Benvenuto in EnergeticAmbiente.it.
Mi Piace! Mi Piace!:  0
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  0
Visualizzazione dei risultati da 1 a 11 su 11
  1. #1
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    31

    Predefinito



    non sono nuovo del forum (leggo da molto, ho avuto qualche ideaa ma dopo la sperimentazione non rimaneva molto da scrivere ....) ma scrivo per la prima volta.

    ho una domanda che mi è venuta in mente leggendo del solitone ovvero a che velocità si propagano gli effetti del campo magnetico?
    mi spiego meglio (non sono ferratissimo in materia e cercherò di essere quanto più chiaro possibile), consideriamo un trasformatore di quelli vecchio tipo con il primario e il secondario avvolte su due colonne sepatare (un quadrato su due lati opposti le bobbine e gli altri due lati vuoti). magnetizzando la bobbina del primario dopo quanto tempo verrà generata corrente indotta sul secondario? il tempo dovrebbe essere proporzionale alla grandezza del nucleo...

    bye libero

  2. #2

    Predefinito

    Boh,la velocità media di propagazione degli elettroni nel rame si potrebbe aggirare sul 70% della velocità della luce.Altrettanto fa il campo magnetico.

  3. #3
    Appassionato/a
    Registrato dal
    Mar 2006
    Messaggi
    31

    Predefinito

    CITAZIONE (OggettoVolanteIdentificato @ 1/10/2006, 19:48)
    Boh,la velocità media di propagazione degli elettroni nel rame si potrebbe aggirare sul 70% della velocità della luce.Altrettanto fa il campo magnetico.

    grazie per la risposta..... forse è un pò troppo veloce per quello che volevo fare io :(

    bye libero

  4. #4

    Predefinito

    CITAZIONE
    degli elettroni nel rame si potrebbe aggirare sul 70% della velocità della luce.Altrettanto fa il campo magnetico.

    No :)
    c'e' differenza fra il moto degli elettroni e del campo elettrico e magnetico. Il moto degli elettroni, in un conduttore di rame, si chiama drifting e si aggira sui 3-4 cm al secondo. Quello che si muove alla velocità della luce è il campo eletrico.
    Quindi il campo elettrico (elettromagnetico) si propaga a C in generale, gli elettroni a molto meno.
    In effetti i campi si propagano molto velocemente. Basti pensare anche al campo gravitazionale, che probabilmente supera (secondo molti) anche la velocità della luce.

  5. #5

    Predefinito

    Ciao,Hell,giusto, non si dibatteva sul drifting,ma sweetdark ha introdotto prima l'argomento della velocità,e poi quello del tempo che trascorre,offuscando il mio già offuscato encefalo.Più che parlare della velocità di propagazione sarebbe stato meglio puntare il dito sul ritardo di propagazione,trattandosi di un trasformatore.
    Il riferimento al campo gravitazionale mi lascia invece perplesso e basito,e,sebbene non sia questa la sede adatta,mi hai dato spunto per non dormirci su stanotte! :)

  6. #6

    Predefinito

    CITAZIONE
    Il riferimento al campo gravitazionale mi lascia invece perplesso e basito,e,sebbene non sia questa la sede adatta,mi hai dato spunto per non dormirci su stanotte!

    Eheh quello è interessante si!
    Comunque, la propagazione dei campi elettromagnetici dipende anche dal mezzo in questione. In ogni caso su un conduttore il campo elettrico si propaga a velocità C e siccome il campo magnetico è legato alle variazioni di campo elettrico, anche questo si dovrebbe muovere a tale velocità :)

  7. #7
    bioia81
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE
    Comunque, la propagazione dei campi elettromagnetici dipende anche dal mezzo in questione. In ogni caso su un conduttore il campo elettrico si propaga a velocità C

    Per l'esattezza il campo elettrico si propaga a una velocità Ck dove k è un parametro di proporzionalita compreso tra 0 e 1, nel vuoto questo parametro è 1 ma già nell'aria secca non è più 1

  8. #8
    Ospite

    Predefinito

    Anche il campo gravitazionale si propaga alla velocità della luce.
    Che io sappia è un argomento della Relatività Generale ed dovrebbe essere stato anche provato.
    Quello che non conosciamo è se esistono i "portatori" del campo (cha però hanno già chiamato gravitoni) e, se esistono, se possono in qualche modo essere schermati.

    Ciao

  9. #9
    Seguace
    Registrato dal
    Jun 2007
    Messaggi
    288

    Predefinito

    se è per questo, non si è mai riusciti a vedere i portatori del campo magnetico...
    Mi viene in mente il primo giorno di lezione del corso di Propagazione, il prof., parlando di soluzioni ad elementi finiti per i campi EM, ed in particolare di "cariche magnetiche", ci disse qualcosa del tipo: "ragazzi, io non ho nessuna autorità per dirvi che questi oggetti non esistono, ma queste sono le formule, e se i calcoli vengono così bene, un motivo ci sarà..."

  10. #10
    Ospite

    Predefinito

    CITAZIONE (elFranZ @ 19/7/2007, 11:41)
    se è per questo, non si è mai riusciti a vedere i portatori del campo magnetico...

    "Vedere" i fotoni forse no, ma che il campo EM sia quantizzato sì.
    Ciao

  11. #11
    Seguace
    Registrato dal
    Jun 2007
    Messaggi
    288

    Predefinito

    beh steve, ribadisco, sulla carta esistono, ma nessuno è ancora in grado di dire con certezza se si tratta di oggetti reali o di ottime approssimazioni matematiche... tutto qui ;)


 

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •