Mi Piace! Mi Piace!:  2
NON mi piace! NON mi piace!:  0
Grazie! Grazie!:  2
Pagina 5 di 5 primaprima 12345
Visualizzazione dei risultati da 81 a 95 su 95

Discussione: degrado da potenziale indotto pannelli fotovoltaici(pid)

  1. #81
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito



    Quote Originariamente inviata da ligabue82 Visualizza il messaggio
    Un'analisi per un impianto da 20 o 50 o 100 kWp con elettroluminescenza, quanto potrebbe costare?
    Qualche centinaio di € o parliamo di migliaia?

    saluti
    Dipende da dove si trova l'impianto. Naturalmente le spese di trasferta incidono maggiormente su un impianto da 20 kW rispetto ad un 2 MW! Per questa ragione l'effetto scala è importante, in quanto l'analisi di 20 kW in sè non richiede più di 1 ora.

    Per quanto riguarda i prezzi, si parla di qualche centinaio di euro per la sola elettroluminescenza su impianti così piccoli!
    Altra variabile è la strumentazione per eseguire il test: se chiedo ad un contadino di ararmi il campo, ma questo non ha un trattore, dovrà mettermi in conto il noleggio...quindi...meglio andare da chi la il trattore!

  2. #82
    Appassionato/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da roginic Visualizza il messaggio
    Ciao
    Se il problema è diffuso (quindi facile da localizzare) ti consiglierei di farti fare dal manutentore un'analisi delle curve I-V. Non dovendo cercare "l'ago nel pagliaio" l'intervento sarebbe veloce e dai costi contenuti.
    Tuttavia potrebbe anche non trattarsi di PID. Mi è capitato di osservare visivamente dei moduli a "macchia di leopardo" per scoprire che il problema non era il PID bensì un veloce degrado dell'incapsulante dei pannelli.
    Ad ogni modo con una veloce analisi delle curve I-V dovresti scoprire anche questo.
    ciao
    Esame con termocamera e drone, fatta. A parte una dozzina di moduli con hotspot (solo un paio molto "brillanti". Andando a metterci le dita sopra, si sentiva la differenza, tra "caldo" e "AHIA SCOTTA"), che su un 277 kw, mi pare irrilevante, stiamo aspettando un giorno di "sole" decente, in modo che si possano fare queste benedette curve I/V.
    Il problema e' sicuramente diffuso: un controllo della corrente, fatta con pinza amperometrica per CC (senza eccessive pretese di precisione), mostrava nella zona piu' soggetta al calo, una corrente quasi uguale per ogni stringa (piu' o meno un digit). Anche questo ha rallentato la diagnosi, perche' sembrava tutto regolare. Non e' mai stata misurata la tensione, assieme alla corrente. Aspettiamo questo giorno di sole e speriamo; sinceramente, io un antiPID lo metterei a priori su di un paio di stringhe e vedrei se migliorano. Mica fa danni.
    (visto il problema, potenzialmente devastante, io progetterei gli inverter con gia' un circuito antiPID. O metterei il negativo a terra, perlomeno di notte, ad inverter spento. Costerebbe un "niente", progettare cosi' un inverter)

  3. #83
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fabrizio BPSL Visualizza il messaggio
    Esame con termocamera e drone, fatta. A parte una dozzina di moduli con hotspot (solo un paio molto "brillanti". Andando a metterci le dita sopra, si sentiva la differenza, tra "caldo" e "AHIA SCOTTA"), che su un 277 kw, mi pare irrilevante, stiamo aspettando un giorno di "sole" decente, in modo che si possano fare queste benedette curve I/V.
    Il problema e' sicuramente diffuso: un controllo della corrente, fatta con pinza amperometrica per CC (senza eccessive pretese di precisione), mostrava nella zona piu' soggetta al calo, una corrente quasi uguale per ogni stringa (piu' o meno un digit). Anche questo ha rallentato la diagnosi, perche' sembrava tutto regolare. Non e' mai stata misurata la tensione, assieme alla corrente. Aspettiamo questo giorno di sole e speriamo; sinceramente, io un antiPID lo metterei a priori su di un paio di stringhe e vedrei se migliorano. Mica fa danni.
    (visto il problema, potenzialmente devastante, io progetterei gli inverter con gia' un circuito antiPID. O metterei il negativo a terra, perlomeno di notte, ad inverter spento. Costerebbe un "niente", progettare cosi' un inverter)
    Un'analisi con elettroluminescenza farebbe la differenza, ed avresti la prova certa della presenza o meno del PID. Dipende da com'è fatto l'impianto (a terra/capannone), la configurazione, etc... Ma in una sola notte si possono tranquillamente analizzare tutti i moduli di quei 277 kW.
    Inoltre molto spesso le analisi termografiche con il drone forniscono ai clienti dei bellissimi album fotografici che però sono inutili ai fini dell'individuazione del difetto che sta alla base della scarsa produzione.

    Son d'accordo che gli antiPID non costano così tanto...ma se con i soldi di 2 pidbox uno si fa un'analisi a campione sull'impianto, forse conviene andare a colpo sicuro...

  4. #84
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Fabrizio BPSL Visualizza il messaggio
    E. Il problema e' sicuramente diffuso: (visto il problema, potenzialmente devastante, io progetterei gli inverter con gia' un circuito antiPID. O metterei il negativo a terra, perlomeno di notte, ad inverter spento. Costerebbe un "niente", progettare cosi' un inverter)
    In effetti è verò su un inverter per quelle taglie di impianto potrebbe essere anche un plus. Per i"piccoli" però non saprei,mentre il polo a terra credo constringerebbe invece al trasformatore d isolamento,cosa che a me però non dispiacerebbe affatto.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  5. #85
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Salve,
    come và esperienza con Projoy? Ha notato miglioramenti?

  6. #86
    Novizio/a

    User Info Menu

    Arrow PIDBox a per piccoli impianti, a prezzi sotto i 150eur?

    Quote Originariamente inviata da gregorio1983 Visualizza il messaggio
    Salve,
    come và esperienza con Projoy? Ha notato miglioramenti?
    1) Nessuno ha dei riscontri sull'argomento?
    2) Esistono dei PIDBOX "economici" o usati ? (ho un piccolo impianto, se chiamo una ditta specializzata mi chiedono un rene..) grazie?

  7. #87
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Se ne trovi,anche usati,(vedi in Germania,dicono)mi fai sapere,grazie.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  8. #88
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... periodo degli sconti era 2-3 anni fa, quando c' erano partite di pidbox nuovi a 100-130 euro cad.

    Ora si trovano ma sui 300 euro!

  9. #89
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Però un pò carucci,il mio impianto ha sempre tensioni perfette, è che mi piacerebbe fare un esperimento se sugli amorfi riporta le tensioni ai valori del nuovo cioè almeno un 30% in più di quanto lavorano i moduli stabilizzati.Altrimenti siccome voglio portarmi un pò avanti per l impianto più vecchio che ha parecchie ombre devo informarmi per SMA+Tigo,un giorno,spero il più tardi possibile,naturalmente,il mio fido PO purtroppo mi/ci lascerà.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  10. #90
    Moderatore

    User Info Menu

    Predefinito

    .... sma + tigo funzionano, basta disabilitare sugli sma la gestione delle ombre (non ricordo il termine che usano, ma è semplice da fare con il computer collegandosi agli inverter via bluetooth ...)

    Gli antipid non funzionano invece su impianti con microinverter (credo anche con i solaredge)..... ricordavo che ne avevi di questo tipo!

    C' era anche un inverter della siemens (se la memoria non mi tradisce) con sistema antipid integrato.

    Sma, almeno sui vecchi tripower, utilizza un sistema "misto" di gestione sulle stringhe, mettendo lo zero dell' inverter a metà strada fra le due tensioni di lavoro della stringa, ovvero rispetto alla messa a terra dei pannelli, se la stringa funziona a 600 volt, lo zero è sui -400 o + 200 rispetto alla massa....

    Ne avevo già parlato in una discussione, forse anche questa..... a ricordarsi dove!!

  11. #91
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Buongiorno e complimenti a tutti per questo forum che ho letto con molto interesse.

    Vi espongo la mia problematica. Ho vari impianti installati intorno al 2011 con inverter Power One, ora ABB, che presentano tutti il problema della RISO (Resistenza di isolamento) bassa. Come molti sapranno se la RISO scende troppo l'impianto si blocca. Io escludo ci possano essere problematiche specifiche, come un cavo scoperto ecc., perche' e' un fenomeno diffuso su vari impianti contemporaneamente, come vi dicevo.


    La mia prima domanda e': la RISO e' strettamente collegata al PID, a meno di altri problemi come un pannello difettoso o un cavo che va a massa ? Intendo: se i pannelli hanno problemi di PID, la RISO scende ? E scende fino ad arrivare a valori sotto il megaohm, tali da far bloccare l'impianto ?

    Ipotizzando che la risposta sia affermativa, ho visto che probabilmente la soluzione migliore e piu' economica per risolvere il problema del PID sia il Projoy-pv. Il problema e' che non riesco a trovarlo in rete, saro' imbranato, qualcuno gentilmente puo' mandarmi un link ?

    Se invece ad oggi ci sono soluzioni diverse, qualcuno puo' suggerirmi cosa posso fare ?

    Non credo sia importante, ma per chi volesse saperlo gli inverter sono tutti dei 10.0, 12.5 o 6000 ed i pannelli di varie marche, come ad esempio Solar Fabrik, Conergy, Vikram, Sunage

    Vi sarei estremamente grato se mi aiutaste a risolvere la questione.
    Grazie in anticipo.

  12. #92
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    Hai visto che ci sono almeno un paio di discussioni su Ileak e Riso bassi su PO non hai trovato,poi a fondo pagina di queste discussioni c'è anche un indicazione su discussioni simili,io spesso trovò così.Però, caspita,su tutti,avevi comprato e poi installato stesso magneto/differenziale su tutti gli impianti???
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  13. #93
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    ci sono almeno un paio di discussioni su Ileak e Riso bassi su PO
    Si ok grazie, trovate


    Quote Originariamente inviata da diezedi Visualizza il messaggio
    Però, caspita,su tutti,avevi comprato e poi installato stesso magneto/differenziale su tutti gli impianti???
    No, quando l'ho detto ?

  14. #94
    Monumento

    User Info Menu

    Predefinito

    ..Giotto..///Ho vari impianti installati intorno al 2011 con inverter Power One, ora ABB, che presentano tutti il problema della riso... ///....Scusa,avevo interpretato male.
    diezedi,zona Cividale del Friuli.KWp 2,88,totalmente integrato , 20 moduli Unisolar PVL 144W , film sottile amorfi,,2 in parallelo per alimentare 10 microinverter PowerOne da 300W,PDC Templari da 300 lt,2 collettori Kloben CPC da 8 tubi flusso diretto,circolazione forzata.Azimut -90/+90,tilt 18° .Il tutto in funzione dal aprile 2014

  15. #95
    Novizio/a

    User Info Menu

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da Gioto Visualizza il messaggio
    La mia prima domanda e': la RISO e' strettamente collegata al PID, a meno di altri problemi come un pannello difettoso o un cavo che va a massa ? Intendo: se i pannelli hanno problemi di PID, la RISO scende ? E scende fino ad arrivare a valori sotto il megaohm, tali da far bloccare l'impianto ?
    Ciao Gioto.
    La risposta è NO, I due fenomeni non sono strettamente collegati tra loro. I fattori che portano al manifestarsi del PID non sono necessariamente correlati alla perdita di isolamento dei moduli. Tradotto, puoi avere moduli con un PID molto MOLTO avanzato, ma ottima Riso. O viceversa. O entrambe, o nessuna.

    Il pid negli ultimi anni (dopo il 2010-2011) è consodwrato un problema noto ai produttori, pertanto, nella maggior parte dei casi i moduli hanno iniziato ad essere più resistenti a tale effetto degenerativo. Per carità, mica tutti....ma la quasi totalità sì.

    Come ho già scritto in passato con analisi di elettroluminescenza si possono esaminare centinaia di moduli in una sola notte, direttamente in campo. Questa tecnica individua in un batter d'occhio i moduli con pid e molti altri problemi su un impianto.

    Nel tuo caso citi una bassa Riso su molti impianti. Oltre a questioni di produzione (e quindi economiche per te) sotto le attese, il problema può avere gravi risvolti per la sicurezza del sistema. Quindi il mio consiglio è di far verificare i tuoi impianti.

  16. RAD
Pagina 5 di 5 primaprima 12345

Discussioni simili

  1. Raffreddare i moduli con acqua: puó accelerare il degrado nel tempo?
    Da Il Sole 25 ore nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 14
    Ultimo messaggio: 26-05-2011, 12:23
  2. info su degrado autonomia batterie
    Da max47 nel forum Pile e Batterie (generico)
    Risposte: 0
    Ultimo messaggio: 31-08-2010, 17:28
  3. pannelli fotovoltaici
    Da giovix nel forum Tecnica, componentistica e installazione
    Risposte: 13
    Ultimo messaggio: 04-01-2010, 09:21
  4. pannelli fotovoltaici
    Da CaloRE nel forum NANOTECNOLOGIE
    Risposte: 8
    Ultimo messaggio: 15-09-2008, 20:27
  5. Pannelli fotovoltaici: si o no????
    Da marco.santilli nel forum degrado da potenziale indotto pannelli fotovoltaici(pid)FOTOVOLTAICO
    Risposte: 7
    Ultimo messaggio: 29-02-2008, 22:43

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •