Mi Piace! Mi Piace!:  77
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  68
Pagina 33 di 35 primaprima ... 131920212223242526272829303132333435 ultimoultimo
Visualizzazione dei risultati da 641 a 660 su 684

Discussione: Sonoff, schemi e collegamenti

  1. #641
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito



    "shelly1 o 2" sono buoni ma dipende da ciò che si vuol fare e quanto voler spendere.

    tra un sonoff basic a 4 euro ed uno shelly a 12/15€ preferisco il primo che è vero è più grandicello ma con 20 euro ne tengo 5 di scorta in casa , non male mi sembra , o no?

    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  2. #642
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    escludendo il prezzo quello che mi incuriosiva rispetto agli shelly era che questi ultimi possono essere associati all impianto tradizionale (deviatori, pulsanti, ecc) senza nessuna modifica. cosi come escono dalla scatola. Inoltre il loro software sembra decisamente evoluto

  3. #643
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Ho visto gli Shelly e mi sembrano davvero interessanti, anche se non ho capito da dove comprarli (Amazon ha solo prezzi folli).
    Però non mi è chiaro se riescono a coprire tutti i miei requisiti Sonoff, schemi e collegamenti
    E come potrei fare per mantenere il dimmer e leggere lo stato sullo Shelly...

  4. #644
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    amazon proprone prezzi folli probabilmente perchè qualcuno li ha comprati direttamente sul sito del produttore a prezzo pieno e li rivende li. Io li ho comprati direttamente sul loro sito in quanto unica proposta al giorno d'oggi. sto ancora aspettando di riceverli

  5. #645
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Sono con lo smartphone per cui mi limiterò a una risposta veloce...
    @SMT
    A parte una versione particolare della sonoff, funzionante però solo con strisce led, ne l'Itead, né altre schede (almeno che io sappia) hanno per ora il supporto a impianti con dimmer
    @loriss
    Si,le shelly e l'ankuo hanno la comodità di poter essere collegate direttamente ai controlli manuali, di contro però hanno un prezzo sensibilmente più elevato e mancano della flessibilità che si può avere, ad esempio, con una 4CH pro
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  6. #646
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Oggi dovrebbe arrivarmi il brigde rf per il bandone mentre il sensore magnetico ci mettera di piu, vi faro sapere...
    HO letto che il sensore magnetico va a pile e vuole 12 V, poi ho letto 25A. 12v e 25 A fanno 300W, mi sembra improbabile, forse i 25A si riferiscono ad altro...persavo di collegarlo diretto alla corrente con un alimentatore da 12V e 1 o 2 A immagino possa andare, qualcuno l'ha mai fatto?

  7. #647
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    "12 V, poi ho letto 25A."
    improbabile che assorba 25A,
    probabile tu abbia letto le caratteristiche della mini pila che l'alimenta e che impropriamente riporta dicitura 25A,
    comunque se va a 12V collegalo all'alimentatore che non succede nulla, rispetta la polarità e basta ed accertati solo che sia CC
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  8. #648
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da dolam Visualizza il messaggio
    "12 V, poi ho letto 25A."
    improbabile che assorba 25A,
    probabile tu abbia letto le caratteristiche della mini pila che l'alimenta e che impropriamente riporta dicitura 25A,
    comunque se va a 12V collegalo all'alimentatore che non succede nulla, rispetta la polarità e basta ed accertati solo che sia CC
    Si credo anche io...

  9. #649
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    el mini Pile 12V si chiamano LR 27a 12V o 23a 12V, qualcuna 25a 12V ma indica il tipo e non l'amperaggio.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  10. #650
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    sono veramente una fava

  11. #651
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  12. #652
    Super_Mod

    User Info Menu

    Predefinito

    Dimmerabile c'è il modello L1 (Led) uscito da poco.
    Per il DW1 ( Dor Windows ) è la sigla della batteria 25A, usa delle comuni batterie 12V che tipicamente erano e forse sono ancora presenti nei radiocomandi dei cancelli elettrici, per intenderci quelle cilindriche tipo le AAA ma più corte (quasi la metà)

    Unico neo che ho trovato, pur aggiornando il firmware, è che se al Bridge RF connetti come ho provato io un PIR2 ed un DW1 dalla APP non sai quale dei due è entrato in allarme perchè il Bridge non fa distinzione tra i suoi 4 canali, e questo è un grosso problema.

    l'SC, e poco preciso nel misurare la qualità dell'aria, anche come sensore di luminosità non è il massimo ma funziona, e per la temperatura non segna i decimali, per i rumori è decente e l'umidità è corretta.
    Il Touch US1 è molto bellino, perfetto per le 503 e sostituisce pure la placca. Se facessero il 2 ed il 3 tutto in wifi e non con i canali a 315 mHz sarebbe molto comodo.
    Molto interessante l'SV da 5-24V che per i miei scopi è perfetto con impianto a 12V o con batterie 18650 e DC-DC step-up e pannellino FV con regolatore per la ricarica, come li uso per ora.
    Ottimo l'IP66 per montaggi esterni.
    Il DR per le guide DIN devo provarlo ancora, e vedere se si adatta bene con il POW R2 su quadro.
    Quest'ultimo non mi entusiasma, sia per il limite dei 16A sia per le funzioni gestibili, devo ancora capire come ottimizzarne l'utilizzo, per ora lo vedo solo come un ripartitore di carichi al posto di un basic più che come misuratore vero e proprio.
    Del TH 16 non ne comprendo l'utilizzo, volevo collegarlo al deumidificatore, ma in realtà il deumidificatore ha già il suo sensore di umidità per cui basta una comune presa wifi e la S26EU Type F già basta come collegamento volante ed è pure piccola e carina.

    Insomma.... per ora provo le varie potenzialità dei vari elementi prima di mettere insieme il sistema completo.
    Ultima modifica di Elisabetta Meli; 11-01-2019 a 07:06

  13. #653
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lupino Visualizza il messaggio
    La versione US dovrebbe essere compatibile con le 503, giusto?
    Però io vedo tre difetti:
    1. Credo funzioni solo al posto di un interruttore, con N punti luce serve un dispositivo centralizzato...
    2. Occupa una 503 intera e non posso permettermelo
    3. Sono ancora dubbioso sul cambiare le placche perché esteticamente a quel punto vorrei cambiarle tutte... almeno quelle adiacenti, no?


    Penso sia più saggio rinunciare al dimmer. Riesco senza ricablare tutto a sostituire il relco con un sonoff (o Shelly o ankuoo)? In altre parole, riesco a riusare i cavi degli attuali pulsanti (limitandomi a toglierli dalla 220 al più)? Forse con lo Shelly riesco a tenere tutto quasi invariato, no?

  14. #654
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    No, non c'è bisogno di rinunciare al dimmer, semplicemente non lo potrai utilizzare in remoto ma solo in manuale.
    Ciò che andrai a sostituire o, meglio, a domotizzare saranno i pulsanti. L'unico problema è che per poterlo fare, essendo pulsanti, dovrai modificare la sonoff (i pulsanti vanno collegati in parallelo con quello on-board) e, obbligatoriamente, attivare il il timing da app (1s o meno). Un alternativa potrebbe essere la sostituzione della linea pulsanti con una deviatori + invertitori e l'utilizzo della ankuoo.
    P.S.
    ...comandati da N pulsanti...
    N sta per quanti?
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  15. #655
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lupino Visualizza il messaggio
    N sta per quanti?
    3 per ogni dimmer (i dimmer sono 2)

  16. #656
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Personalmente andrei sulla sonoff con modifica, anzi, lascerei perdere le basic regalate e prenderei direttamente una 4CH PRO (possibilmente R1). Poco più grande di una basic, integra il timing direttamente in hardware (si sa mai) e oltre alle luci potresti domotizzare ulteriori 2 utenze, oltre alla possibilità di affiancare al controllo da smartphone quello di un semplice telecomando RF.
    P.S.
    Hai notato che, riguardo al dimmer che indichi, esiste anche uno specifico controllo RF (ultima pagina di questo pdf)

    @Elisabetta
    ...Se facessero il 2 ed il 3 tutto in wifi e non con i canali a 315 mHz sarebbe molto comodo...
    A 1, 2 e 3 canali ci sono i sonoff T1 US, anch'essi in wifi e con RF 433MHz
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  17. #657
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Lupino Visualizza il messaggio
    Personalmente andrei sulla sonoff con modifica, anzi, lascerei perdere le basic regalate e prenderei direttamente una 4CH PRO (possibilmente R1). Poco più grande di una basic, integra il timing direttamente in hardware (si sa mai) e oltre alle luci potresti domotizzare ulteriori 2 utenze, oltre alla possibilità di affiancare al controllo da smartphone quello di un semplice telecomando RF.
    Aspetta, non ho capito il disegno, collegheresti tutti i pulsanti al pulsante del Sonoff e poi il Sonoff alimenterebbe il dimmer, dando a sua volta un impulso con l'inching? Il problema è che la funzione varialuce è tutta comandata dallo stesso pulsante:
    L’accensione e lo spegnimento avvengono tramite una breve pressione (inferiore a 0,3 sec.) su un pulsante. Per ottenere la regolazione dell’intensità luminosa premere un pulsante sino a raggiungere il livello d’intensità desiderata.

    Quindi così facendo perderei la possibilità di varialuce, giusto?

    Quote Originariamente inviata da Lupino Visualizza il messaggio
    P.S.
    Hai notato che, riguardo al dimmer che indichi, esiste anche uno specifico controllo RF (ultima pagina di questo pdf)
    Nelle istruzioni che ho parlano di questo radiocomando (introvabile e decisamente datato): https://www.ebay.it/itm/RELCO-ALADINO-PLUS-TX-RADIO-GRIGIO-RP0599/173711962705
    Credo che uno valga l'altro, va comunque aggiunto un ulteriore componente al cablaggio, no? Però sicuramente potrebbe essere un'idea anche aggiungere dei ricevitori e casomai mettere un telecomando wifi che trasmette via radio, tipo eMylo+Broadlink, ma mi sembra un passaggio in più per niente.
    Inoltre in questo modo avrei il comando di un pulsante da smartphone, che però sarebbe un pulsante cieco, che non conosce lo stato reale della luce (e quindi non avrebbe senso comandare le luci da Alexa/GoogleHome).

    PS: ho visto questa "fantastica" notizia: Upgraded: Sonoff 4CH Pro supports to set 1-16s delay in inching mode now ( 0.25-4s before).
    Altro problema dell'inching è che per commutare il relè a me serviva proprio quello 0.25s!

  18. #658
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    "A 1, 2 e 3 canali ci sono i sonoff T1 US, anch'essi in wifi e con RF 433MHz"
    in realtà i T1 US sono a 315MHz ma non cambia nulla la radiofrequenza del telecomando
    perchè costano eguale e anche il telecomando ( legale in Italia) costa
    uguale ( 1,8€), anzi meno soggetto ad interferenze.

    Invece il WI-FI ce l'hanno tutti i sonoff

    "
    Altro problema dell'inching è che per commutare il relè a me serviva proprio quello 0.25s!"
    penso che ne trovi ancora tanti con la vecchia configurazione.
    5.76 kW 24 IBC SOLAR Tilt 19°, Azimut+54° S-SO, Power-One 6 kW , 2 boiler 0-1200W in serie, controllo domotico , SDM220Modbus x monitoraggio consumi con MeterN, 7 split a PDC, 2 inverter Vaio3 Vaillant (eccellenti) scop 3,8 , http://pvoutput.org/list.jsp?userid=8660 Sono certo di non sapere , vivo per imparare.

  19. #659
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito Informazione

    Ciao a tutti, sono nuovo qui, ho visto e letto con molta attenzione tutto il 3D e penso di aver trovato la soluzione adatta alle mie esigenze, se ho ben interpretato gli schemi di Lupino, la soluzione ideale per me, sarebbe un sonoff 4ch pro, ma per conferma vi dico cosa vorrei controllare:
    Luci soggiorno: 2 deviatori e 1 invertitore
    Luci cucina: 1 interruttore semplice
    Luce disimpegno: 2 deviatori
    Luce camera da letto: 2 deviatori e 1 invertitore
    Dagli schemi che ho visto, perderei la possibilità di controllo effettivo dall'applicazione nel caso di azionamento manuale, a meno di non effettuare la modifica con la saldatura, in questo caso però non ho capito come avverrebbe il collegamento, i fili saldati andrebbero al primo deviatore?
    Vi ringrazio in anticipo per le risposte e per tutte le informazioni condivise fino ad ora!!

  20. #660
    Paladino del Forum

    User Info Menu

    Predefinito

    Aspetta, aspetta, aspetta....
    ...L’accensione e lo spegnimento avvengono tramite una breve pressione (inferiore a 0,3 sec.) su un pulsante. Per ottenere la regolazione dell’intensità luminosa premere un pulsante sino a raggiungere il livello d’intensità desiderata....
    ... ecco questo mi era completamente sfuggito ... vedi cosa capita a non leggere le istruzioni...
    Domanda: e se, a lampade spente, premi il pulsante e lo tieni premuto cosa succede? Vuoi mai che si riesca a trovare una quadra anche per il dimmer
    A volte l'uomo inciampa nella verità, ma nella maggior parte dei casi si rialzerà e continuerà per la sua strada (Churchill).
    Colui che chiede è uno stupido per cinque minuti. Colui che non chiede è uno stolto per sempre. (p. cinese)

  21. RAD
Pagina 33 di 35 primaprima ... 131920212223242526272829303132333435 ultimoultimo

Discussioni simili

  1. Sonoff CH4 Pro e collegamento Tapparelle
    Da maxumi nel forum Speciale SONOFF
    Risposte: 412
    Ultimo messaggio: Oggi, 19:17
  2. SONOFF - Nostre applicazioni reali
    Da luke05 nel forum Speciale SONOFF
    Risposte: 119
    Ultimo messaggio: 08-01-2019, 18:59
  3. Risposte: 69
    Ultimo messaggio: 04-01-2019, 10:36
  4. Itead Sonoff TH 10/16
    Da EmilianoM nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 64
    Ultimo messaggio: 19-11-2018, 21:19
  5. Fai da te Sonoff 4ch pro
    Da fmore nel forum Fai Da Te
    Risposte: 2
    Ultimo messaggio: 17-03-2018, 15:09

Tag per questa discussione

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •