microsoft Word.



    Il sistema SolarEdge, grazie alla presenza degli ottimizzatori PowerBox, sarà in grado di analizzare i dati relativi alle performance dell'impianto e ciò consentirà di identificare degli eventi anomali attraverso la definizione di opportune regole personalizzabili.



    Sarà possibile ricevere una notifica (anche via email) in caso di guasti degli inverter o dei pannelli, o in rpesenza di un ombra su uno o più pannelli, o se il livello di energia fornito è inferiore a quello atteso.

    Il sistema di monitoraggio, fornito come parte integrante del sistema SolarEdge, è in costante evoluzione e nei prossimi mesi saranno introdotte nuove funzionalità.

  4. #4
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ... per informazioni tecniche o commerciali contattatemi o visitate http://www.sunnyweb.it

  5. #5
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Solaredge & Sharp NA-F

    Salve,
    vorrei sapere se il sistema Solaredge è compatibile con i moduli a film sottile Sharp NA-FxxxG5

    Saluti

  6. #6
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il sistema è compatibile con quasi tutti i moduli in commerico tranne che con i moduli che richiedono una polarità a terra.

    Esistono due tipologie di PowerBox: gli AOB e i TFI.

    Gli AOB vanno usati con moduli al silicio cristallino (mono o poli) con una corrispondenza 1:1.
    Hanno un range MPPT da 5 a 60 Volt, e possono operare con moduli di potenza massima pari a 250 V con tensioni massime di 60 V e correnti massime di 10A

    I TFI possono essere usati in configurazioni 1:2, 1:3 e 1:4 cioè con 1 power box ogni 2, 3 o 4 pannelli (che saranno connessi all'interno del PowerBox in parallelo); in tal caso la tensione massima è di 100 V, la corrente massima è di 3 A, e il range MPPT va da 10 a 95V.

    Controlla dal data sheet dei moduli se i parametri elettrici rientrano tra quelli che ti ho indicato, e controlla anche se è richiesta una polarità a terra o no.

    Se rientra nei parametri di uno dei due tipi di PowerBox, nessun problema, se invece non rientrano mandami una email (con il data sheet dei pannelli) a info@sunnyweb.it e con SolarEdge verificheremo la compatibilità effettiva e un eventuale alternativa (se esiste).

    Ciao

    Don

  7. #7
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono disponibili nuovi listini.. con costi inferiori !

  8. #8
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito costo collegamento web solaredge

    Sono intenzionato all'acquisto di un impianto fotovoltaico 2,99 kw un tecnico mi ha proposto l'inverter solaredge, volevo chiedere se il collegamento web per il monitoraggio sembra compreso nel prezzo fino a 3 anni dall'acquisto. Dopo quanto costa???? eventualmente è possibile collegare un pannello sull'impianto per la diagnostica. Grazie

  9. #9
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Per i prezzi mi deve inviare una email su info@sunnyweb.it
    Don

  10. #10
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    donato ti rifaccio la domanda si possono collegare con lo stesso inverter i powerbox AOB e TFI.

  11. #11
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Si, si possono collegare AOB e TFI nella stessa stringa.
    Ciao

    Don

  12. #12
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    ............................

  13. #13
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Exclamation Compatiblilità

    Quote Originariamente inviata da mathesis Visualizza il messaggio

    Gli AOB vanno usati con moduli al silicio cristallino (mono o poli) con una corrispondenza 1:1.
    Hanno un range MPPT da 5 a 60 Volt, e possono operare con moduli di potenza massima pari a 250 V con tensioni massime di 60 V e correnti massime di 10A
    Buon dì
    Le PowerBox semplicemente sono in aggiunta alle scatole originali dei moduli o in sostituzione?
    Le PowerBox vanno ancorate alla sottostruttura, tipo lamiera grecata o profilati di supporto o si possono installare al pannello in qualche modo?
    Ma con potenza massima pari a 250 V forse si intende 250 W o si intende tensione massima di sistema o cose simili?
    I pannelli di seguito descritti sono compatibili? (ne dovrei installare 57 e pensavo di fare 3 stringhe da 19 pannelli con 3 inverter da 6kW, acquisto ed installazione nei primi mesi del 2011)

    IS4000 High Power 300W

    Parametri Elettrici
    Potenza W 300
    Tolleranza % ± 3
    Efficienza % 15,50
    Tensione Max. Vmpp V 36,8
    Corrente Max. Impp A 8,10
    Tensione Circuito Aperto Voc V 45,3
    Corrente Corto Circuito Isc A 8,30
    Tensione Max. Sistema V 1000

    Parametri Termici
    NOCT (Temperatura Nominale Operativa della Cella) 45
    Coefficiente temperatura della corrente di cortocircuito Isc %/K 0,07
    Coefficiente temperatura della tensione a circuito aperto Voc %/K -0,34
    Coefficiente temperatura della potenza MPP Pmpp %/K -0,45



    Parametri Meccanici
    Dimensioni (L/A/P) mm 1960 x 985 x 45 (± 2)
    Profondità con Scatola di Connessione mm ---
    Peso kg 27


    Grazie delle risposte

  14. #14
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    I PowerBox sono dei dispositivi a cui collegare i pannelli (in fase d'ordine occorre infatti indicare il tipo di connettori che si desidera) che includono un MPPT. Tra di loro i PowerBox sono connessi in serie utilizzando i cavi già forniti con i PowerBox.
    Esistono due tipologie di PowerBox: la prima da usare con i pannelli a film sottile e in grado di accettare in ingtresso 2,3 o 4 pannelli con una potenza totale masisma di 350 W, la seconda da usare con i moduli in cristallino con potenza fino a 250 W o fino a 350 W.

    Con i pannelli da 300 W occorre ovviamente usare i PowerBox da 350 W. Occorre poi determinare la compatibilità a livello di tensione e corrente.
    La massima tensione (considerando quindi la minima temperatura) non deve superare i 60 V, mentre la massima corrente (alla massima temperatura) non deve superare i 10 A.
    L'ultimo problema pe rla comaptibilità è legato all'esigenza di colelgare a terra la polarità positiva o negativa.
    Se il costruttore la pone come un obbligo ( es Sunpower) il pannello NON sarà compatibile con il sistmea SolarEdge.
    Il pannello indicato è quindi compatibile (sempre che non richeida una connessioe a terra del + o del -).
    Con 57 pannelli si ha una potenza totale di 17,1 kWp. Ovviamente l'idea di usare 3 inverter SE6000 è corretta.
    In tal caso è possibile usare un unica stringa per inverter e connettere in serie 19 PowerBox.
    La massima tensione di stringa sarà di circa 410 V (allo startup), mentre nel funzionamento standard tale tensione scende da 340 V. Nel dimensionamento dei quadri DC è possibile tern conto di ciò usanto componenti con tensioni di lavoro inferiori a 500 V.

  15. #15
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    I Powerbox hanno un consumo proprio? Il loro lavoro "quanto costa" in termini di rendimento?
    Ho notato che la loro Tmax di funzionamento è 65°C, non sono un pò pochi considerando che sono applicati ai pannelli esposti al sole?
    Infine come vengono apllicati ai pannelli?
    Grazie.

  16. #16
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Il consumo massimo dei PowerBox è di 2 Watt (considerando il modello AOB da 350 W). Il consumo non è uniforme ma varia in funzione delle condizioni di lavoro del pannello, e sono alimentati dal pannello collegato.
    L'energia persa è ricompensata abbondantemente dal maggior rendimento dell'inverter, dal poter gestire singolarmente il singolo pannello (es nessuna perdita per mismatech) e dall'elevato range di funzionamento dell'MPPT.

    Per quanto riguarda la temperatura di lavoro, i 65° possono sembrare poco, ma tieni conto che i PowerBox non sono esposti direttametne al sole, e il loro contenitore in alluminio pressofuso con alette di dissipazione lavora egregiamente. Il fatto che SolarEdge dia 25 anni di garanzia significa che li considerano estremamente affidabili.
    I PowerBox non sono applicati al pannello, ma dispongono di due staffe con fori per viti M8 da usare per ancorarli ai profili su cui vengono posati i pannelli.

    Se ti servono maggiori info:
    info@sunnyweb.it

    Ciao
    Don

  17. #17
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    forse tutti si domanano se in assenza di ombreggiamenti la potenza resa
    sia uguale superiore o inferiore?

  18. #18
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da pox1964 Visualizza il messaggio
    forse tutti si domanano se in assenza di ombreggiamenti la potenza resa
    sia uguale superiore o inferiore?
    In effetti ci sono dati ogettivi per fare un confronto.
    Sui casi limite (ombreggiamenti, falde diverse, pannelli con stringhe non ben formate, casi futuri di sostituzione pannelli) ci siamo che funziona meglio. Ma nel caso ci sia una sola falda a sud senza ombra e le stringhe sono ben formate? Sono stati fatti dei confronti? Un analisi costo beneficio? Lavora meglio un buon inverter (1) o comunque SolarEdge riesce nonostante i consumi dei box a far lavorare in maniera ottimizzata l'inverter e quindi assopire ai consumi dei box e a superare la produzione attesa con l'inverter (1)?

    Ciao grazie delle risposte sempre precise e dettagliate Don

  19. #19
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Un' altra piccola domanda qual'è la potenza minima, o voltaggio perchè si avvii l'inverter? Quanto devono fornire i pannelli per l'avvio? Molti inverter da quanto ho capito spesso rimangono "spenti" quando c'è tanto nuvolo finchè non appare bene il sole (ovviamente sarà un discorso di rendimento minimo, un analisi costo beneficio energetico immagino). Forse rispetto gli altri inverter così come è strutturato il sistema SolaEdge potrebbe essere una piccola differenza a suo favore o sbaglio io nel pensa re che si aziona prima o anche con poca luce?
    Ultima modifica di nimirum; 03-11-2010 a 13:53

  20. #20
    Seguace

    User Info Menu

    Predefinito

    Tenendo conto del fatto che l'inverter ha un rendimento elevato, che non ci sono problemi di mismatching, anche se non ci sono ombre il fatto di avere MPPT per ogni pannello da dei vantaggi: basta pensare alle ombre generate dalle nuvole passeggere, al fatto di non avere massimi relativi nella curva della potenza, ecc,...

    Considera ad esempio il diagramma:




    E' facile vedere come dei pannelli presenti nella stessa stringa possano generare potenze ben diverse... ad esempio alle 14:10 il pannello verde generava circa 117W mentre quello giallo 134 W... se non ci fossere stati MPPT separati, la stringa quantoa avrebbe generato ?

    Inoltre, un diverso rendimento/irradiazione dei pannelli in una stringa porta ad una curva di potenza con più massimi relativi, come ad esempio:



    In tal caso se l'algoritmo MPPT dell'inverter si ferma su un massimo realtivo, quanta energia perderesti ?

    Da quel che mi risulta analizzando alcuni impianti, si dovrebbe risucire ad avere un beneficio del 6/8%.

    Ovviamente per avere dei dati certi occorre far passare almeno un anno, e gli impianti attivati lo sono solo da pochi mesi (considerando quelli che conosco..)

    Occorrerebbe inoltre avere impianti gemelli sulla stessa falda,.....

    Il range MPPT di ogni singolo pannello va da 5 a 60 Volt. Ciò significa che se consideri una stringa di 13 pannelli, un inverter tradizionale dovrebbe avere un range compreso tra 65 e 780 V... ma non mi risulta che esistano inverter con un range così elevato.

    Per far attivare l'inverter bastano pochi watt... ad esempio nel mio impianto nella giornata del 31 ottobre (pioggia battente e luce scarsissima) il sistema si è attivato con solo 25.24 Watt su 13.440 Watt totali.

    Ovviamente l'energia ottenibile in situazioni limite è poca, ma comunque c'è...

    Ciao

    Don

  21. RAD
Pagina 1 di 5 12345 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. SolarEdge - PARTE 3 e 4
    Da mathesis nel forum Sistemi Rinnovabili
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 19-02-2013, 15:22
  2. Monitoraggio consumi
    Da Starlight^ nel forum Elettrodomestici e apparecchiature elettriche/elettroniche domestiche
    Risposte: 1
    Ultimo messaggio: 17-10-2006, 17:35

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •